rampicanti da fiore Mandevillea
Mandevillea

Mandevillea, genere di 114 specie di piante legnose, rampicanti o arbustive, a foglie decidue o sempreverdi, della famiglia delle Apocynaceae, originarie delle zone calde dell’America centrale e meridionale. La specie descritta può essere coltivata all’aperto nelle regioni a clima mite e rivierasche del Paese.
Si pianta in terreno fertile, ricco di sostanza organica, leggermente acido, arricchito preferibilmente con torba. All’aperto può essere coltivata solo nelle zone a clima mite, riparate dai venti, dl momento che resiste solo alla temperatura minima di 5° C, per cui è consigliabile proteggerla con coperture asportabili. Nelle zone fredde si coltiva in serra fredda, ma in vaso non sopravvive per molti anni, per cui, quando e dove possibile, è consigliabile piantarla nelle bordure della serra. Si utilizza una composta formata da 2 parti di terriccio da giardino, 2 parti di torba e 1 parte di sabbia. AL posto della torba è anche possibile utilizzare terra d’erica. Durante la primavera e l’estate si annaffia generosamente, mentre le annaffiature vanno ridotte al minimo in autunno-inverno. Nel periodo estivo le piante coltivate in serra vanno leggermente ombreggiate. Si pianta all’aperto in aprile e in serra in febbraio.

Mendavillea  suaveolens (gelsomino del Cile): pianta originaria dell’Argentina, alta 5-6 m e più. Si tratta di una pianta rampicante a foglie decidue, opposte, ovato-oblunghe, cuoriformi, lunghe fino a 7-8 cm. I fiori, bianchi, profumati, larghi fino a 5 cm, simili a quelli del gelsomino, ma più grandi, sbocciano in estate.


riproduzione: in estate si prelevano talee lunghe 6-8 cm dai germogli alterali e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione. Le talee radicate si rinvasano in contenitori da 10 cm, riempiti con la stessa composta descritta in precedenza e, non appena hanno attecchito, si cima il germoglio principale per stimolare la produzione di rami laterali.
Si può anche seminare, in primavera, in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, alla temperatura di 20-22° C. Le piante ottenute da seme, fioriranno per la prima volta dopo 3 anni.
esposizione:
fioritura: da luglio a settembre




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Abutilon

Abutilon, genere che comprende più di 100 erbacee, arbusti e piccoli alberi, appartenenti alla famiglia delle Malvacee, originari dell’America Centrale. Per la maggior parte si tratta di piante semirustiche e delicate che ........

Morina
Morina, genere di 17 specie di piante erbacee, perenni, rustiche. La specie descritta può essere coltivata nelle bordure.
Si pianta in settembre-ottobre o in marzo-aprile in terreno da giardino, profondo, ........

Tamaryx (Tamerice)
Il Tamaryx (Tamerice), genere di 90 specie di arbusti rustici, a foglie decidue, adatti per formare barriere frangivento e siepi, soprattutto nelle zone costiere. Si tratta di una pianta che non tollera i terreni ........

Phyteuma

Phyteuma, genere di 40 specie di piante erbacee perenni, rustiche, adatte per il giardino roccioso. Hanno infiorescenze dense, globose, formate da fiori tubolosi, minuscoli.
La specie Comosum si pianta all'aperto in marzo, ........


 

Ricetta del giorno
Spaghetti aglio, olio, curcuma e pistacchi
Sgusciare i pistacchi, metterli sul tagliere e sminuzzarli con il coltello.
Intanto mettere a bollire l’acqua per la cottura della pasta. Una volta ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Callirhoe

Callirhoe, genere di 10 specie di piante annuali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Malvaceae. Quelle descritte sono adatte per il giardino roccioso, per le ripe e per le bordure e fioriscono per un lungo periodo. ........

Cuphea
La Cuphea, originaria del Messico, Perù e America centro-meridionale, comprende circa 250 specie ed è una erbacea perenne e annuale, suffruticosa, sempreverde che vegeta bene nelle regioni a clima mite, ........

Ipèrico (Hypericum)
L' Ipèrico (Hypericum) , originario dell'Europa, bacino del mediterraneo, Asia Minore, Himalaya, Yunnan, e America settentrionale, comprende circa 400 specie ed è un arbusto sempreverde e una erbacea ........

Clethra
La Clethra, originaria delle regioni orientali degli Stati Uniti, Cina, Giappone e isola di Madera, comprende 120 specie ed è un arbusto o piccolo albero, a foglie decidue o sempreverde; la maggior parte ........

Arctotis

Arctotis, genere di 65 specie di piante annuali, perenni e semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Compositae. Le specie descritte, sebbene perenni, vengono per lo più coltivate come annuali, in quanto difficilmente ........


rampicanti da fiore Mandevillea
Mandevillea

Mandevillea, genere di 114 specie di piante legnose, rampicanti o arbustive, a foglie decidue o sempreverdi, della famiglia delle Apocynaceae, originarie delle zone calde dell’America centrale e meridionale. La specie descritta può essere coltivata all’aperto nelle regioni a clima mite e rivierasche del Paese.
Si pianta in terreno fertile, ricco di sostanza organica, leggermente acido, arricchito preferibilmente con torba. All’aperto può essere coltivata solo nelle zone a clima mite, riparate dai venti, dl momento che resiste solo alla temperatura minima di 5° C, per cui è consigliabile proteggerla con coperture asportabili. Nelle zone fredde si coltiva in serra fredda, ma in vaso non sopravvive per molti anni, per cui, quando e dove possibile, è consigliabile piantarla nelle bordure della serra. Si utilizza una composta formata da 2 parti di terriccio da giardino, 2 parti di torba e 1 parte di sabbia. AL posto della torba è anche possibile utilizzare terra d’erica. Durante la primavera e l’estate si annaffia generosamente, mentre le annaffiature vanno ridotte al minimo in autunno-inverno. Nel periodo estivo le piante coltivate in serra vanno leggermente ombreggiate. Si pianta all’aperto in aprile e in serra in febbraio.

Mendavillea  suaveolens (gelsomino del Cile): pianta originaria dell’Argentina, alta 5-6 m e più. Si tratta di una pianta rampicante a foglie decidue, opposte, ovato-oblunghe, cuoriformi, lunghe fino a 7-8 cm. I fiori, bianchi, profumati, larghi fino a 5 cm, simili a quelli del gelsomino, ma più grandi, sbocciano in estate.


riproduzione: in estate si prelevano talee lunghe 6-8 cm dai germogli alterali e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione. Le talee radicate si rinvasano in contenitori da 10 cm, riempiti con la stessa composta descritta in precedenza e, non appena hanno attecchito, si cima il germoglio principale per stimolare la produzione di rami laterali.
Si può anche seminare, in primavera, in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, alla temperatura di 20-22° C. Le piante ottenute da seme, fioriranno per la prima volta dopo 3 anni.

esposizione:
fioritura: da luglio a settembre



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su