erbacee perenni Anaphalis
Anaphalis

Anaphalis, genere di 25 specie di piante erbacee perenni, rustiche, a portamento eretto  e dal bel fogliame grigio. Le infiorescenze, appiattite, bianche, durevoli, le rendono particolarmente adatte per le composizioni floreali, sia fresche, che essiccate per l'utilizzo nelle decorazioni invernali.
Si piantano fra settembre e aprile al sole e in terreno ben drenato. Le piante crescono bene anche all'ombra, sempre che il terreno sia asciutto. Se le piante diventano particolarmente disordinate, si tagliano radicalmente in autunno.

Anaphalis margaritacea: pianta originaria dell'America settentrionale e Asia orientale, alta 30-45 cm, distanza tra le piante 40 cm. Le foglie sono grigio-verdi, lineari, lanceolate, sessili e i capolini, di un bianco perlaceo e del diametro di 7-8 cm sbocciano abbondanti in agosto.
Anaphalis nubigena: pianta originaria dell'Hymalaia, alta fino a 20 cm, distanza tra le piante 20-30 cm.Si tratta di una pianta dalle foglie lanceolate, grigio-argentee, lanose e dai capolini candidi, del diametro di 1 cm, riuniti in corimbi compatti che sbocciano in agosto-settembre. Specie adatta per il giardino roccioso.
Anaphalis triplinervis: pianta originaria dell'Himalaya, alta 30 cm, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una pianta con le foglie che, sulla pagina inferiore, sono grigio-argentee e ricoperte da fine peluria. I capolini, bianchi, riuniti in corimbi del diametro di 7-10 cm, sbocciano in agosto.
Anaphalis yedoensis: pianta originaria del Giappone, alta fino a 60 cm, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie grigio-verdi, lanceolate e dai capolini bianchi, riuniti in corimbi compatti del diametro di 7-10 cm, che sbocciano da luglio a settembre.


riproduzione: si possono moltiplicare per divisione, per talea e per seme. Per divisione, si procede normalmente tra settembre ed aprile, quando la stagione lo consente. Si prelevano talee lunghe 5-8 cm, dai germogli basali, in aprile-maggio e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in letto freddo. Le talee si trapiantano in vivaio quando sono ben radicate. Si semnia in marzo-aprile in terrine riempite con una composta da semi, in letto freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vasi e poi si trapiantano in vivaio, dove resteranno fino a quando andranno messe a dimora tra ottobre ed aprile.
esposizione:
fioritura: tra luglio e settembre a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Heliopsis
Heliopsis, genere di 12 specie di piante erbacee, perenni ed annuali. Le specie perenni si coltivano nelle bordure insieme ai Phlox, la Salvia, il Chrysanthemum e i Delphinium.
Le Heliopsis si piantano in ottobre ........

Brodiaea

Brodiaea, genere di 40 specie di piante bulbose originarie del continente americano; crescono bene prevalentemente in regioni caratterizzate da estati calde e secche e inverni umidi e miti. Alcune specie sono ora inserite ........

Cypripedium
La Cypripedium (scarpetta di Venere) fa parte delle Orchidaceae, è originaria dell'Europa, Italia, Asia America settentrionale, comprende 50 specie di orchidee rizomatose prevalentemente terrestri, rustiche, ........

Centrànto (Centranthus)
Il Centrànto (Centranthus), originario del Sud Europa, bacino del Mediterraneo, Libano e Africa settentrionale, comprende circa 15 specie delle quali 4 spontaneee nel nostro Paese ed è un'erbacea perenne ........

Alchemilla
La Alchemilla è una pianta erbacea perenne rustica, originaria dell'Europa, Italia, Asia settentrionale, Carpazi e Asia Minore che conta circa 250 specie. Quelle qui descritte hanno fogliame decisamente molto ........

 

Ricetta del giorno
Bavarese alla frutta
Fate ammorbidire in acqua fredda per circa 20 minuti i fogli di gelatina, metteteli senza strizzarli in un tegame nel quale aggiungete un bicchiere di ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Codonopsis

Codonopsis, genere di circa 30 specie di piante erbacee, rampicanti o ascendenti, annuali e perenni. Hanno fiori a forma di campana o di stella, talvolta con screziature molto belle all'interno della corolla. Sono particolarmente ........

Davidia

Davidia, genere conprendente una sola specie, arborea, rustica, a foglie decidue, originaria della Cina orietale, coltivata per il fogliame molto ornamentale e per le brattee floreali molto appariscenti. Le infiorescenze, ........

Scalogno – Allium ascalonicum

Scalogno, allim ascalonicum, pianta bulbosa rustica appartenente alla famiglia delle Gigliacee, assai simile alla cipolla e all’aglio: i suoi bulbi sono più dolci e profumati di quelli dell’aglio ma hanno sapore più accentuato ........

Limnanthemum (Nymphoides)

Limnanthemum (Nymphoides), genere di 20 specie di piante acquatiche, appartenenti alla famiglia delle Menyanthaceae, diffuse nelle regioni tropicali, subtropicali e temperate. La specie descritta è adatta per i margini degli ........

Rheum

Rheum, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, comprendente anche il rabarbaro officinale, cioè utilizzato in farmacia, e quello cemmestibile. Le specie decritte hanno fogliame molto ornamentale.
Si ........


erbacee perenni Anaphalis
Anaphalis

Anaphalis, genere di 25 specie di piante erbacee perenni, rustiche, a portamento eretto  e dal bel fogliame grigio. Le infiorescenze, appiattite, bianche, durevoli, le rendono particolarmente adatte per le composizioni floreali, sia fresche, che essiccate per l'utilizzo nelle decorazioni invernali.
Si piantano fra settembre e aprile al sole e in terreno ben drenato. Le piante crescono bene anche all'ombra, sempre che il terreno sia asciutto. Se le piante diventano particolarmente disordinate, si tagliano radicalmente in autunno.

Anaphalis margaritacea: pianta originaria dell'America settentrionale e Asia orientale, alta 30-45 cm, distanza tra le piante 40 cm. Le foglie sono grigio-verdi, lineari, lanceolate, sessili e i capolini, di un bianco perlaceo e del diametro di 7-8 cm sbocciano abbondanti in agosto.
Anaphalis nubigena: pianta originaria dell'Hymalaia, alta fino a 20 cm, distanza tra le piante 20-30 cm.Si tratta di una pianta dalle foglie lanceolate, grigio-argentee, lanose e dai capolini candidi, del diametro di 1 cm, riuniti in corimbi compatti che sbocciano in agosto-settembre. Specie adatta per il giardino roccioso.
Anaphalis triplinervis: pianta originaria dell'Himalaya, alta 30 cm, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una pianta con le foglie che, sulla pagina inferiore, sono grigio-argentee e ricoperte da fine peluria. I capolini, bianchi, riuniti in corimbi del diametro di 7-10 cm, sbocciano in agosto.
Anaphalis yedoensis: pianta originaria del Giappone, alta fino a 60 cm, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie grigio-verdi, lanceolate e dai capolini bianchi, riuniti in corimbi compatti del diametro di 7-10 cm, che sbocciano da luglio a settembre.


riproduzione: si possono moltiplicare per divisione, per talea e per seme. Per divisione, si procede normalmente tra settembre ed aprile, quando la stagione lo consente. Si prelevano talee lunghe 5-8 cm, dai germogli basali, in aprile-maggio e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in letto freddo. Le talee si trapiantano in vivaio quando sono ben radicate. Si semnia in marzo-aprile in terrine riempite con una composta da semi, in letto freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vasi e poi si trapiantano in vivaio, dove resteranno fino a quando andranno messe a dimora tra ottobre ed aprile.
esposizione:
fioritura: tra luglio e settembre a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su