alberi sempreverdi Griselinia
Griselinia

Griselinia, genere di 6 specie di alberi o arbusti sempreverdi delicati, appartenenti alla famiglia delle Cornaceae. Le specie descritte sono adatte in particolar modo alla formazione di siepi nelle zone marittime a clima mite.
Si piantano in ottobre-novembre o in marzo-aprile, e crescono bene in tutti i terreni al sole o all’ombra. Sopportano senza problemi gli spruzzi di acqua salata e i venti marittimi anche molto forti ma, tranne nelle zone a clima particolarmente mite, le piante giovani devono essere protette durante l’inverno fin quando non saranno ben sviluppate. Per formare siepi basse, le piante giovani si mettono a dimora alla distanza di 45 cm, mentre per formare barriere frangivento la distanza consigliata è di 60-90 cm. Si cimano i rami per favorire l’infoltimento.

Potatura:
non è necessaria una potatura regolare, tuttavia è possibile accorciare i rami irregolari in aprile o agosto. Le siepi vanno tosate annualmente in giugno-luglio.

Griselinia littoralis:
pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 6-7 m e del diametro di 3-4,5 m. Si tratta di un albero a crescita lenta che non sopporta i venti intensi ed è completamente rustica solo nelle zone a clima mite. Le foglie sono  ovato-oblunghe, cuoiose, lucide, verde-gialle e i fiori, unisessuali, verdi si formano su piante diverse in aprile-maggio e non hanno alcun valore ornamentale. La varietà Variegata è meno rustica e ha foglie variegate di bianco.
Griselinia lucuda: pianta originaria della Nuova Zelanda, simile per dimensione alla specie precedente, ma più delicata e con foglie più grandi e lucide. Si può coltivare solo nelle zone a clima particolarmente mite.


riproduzione: in agosto-settembre si prelevano talee lunghe 8-10 cm, con una porzione del ramo portante, e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in letto freddo. Nella primavera successiva, le talee radicate si rinvasano singolarmente in contenitori da 8-10 cm, riempiti con una composta da vasi e, durante l’estate, i vasi si interrano all’aperto, per poi farle svernare in letto freddo. Andranno messe a dimora nell’aprile successivo.
esposizione:
fioritura: aprile-maggio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Fritillaria

La Fritillaria è una pianta bulbosa, rustica, spontanea nelle zone temperate dell'emisfero boreale quali Asia Minore, Asia centro-occidentale, Caucaso, Turchia, Europa settentrionale e perfino Siberia, e ........

Adenocarpus

Adenocarpus, genere comprendente alcuni arbusti originari del bacino del Mediterraneo, appartenenti alla famiglia delle Papilionacee, il cui aspetto generale fa vagamente pensare a una ginestra. Queste piante sono caratterizzate ........

Malus (Melo da fiore)

Malus (Melo da fiore), genere di 35 specie di alberi o arbusti rustici, a foglie decidue, appartenente alla famiglia delle Rosaceae, con fiori e frutti molto ornamentali, comprendente anche la specie che ha dato origine ........

Ursinia

Ursinia, genere di 80 specie di piante perenni ed annuali e di arbusti. Le specie descritte si coltivano nelle bordure miste e nelle aiuole e anche in vaso e sono anche adatte per la produzione di fiori da recidere. I capolini ........

Dryas (Driade)

Dryas (Driade), genere di 2 specie di piante suffruticose, sempreverdi, rustiche, a portamento prostrato. La specie descritta è adatta alla coltivazione nei giardino rocciosi e alpini.
Si mettono a dimora da settembre ........

 

Ricetta del giorno
Arance ripiene alla siciliana
Prendete quattro arance e, con l'aiuto di un coltellino dalla lama aguzza e tagliente, tagliate la calotta di ciascun frutto in modo da ricavare tanti ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Cassia

Cassia, genere di oltre 500 specie di piante erbacee,annuali e perenni, rustiche, di arbusti e alberi sempreverdi, rustici e semirustici.
Le specie C.australis e C.corymbosa si coltivano in vasi di 20-30 cm, riempiti ........

Indigofera

La Indigofera è un  arbusto sempreverde o deciduo o anche una erbacea perenne che conta 700 specie. Le specie arbustive sono genneralmente rustiche, hanno foglie composte e fiori a corolla papilionacea, ........

Lithospermum

Lithospermum, genere di 60 specie di piante erbacee perenni, sufrruticose, rustiche e semirustiche, che formano tappeti di vegetazione, con fiori azzurri, imbutiformi, che sbocciano abbondantissimi. Le specie descritte sono ........

Pancratium (Pancrazio)

Pancratium (Pancrazio), genere di 15 specie di piante bulbose. Le due specie descritte, spontanee nelle zone litoranee dell'Italia centro-meridionale e insulare, possono essere coltivate nella maggior parte delle regioni ........

Scabiosa

Scabiosa, genere di 100 specie di piante erbacee perenni ed annuali. Le specie descritte sono adatte per le bordure erbacee e miste. Hanno capolini con fiori del raggio sovrapposti, che circondano un grande disco centrale.  ........


alberi sempreverdi Griselinia
Griselinia

Griselinia, genere di 6 specie di alberi o arbusti sempreverdi delicati, appartenenti alla famiglia delle Cornaceae. Le specie descritte sono adatte in particolar modo alla formazione di siepi nelle zone marittime a clima mite.
Si piantano in ottobre-novembre o in marzo-aprile, e crescono bene in tutti i terreni al sole o all’ombra. Sopportano senza problemi gli spruzzi di acqua salata e i venti marittimi anche molto forti ma, tranne nelle zone a clima particolarmente mite, le piante giovani devono essere protette durante l’inverno fin quando non saranno ben sviluppate. Per formare siepi basse, le piante giovani si mettono a dimora alla distanza di 45 cm, mentre per formare barriere frangivento la distanza consigliata è di 60-90 cm. Si cimano i rami per favorire l’infoltimento.

Potatura:
non è necessaria una potatura regolare, tuttavia è possibile accorciare i rami irregolari in aprile o agosto. Le siepi vanno tosate annualmente in giugno-luglio.

Griselinia littoralis:
pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 6-7 m e del diametro di 3-4,5 m. Si tratta di un albero a crescita lenta che non sopporta i venti intensi ed è completamente rustica solo nelle zone a clima mite. Le foglie sono  ovato-oblunghe, cuoiose, lucide, verde-gialle e i fiori, unisessuali, verdi si formano su piante diverse in aprile-maggio e non hanno alcun valore ornamentale. La varietà Variegata è meno rustica e ha foglie variegate di bianco.
Griselinia lucuda: pianta originaria della Nuova Zelanda, simile per dimensione alla specie precedente, ma più delicata e con foglie più grandi e lucide. Si può coltivare solo nelle zone a clima particolarmente mite.


riproduzione: in agosto-settembre si prelevano talee lunghe 8-10 cm, con una porzione del ramo portante, e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in letto freddo. Nella primavera successiva, le talee radicate si rinvasano singolarmente in contenitori da 8-10 cm, riempiti con una composta da vasi e, durante l’estate, i vasi si interrano all’aperto, per poi farle svernare in letto freddo. Andranno messe a dimora nell’aprile successivo.
esposizione:
fioritura: aprile-maggio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su