erbacee perenni Campanula
Campanula

Campanula, genere di 300 specie di pianta erbacee annuali, biennali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Campanulaceae, nella maggior parte rustiche. Le specie descritte sono per lo più perenni, alcune sono biennali o coltivate come tali. Sono pianta adatte per le bordure, il giardino roccioso e alpino e le aiuole in genere, e si prestano anche alla coltivazione in vaso e per la produzione di fiori da taglio.
Quando sono piantate in grandi gruppi, formati da piante uguali, creano uno straordinario effetto ornamentale. La forma della corolla dei fiori può essere di tipo diverso: a stella, campanulata, a coppa.
Le campanule crescono bene in tutti i terreni da giardino fertili e ben drenati, alcune preferiscono terreni leggermente acidi, privi di calcare. La maggior parte delle specie e delle varietà crescono bene a mezz’ombra o al sole. Le specie perenni si piantano in autunno o in primavera e, dopo la fioritura, è consigliabile eliminare le infiorescenze appassite, cosa che in alcuni casi stimola una ulteriore fioritura.

Parassiti animali: le Lumache possono danneggiare i germogli e le foglie. La Sputacchina causa deformazioni alla vegetazione.
Parassiti vegetali: alcune specie possono essere sede, sulle foglie, di pustole color arancio, dovute alla Ruggine.

Campanula aliariifolia: pianta originaria del  Caucaso e dell’Asia Minore, alta 45-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, con foglie basali cuoriformi, grigio-verdi e fiori campanulati, bianco-crema, lunghi 5 cm, riuniti in racemi radi, che sbocciano in giugno-luglio. La varietà Ivory Bells ha fiori leggermente più grandi della specie tipica.
Campanula allionii: pianta originaria delle regioni alpini occidentali e Piemonte, alta 8-12 cm  e del diametro di 15 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, con fusti sotterranei e foglie lineari-lanceolate. I fiori, isolati, azzurro-porpora pallido, campanulati, lunghi 2-4 cm, sbocciano da inizio giugno a luglio. Si tratta di una specie adatta per il giardino alpino, difficile da coltivare.
Campanula arvatica: pianta originaria della Spagna, alta 6-8 cm e del diametro di 30 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, con foglie basali tondeggianti-cuoriformi e foglie ovate, a margini dentati. I fiori, stellati, azzurri, larghi 2-3 cm, sbocciano in luglio. La varietà Alba ha fiori bianchi.
Campanula aucheri: pianta originaria del Caucaso, alta 5 cm e del diametro di 10 cm. Si tratta di una specie perenne, cespitosa, nana, con foglie ovato-oblunghe, a margini dentato-crenati. I fiori, campanulati, lunghi 2-3 cm, azzurro-porpora scuro, sbocciano in giugno.
Campanula barbata: pianta originaria delle regioni Alpine e Italia, alta 10-30 cm e del diametro di 15-30 cm. Si tratta di una specie perenne, con foglie lanceolate, riunite in rosette basali, mentre il fusto porta alcune foglie lanceolate. I fiori, campanulati, lunghi 2-4 cm, di colore variabile dal bianco all’azzurro-porpora, leggermente pendenti, riuniti a 3-4 in racemi radi, sbocciano in giugno.
Campanula x burghaltii: pianta di origine orticola, alta 45-60 cm, distanza tra le piante 25-30 cm. Si tratta di un ibrido perenne, cespitoso, con foglie ovate e fiori campanulati, azzurro-grigiastri, lunghi 4-6 cm, pendenti che sbocciano su fusti filiformi in giugno.
Campanula caespitosa: pianta originaria delle regioni alpine e Italia, alta 10-25 cm  e del diametro di 20-30 cm. Si tratta di una specie perenne adatta al giardino roccioso e alpino, con foglie basali oblunghe-lanceolate, brevemente picciolate, a margini seghettati. I fiori, riuniti in racemi unilaterali, sono campanulati, azzurri e sbocciano in giugno-luglio.
Campanula carpatica: pianta originaria dei Carpazi, alta 20-30 cm, distanza tra le piante  diametro 30-40 cm. Si tratta di una specie perenne, adatta per il primo piano delle bordure e i grandi giardini rocciosi. Dal portamento compatto, ha foglie ovato-cordate, dentate ai margini. I fiori, a forma di coppa, grandi 2-4 cm, sono di varie tonalità di azzurro o bianchi e sbocciano in giugno-luglio. Tra le tante varietà si ricordano Ditton Blue, alta 15 cm con fiori azzurro-indaco; Isobel, alta 20-25 cm e dai fiori viola brillante; Turbinata, molto compatta, con foglie pelose grigie; White Star alta 30 cm e dai fiori bianchi.
Campanula cochlearifolia: pianta originaria delle regioni alpine e Italia, alta 10-15 cm e del diametro di 30 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, facile da coltivare, adatta per il giardino roccioso e i muri fioriti. Forma cuscinetti di foglie tondeggianti. I fusti, filiformi, portano fiori campanulati, lunghi 1 cm, azzurro pallido che sbocciano da giugno ad agosto. La varietà Alba ha fiori bianchi.
Campanula excisa: pianta originaria della Svizzera e Italia, alta 7-10 cm e del diametro di 15-30 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, difficile da coltivare, adatta ai terreni acidi. Ha fusti sottili filiformi, e si espande mediante rizomi. Le foglie, basali sono ovato-cordate o reniformi, mentre quelle di fusti sono lanceolate o lineari. I fiori, isolati, o riuniti a 2-3 in racemi, sono campanulati, di colore azzurro, lunghi 2-3 cm e sbocciano in giugno.
Campanula fragilis: pianta originaria dell’Italia centro-meridionale, alta 10-15 cm e del diametro di 25-35 cm. Si tratta di una specie perenne, semirustica, con fusti prostrato-ascendenti. Le foglie basali sono tondeggianti, dentate o crenate ai margini. I fiori, a forma di coppa, azzurri, larghi circa 3 cm, riuniti in racemi terminali, sbocciano in giugno-luglio. Specie adatta per i giardini rocciosi e può essere coltivata all’aperto solo nelle regioni centro-meridionali.
Campanula garganica: pianta originaria della Grecia e Italia meridionale, alta 10-15 cm e del diametro anche di 30 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, con foglie reniformi, a margini crenati. I fiori, stellati, azzurri, sbocciano abbondanti da maggio a luglio. La varietà Hirsuta ha foglie grigie, pelose; W.H.Paine ha fiori azzurro carico, con il centro bianco.
Campanula glomerata: pianta originaria di Europa, Italia e Asia, alta 20-80 cm e del diametro di 30-60 cm. Si tratta di una specie perenne, con rizoma sottile, scuro e foglie basali ovali, oblunghe o lanceolate, arrotondate alla base. I fiori, eretti, campanulati, azzurro-violetti, lunghi 2-3 cm, riuniti in capolini terminali avvolti da brattee fogliose, sbocciano in maggio-giugno.
Campanula isophylla: pianta originaria dell’Italia settentrionale, alta 15 cm e del diametro di 30-45 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, delicata, che nelle zone più fredde deve essere coltivata in vaso, in serra fredda o in casa. I fusti sono prostrati, striscianti e le foglie sono cuoriformi, dai margini dentati. I fiori, stellati, larghi 2-3 cm, azzurri, sbocciano numerosi d’estate, in giugno-luglio. La varietà Alba ha fiori bianchi; Mayi ha foglie variegate, coperte da una fine peluria.
Campanula lactiflora:  pianta originaria del Caucaso, alta 1-1,5 m, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una specie perenne, con foglie ovate, verde tenue. I fiori, imbutiformi, azzurro chiaro, larghi 3-4 cm, riuniti in pannocchie, sbocciano in maggio-giugno. Fra le tante varietà, le più belle Loddon Anna, alta 1,2 m con fiori rosa chiaro; Pouffe alta 20-25 cm con fiori lavanda pallido; Pritchard’s Variety, alta 90 cm con fiori azzurro-lavanda scuro.
Campanula latifolia: pianta originaria di Europa,Italia e asia, alta 1,2-1,5 m e del diametro di 35-45 cm. Si tratta di una specie perenne, con foglie ovato-oblunghe e dai fiori campanulati, azzurro-violacei, lunghi 6-7 cm, riuniti in racemi, che sbocciano da maggio a luglio. Fra le varietà si ricordano Alba a fiori bianchi; Brantwood a fiori porpora-violetti; Gloaming a fiori azzurri.
Campanula latiloba: Pianta originaria della Siberia, alta 30-90 cm, distanza tra le piante 45 cm. SI tratta d una specie perenne da bordura, con foglie lunghe, lanceolate e con fiori azzurro-violetti, a corolla aperta con lobi grandi, larghi 5 cm che sbocciano in giugno.
Campanula medium: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 30-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie biennale a portamento eretto, con foglie dentate, pelose. I fiori, campanulati, bianchi, azzurri, rosa o violetti, lunghi 2-4 cm, riuniti in racemi fogliosi, sbocciano da maggio a luglio.
Campanula morettiana: pianta originaria della Dalmazia, regioni alpine orientali e Italia, alta 5-8 cm e del diametro di 15 cm. Si tratta di una specie nana, perenne, con rizoma sottile, ramificato, e rosette di foglie basali cuoriformi, mentre i fusti, prostrati, portano foglie ovali. I fiori, solitari, eretti, campanulati, azzurro scuro, lunghi 2-3 cm, sbocciano in giugno.
Campanula persicaefolia: pianta originaria di Europa, Italia e Siberia, alta 0,4-1 m, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una specie perenne da bordura molto bella, con foglie basali oblungo-lanceolate, lucide, riunite in rosette. I fiori, del diametro di 2-3 cm, a corolla allargata, riuniti in racemi radi, sbocciano da maggio  ad agosto. Tra le varietà si ricordano Telham Beauty con fiori grandi, azzurro carico; Planiflora, varietà nana, alta 20-30 cm; Planiflora Alba a fiori bianchi.
Campanula portenschlagiana: pianta originaria della Dalmazia, alta 15 cm e del diametro di 40-50 cm. Si tratta di una specie  perenne, nana con fusti prostrati, adatta per i muri fioriti e i lastricati. Le foglie, tondeggianti, cuoriformi, dentate ai margini, formano una copertura compatta. I fiori, campanulati, azzurro-porpora, lunghi 1,5 cm, sbocciano da maggio a settembre.
Campanula pulla: pianta originaria dell’Europa orientale, alta 10 cm e del diametro di 30-45 cm. Si tratta di una specie perenne nana, adatta per le zone parzialmente ombreggiate. Le foglie, ovate, formano grandi rosette. I fiori, campanulati, porpora carico, penduli, lunghi 1,5 cm, sbocciano in giugno.
Campanula pyramidalis: pianta originaria della Dalmazia, alta 1,2 m, distanza tra le piante 45 cm. Si tratta di una specie da bordura, perenne, ma coltivata generalmente come biennale. Ha radici carnose e foglie basali ovate. I fiori, azzurri, viola o bianchi, campanulati, lunghi 2-4 cm, riuniti in lunghi racemi piramidali, sbocciano da giugno ad agosto. Può essere coltivata in serra fredda, in vaso, e fatta fiorire precocemente.
Campanula raineri: pianta originaria dell’Italia e Svizzera, alta 10 cm e del diametro di 10-15 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, con rizoma strisciante e rosette di foglie grigio-verdi, ovate, dentate ai margini. I fiori, campanulati, azzurri, larghi 2-4 cm, solitari, sbocciano in giugno.
Campanula rapunculus (raperonzolo): pianta originaria dell’Asia, Europa, Italia e Africa settentrionale, alta 0,5-1 m, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una specie biennale e perenne, con radice ingrossata, carnosa, talvolta utilizzata a scopo alimentare. Le foglie basali sono brevemente picciolate, obovato-oblunghe. I fiori, azzurri, campanulati, riuniti in racemi allungati, sbocciano da maggio a settembre.
Campanula rotundifolia: pianta originaria dell’emisfero settentrionale e Italia, alta 15-60 cm e del diametro di 20-40 cm. Si tratta di una specie perenne con foglie basali lungamente picciolate, cuoriformi, a margini dentati, mentre i fusti eretti portano foglie lanceolate-lineari. I fiori, campanulati, larghi 2-3 cm, azzurri, riuniti in racemi, sbocciano da giugno ad agosto. La varietà Alba ha fiori bianchi.
Campanula trachelium: pianta originaria dell’Europa, Italia e Asia, alta 0,3-1 m, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una specie perenne, pelosa, con foglie basali cordato-triangolari, doppiamente dentate ai margini, mentre il fusto, eretto, porta foglie sessili, ovato-lanceolate. I fiori, bianchi, azzurri o azzurro-violacei, campanulati, larghi 3-4 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Campanula zoysii: pianta originaria delle regioni alpine orientali, alta 8-10 cm e del diametro di 15 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, adatta per il giardino alpino. Le foglie basali, obovate, sono riunite in rosette che si sviluppano da furti striscianti, mentre quelle che crescono lungo il fusto sono lineari. I fiori, a corolla cilindrica, ristretta all’apice, lunga 1 cm, azzurro chiaro, sbocciano in luglio.


riproduzione: si seminano in ottobre o in marzo-aprile, in vasi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone o serra fredda. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano e successivamente si trapiantano singolarmente in vasi da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si mettono poi a dimora in autunno. Per avere una buona germinazione dei semi, è necessario tenere le terrine all’ombra, coprendone la superficie con dell’ovatta umida. Le piante ottenute da semi fioriranno abbondantemente solo dopo 2 anni.
Si possono anche moltiplicare per divisione e questa operazione può essere effettuata in diversi periodi dell’anno, anche se il momento migliore è la primavera. Tale metodi di moltiplicazione è sconsigliabile per le specie con radice carnosa.
Si possono anche moltiplicare per talea, tranne che per le biennali, prelevando, in aprile-maggio, germogli basali, tagliandoli alla lunghezza di 2-4 cm, che andranno sistemati in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Le talee radicate, si trapiantano singolarmente in contenitori da 8 cm riempiti con una composta da vasi, e si trattano come le piantine ottenute da seme.
esposizione:
fioritura: da maggio ad agosto a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Desfontainea

Desfontainea, genere comprendente una sola specie arbustiva, sempreverde, originaria dell'America meridionale, semirustica e adatta per la coltivazione all'aperto nelle zone a clima temperato.
Si pianta in settembre o ........

Scabiosa

Scabiosa, genere di 100 specie di piante erbacee perenni ed annuali. Le specie descritte sono adatte per le bordure erbacee e miste. Hanno capolini con fiori del raggio sovrapposti, che circondano un grande disco centrale.  ........

Diascia

Diascia, genere di 42 specie di piante annuali e perenni. La specie descritta, semirustica, annuale, è adatta per il primo piano delle bordure e come pianta da vaso a fioritura estiva.
Cresce bene in qualsiasi terreno ........

Gypsophila (Gissofila)

Gypsophila (Gissofila), genere di 15 specie di piante erbacee, annuali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Caryophyllaceae, con fiori minuscoli, stellati.  Le specie annuali sono adatte in particolar modo per ........

Cycas
La Cycas è una piante simile alla palma, originaria del Madagascar, dell'Asia sud-orientale e dell'Oceania, caratterizzata dalla presenza di un fusto eretto, cilindrico, e di un ciuffo di foglie erette, sempreverdi, ........

 

Ricetta del giorno
Mezze maniche al forno gratinate con mozzarella di bufala e zucchine
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine d'oliva e e una cipolla rossa tagliata a fettine sottili, poi aggiungete i pomodori pelati e ....
sono presenti 531 piante
sono presenti 230 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Gaillàardia (Gaillardia)
La Gaillàardia (Gaillardia) , originaria del Nor e Sud America, comprende circa 25 specie ed è una erbacea perenne e annuale, rustica e semirustica.
Le foglie sono di forma allungata, grossolanamente ........

Phygelius

Phygelius, genere di 2 specie di piante suffruticose, semirustiche, sempreverdi, adatte per le zone a clima mite; nelle regioni più fredde devono essere piantate in posizioni protette. Sono ottime per le bordure e sopportano ........

Achimenes

Achimenes, genere di 50 specie di piante originarie dell’America Centrale, coltivate nei nostri climi come piante da appartamento o da serra. Sono molto ornamentali grazie ai loro fiori a forma di calice, vivacemente colorati, ........

Glaucium

Glaucium, genere di 25 specie di erbacee annuali, biennali e perenni, rustiche. Le specie descritte sono biennali e particolarmente adatte per i giardini delle zone litoranee, dove possono essere coltivate nei terreni sabbioosi. ........

Clethra
La Clethra, originaria delle regioni orientali degli Stati Uniti, Cina, Giappone e isola di Madera, comprende 120 specie ed è un arbusto o piccolo albero, a foglie decidue o sempreverde; la maggior parte ........


erbacee perenni Campanula
Campanula

Campanula, genere di 300 specie di pianta erbacee annuali, biennali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Campanulaceae, nella maggior parte rustiche. Le specie descritte sono per lo più perenni, alcune sono biennali o coltivate come tali. Sono pianta adatte per le bordure, il giardino roccioso e alpino e le aiuole in genere, e si prestano anche alla coltivazione in vaso e per la produzione di fiori da taglio.
Quando sono piantate in grandi gruppi, formati da piante uguali, creano uno straordinario effetto ornamentale. La forma della corolla dei fiori può essere di tipo diverso: a stella, campanulata, a coppa.
Le campanule crescono bene in tutti i terreni da giardino fertili e ben drenati, alcune preferiscono terreni leggermente acidi, privi di calcare. La maggior parte delle specie e delle varietà crescono bene a mezz’ombra o al sole. Le specie perenni si piantano in autunno o in primavera e, dopo la fioritura, è consigliabile eliminare le infiorescenze appassite, cosa che in alcuni casi stimola una ulteriore fioritura.

Parassiti animali: le Lumache possono danneggiare i germogli e le foglie. La Sputacchina causa deformazioni alla vegetazione.
Parassiti vegetali: alcune specie possono essere sede, sulle foglie, di pustole color arancio, dovute alla Ruggine.

Campanula aliariifolia: pianta originaria del  Caucaso e dell’Asia Minore, alta 45-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, con foglie basali cuoriformi, grigio-verdi e fiori campanulati, bianco-crema, lunghi 5 cm, riuniti in racemi radi, che sbocciano in giugno-luglio. La varietà Ivory Bells ha fiori leggermente più grandi della specie tipica.
Campanula allionii: pianta originaria delle regioni alpini occidentali e Piemonte, alta 8-12 cm  e del diametro di 15 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, con fusti sotterranei e foglie lineari-lanceolate. I fiori, isolati, azzurro-porpora pallido, campanulati, lunghi 2-4 cm, sbocciano da inizio giugno a luglio. Si tratta di una specie adatta per il giardino alpino, difficile da coltivare.
Campanula arvatica: pianta originaria della Spagna, alta 6-8 cm e del diametro di 30 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, con foglie basali tondeggianti-cuoriformi e foglie ovate, a margini dentati. I fiori, stellati, azzurri, larghi 2-3 cm, sbocciano in luglio. La varietà Alba ha fiori bianchi.
Campanula aucheri: pianta originaria del Caucaso, alta 5 cm e del diametro di 10 cm. Si tratta di una specie perenne, cespitosa, nana, con foglie ovato-oblunghe, a margini dentato-crenati. I fiori, campanulati, lunghi 2-3 cm, azzurro-porpora scuro, sbocciano in giugno.
Campanula barbata: pianta originaria delle regioni Alpine e Italia, alta 10-30 cm e del diametro di 15-30 cm. Si tratta di una specie perenne, con foglie lanceolate, riunite in rosette basali, mentre il fusto porta alcune foglie lanceolate. I fiori, campanulati, lunghi 2-4 cm, di colore variabile dal bianco all’azzurro-porpora, leggermente pendenti, riuniti a 3-4 in racemi radi, sbocciano in giugno.
Campanula x burghaltii: pianta di origine orticola, alta 45-60 cm, distanza tra le piante 25-30 cm. Si tratta di un ibrido perenne, cespitoso, con foglie ovate e fiori campanulati, azzurro-grigiastri, lunghi 4-6 cm, pendenti che sbocciano su fusti filiformi in giugno.
Campanula caespitosa: pianta originaria delle regioni alpine e Italia, alta 10-25 cm  e del diametro di 20-30 cm. Si tratta di una specie perenne adatta al giardino roccioso e alpino, con foglie basali oblunghe-lanceolate, brevemente picciolate, a margini seghettati. I fiori, riuniti in racemi unilaterali, sono campanulati, azzurri e sbocciano in giugno-luglio.
Campanula carpatica: pianta originaria dei Carpazi, alta 20-30 cm, distanza tra le piante  diametro 30-40 cm. Si tratta di una specie perenne, adatta per il primo piano delle bordure e i grandi giardini rocciosi. Dal portamento compatto, ha foglie ovato-cordate, dentate ai margini. I fiori, a forma di coppa, grandi 2-4 cm, sono di varie tonalità di azzurro o bianchi e sbocciano in giugno-luglio. Tra le tante varietà si ricordano Ditton Blue, alta 15 cm con fiori azzurro-indaco; Isobel, alta 20-25 cm e dai fiori viola brillante; Turbinata, molto compatta, con foglie pelose grigie; White Star alta 30 cm e dai fiori bianchi.
Campanula cochlearifolia: pianta originaria delle regioni alpine e Italia, alta 10-15 cm e del diametro di 30 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, facile da coltivare, adatta per il giardino roccioso e i muri fioriti. Forma cuscinetti di foglie tondeggianti. I fusti, filiformi, portano fiori campanulati, lunghi 1 cm, azzurro pallido che sbocciano da giugno ad agosto. La varietà Alba ha fiori bianchi.
Campanula excisa: pianta originaria della Svizzera e Italia, alta 7-10 cm e del diametro di 15-30 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, difficile da coltivare, adatta ai terreni acidi. Ha fusti sottili filiformi, e si espande mediante rizomi. Le foglie, basali sono ovato-cordate o reniformi, mentre quelle di fusti sono lanceolate o lineari. I fiori, isolati, o riuniti a 2-3 in racemi, sono campanulati, di colore azzurro, lunghi 2-3 cm e sbocciano in giugno.
Campanula fragilis: pianta originaria dell’Italia centro-meridionale, alta 10-15 cm e del diametro di 25-35 cm. Si tratta di una specie perenne, semirustica, con fusti prostrato-ascendenti. Le foglie basali sono tondeggianti, dentate o crenate ai margini. I fiori, a forma di coppa, azzurri, larghi circa 3 cm, riuniti in racemi terminali, sbocciano in giugno-luglio. Specie adatta per i giardini rocciosi e può essere coltivata all’aperto solo nelle regioni centro-meridionali.
Campanula garganica: pianta originaria della Grecia e Italia meridionale, alta 10-15 cm e del diametro anche di 30 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, con foglie reniformi, a margini crenati. I fiori, stellati, azzurri, sbocciano abbondanti da maggio a luglio. La varietà Hirsuta ha foglie grigie, pelose; W.H.Paine ha fiori azzurro carico, con il centro bianco.
Campanula glomerata: pianta originaria di Europa, Italia e Asia, alta 20-80 cm e del diametro di 30-60 cm. Si tratta di una specie perenne, con rizoma sottile, scuro e foglie basali ovali, oblunghe o lanceolate, arrotondate alla base. I fiori, eretti, campanulati, azzurro-violetti, lunghi 2-3 cm, riuniti in capolini terminali avvolti da brattee fogliose, sbocciano in maggio-giugno.
Campanula isophylla: pianta originaria dell’Italia settentrionale, alta 15 cm e del diametro di 30-45 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, delicata, che nelle zone più fredde deve essere coltivata in vaso, in serra fredda o in casa. I fusti sono prostrati, striscianti e le foglie sono cuoriformi, dai margini dentati. I fiori, stellati, larghi 2-3 cm, azzurri, sbocciano numerosi d’estate, in giugno-luglio. La varietà Alba ha fiori bianchi; Mayi ha foglie variegate, coperte da una fine peluria.
Campanula lactiflora:  pianta originaria del Caucaso, alta 1-1,5 m, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una specie perenne, con foglie ovate, verde tenue. I fiori, imbutiformi, azzurro chiaro, larghi 3-4 cm, riuniti in pannocchie, sbocciano in maggio-giugno. Fra le tante varietà, le più belle Loddon Anna, alta 1,2 m con fiori rosa chiaro; Pouffe alta 20-25 cm con fiori lavanda pallido; Pritchard’s Variety, alta 90 cm con fiori azzurro-lavanda scuro.
Campanula latifolia: pianta originaria di Europa,Italia e asia, alta 1,2-1,5 m e del diametro di 35-45 cm. Si tratta di una specie perenne, con foglie ovato-oblunghe e dai fiori campanulati, azzurro-violacei, lunghi 6-7 cm, riuniti in racemi, che sbocciano da maggio a luglio. Fra le varietà si ricordano Alba a fiori bianchi; Brantwood a fiori porpora-violetti; Gloaming a fiori azzurri.
Campanula latiloba: Pianta originaria della Siberia, alta 30-90 cm, distanza tra le piante 45 cm. SI tratta d una specie perenne da bordura, con foglie lunghe, lanceolate e con fiori azzurro-violetti, a corolla aperta con lobi grandi, larghi 5 cm che sbocciano in giugno.
Campanula medium: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 30-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie biennale a portamento eretto, con foglie dentate, pelose. I fiori, campanulati, bianchi, azzurri, rosa o violetti, lunghi 2-4 cm, riuniti in racemi fogliosi, sbocciano da maggio a luglio.
Campanula morettiana: pianta originaria della Dalmazia, regioni alpine orientali e Italia, alta 5-8 cm e del diametro di 15 cm. Si tratta di una specie nana, perenne, con rizoma sottile, ramificato, e rosette di foglie basali cuoriformi, mentre i fusti, prostrati, portano foglie ovali. I fiori, solitari, eretti, campanulati, azzurro scuro, lunghi 2-3 cm, sbocciano in giugno.
Campanula persicaefolia: pianta originaria di Europa, Italia e Siberia, alta 0,4-1 m, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una specie perenne da bordura molto bella, con foglie basali oblungo-lanceolate, lucide, riunite in rosette. I fiori, del diametro di 2-3 cm, a corolla allargata, riuniti in racemi radi, sbocciano da maggio  ad agosto. Tra le varietà si ricordano Telham Beauty con fiori grandi, azzurro carico; Planiflora, varietà nana, alta 20-30 cm; Planiflora Alba a fiori bianchi.
Campanula portenschlagiana: pianta originaria della Dalmazia, alta 15 cm e del diametro di 40-50 cm. Si tratta di una specie  perenne, nana con fusti prostrati, adatta per i muri fioriti e i lastricati. Le foglie, tondeggianti, cuoriformi, dentate ai margini, formano una copertura compatta. I fiori, campanulati, azzurro-porpora, lunghi 1,5 cm, sbocciano da maggio a settembre.
Campanula pulla: pianta originaria dell’Europa orientale, alta 10 cm e del diametro di 30-45 cm. Si tratta di una specie perenne nana, adatta per le zone parzialmente ombreggiate. Le foglie, ovate, formano grandi rosette. I fiori, campanulati, porpora carico, penduli, lunghi 1,5 cm, sbocciano in giugno.
Campanula pyramidalis: pianta originaria della Dalmazia, alta 1,2 m, distanza tra le piante 45 cm. Si tratta di una specie da bordura, perenne, ma coltivata generalmente come biennale. Ha radici carnose e foglie basali ovate. I fiori, azzurri, viola o bianchi, campanulati, lunghi 2-4 cm, riuniti in lunghi racemi piramidali, sbocciano da giugno ad agosto. Può essere coltivata in serra fredda, in vaso, e fatta fiorire precocemente.
Campanula raineri: pianta originaria dell’Italia e Svizzera, alta 10 cm e del diametro di 10-15 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, con rizoma strisciante e rosette di foglie grigio-verdi, ovate, dentate ai margini. I fiori, campanulati, azzurri, larghi 2-4 cm, solitari, sbocciano in giugno.
Campanula rapunculus (raperonzolo): pianta originaria dell’Asia, Europa, Italia e Africa settentrionale, alta 0,5-1 m, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una specie biennale e perenne, con radice ingrossata, carnosa, talvolta utilizzata a scopo alimentare. Le foglie basali sono brevemente picciolate, obovato-oblunghe. I fiori, azzurri, campanulati, riuniti in racemi allungati, sbocciano da maggio a settembre.
Campanula rotundifolia: pianta originaria dell’emisfero settentrionale e Italia, alta 15-60 cm e del diametro di 20-40 cm. Si tratta di una specie perenne con foglie basali lungamente picciolate, cuoriformi, a margini dentati, mentre i fusti eretti portano foglie lanceolate-lineari. I fiori, campanulati, larghi 2-3 cm, azzurri, riuniti in racemi, sbocciano da giugno ad agosto. La varietà Alba ha fiori bianchi.
Campanula trachelium: pianta originaria dell’Europa, Italia e Asia, alta 0,3-1 m, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una specie perenne, pelosa, con foglie basali cordato-triangolari, doppiamente dentate ai margini, mentre il fusto, eretto, porta foglie sessili, ovato-lanceolate. I fiori, bianchi, azzurri o azzurro-violacei, campanulati, larghi 3-4 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Campanula zoysii: pianta originaria delle regioni alpine orientali, alta 8-10 cm e del diametro di 15 cm. Si tratta di una specie perenne, nana, adatta per il giardino alpino. Le foglie basali, obovate, sono riunite in rosette che si sviluppano da furti striscianti, mentre quelle che crescono lungo il fusto sono lineari. I fiori, a corolla cilindrica, ristretta all’apice, lunga 1 cm, azzurro chiaro, sbocciano in luglio.


riproduzione: si seminano in ottobre o in marzo-aprile, in vasi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone o serra fredda. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano e successivamente si trapiantano singolarmente in vasi da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si mettono poi a dimora in autunno. Per avere una buona germinazione dei semi, è necessario tenere le terrine all’ombra, coprendone la superficie con dell’ovatta umida. Le piante ottenute da semi fioriranno abbondantemente solo dopo 2 anni.
Si possono anche moltiplicare per divisione e questa operazione può essere effettuata in diversi periodi dell’anno, anche se il momento migliore è la primavera. Tale metodi di moltiplicazione è sconsigliabile per le specie con radice carnosa.
Si possono anche moltiplicare per talea, tranne che per le biennali, prelevando, in aprile-maggio, germogli basali, tagliandoli alla lunghezza di 2-4 cm, che andranno sistemati in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Le talee radicate, si trapiantano singolarmente in contenitori da 8 cm riempiti con una composta da vasi, e si trattano come le piantine ottenute da seme.

esposizione:
fioritura: da maggio ad agosto a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su