erbacee perenni Globularia
Globularia

Globularia, genere di 28 specie di piante erbacee e suffruticose, adatte per il primo piano delle bordure e per il giardino roccioso.
Si coltivano in terreno ben drenato, calcareo, al sole, dove prosperano perfettamente. Si piantano in autunno o in primavera.

Globularia bellidifolia: pianta originaria dell'Europa meridionale e Italia, alta 5-10 cm, distanza tra le piante 15.20 cm. Si tratta di una pianta perenne, nana, con foglie obovato-cuneate, verde scuro e fiori azzurri, riuniti in capolini globosi, che sbocciano in giugno-luglio. Questa specie forma densi tappeti di vegetazione.
Globularia cordifolia: pianta originaria dell'Europa meridionale e Italia, alta 10-15 cm, distanza tra le piante 15-20 cm. Si tratta di una pianta perenne, con fusti lignificati alla base e foglie obovato-cuneate, coriacee, verde scuro e dai fiori piccoli, con corolla azzurro-grigia, riuniti in capolini terminali sferici larghi 1-1,5 cm che sbocciano in giugno-luglio. Esiste anche una varietà a fiori bianchi.
Globularia nudicaulis: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 5-30 cm, distanza tra le piante 20 cm. Si tratta di una pianta perenne, rizomatosa, con foglie obovato-lanceolate, riunite in una rosetta basale. I fiori, piccoli, color indaco, riuniti in capolini larghi 1,5-2,5 cm, sbocciano all'inizio dell'estate.


riproduzione: in settembre-ottobre si dividono i cespi e si ripiantano immediatamente.
Si può anche seminare direttamente a dimora, in estate e nella primavera successiva si diradano le piantine alla distanza desiderata. La semina si può effettuare anche in febbraio, in letto caldo, utilizzando una composta da semi. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in terrine riempite con una composta da vasi e, dopo averle fatte irrobustire, si mettono definitivamente a dimora in aprile.
esposizione:
fioritura: giugno-luglio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Didiscus

Didiscus, genere comprendente una sola specie annuale o biennale, rustica, adatta per formare gruppi di piante con altre specie annuali e per ottenere fiori da recidere. Si coltiva anche in vaso o in serra per la fioritura ........

Olearia

Olearia, genere di 100 specie di arbusti fioriferi, sempreverdi, semirustici o delicati, appartenenti alla famiglia delle Compositae, adatti specialmente per i giardini posti in zone riparate a clima invernale non particolarmente ........

Bellis (Pratolina)

Bellis (Pratolina), genere di 15 specie di piante perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Compositae, spesso coltivate come annuali. La specie più comune, Bellis (Pratolina) perennis, ha dato origine e numerose ........

Garrya

Garrya, genere di 18 specie di piante arbustive sempreverdi, rustiche o delicate. La specie descritta, dioica, si coltiva per le infiorescenze ad amento, pendule, molto ornamentali. Le piante maschili sono più decorative ........

Ficus

Ficus, genere di 800 specie di alberi e arbusti sempreverdi e a foglie decidue, delicati e rustici, e di piante rampicanti e striscianti, appartenenti alla famiglia delle Moraceae. Le specie sempreverdi descritte vengono ........

 

Ricetta del giorno
Risotto alle castagne
Fare soffriggere lo scalogno tritato con un filo d’olio in una padella antiaderente. Sminuzzare le castagne finemente e metterle da parte.
Aggiungere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Paulownia

Paulownia, genere di 17 specie di alberi fioriferi, a foglie decidue, rustici, con chioma espansa. I fiori, simili a quelli della Digitale, sbocciano solo sulle piante adulte, riuniti in pannocche erette.
Si piantano ........

Malope

Malope, genere di 4 specie di piante erbacee annuali. La specie descritta è adatta per le bordure annuali e produce molti fiori che durano a lungo in acqua, dopo essere stati recisi.
Questa specie cresce particolarmente ........


Philesia

Philesia, genere  comprendente una sola specie di arbusti fioriferi nani, sempreverdi, semirustici, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, con fiori imbutiformi, rosa intenso, piccoli. Questo arbusto è adatto alla ........

Raoulia

Raoulia, genere di 25 specie di piante erbacee, sempreverdi, perenni, rustiche e semirustiche, adatte per coprire il terreno nei giardini rocciosi. Ad eccezzione della A. eximia, le specie descritte sono rustiche, tranne ........


erbacee perenni Globularia
Globularia

Globularia, genere di 28 specie di piante erbacee e suffruticose, adatte per il primo piano delle bordure e per il giardino roccioso.
Si coltivano in terreno ben drenato, calcareo, al sole, dove prosperano perfettamente. Si piantano in autunno o in primavera.

Globularia bellidifolia: pianta originaria dell'Europa meridionale e Italia, alta 5-10 cm, distanza tra le piante 15.20 cm. Si tratta di una pianta perenne, nana, con foglie obovato-cuneate, verde scuro e fiori azzurri, riuniti in capolini globosi, che sbocciano in giugno-luglio. Questa specie forma densi tappeti di vegetazione.
Globularia cordifolia: pianta originaria dell'Europa meridionale e Italia, alta 10-15 cm, distanza tra le piante 15-20 cm. Si tratta di una pianta perenne, con fusti lignificati alla base e foglie obovato-cuneate, coriacee, verde scuro e dai fiori piccoli, con corolla azzurro-grigia, riuniti in capolini terminali sferici larghi 1-1,5 cm che sbocciano in giugno-luglio. Esiste anche una varietà a fiori bianchi.
Globularia nudicaulis: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 5-30 cm, distanza tra le piante 20 cm. Si tratta di una pianta perenne, rizomatosa, con foglie obovato-lanceolate, riunite in una rosetta basale. I fiori, piccoli, color indaco, riuniti in capolini larghi 1,5-2,5 cm, sbocciano all'inizio dell'estate.


riproduzione: in settembre-ottobre si dividono i cespi e si ripiantano immediatamente.
Si può anche seminare direttamente a dimora, in estate e nella primavera successiva si diradano le piantine alla distanza desiderata. La semina si può effettuare anche in febbraio, in letto caldo, utilizzando una composta da semi. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in terrine riempite con una composta da vasi e, dopo averle fatte irrobustire, si mettono definitivamente a dimora in aprile.

esposizione:
fioritura: giugno-luglio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su