rampicanti da fiore Lapageria
Lapageria

Lapageria, genere formato da una sola specie di arbusti rampicanti, sempreverdi, semirustici, che si coltivano all’aperto in posizioni riparate, al coperto dai venti freddi e ben esposte, o in serra.
Non sopportano i terreni calcarei, per cui si deve coltivare in terreno acido o neutro, arricchito con terriccio di foglie o torba. SI pianta in aprile, in posizioni riparate e parzialmente ombreggiate. I fusti si fissano a fili metallici o ad una pergola, legando i rami giovani, fin quando non aderiscono spontaneamente ai sostegni. In inverno si protegge la pianta con un leggero strato di paglia o torba. In serra si coltiva in contenitori da 20-25 cm, riempiti con un miscuglio formato da 3 parti di terriccio acido o neutro, 2 parti di terriccio di foglie e 1 parte di sabbia grossolana. Si mantiene una temperatura invernale minima di 7° C, si tiene costantemente umida la composta e si annaffia abbondantemente durante la crescita. Da aprile a settembre si ombreggiano i vetri della serra che dovrà essere ventilata nelle giornate più calde.

Potatura: non è necessaria, tuttavia dopo la fioritura è meglio tagliare i fusti più deboli.

Lapageria rosea: pianta originaria del Cile, alta fino a 4,5 m. Si tratta di un rampicante con foglie ovato-appuntite, coriacee, verde scuro, che spuntano su fusti attorcigliati. I fiori, penduli, campanulati, cerosi, rosa-cremisi, lunghi 8 cm, generalmente solitari o talvolta riuniti in numero di 2-3 in racemi, sbocciano in maggio-giugno. LA varietà Albiflora ha fiori bianco puro.


riproduzione: si semina in marzo, in vasi riempiti con una composta da semi, in cassone o in serra, mantenendo una temperatura di 16-18° C. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in cassette o vassoi riempiti con una composta come quella descritta in precedenza e si mettono poi a dimora all’aperto dopo un paio d’anni. In aprile-maggio o in novembre è anche possibile effettuare delle propaggini utilizzando i rami più robusti, che possono essere staccate solitamente dopo 2 anni.
esposizione:
fioritura: maggio-giugno




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Albizza

Albizza, genere di oltre 100 specie di alberi e arbusti ornamentali originari delle regioni temperate e tropicali dell’Asia e dell’America Centrale, appartenenti alla famiglia delle Mimosacee, dal fogliame leggero e dai ........

Garrya

Garrya, genere di 18 specie di piante arbustive sempreverdi, rustiche o delicate. La specie descritta, dioica, si coltiva per le infiorescenze ad amento, pendule, molto ornamentali. Le piante maschili sono più decorative ........

Angiopteris

Angiopteris, genere di felci a sviluppo arborescente appartenente alla famiglia delle Marattiacee, con fronde lunghe da 2 a 4 m. L’Angiopteris è una magnifica felce da giardino d’inverno o da grande serra, i soli due habitat ........

Schizophragma

Schizophragma, genere di 8 specie di piante rampicanti, decidue, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Hydrangeaceae. Le specie descritte crescono rapidamente e si possono coltivare vicino ad un muro, su pergolati o ........

Robìnia (Robinia)
La Robìnia (Robinia) , originaria degli Stati Uniti e messico, comprende circa 20 specie ed è uan albero o arbusto a foglia caduca, rustico e fiorifero molto ornamentale.
Le foglie sono composte, ........

 

Ricetta del giorno
Riso Basmati con peperoni
Lessare il riso per 15 minuti in una pentola con acqua bollente ovviamente salata, scolarlo e versarlo in una insalatiera. Condire con 2 cucchiai di olio ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Ortensia (Hydrangea)

L' Ortensia (Hydrangea) è un arbusto a cespuglio o rampicante  originario della Cina, Giappone, America ed ha foglie caduche di solito ovali più o meno allungate, con margini dentati di ........

Maurandia

Maurandia, genere di 10 specie di piante perenni, rampicanti o striscianti, sempreverdi, delicate o semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Scrophulariaceae. Le specie descritte possono essere coltivate all’aperto ........

Anacyclus

Anacyclus, genere di 25 specie di piante erbacee, rustiche, perenni e sempreverdi, originarie della catena montuosa dell'Atlante. Hanno foglie falciformi, finemente divise, che formano tappeti compatti. I fusti fioriferi ........

Eremùro (Eremurus)
L' Eremùro (Eremurus) , originario dell'Asia centro-oocidentale e particolarmente della persia e Turkestan, comprende circa 30 specie ed è una pianta erbacea rustica, perenne, a radici carnose che formano ........

Calendula
Calendula: genere di 20-30 specie di piante erbacee o suffruticose, annuali. La specie descritta è quella che più comunemente viene coltivata, eccellente per bordure e per fiori da recidere. Può ........


rampicanti da fiore Lapageria
Lapageria

Lapageria, genere formato da una sola specie di arbusti rampicanti, sempreverdi, semirustici, che si coltivano all’aperto in posizioni riparate, al coperto dai venti freddi e ben esposte, o in serra.
Non sopportano i terreni calcarei, per cui si deve coltivare in terreno acido o neutro, arricchito con terriccio di foglie o torba. SI pianta in aprile, in posizioni riparate e parzialmente ombreggiate. I fusti si fissano a fili metallici o ad una pergola, legando i rami giovani, fin quando non aderiscono spontaneamente ai sostegni. In inverno si protegge la pianta con un leggero strato di paglia o torba. In serra si coltiva in contenitori da 20-25 cm, riempiti con un miscuglio formato da 3 parti di terriccio acido o neutro, 2 parti di terriccio di foglie e 1 parte di sabbia grossolana. Si mantiene una temperatura invernale minima di 7° C, si tiene costantemente umida la composta e si annaffia abbondantemente durante la crescita. Da aprile a settembre si ombreggiano i vetri della serra che dovrà essere ventilata nelle giornate più calde.

Potatura: non è necessaria, tuttavia dopo la fioritura è meglio tagliare i fusti più deboli.

Lapageria rosea: pianta originaria del Cile, alta fino a 4,5 m. Si tratta di un rampicante con foglie ovato-appuntite, coriacee, verde scuro, che spuntano su fusti attorcigliati. I fiori, penduli, campanulati, cerosi, rosa-cremisi, lunghi 8 cm, generalmente solitari o talvolta riuniti in numero di 2-3 in racemi, sbocciano in maggio-giugno. LA varietà Albiflora ha fiori bianco puro.


riproduzione: si semina in marzo, in vasi riempiti con una composta da semi, in cassone o in serra, mantenendo una temperatura di 16-18° C. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in cassette o vassoi riempiti con una composta come quella descritta in precedenza e si mettono poi a dimora all’aperto dopo un paio d’anni. In aprile-maggio o in novembre è anche possibile effettuare delle propaggini utilizzando i rami più robusti, che possono essere staccate solitamente dopo 2 anni.
esposizione:
fioritura: maggio-giugno



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su