erbacee perenni Iberis (Iberide)
Iberis (Iberide)

Iberis (Iberide), genere di 30 specie di pianta annuali, rustiche e semirustiche e di piante suffruticose sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Cruciferae. Le specie annuali descritte sono adatte alle bordure e alla produzione del fiore reciso, mentre le suffruticose nane si coltivano nel giardino roccioso e sui muri a secco. Crescono bene anche nei giardino urbani, perché sopportano egregiamente fumo e fuliggine. 
Crescono bene in tutti i terreni da giardino ben drenati, anche in quelli poveri, al sole. Si eliminano le infiorescenze appassite in modo da allungare il periodo di fioritura. Le specie perenni si piantano in ottobre o in marzo, mentre quelle annuali si seminano direttamente a dimora in settembre o in primavera.

Iberis (Iberide) amara: pianta originaria dell’Europa centro-meridionale e Italia, alta 10-30 cm, distanza tra le piante 15 cm. Si tratta di una specie annuale, rustica, con fusto eretto e foglie oblungo-lanceolate e fiori profumati, bianchi, rosa e rosso-porpora, riuniti in racemi lunghi 5 cm. Fra le tante varietà si ricorda Giant Hyacinth Flowered White a fiori bianchi.
Iberis (Iberide) gibraltarica: pianta originaria di Gibilterra, Spagna e Marocco, alta 20-30 cm e del diametro di 30-50 cm. Si tratta di una specie suffruticosa, sempreverde, semirustica, che si moltiplica spontaneamente con grande facilità per seme, con foglie oblunghe, verde scuro, e fiori lilla, riuniti in corimbi appiattiti larghi 3-5 cm, che sbocciano in maggio.
Iberis (Iberide)pinnata: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 15-20 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una specie annuale, con foglie pennate e fiori bianchi, riuniti in corimbi densi che sbocciano da maggio ad agosto.
Iberis (Iberide) saxatilis: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 10-15 cm e del diametro di 30 cm. Si tratta di una specie suffruticosa, perenne, rustica, dalle foglie verde scuro, lineari, lanceolate, carnose e dai fiori bianchi, riuniti in corimbi terminali appiattiti larghi 5 cm, che sbocciano in maggio-giugno.
Iberis (Iberide) semperflorens: pianta originaria dell’Europa e Italia, alta 30-50 cm e del diametro di 40-60 cm. Si tratta di una specie suffruticosa perenne, sempreverde, semirustica, con foglie spatolate e dai fiori profumati bianchi, riuniti in corimbi che compaiono in aprile-maggio. Può essere coltivata all’aperto solo nelle zone a clima mite.
Iberis (Iberide) sempervirens: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 20-30 cm e del diametro di 400-60 cm. Si tratta di una specie suffruticosa perenne, sempreverde, rustica a portamento compatto, con foglie oblunghe verde scuro. I fiori, bianchi, riuniti in racemi compatti larghi 3-4 cm, sbocciano in maggio-giugno. Tra le varietà si ricordano Little Gem, alta 10 cm e del diametro di 15-30 cm, eretta a fiori bianchi; Plena a fiori doppi; Snowflake a fiori bianchi.
Iberis (Iberide) umbellata: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 30-40 cm, distanza tra le piante 20-30 cm. Si tratta di una specie annuale, rustica, con foglie lanceolate e lineari, appuntite. I fiori bianchi e porpora chiaro, riuniti in corimbi larghi 5 cm, sbocciano da maggio in poi, ma se si provvede a effettuare semine scalari. È possibile avere fioriture successive che vanno da maggio a settembre. Tra le tante varietà si ricordano Dwarf Fairy Mixed a fiori bianchi, lavanda, rosa  e rossi; Red Flash, alta 30 cm a fiori color carminio intenso; Rose Cardinal alta 25 cm a fiori rosa-scarlatto; Vulcan alta 35-40 cm a fiori grandi color carminio.


riproduzione: in settembre, in marzo, in aprile e in maggio si seminano direttamente a dimora le specie annuali e, così facendo, si allunga il periodo di fioritura, diradando le piantine fino alla distanza desiderata. SI può anche seminare in febbraio in casi o cassette riempite con una composta da semi, sotto vetro, alla temperatura di 16° C e, appena le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in cassette riempite con una composta da vasi e si fanno irrobustire in cassone freddo prima di metterle a dimora in aprile.
Le specie perenni si moltiplicano per talee semilegnose, lunghe 5 cm, da prelevarsi da giugno ad agosto, dai rami non fioriferi, mettendole poi a radicare in cassone freddo in un miscuglio si sabbia e torba in parti uguali. Le talee radicate si invasano in contenitori riempiti con una composta da vasi e si fanno svernare in cassone freddo per poi metterle a dimora in marzo-aprile.
Le specie perenni si possono moltiplicare anche per divisione dei cespi, in settembre-ottobre.
esposizione:
fioritura: da maggio ad agosto a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Abutilon

Abutilon, genere che comprende più di 100 erbacee, arbusti e piccoli alberi, appartenenti alla famiglia delle Malvacee, originari dell’America Centrale. Per la maggior parte si tratta di piante semirustiche e delicate che ........

Arctostaphylos

Arctortaphylos, genere di 70 piante a foglie decidue e sempreverdi, legnose, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae. Si tratta di piccoli alberi o arbusti a fusti prostrati.
Si piantano ........

Calycanthus (Calicanto)

Calycanthus (Calicanto), genere di 4 specie di piante arbustive, rustiche, fiorifere, appartenenti alla famiglia delle Calycanthaceae.
Si piantano durante l’autunno o in primavera, in tutti i terreni da giardino, in posizioni ........

Diplacus

Diplacus, genere di 6-7 specie di piante arbustive, perenni, sempreverdi. La specie descritta si coltiva in serra e si tiene all'aperto in estate. Nelle zone a clima decisamente mite può essere coltivata in piena terra.
Si ........

Sanguinaria

Sanguinaria, genere comprendente una sola specie erbacea, perenne, rustica appartenente alla famiglia delle Papaveraceae, adatta per il giardino roccioso e per il primo piano delle bordure. Il genere deriva dalla linfa rossa ........

 

Ricetta del giorno
Frittata con pecorino toscano e pistacchi
Iniziare con lo sgusciare i pistacchi, tritarli sul tagliere con il coltello e metterli da parte.
Rompere le uova in una ciotola, unire sale, ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Brodiaea

Brodiaea, genere di 40 specie di piante bulbose originarie del continente americano; crescono bene prevalentemente in regioni caratterizzate da estati calde e secche e inverni umidi e miti. Alcune specie sono ora inserite ........

Corydalis
Corydalis, genere di 320 specie di piante perenni, rustiche, con foglie delicate, profondamente divise e fiori tubolosi, speronati. Le specie descritte sono adatte per i giardini rocciosi e alpini.
Si piantano ........

Abutilon

Abutilon, genere che comprende più di 100 erbacee, arbusti e piccoli alberi, appartenenti alla famiglia delle Malvacee, originari dell’America Centrale. Per la maggior parte si tratta di piante semirustiche e delicate che ........

Incarvìllea (Incarvillea)
La Incarvìllea (Incarvillea) , originaria della Cina, Tibet e Turkestan, comprende circa 15 specie ed è una pianta erbacea perenne, spesso con radici tuberizzate.
Le foglie possono essere semplici ........

Eichhornia (Giacinto d’acqua)

Eichhornia (Giacinto d’acqua), genere di  7 specie di piante acquatiche tropicali, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Pontederiaceae, molto ornamentali, con fiori somiglianti a quelli delle orchidee. Nelle ........


erbacee perenni Iberis (Iberide)
Iberis (Iberide)

Iberis (Iberide), genere di 30 specie di pianta annuali, rustiche e semirustiche e di piante suffruticose sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Cruciferae. Le specie annuali descritte sono adatte alle bordure e alla produzione del fiore reciso, mentre le suffruticose nane si coltivano nel giardino roccioso e sui muri a secco. Crescono bene anche nei giardino urbani, perché sopportano egregiamente fumo e fuliggine. 
Crescono bene in tutti i terreni da giardino ben drenati, anche in quelli poveri, al sole. Si eliminano le infiorescenze appassite in modo da allungare il periodo di fioritura. Le specie perenni si piantano in ottobre o in marzo, mentre quelle annuali si seminano direttamente a dimora in settembre o in primavera.

Iberis (Iberide) amara: pianta originaria dell’Europa centro-meridionale e Italia, alta 10-30 cm, distanza tra le piante 15 cm. Si tratta di una specie annuale, rustica, con fusto eretto e foglie oblungo-lanceolate e fiori profumati, bianchi, rosa e rosso-porpora, riuniti in racemi lunghi 5 cm. Fra le tante varietà si ricorda Giant Hyacinth Flowered White a fiori bianchi.
Iberis (Iberide) gibraltarica: pianta originaria di Gibilterra, Spagna e Marocco, alta 20-30 cm e del diametro di 30-50 cm. Si tratta di una specie suffruticosa, sempreverde, semirustica, che si moltiplica spontaneamente con grande facilità per seme, con foglie oblunghe, verde scuro, e fiori lilla, riuniti in corimbi appiattiti larghi 3-5 cm, che sbocciano in maggio.
Iberis (Iberide)pinnata: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 15-20 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una specie annuale, con foglie pennate e fiori bianchi, riuniti in corimbi densi che sbocciano da maggio ad agosto.
Iberis (Iberide) saxatilis: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 10-15 cm e del diametro di 30 cm. Si tratta di una specie suffruticosa, perenne, rustica, dalle foglie verde scuro, lineari, lanceolate, carnose e dai fiori bianchi, riuniti in corimbi terminali appiattiti larghi 5 cm, che sbocciano in maggio-giugno.
Iberis (Iberide) semperflorens: pianta originaria dell’Europa e Italia, alta 30-50 cm e del diametro di 40-60 cm. Si tratta di una specie suffruticosa perenne, sempreverde, semirustica, con foglie spatolate e dai fiori profumati bianchi, riuniti in corimbi che compaiono in aprile-maggio. Può essere coltivata all’aperto solo nelle zone a clima mite.
Iberis (Iberide) sempervirens: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 20-30 cm e del diametro di 400-60 cm. Si tratta di una specie suffruticosa perenne, sempreverde, rustica a portamento compatto, con foglie oblunghe verde scuro. I fiori, bianchi, riuniti in racemi compatti larghi 3-4 cm, sbocciano in maggio-giugno. Tra le varietà si ricordano Little Gem, alta 10 cm e del diametro di 15-30 cm, eretta a fiori bianchi; Plena a fiori doppi; Snowflake a fiori bianchi.
Iberis (Iberide) umbellata: pianta originaria dell’Europa meridionale e Italia, alta 30-40 cm, distanza tra le piante 20-30 cm. Si tratta di una specie annuale, rustica, con foglie lanceolate e lineari, appuntite. I fiori bianchi e porpora chiaro, riuniti in corimbi larghi 5 cm, sbocciano da maggio in poi, ma se si provvede a effettuare semine scalari. È possibile avere fioriture successive che vanno da maggio a settembre. Tra le tante varietà si ricordano Dwarf Fairy Mixed a fiori bianchi, lavanda, rosa  e rossi; Red Flash, alta 30 cm a fiori color carminio intenso; Rose Cardinal alta 25 cm a fiori rosa-scarlatto; Vulcan alta 35-40 cm a fiori grandi color carminio.


riproduzione: in settembre, in marzo, in aprile e in maggio si seminano direttamente a dimora le specie annuali e, così facendo, si allunga il periodo di fioritura, diradando le piantine fino alla distanza desiderata. SI può anche seminare in febbraio in casi o cassette riempite con una composta da semi, sotto vetro, alla temperatura di 16° C e, appena le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in cassette riempite con una composta da vasi e si fanno irrobustire in cassone freddo prima di metterle a dimora in aprile.
Le specie perenni si moltiplicano per talee semilegnose, lunghe 5 cm, da prelevarsi da giugno ad agosto, dai rami non fioriferi, mettendole poi a radicare in cassone freddo in un miscuglio si sabbia e torba in parti uguali. Le talee radicate si invasano in contenitori riempiti con una composta da vasi e si fanno svernare in cassone freddo per poi metterle a dimora in marzo-aprile.
Le specie perenni si possono moltiplicare anche per divisione dei cespi, in settembre-ottobre.

esposizione:
fioritura: da maggio ad agosto a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su