rampicanti da fiore Parthenocissus (vite del Canada)
Parthenocissus (vite del Canada)

Parthenocissus, genere di 10 specie di piante rampicanti a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Vitaceae, con foglie trilobate o divise in foglioline, viticci che terminano con uncini o ventose, e fiori riuniti in cime composte. Sono adatte per i pergolati e per i muri e si coltivano anche contro i tronchi degli alberi. In autunno le foglie assumono colori molto brillanti, e i fiori, molto piccoli, sbocciano da maggio a luglio.

Si piantano da novembre a marzo, in una buca larga 65 cm e profonda 45 cm, scavata alla base dio un muro o di un albero e riempita con terriccio umido, letame maturo o composta. È consigliabile utilizzare esemplari coltivati in vaso dal momento che le piante giovani mal sopportano il trapianto a radici nude. Si cimano gli apici vegetativi delle specie portamento verticale fin quando non sono in grado di arrampicarsi da sole.

Potatura: durante il periodo estiva vanno diradati i rami troppo folti.

Parthenocissus henryana: pianta originaria della Cina, alta 8-10 m. Si tratta di una specie rampicante molto ornamentale, con fusti lisci, angolosi e viticci ramificati. È pianta vigorosa, adatta a coprire muri molto grandi e, se si cimano i rami giovani, si espande con rapidità. Non è completamente rustica e deve essere coltivata in posizioni riparate. Le foglie, verde scuro, sono formate da 3-5 foglioline, screziate di bianco e rosa lungo le nervature principali e la variegatura è più evidente in autunno, quando le foglie assumono una colorazione rosso vivo. I fiori, minuscoli, verdi, sono riuniti in cime ramificate larghe 15-18 cm e sbocciano da maggio a luglio.
Parthenocissus himalayana: pianta originaria dell’Himalaya, alta 8-10 m. Si tratta di una specie rampicante robusta, eretta, che col tempo assume un portamento espanso. Non è completamente rustica e deve essere piantata in posizioni riparate. Ha foglie, trilobate e i rami giovani e i viticci sono rossi. I fiori, minuscoli, giallo-verdi, sono riuniti in cime ramificate, larghe 10-13 cm, e sbocciano da maggio a luglio. I frutti sono blu-neri, piccoli e tondeggianti.
Parthenocissus inserta: pianta originaria dell’America settentrionale, alta fino a 12 m. Si tratta di una specie strisciante, rustica, che necessita di sostegni, visto che è priva di ventose sui viticci. Generalmente si coltiva lungo supporti orizzontali, nei pergolati, in modo che i rami, pendenti, formino una sorta di cortina. In autunno, le foglie diventano rosso vivo. I fiori, bianco verdi, riuniti in cime lunghe 8-10 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Parthenocissus quinquefolia (Vite vergine o vite del Canada): pianta originaria dell’America settentrionale, alta fino a 20 m. Si tratta di una specie rustica, rampicante, ramificata, che dà i risultati migliori se si fa crescere fino alla cima degli alberi. Se viene coltivata sui muri, si devono accorciare continuamente i rami per evitare che si espanda eccessivamente. Bisogna fare inoltre attenzione perché ha la caratteristica di emettere radichette aeree, ai nodi dei rami, che potrebbero penetrare nei muri danneggiandoli. Le foglie sono formate da 3-5 foglioline grossolanamente dentate, che in autunno diventano cremisi vivo. I fiori, insignificanti, giallo-verdi, sbocciano in maggio-giugno, molto graditi dalle api e dalle piccole vespe, e sono seguiti da bacche minuscole globose, azzurro-nerastre. Bisogna fare attenzione perché si dissemina spontaneamente con estrema facilità e potrebbe, quindi, diventare infestante.
Parthenocissus thomsonii: pianta originaria della Cina e Himalaya, alta 5-7 m. Si tratta di una specie rampicante, rustica, sottile, con foglie ornamentali, adatta per essere coltivata sui muri e contro le colonne. Le foglie, composte, generalmente formate da 5 foglioline, sono color rosso vivo in primavera e cremisi-porpora in autunno. I fiori, piccoli, verdi, riuniti in cime larghe 5-8 cm, sbocciano in maggio-giugno su fusti sottili e sono seguiti da minuscoli frutti neri.
Parthenocissus tricuspidata (vite americana): pianta originaria del Giappone e Cina, alta fino a 15 m. Si tratta di una specie rampicante rustica, ramificata, e va coltivata generalmente contro i muri dove, una volta attecchita, cresce rapidamente. Le foglie sono generalmente trilobate e nelle piante giovani sono composte, formate da 3 foglioline. I fiori, piccoli, giallo-verdi, riuniti in cime larghe 2,5-5 cm, sbocciano in giugno-luglio su rami laterali brevi, e sono seguiti da frutti minuscoli, blu, ricoperti da una pruina argentea, prodotti in abbondanza durante l’estate.


riproduzione: in agosto-settembre si prelevano talee di legno semimaturo, lunghe 10-12 cm, e si mettono a radicare in vasetti riempiti di sabbia, in cassone da moltiplicazione. Le talee radicate si rinvasano successivamente in contenitori riempiti con normale terreno da giardino.
In ottobre-novembre si possono anche seminare in vassoi riempiti con una composta da semi, in cassone. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, ovvero quando avranno prodotto alcune foglie vere, si rinvasano singolarmente in contenitori da 8 cm e si coltivano in cassone, dove resteranno fino alla primavera successiva quando potranno essere messe a dimora.
In tutti i casi, visto che la maggior parte delle specie si dissemina spontaneamente con estrema facilità, è sufficiente trapiantare a dimora quelle che si sono riprodotte spontaneamente.
esposizione:
fioritura: estate




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Aràlia (Aralia)
L' Aràlia (Aralia), originaria dell'America del Nord, Australia, Asia, Giappone e kashmir, comprende circa 20 specie ed è una pianta arbustiva, a volte erbacea o nache arborea, talvolta con fusto spinoso. ........


Abèlia (Abelia)
L' Abèlia (Abelia) è originaria dell'Asia orientale, Messico, India e Australia, comprende una ventina di specie ed è un arbusto ornamentale, sempreverde, a forma di cespuglio che di solito non ........

Festuca

Festuca, genere di 80 specie di graminacee ornamentali, perenni, rustiche. Le specie descritte crescono bene sulle scarpate, al sole; sono molto ornamentali se vengono piantate fra le ericacee o altri cespugli di altezza ........

Helictotrichon

Helictotrichon, genere di 94 specie di piante erbacee perenni, sempreverdi, delicate o rustiche. La specie descritta è perenne ed è adatta per le bordure erbacee e miste.
Si piantano in ottobre o in marzo-aprile, i qualsiasi ........

 

Ricetta del giorno
Frittelle di banane
Amalgamate in una terrina gli ingredienti per la pastella, ovvero 125 gr di farina, 2 dl di acqua tiepida, 5 cucchiai d'olio, 1 uovo e 1 pizzico di sale, ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Fremontia

Fremontia, genere di 2 specie di alberi o arbusti fioriferi, a foglie decidue, originari della California e del Messico. La specie descritta è adatta ad essere coltivata in regioni a clima temperato; nelle regioni a clima ........

Aciphylla

Aciphylla, genere di piante vivaci sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Ombrellifere, originarie delle regioni desertiche e montagnose dell’emisfero meridionale. Le foglie sono rigide e slanciate, con l’apice appuntito. ........

Cassiope

Cassiope, genere di 12 specie di arbusti sempreverdi rustici, di dimensioni molto limitate, originari delle regioni artiche e delle montagne dell'emisfero settentrionale. Sono piante adatte per i terreni freschi, torbosi; ........

Scalogno – Allium ascalonicum

Scalogno, allim ascalonicum, pianta bulbosa rustica appartenente alla famiglia delle Gigliacee, assai simile alla cipolla e all’aglio: i suoi bulbi sono più dolci e profumati di quelli dell’aglio ma hanno sapore più accentuato ........

Deschampsia

Deschampsia, genere di 60 specie di piante erbacee, perenni, diffuse nelle zone tropicali, temperate e fredde. Le specie rustiche producono infiorescenze molto ornamentali, adatte per la preparazione di mazzi di fiori secchi.
Si ........


rampicanti da fiore Parthenocissus (vite del Canada)
Parthenocissus (vite del Canada)

Parthenocissus, genere di 10 specie di piante rampicanti a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Vitaceae, con foglie trilobate o divise in foglioline, viticci che terminano con uncini o ventose, e fiori riuniti in cime composte. Sono adatte per i pergolati e per i muri e si coltivano anche contro i tronchi degli alberi. In autunno le foglie assumono colori molto brillanti, e i fiori, molto piccoli, sbocciano da maggio a luglio.

Si piantano da novembre a marzo, in una buca larga 65 cm e profonda 45 cm, scavata alla base dio un muro o di un albero e riempita con terriccio umido, letame maturo o composta. È consigliabile utilizzare esemplari coltivati in vaso dal momento che le piante giovani mal sopportano il trapianto a radici nude. Si cimano gli apici vegetativi delle specie portamento verticale fin quando non sono in grado di arrampicarsi da sole.

Potatura: durante il periodo estiva vanno diradati i rami troppo folti.

Parthenocissus henryana: pianta originaria della Cina, alta 8-10 m. Si tratta di una specie rampicante molto ornamentale, con fusti lisci, angolosi e viticci ramificati. È pianta vigorosa, adatta a coprire muri molto grandi e, se si cimano i rami giovani, si espande con rapidità. Non è completamente rustica e deve essere coltivata in posizioni riparate. Le foglie, verde scuro, sono formate da 3-5 foglioline, screziate di bianco e rosa lungo le nervature principali e la variegatura è più evidente in autunno, quando le foglie assumono una colorazione rosso vivo. I fiori, minuscoli, verdi, sono riuniti in cime ramificate larghe 15-18 cm e sbocciano da maggio a luglio.
Parthenocissus himalayana: pianta originaria dell’Himalaya, alta 8-10 m. Si tratta di una specie rampicante robusta, eretta, che col tempo assume un portamento espanso. Non è completamente rustica e deve essere piantata in posizioni riparate. Ha foglie, trilobate e i rami giovani e i viticci sono rossi. I fiori, minuscoli, giallo-verdi, sono riuniti in cime ramificate, larghe 10-13 cm, e sbocciano da maggio a luglio. I frutti sono blu-neri, piccoli e tondeggianti.
Parthenocissus inserta: pianta originaria dell’America settentrionale, alta fino a 12 m. Si tratta di una specie strisciante, rustica, che necessita di sostegni, visto che è priva di ventose sui viticci. Generalmente si coltiva lungo supporti orizzontali, nei pergolati, in modo che i rami, pendenti, formino una sorta di cortina. In autunno, le foglie diventano rosso vivo. I fiori, bianco verdi, riuniti in cime lunghe 8-10 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Parthenocissus quinquefolia (Vite vergine o vite del Canada): pianta originaria dell’America settentrionale, alta fino a 20 m. Si tratta di una specie rustica, rampicante, ramificata, che dà i risultati migliori se si fa crescere fino alla cima degli alberi. Se viene coltivata sui muri, si devono accorciare continuamente i rami per evitare che si espanda eccessivamente. Bisogna fare inoltre attenzione perché ha la caratteristica di emettere radichette aeree, ai nodi dei rami, che potrebbero penetrare nei muri danneggiandoli. Le foglie sono formate da 3-5 foglioline grossolanamente dentate, che in autunno diventano cremisi vivo. I fiori, insignificanti, giallo-verdi, sbocciano in maggio-giugno, molto graditi dalle api e dalle piccole vespe, e sono seguiti da bacche minuscole globose, azzurro-nerastre. Bisogna fare attenzione perché si dissemina spontaneamente con estrema facilità e potrebbe, quindi, diventare infestante.
Parthenocissus thomsonii: pianta originaria della Cina e Himalaya, alta 5-7 m. Si tratta di una specie rampicante, rustica, sottile, con foglie ornamentali, adatta per essere coltivata sui muri e contro le colonne. Le foglie, composte, generalmente formate da 5 foglioline, sono color rosso vivo in primavera e cremisi-porpora in autunno. I fiori, piccoli, verdi, riuniti in cime larghe 5-8 cm, sbocciano in maggio-giugno su fusti sottili e sono seguiti da minuscoli frutti neri.
Parthenocissus tricuspidata (vite americana): pianta originaria del Giappone e Cina, alta fino a 15 m. Si tratta di una specie rampicante rustica, ramificata, e va coltivata generalmente contro i muri dove, una volta attecchita, cresce rapidamente. Le foglie sono generalmente trilobate e nelle piante giovani sono composte, formate da 3 foglioline. I fiori, piccoli, giallo-verdi, riuniti in cime larghe 2,5-5 cm, sbocciano in giugno-luglio su rami laterali brevi, e sono seguiti da frutti minuscoli, blu, ricoperti da una pruina argentea, prodotti in abbondanza durante l’estate.


riproduzione: in agosto-settembre si prelevano talee di legno semimaturo, lunghe 10-12 cm, e si mettono a radicare in vasetti riempiti di sabbia, in cassone da moltiplicazione. Le talee radicate si rinvasano successivamente in contenitori riempiti con normale terreno da giardino.
In ottobre-novembre si possono anche seminare in vassoi riempiti con una composta da semi, in cassone. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, ovvero quando avranno prodotto alcune foglie vere, si rinvasano singolarmente in contenitori da 8 cm e si coltivano in cassone, dove resteranno fino alla primavera successiva quando potranno essere messe a dimora.
In tutti i casi, visto che la maggior parte delle specie si dissemina spontaneamente con estrema facilità, è sufficiente trapiantare a dimora quelle che si sono riprodotte spontaneamente.

esposizione:
fioritura: estate



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su