arbusti sempreverdi Ceanothus
Ceanothus

Ceanothus, genere di 55 specie di arbusti o piccoli alberi sempreverdi o a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Rhamnaceae, originari dell’America settentrionale, in particolare della California e delle zone orientali del Messico.  Le specie a foglie persistenti sono in genere rustiche  e si possono coltivare all’aperto anche al Nord, mentre quelle sempreverdi possono essere danneggiate dai freddi invernali per cui non è consigliabile coltivarle all’aperto nelle regioni settentrionali. Dalle specie di questo genere sono stati creati diversi ibridi molto ornamentali, la maggior parte dei quali, compresi quelli ottenuti dalle specie sempreverdi, sono rustici. Gli ibridi hanno in parte sostituito, nei giardini, le specie tipiche attualmente poco diffuse. In generale si tratta di piante molto apprezzate per la loro fioritura, che si protrae per lungo tempo.
Si piantano in ottobre o in marzo-aprile in terreno da giardino leggero, ben drenato, ricco di sostanza organica. In generale, anche le specie rustiche, vanno posizionate al riparo dai venti. Alcune specie e ibridi possono presentare sintomi di clorosi, se vengono coltivati in terreni molto ricchi di calcare. Sono adatti anche alla coltivazione in vasi di grandi dimensioni, in quanto non hanno un apparato radicale particolarmente esteso.

Potatura: le piante giovani si potano ad inizio primavera, per dar loro una forma regolare ed equilibrata. Nelle piante già in grado di fiorire, il tipo di potatura dipende dal tipo di rami che producono i fiori. Infatti, se la fioritura avviene sui rami dell’anno, la potatura si effettua in primavera, solo accorciando i rami dell’anno precedente, così da stimolare la produzione di nuovi germogli sui quali avverrà la fioritura. Al contrario, nelle specie in cui la fioritura avviene sui rami dell’anno precedente, la potatura si effettua in estate, diradando le ramificazioni in modo da ottenere una fioritura equilibrata l’anno successivo.

Fisiopatie: la Clorosi si presenta con ingiallimenti fogliari dovuti a eccesso di calcare nel terreno, che impedisce il normale assorbimento del ferro.

Ceanothus americanus: pianta originaria dell’America settentrionale, dal Canada alla California meridionale, alta 1 m e del diametro di 0,6-1 m. Si tratta di un arbusto a foglie decidue, opposte, ovate, finemente dentate, pelose sulla pagina inferiore. I fiori, bianchi, piccoli, riuniti in pannocchie terminali o ascellari, sbocciano in giugno-luglio. Questa specie non è molto diffusa ma è importante in quanto da essa hanno avuto origine diversi ibridi molto apprezzati.
Ceanothus x Autumnal Blue: pianta di origine orticola, alta 2,5-3 m e del diametro di 1,5-3 m. Si tratta di un ibrido sempreverde, molto vigoroso a portamento espanso. Le foglie, grandi, lucide, sono ovate e i fiori, piccoli, azzurro scuro, riuniti in pannocchie lunghe 8-10 cm, sbocciano da luglio a settembre.
Ceanothus azureus: pianta originaria dell’America settentrionale, alta 2-3 m e del diametro di 1,5-2,5 m. Si tratta di un arbusto delicato, a foglie decidue, adatto per le zone a clima mite. Ha foglie opposte, ovali-lanceolate, dentate ai margini, mentre i fiori sono azzurro scuro, piccoli, riuniti in pannocchie lunghe 7,15 cm, e sbocciano da luglio a settembre. LA fioritura è molto lunga. Questa specie ha dato origine a molto ibridi particolarmente ornamentali.
Ceanothus x burkwoodii: pianta di origine orticola, alta 1,5-3 m e del diametro di 1,5-2,5 m. Si tratta di un ibrido sempreverde, rustico, a portamento espanso, con foglie opposte, ovate, lucide, grigie inferiormente. I fiori, blu, riuniti in pannocchie lunghe 5-6 cm sbocciano da giugno ad ottobre e vengono prodotti sui rami dell’anno precedente. Questa specie va bene sia per terreni calcarei che per quelli acidi.
Ceanothus x Cascade: pianta di origine orticola, alta 3 m e del diametro di 3 m. Si tratta di un ibrido sempreverde, semirustico, con rami arcuati e foglie lucide, ovali-lanceolate- I fiori, azzurro intenso, riuniti in pannocchie lunghe 6-7 cm, sbocciano in maggio.
Ceanothus x Delight: pianta di origine orticola, alta 3 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido sempreverde rustico, con foglie ovate, verde scuro. I fiori, azzurro vivo, riuniti in pannocchie lunghe 5-8 cm, sbocciano da fine maggio in poi.
Ceanothus dentatus: pianta originaria della California, alta 2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde a portamento eretto, compatto, adatto per le zone a clima temperato. Le foglie, verde scuro, sono ovate, dentate ai margini, grigie sulla pagina inferiore. I fiori, piccoli, azzurro intenso, riuniti in pannocchie tondeggianti larghe 4-5 cm, si formano sui rami dell’anno precedente e sbocciano in giugno-luglio.
Ceanothus x Edinensis: pianta di origine orticola, alta 1,5-1,8 m e del diametro di 1,5-2 m. Si tratta di un ibrido sempreverde, semirustico, a crescita lenta, folto. Le foglie sono ovate, di colore verde chiaro e i fiori, piccoli, azzurro tenue riuniti in racemi lunghi 2,5 cm, sbocciano in maggio-giugno.
Ceanothus x Gloire de Versailles: pianta di origine orticola, alta 1,5-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto rustico a foglie decidue, molto resistente al freddo. Le foglie sono ovate, molto grandi rispetto a quelle delle altre specie o varietà. I fiori, profumati, azzurro chiaro, riuniti in pannocchie lunghe fino a 20 cm, sbocciano da giugno-luglio fino ad ottobre.
Ceanothus impressus: pianta originaria della California e Messico, alta 3 m e di pari diametro. Si tratta di una specie sempreverde, semirustica, a portamento compatto, che deve essere coltivata in posizioni riparate. Le foglie sono piccole, verde scuro e lucide sulla pagina superiore, pelose su quella inferiore. I fiori, azzurro scuro, piccoli,  riuniti in pannocchie lunghe 4-5 cm, sbocciano in aprile-maggio.
Ceanothus x lobbianus: pianta di origine orticola, alta fino a 3 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido sempreverde, semirustico, simile a C.dentatus, con il quale viene spesso confuso. I fiori, azzurro vivo, sbocciano da fine maggio in poi.
Ceanothus x Marie Simon: pianta di origine orticola, alta 1,5-,18 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido rustico a foglie decidue, ovate, con fiori rosa pallido che sbocciano in luglio-agosto.
Ceanothus rigidus: pianta originaria della California meridionale, alta 2,5-3,5 m e del diametro di 1,5-2,5 m. Si tratta di un arbusto sempreverde, semirustico, a portamento eretto, compatto. Le foglie sono opposte, piccole, seghettate ai margini, lucide sulla pagina superiore e grigiastre su quella inferiore. I fiori, azzurro-porpora, riuniti in ombrelle ascellari, sbocciano in aprile-maggio. Questa specie e particolarmente adatta a zone dal clima temperato-caldo.
Ceanothus thyrsiflorus: pianta originaria della California, alta 6-8 m e del diametro di 3-5 m. Si tratta di un arbusto o piccolo albero rustico, sempreverde, con foglie verde scuro, lucide, oblunghe. I fiori, piccoli, azzurro chiaro, riunite in pannocchie ascellari che si formano su rami dell’anno precedente, sbocciano in maggio-giugno.
Ceanothus x Topax: pianta di origine orticola, alta 1,5-2 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto ibrido a foglie decidue, con fiori azzurro-indaco, riuniti in pannocchie lunghe 10-15 cm, che sbocciano da giugno ad ottobre.
Ceanothus x veitchiamus: pianta di origine orticola alta 3-4 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido sempreverde, vigoroso, rustico, a portamento eretto, dalle foglie alternate, ovate, dentate ai margini. I fiori, azzurro intenso, riuniti in pannocchie lunghe 2-5 cm, sbocciano da fine maggio a luglio.


riproduzione: in luglio si prelevano talee lunghe 8-10 cm, fornite di una porzione di ramo portante, di legno semimaturo, e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 10 cm, riempiti con una composta da vasi, e si fanno svernare in ambiente protetto. Nel marzo successivo, si rinvasano e si interrano i vasi all’aperto, dove resteranno fino all’autunno o alla primavera successiva quando andranno messe a dimora.
esposizione:
fioritura: da maggio all'autunno a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Ramonda

Ramonda, genere di 4 specie di piante sempreverdi, rustiche, con foglie ornamentali, formanti rosette e fiori appiattiti. Sono piante particolarmente adatte per le zone fresche del giardino roccioso.
Si piantano in marzo ........

Edera (Hedera)

Edera (Hedera), genere di 15 piante rampicanti sempreverdi, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Araliacee, facili da coltivare, diffuse in tutte le zone temperate dell’Europa. Crescono bene anche in terreni molto ........

Menziesia

Menziesia, genere di 7 specie di arbusti fioriferi rustici, a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae, a crescita lenta, particolarmente adatti per la coltivazione assieme ai Rododendri, nei  terreni ........

Choisya

Choisya, genere di 6 specie di arbusti sempreverdi, originari del Messico. La specie descritta è rustica, ma viene danneggiata dalle gelate molto prolungate e dai venti freddi, per cui in Italia settentrionale deve essere ........

Maranta

Maranta, genere di 25 specie di piante perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Marantaceae, coltivata per le foglie, molto ornamentali. È diffusa una sola specie, coltivata in serra  ma è adatta anche ........

 

Ricetta del giorno
Arancini di riso alla siciliana
Fate lessare il riso in abbondante acqua salata, sgocciolatelo bene e ancora caldo mantecatelo con lo zafferano, il parmigiano grattugiato e due delle ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Astrantia (Astranzia)

Astrantia (Astranzia), genere si10 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Umbelliferae. Le specie descritte sono adatte per  le bordure e gruppi misti, al sole o all’ombra. I fiori ........

Cardiocrinum

Cardiocrinum, genere di 3 specie di piante perenni, bulbose, rustiche, affini al genere Lilium dal quale si differenziano per il fatto che i bulbi si esauriscono dopo la fioritura e le piante muoiono. Altra differenza è ........

Cassiope

Cassiope, genere di 12 specie di arbusti sempreverdi rustici, di dimensioni molto limitate, originari delle regioni artiche e delle montagne dell'emisfero settentrionale. Sono piante adatte per i terreni freschi, torbosi; ........

Cipolla – Allium cepa

Cipolla, Allium cepa, pianta appartenente alla famiglia delle Gigliacee, utilizzata sin dall’antichità per le sue proprietà curative e alimentari. Originaria dell’Asia occidentale, si è diffusa verso il Mediterraneo e oltre, ........

Silybum

Silybum, genere di 2 specie di piante erbacee, annuali o biennali, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Compositae. La specie descritta, adatta per le bordure, si coltiva in particolar modo per le foglie che sono molto ........


arbusti sempreverdi Ceanothus
Ceanothus

Ceanothus, genere di 55 specie di arbusti o piccoli alberi sempreverdi o a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Rhamnaceae, originari dell’America settentrionale, in particolare della California e delle zone orientali del Messico.  Le specie a foglie persistenti sono in genere rustiche  e si possono coltivare all’aperto anche al Nord, mentre quelle sempreverdi possono essere danneggiate dai freddi invernali per cui non è consigliabile coltivarle all’aperto nelle regioni settentrionali. Dalle specie di questo genere sono stati creati diversi ibridi molto ornamentali, la maggior parte dei quali, compresi quelli ottenuti dalle specie sempreverdi, sono rustici. Gli ibridi hanno in parte sostituito, nei giardini, le specie tipiche attualmente poco diffuse. In generale si tratta di piante molto apprezzate per la loro fioritura, che si protrae per lungo tempo.
Si piantano in ottobre o in marzo-aprile in terreno da giardino leggero, ben drenato, ricco di sostanza organica. In generale, anche le specie rustiche, vanno posizionate al riparo dai venti. Alcune specie e ibridi possono presentare sintomi di clorosi, se vengono coltivati in terreni molto ricchi di calcare. Sono adatti anche alla coltivazione in vasi di grandi dimensioni, in quanto non hanno un apparato radicale particolarmente esteso.

Potatura: le piante giovani si potano ad inizio primavera, per dar loro una forma regolare ed equilibrata. Nelle piante già in grado di fiorire, il tipo di potatura dipende dal tipo di rami che producono i fiori. Infatti, se la fioritura avviene sui rami dell’anno, la potatura si effettua in primavera, solo accorciando i rami dell’anno precedente, così da stimolare la produzione di nuovi germogli sui quali avverrà la fioritura. Al contrario, nelle specie in cui la fioritura avviene sui rami dell’anno precedente, la potatura si effettua in estate, diradando le ramificazioni in modo da ottenere una fioritura equilibrata l’anno successivo.

Fisiopatie: la Clorosi si presenta con ingiallimenti fogliari dovuti a eccesso di calcare nel terreno, che impedisce il normale assorbimento del ferro.

Ceanothus americanus: pianta originaria dell’America settentrionale, dal Canada alla California meridionale, alta 1 m e del diametro di 0,6-1 m. Si tratta di un arbusto a foglie decidue, opposte, ovate, finemente dentate, pelose sulla pagina inferiore. I fiori, bianchi, piccoli, riuniti in pannocchie terminali o ascellari, sbocciano in giugno-luglio. Questa specie non è molto diffusa ma è importante in quanto da essa hanno avuto origine diversi ibridi molto apprezzati.
Ceanothus x Autumnal Blue: pianta di origine orticola, alta 2,5-3 m e del diametro di 1,5-3 m. Si tratta di un ibrido sempreverde, molto vigoroso a portamento espanso. Le foglie, grandi, lucide, sono ovate e i fiori, piccoli, azzurro scuro, riuniti in pannocchie lunghe 8-10 cm, sbocciano da luglio a settembre.
Ceanothus azureus: pianta originaria dell’America settentrionale, alta 2-3 m e del diametro di 1,5-2,5 m. Si tratta di un arbusto delicato, a foglie decidue, adatto per le zone a clima mite. Ha foglie opposte, ovali-lanceolate, dentate ai margini, mentre i fiori sono azzurro scuro, piccoli, riuniti in pannocchie lunghe 7,15 cm, e sbocciano da luglio a settembre. LA fioritura è molto lunga. Questa specie ha dato origine a molto ibridi particolarmente ornamentali.
Ceanothus x burkwoodii: pianta di origine orticola, alta 1,5-3 m e del diametro di 1,5-2,5 m. Si tratta di un ibrido sempreverde, rustico, a portamento espanso, con foglie opposte, ovate, lucide, grigie inferiormente. I fiori, blu, riuniti in pannocchie lunghe 5-6 cm sbocciano da giugno ad ottobre e vengono prodotti sui rami dell’anno precedente. Questa specie va bene sia per terreni calcarei che per quelli acidi.
Ceanothus x Cascade: pianta di origine orticola, alta 3 m e del diametro di 3 m. Si tratta di un ibrido sempreverde, semirustico, con rami arcuati e foglie lucide, ovali-lanceolate- I fiori, azzurro intenso, riuniti in pannocchie lunghe 6-7 cm, sbocciano in maggio.
Ceanothus x Delight: pianta di origine orticola, alta 3 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido sempreverde rustico, con foglie ovate, verde scuro. I fiori, azzurro vivo, riuniti in pannocchie lunghe 5-8 cm, sbocciano da fine maggio in poi.
Ceanothus dentatus: pianta originaria della California, alta 2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde a portamento eretto, compatto, adatto per le zone a clima temperato. Le foglie, verde scuro, sono ovate, dentate ai margini, grigie sulla pagina inferiore. I fiori, piccoli, azzurro intenso, riuniti in pannocchie tondeggianti larghe 4-5 cm, si formano sui rami dell’anno precedente e sbocciano in giugno-luglio.
Ceanothus x Edinensis: pianta di origine orticola, alta 1,5-1,8 m e del diametro di 1,5-2 m. Si tratta di un ibrido sempreverde, semirustico, a crescita lenta, folto. Le foglie sono ovate, di colore verde chiaro e i fiori, piccoli, azzurro tenue riuniti in racemi lunghi 2,5 cm, sbocciano in maggio-giugno.
Ceanothus x Gloire de Versailles: pianta di origine orticola, alta 1,5-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto rustico a foglie decidue, molto resistente al freddo. Le foglie sono ovate, molto grandi rispetto a quelle delle altre specie o varietà. I fiori, profumati, azzurro chiaro, riuniti in pannocchie lunghe fino a 20 cm, sbocciano da giugno-luglio fino ad ottobre.
Ceanothus impressus: pianta originaria della California e Messico, alta 3 m e di pari diametro. Si tratta di una specie sempreverde, semirustica, a portamento compatto, che deve essere coltivata in posizioni riparate. Le foglie sono piccole, verde scuro e lucide sulla pagina superiore, pelose su quella inferiore. I fiori, azzurro scuro, piccoli,  riuniti in pannocchie lunghe 4-5 cm, sbocciano in aprile-maggio.
Ceanothus x lobbianus: pianta di origine orticola, alta fino a 3 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido sempreverde, semirustico, simile a C.dentatus, con il quale viene spesso confuso. I fiori, azzurro vivo, sbocciano da fine maggio in poi.
Ceanothus x Marie Simon: pianta di origine orticola, alta 1,5-,18 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido rustico a foglie decidue, ovate, con fiori rosa pallido che sbocciano in luglio-agosto.
Ceanothus rigidus: pianta originaria della California meridionale, alta 2,5-3,5 m e del diametro di 1,5-2,5 m. Si tratta di un arbusto sempreverde, semirustico, a portamento eretto, compatto. Le foglie sono opposte, piccole, seghettate ai margini, lucide sulla pagina superiore e grigiastre su quella inferiore. I fiori, azzurro-porpora, riuniti in ombrelle ascellari, sbocciano in aprile-maggio. Questa specie e particolarmente adatta a zone dal clima temperato-caldo.
Ceanothus thyrsiflorus: pianta originaria della California, alta 6-8 m e del diametro di 3-5 m. Si tratta di un arbusto o piccolo albero rustico, sempreverde, con foglie verde scuro, lucide, oblunghe. I fiori, piccoli, azzurro chiaro, riunite in pannocchie ascellari che si formano su rami dell’anno precedente, sbocciano in maggio-giugno.
Ceanothus x Topax: pianta di origine orticola, alta 1,5-2 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto ibrido a foglie decidue, con fiori azzurro-indaco, riuniti in pannocchie lunghe 10-15 cm, che sbocciano da giugno ad ottobre.
Ceanothus x veitchiamus: pianta di origine orticola alta 3-4 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido sempreverde, vigoroso, rustico, a portamento eretto, dalle foglie alternate, ovate, dentate ai margini. I fiori, azzurro intenso, riuniti in pannocchie lunghe 2-5 cm, sbocciano da fine maggio a luglio.


riproduzione: in luglio si prelevano talee lunghe 8-10 cm, fornite di una porzione di ramo portante, di legno semimaturo, e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 10 cm, riempiti con una composta da vasi, e si fanno svernare in ambiente protetto. Nel marzo successivo, si rinvasano e si interrano i vasi all’aperto, dove resteranno fino all’autunno o alla primavera successiva quando andranno messe a dimora.
esposizione:
fioritura: da maggio all'autunno a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su