rampicanti da fiore Jasminum (Gelsomino)
Jasminum (Gelsomino)

Jasminum (Gelsomino), genere di 300 specie di piante rampicanti e arbustive, a foglie sempreverdi e decidue, rustiche o delicate, appartenenti alla famiglia delle Oleaceae. Sono adatte per coprire il terreno nei giardini rocciosi, per la coltivazione contro muri, recinzioni, staccionate, pergolati e tralicci, o per coprire vecchi tronchi. La maggior parte delle piante descritte è rustica, tranne 2 specie che vanno coltivate in serra, tranne che nelle zone temperate. I fiori dei gelsomini, tubulosi alla base, con 4 o più lobi espansi all’estremità, sono riuniti in infiorescenze ascellari o terminali, alcuni molto profumati.
I gelsomini si coltivano all’aperto in qualsiasi terreno da giardino ben drenato ad eccezione di Jasminum (Gelsomino) nudiflorum e Jasminum (Gelsomino) officinale che vanno coltivati in posizioni riparate. Si piantano in aprile maggio o da ottobre ad aprile. Jasminum (Gelsomino)polyanthum e Jasminum (Gelsomino) primulinum vanno coltivati in serra in vasi da 25-30 cm riempiti con una composta da vasi. Durante l’inverno si mantiene una temperatura minima di 5° C, e una temperatura di 10-13° C. stimola le piante a fiorire precocemente. Si mantiene umida la composta e si annaffia abbondantemente in estate.

Potatura: dopo la fioritura si tagliano i rami fioriferi di Jasminum (Gelsomino) nudiflorum e primulinum a 5-7 cm dalla base e si tagliano alla base i rami molto vecchi e deboli. I rami di Jasminum (Gelsomino) officinale si diradano dopo la fioritura senza accorciarli. Per le altre specie la potatura non è necessaria, tranne uno sfoltimento delle piante troppo sviluppate.

Parassiti animali: gli Afidi si insediano sui giovani germogli bloccandone la crescita. Le Cocciniglie formano placche cerose bianche su fusti e foglie.

Jasminum (Gelsomino) azoricum: pianta originaria dell’America meridionale, alta 4 m. Si tratta di un arbusto semisempreverde, rampicante, delicato, con foglie pennate e fiori bianchi a stella, profumati che sbocciano in giugno-luglio. Nelle regioni settentrionali va coltivato in vaso, ritirandolo in serra fredda durante l’inverno.
Jasminum (Gelsomino) beesianum: pianta originaria della Cina, alta 3,5 m. Si tratta di un arbusto rampicante a foglie decidue, opposte e lanceolate. I fiori, piccoli, fragranti, color rosso cupo, riuniti in gruppi di 3, sbocciano in estate e sono seguiti da frutti molto decorativi.
Jasminum (Gelsomino) grandiflorum: pianta originaria dell’India, alta 2 m. Si tratta di una pianta rampicante, ramificata, delicata anche nelle regioni a clima mite, che viene coltivata in vasi per il profumo delicatissimo dei fiori. Ha foglie impari-pennate, composte da 7 foglioline verde chiaro e fiori grandi, prima rosa e poi bianchi, che sbocciano ininterrottamente per tutta l’estate.
Jasminum (Gelsomino) nudiflorum: pianta originaria della Cina, alta fino a 3 m. Si tratta di un arbusto rustico rampicante, a foglie decidue, che cresce bene quasi ovunque, anche contro i muri esposti a nord. Le foglie, lisce, verde scuro, sono trifogliate. I fiori, isolati o in piccoli mazzetti, giallo brillante, larghi 1-2 cm, sbocciano all'ascella delle foglie, sui rami dell’anno precedente, da novembre ad aprile e possono essere danneggiati dai venti freddi.
Jasminum (Gelsomino) officinale: pianta originaria di Iran, India e Cina, alta 15 m. SI tratta di un rampicante, ramificato, vigoroso, rustico e a foglie decidue, impari-pennate, formate da 5-9 foglioline. I fiori, bianchi, riuniti in mazzetti all’ascella delle foglie, sbocciano da giugno ad ottobre. La varietà Affine ha fiori grandi soffusi di rosa; Aureo-variegatum ha foglie con macchie giallo-crema.
Jasminum (Gelsomino) parkeri: pianta originaria dell’India nord-occidentale, alta 20-30 cm e del diametro di 60 cm. Si tratta di un arbusto sempreverde, rustico, a portamento compatto, con foglie impari-pennate composte da 3-5 foglioline ovate. I fiori, gialli, larghi 1-2 cm, sbocciano in giugno.
Jasminum (Gelsomino) polyanthum: pianta originaria della Cina, alta 1,5-3 m. SI tratta di una specie semirustica, rampicante, che nelle zone più fredde deve essere coltivata in serra fredda. Le foglie sono verde scuro, impari-pennate, composte da 5-7 foglioline. I fiori, bianchi o rosa pallido, riuniti in pannocchie ascellari lunghe 5-15 cm, sbocciano da aprile a giugno se coltivato all’aperto, da novembre ad aprile se in serra.
Jasminum (Gelsomino) primulinum: pianta originaria della Cina, alta fino a 4 m. Si tratta di un arbusto rampicante, sempreverde, rustico nelle zone a clima mite, che va coltivato in posizioni riparate e soleggiate. Ha foglie verde scuro, trifogliate e fiori semidoppi, gialli, larghi 5 cm, che sbocciano da marzo a maggio.
Jasminum (Gelsomino) revolutum:  pianta originaria dell’Himalaya e Afghanistan, alta 2 m e del diametro di 1,2-1,5 m. Si tratta di un arbusto semisempreverde, non ramificato, con rami parzialmente penduli, da coltivare in posizioni riparate dai venti freddi. Le foglie sono cuoiose, verde scuro, composte, formate da 3-7 foglioline. I fiori, piccoli, gialli, profumati, riuniti in corimbi ascellari lunghi fino a 15 cm, sbocciano da giugno ad agosto.
Jasminum ringospermo (Falso gelsomino): pianta originaria della Cina, alta fino a 10-12 m. Si tratta di un rampicante rustico, molto vigoroso, sempreverde, i cui tralci si allungano fino a 10-12 m. HA foglie verde scuro, oblunghe, molto spesse e coriacee, opposte. I fiori, di forma stellata, formati da 5 petali disposti a raggiera, profondamente separati tra loro, sono bianchi, larghi 1-2 cm, profumatissimi, e sbocciano molto abbondanti da maggio a giugno. Predilige le esposizioni soleggiate, ma cresce bene anche a mezz’ombra. Si coltiva in qualsiasi terreno da giardino ben drenato e durante l’estate si annaffia abbondantemente. Per ottenere il massimo da questa bella pianta. È necessario provvedere a due concimazioni, una primaverile e l’altra autunnale con concime a lunga cessione e poi, nel periodo vegetativo, somministrare ogni 15 giorni del concime liquido per piante fiorite da diluire in acqua, secondo le dosi indicate sulla confezione del prodotto.
Jasminum (Gelsomino) x stephanense: pianta di origine orticola, alta 5-6 m. Si tratta di un ibrido rampicante, vigoroso, semisempreverde nelle zone a clima mite, ramificato, adatto per coprire archi e pergolati. Le foglie, verde scuro sulla pagina superiore e verde chiaro su quella inferiore, possono essere semplici, ovato-lanceolate, o composte, impari-pennate, formate da 5 foglioline. I fiori, rosa pallido, profumati, riuniti in racemi laterali terminali lunghi 5-8 cm, sbocciano in giugno.


riproduzione: in agosto settembre si prelevano talee di legno semimaturo, lunghe 7-10 cm, e si piantano in un cassone riempito con un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, alla temperatura di 8-10° C. Le talee di J. Polyanthum e J. Primulinum si prelevano con una porzione di ramo portante e si fanno radicare alla temperatura minima di 16° C. Le talee radicate, si invasano singolarmente in contenitori da 10 cm, riempiti con una composta da vasi, e si fanno irrobustire prima di metterle a dimora nella primavera successiva.
I gelsomini si possono anche moltiplicare per propaggini, in settembre-ottobre e la radicazione avviene generalmente in 1 anno.
Le specie rustiche si possono anche seminare in settembre-ottobre, in vasi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si rinvasano singolarmente in contenitori da 8-10 cm, e si trattano come le talee.
esposizione:
fioritura: da inizio primavera all'estate a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Drosera

Drosera, genere di 100 specie di piante erbacee perenni, rizomatose, appartenenti alla famiglia delle Droseraceae, diffuse negli ambienti  molto umidi delle zone temperate e tropicali di tutti i continenti. Le specie ........

Celosia

Celosia, genere di 60 specie di piante annuali a fioritura estiva, originarie delle zone tropicali dell'America, dell'Asia e dell'Africa, adatte per la coltivazione in aiuole e in vaso. Hanno infiorescenze a spiga, erette ........

Hippophae

Hippophae, genere di 3 specie di cespugli rustici, a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Elaeagnaceae, coltivati soprattutto per le loro bacche molto ornamentali.
Si coltiva facilmente in qualsiasi terreno ........

Schizophragma

Schizophragma, genere di 8 specie di piante rampicanti, decidue, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Hydrangeaceae. Le specie descritte crescono rapidamente e si possono coltivare vicino ad un muro, su pergolati o ........

Deschampsia

Deschampsia, genere di 60 specie di piante erbacee, perenni, diffuse nelle zone tropicali, temperate e fredde. Le specie rustiche producono infiorescenze molto ornamentali, adatte per la preparazione di mazzi di fiori secchi.
Si ........

 

Ricetta del giorno
Frittata con pecorino toscano e pistacchi
Iniziare con lo sgusciare i pistacchi, tritarli sul tagliere con il coltello e metterli da parte.
Rompere le uova in una ciotola, unire sale, ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Pilea

Pilea, genere di 400 specie di piante perenni, sempreverdi, delicate, appartenenti alla famiglia delle Urticaceae. Alcune specie, con fogliame molto ornamentale, sono adatte alla coltivazione in appartamento o in serra.
Si ........

Astilbe (Astilbe)
L' Astilbe (Astilbe), originaria dell'Asia e dell'America Nord-orientale, comprende circa 25 specie ed è un'erbacea perenne, rizomatosa e rustica, alta da 40 cm a poco meno di 2 m a seconda della specie.

Caltha

Caltha, genere di 20 specie di piante erbacee, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Ranuncolaceae, adatte per la coltivazione nei terreni paludosi o nelle acque poco profonde, ai margini degli stagni. La maggior parte ........

Haberlea

Haberlea, genere di 2 specie di piante erbacee, perenni, cespitose. rustiche, adatte ad essere coltivate nei lastricati e negli angoli ombreggiati del giardino roccioso.
Si piantano in settembre-ottobre o in marzo, in ........

Crinodendron

Crinodendron, genere di 2 specie di alberi o arbusti sempreverdi, originari dell'America meridionale. La specie descritta può essere coltivata all'aperto nelle regioni a clima mite.
Questo arbusto o piccolo albero cresce ........


rampicanti da fiore Jasminum (Gelsomino)
Jasminum (Gelsomino)

Jasminum (Gelsomino), genere di 300 specie di piante rampicanti e arbustive, a foglie sempreverdi e decidue, rustiche o delicate, appartenenti alla famiglia delle Oleaceae. Sono adatte per coprire il terreno nei giardini rocciosi, per la coltivazione contro muri, recinzioni, staccionate, pergolati e tralicci, o per coprire vecchi tronchi. La maggior parte delle piante descritte è rustica, tranne 2 specie che vanno coltivate in serra, tranne che nelle zone temperate. I fiori dei gelsomini, tubulosi alla base, con 4 o più lobi espansi all’estremità, sono riuniti in infiorescenze ascellari o terminali, alcuni molto profumati.
I gelsomini si coltivano all’aperto in qualsiasi terreno da giardino ben drenato ad eccezione di Jasminum (Gelsomino) nudiflorum e Jasminum (Gelsomino) officinale che vanno coltivati in posizioni riparate. Si piantano in aprile maggio o da ottobre ad aprile. Jasminum (Gelsomino)polyanthum e Jasminum (Gelsomino) primulinum vanno coltivati in serra in vasi da 25-30 cm riempiti con una composta da vasi. Durante l’inverno si mantiene una temperatura minima di 5° C, e una temperatura di 10-13° C. stimola le piante a fiorire precocemente. Si mantiene umida la composta e si annaffia abbondantemente in estate.

Potatura: dopo la fioritura si tagliano i rami fioriferi di Jasminum (Gelsomino) nudiflorum e primulinum a 5-7 cm dalla base e si tagliano alla base i rami molto vecchi e deboli. I rami di Jasminum (Gelsomino) officinale si diradano dopo la fioritura senza accorciarli. Per le altre specie la potatura non è necessaria, tranne uno sfoltimento delle piante troppo sviluppate.

Parassiti animali: gli Afidi si insediano sui giovani germogli bloccandone la crescita. Le Cocciniglie formano placche cerose bianche su fusti e foglie.

Jasminum (Gelsomino) azoricum: pianta originaria dell’America meridionale, alta 4 m. Si tratta di un arbusto semisempreverde, rampicante, delicato, con foglie pennate e fiori bianchi a stella, profumati che sbocciano in giugno-luglio. Nelle regioni settentrionali va coltivato in vaso, ritirandolo in serra fredda durante l’inverno.
Jasminum (Gelsomino) beesianum: pianta originaria della Cina, alta 3,5 m. Si tratta di un arbusto rampicante a foglie decidue, opposte e lanceolate. I fiori, piccoli, fragranti, color rosso cupo, riuniti in gruppi di 3, sbocciano in estate e sono seguiti da frutti molto decorativi.
Jasminum (Gelsomino) grandiflorum: pianta originaria dell’India, alta 2 m. Si tratta di una pianta rampicante, ramificata, delicata anche nelle regioni a clima mite, che viene coltivata in vasi per il profumo delicatissimo dei fiori. Ha foglie impari-pennate, composte da 7 foglioline verde chiaro e fiori grandi, prima rosa e poi bianchi, che sbocciano ininterrottamente per tutta l’estate.
Jasminum (Gelsomino) nudiflorum: pianta originaria della Cina, alta fino a 3 m. Si tratta di un arbusto rustico rampicante, a foglie decidue, che cresce bene quasi ovunque, anche contro i muri esposti a nord. Le foglie, lisce, verde scuro, sono trifogliate. I fiori, isolati o in piccoli mazzetti, giallo brillante, larghi 1-2 cm, sbocciano all'ascella delle foglie, sui rami dell’anno precedente, da novembre ad aprile e possono essere danneggiati dai venti freddi.
Jasminum (Gelsomino) officinale: pianta originaria di Iran, India e Cina, alta 15 m. SI tratta di un rampicante, ramificato, vigoroso, rustico e a foglie decidue, impari-pennate, formate da 5-9 foglioline. I fiori, bianchi, riuniti in mazzetti all’ascella delle foglie, sbocciano da giugno ad ottobre. La varietà Affine ha fiori grandi soffusi di rosa; Aureo-variegatum ha foglie con macchie giallo-crema.
Jasminum (Gelsomino) parkeri: pianta originaria dell’India nord-occidentale, alta 20-30 cm e del diametro di 60 cm. Si tratta di un arbusto sempreverde, rustico, a portamento compatto, con foglie impari-pennate composte da 3-5 foglioline ovate. I fiori, gialli, larghi 1-2 cm, sbocciano in giugno.
Jasminum (Gelsomino) polyanthum: pianta originaria della Cina, alta 1,5-3 m. SI tratta di una specie semirustica, rampicante, che nelle zone più fredde deve essere coltivata in serra fredda. Le foglie sono verde scuro, impari-pennate, composte da 5-7 foglioline. I fiori, bianchi o rosa pallido, riuniti in pannocchie ascellari lunghe 5-15 cm, sbocciano da aprile a giugno se coltivato all’aperto, da novembre ad aprile se in serra.
Jasminum (Gelsomino) primulinum: pianta originaria della Cina, alta fino a 4 m. Si tratta di un arbusto rampicante, sempreverde, rustico nelle zone a clima mite, che va coltivato in posizioni riparate e soleggiate. Ha foglie verde scuro, trifogliate e fiori semidoppi, gialli, larghi 5 cm, che sbocciano da marzo a maggio.
Jasminum (Gelsomino) revolutum:  pianta originaria dell’Himalaya e Afghanistan, alta 2 m e del diametro di 1,2-1,5 m. Si tratta di un arbusto semisempreverde, non ramificato, con rami parzialmente penduli, da coltivare in posizioni riparate dai venti freddi. Le foglie sono cuoiose, verde scuro, composte, formate da 3-7 foglioline. I fiori, piccoli, gialli, profumati, riuniti in corimbi ascellari lunghi fino a 15 cm, sbocciano da giugno ad agosto.
Jasminum ringospermo (Falso gelsomino): pianta originaria della Cina, alta fino a 10-12 m. Si tratta di un rampicante rustico, molto vigoroso, sempreverde, i cui tralci si allungano fino a 10-12 m. HA foglie verde scuro, oblunghe, molto spesse e coriacee, opposte. I fiori, di forma stellata, formati da 5 petali disposti a raggiera, profondamente separati tra loro, sono bianchi, larghi 1-2 cm, profumatissimi, e sbocciano molto abbondanti da maggio a giugno. Predilige le esposizioni soleggiate, ma cresce bene anche a mezz’ombra. Si coltiva in qualsiasi terreno da giardino ben drenato e durante l’estate si annaffia abbondantemente. Per ottenere il massimo da questa bella pianta. È necessario provvedere a due concimazioni, una primaverile e l’altra autunnale con concime a lunga cessione e poi, nel periodo vegetativo, somministrare ogni 15 giorni del concime liquido per piante fiorite da diluire in acqua, secondo le dosi indicate sulla confezione del prodotto.
Jasminum (Gelsomino) x stephanense: pianta di origine orticola, alta 5-6 m. Si tratta di un ibrido rampicante, vigoroso, semisempreverde nelle zone a clima mite, ramificato, adatto per coprire archi e pergolati. Le foglie, verde scuro sulla pagina superiore e verde chiaro su quella inferiore, possono essere semplici, ovato-lanceolate, o composte, impari-pennate, formate da 5 foglioline. I fiori, rosa pallido, profumati, riuniti in racemi laterali terminali lunghi 5-8 cm, sbocciano in giugno.


riproduzione: in agosto settembre si prelevano talee di legno semimaturo, lunghe 7-10 cm, e si piantano in un cassone riempito con un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, alla temperatura di 8-10° C. Le talee di J. Polyanthum e J. Primulinum si prelevano con una porzione di ramo portante e si fanno radicare alla temperatura minima di 16° C. Le talee radicate, si invasano singolarmente in contenitori da 10 cm, riempiti con una composta da vasi, e si fanno irrobustire prima di metterle a dimora nella primavera successiva.
I gelsomini si possono anche moltiplicare per propaggini, in settembre-ottobre e la radicazione avviene generalmente in 1 anno.
Le specie rustiche si possono anche seminare in settembre-ottobre, in vasi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si rinvasano singolarmente in contenitori da 8-10 cm, e si trattano come le talee.

esposizione:
fioritura: da inizio primavera all'estate a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su