erbacee perenni Dryas (Driade)
Dryas (Driade)

Dryas (Driade), genere di 2 specie di piante suffruticose, sempreverdi, rustiche, a portamento prostrato. La specie descritta è adatta alla coltivazione nei giardino rocciosi e alpini.
Si mettono a dimora da settembre a marzo, in tutti i terreni da giardino ben drenati, in pieno sole, evitando successivamente di trapiantarle, in quanto le radici potrebbero essere danneggiate, essendo molto delicate.

Dryas (Driade) octopetula: pianta originaria dell'Europa settentrionale e occidentale, Italia e America settentrionale, alta 8-10 cm e del diametro di 60 cm e più. Si tratta di una pianta che forma tappeti prostrati, spesso radicanti e con foglie lucide, ellittico-lanceolate, verde intenso sulla pagina superiore e grigio-verdi su quella inferiore, a margini dentato-crenati. I fiori, bianchi, tondeggianti, larghi 3 cm, composti da 8 petali, sbocciano in giugno-luglio seguiti, in autunno, da frutti lanuginosi.


riproduzione: in agosto o in marzo si prelevano, dai germogli laterali non fioriferi, talee lunghe 5 cm con una porzione di ramo portante, e si mettono a radicare in sabbia, in letto freddo. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si fanno svernare in cassone freddo, per poi metterle a dimora nella primavera o autunno successivi.
Si può anche seminare in settembre-ottobre, in letto freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano prima in vassoi e successivamente in contenitori da 8 cm. Si coltivano in cassone e si mettono a dimora in primavera o autunno successivi.
In marzo si può effettuare la divisione dei cespi, separando i fusti radicati e ripiantandoli immediatamente in terreno sabbioso per facilitarne l'attecchimento.
esposizione:
fioritura: giugno-luglio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Andromeda

Andromeda, genere di 2 specie di arbusti sempreverdi, di taglia ridotta, con foglie piccole e strette e fiori minuscoli, riuniti in ombrelle terminali. Sono piante rustiche, adatte per le bordure arbustive e per il giardino ........

Exochorda

Exochorda, genere di 5 specie di arbusti rustici a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Rosaceae, originari dell’Asia centrale e della Cina, a fioritura primaverile, molto ornamentali.
Crescono bene nei terreni ........

Pittòsporo Pittosporum)
Il Pittòsporo (Pittosporum) originario dell'Africa, Asia, Australia, Nuova Zelanda e Isole del Pacifico, comprende circa 80 specie ed è un aubusto o piccolo albero di limitata altezza.
Le foglie, ........

Scilla

Scilla, genere di 90-10 specie di piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, facili da coltivare. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per i prati, e si possono coltivare anche in vaso, ........

Acero (Acer)

L'Acero, originario dell'Asia, Europa, Africa del Nord e America settentrionale comprende più di 100 specie.
Sono alberi di varia altezza ( da 2 a 30 metri a seconda della specie ) con foglie quasi ........

 

Ricetta del giorno
Rotolone alla crema
Versare in un pentolino basso, latte, burro e zucchero, sciogliere a fuoco lento e una volta che il composto sarà omogeneo, togliere dal fuoco e lasciare ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Glycyrrhiza

Glycyrrhiza, genere di 18 specie di piante erbacee, perenni, diffuse nelle regioni temperate e subtropicali di tutti i continenti. La specie descritta, spontanea in Italia, coltivata per la produzione della liquirizia, può ........

Nelumbo (Fior di Loto)

Nelumbo (Fior di Loto), genere di 2 specie perenni, acquatiche, una delle quali, il Fior di Loto propriamente detto, è conosciuta sin dall’antichità. Ambedue hanno foglie peltate, a lamina tondeggiante, ondulata, leggermente ........

Lychnis (Licnide)

Lychnis (Licnide), genere di 12 specie di piante erbacee, perenni ed annuali, rustiche e semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Caryophyllaceae. Le specie perenni, rustiche descritte sono adatte per il primo piano ........

Bucaneve (Galanthus)

Bucaneve (Galanthus), genere comprendente una dozzina di specie di piante erbacee perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Amarillidacee. La più nota è il Galanthus nivalis, il vero e proprio Bucaneve. Sono caratterizzate ........

Amarillide (Amaryllis)

L' Amarillide (Amaryllis) è originaria del sud Africa ed è una erbacea bulbosa con grosso bulbo a forma di pera; durante la fioritura raggiunge l'altezza di 70-80 cm.
le foglie sono nastriformi ........


erbacee perenni Dryas (Driade)
Dryas (Driade)

Dryas (Driade), genere di 2 specie di piante suffruticose, sempreverdi, rustiche, a portamento prostrato. La specie descritta è adatta alla coltivazione nei giardino rocciosi e alpini.
Si mettono a dimora da settembre a marzo, in tutti i terreni da giardino ben drenati, in pieno sole, evitando successivamente di trapiantarle, in quanto le radici potrebbero essere danneggiate, essendo molto delicate.

Dryas (Driade) octopetula: pianta originaria dell'Europa settentrionale e occidentale, Italia e America settentrionale, alta 8-10 cm e del diametro di 60 cm e più. Si tratta di una pianta che forma tappeti prostrati, spesso radicanti e con foglie lucide, ellittico-lanceolate, verde intenso sulla pagina superiore e grigio-verdi su quella inferiore, a margini dentato-crenati. I fiori, bianchi, tondeggianti, larghi 3 cm, composti da 8 petali, sbocciano in giugno-luglio seguiti, in autunno, da frutti lanuginosi.


riproduzione: in agosto o in marzo si prelevano, dai germogli laterali non fioriferi, talee lunghe 5 cm con una porzione di ramo portante, e si mettono a radicare in sabbia, in letto freddo. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si fanno svernare in cassone freddo, per poi metterle a dimora nella primavera o autunno successivi.
Si può anche seminare in settembre-ottobre, in letto freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano prima in vassoi e successivamente in contenitori da 8 cm. Si coltivano in cassone e si mettono a dimora in primavera o autunno successivi.
In marzo si può effettuare la divisione dei cespi, separando i fusti radicati e ripiantandoli immediatamente in terreno sabbioso per facilitarne l'attecchimento.

esposizione:
fioritura: giugno-luglio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su