erbacee perenni Daboecia
Daboecia

Daboecia, genere di 2 specie di piante suffruticose, sempreverdi, con fiori lunghi 1-1,5 cm, riuniti in racemi, che non possono essere impiegati per la decorazione degli appartamenti, come quelli delle altre ericaceae, perchŔ le loro corolle appassiscono rapidamente. Sono piante molto ornamentali, particolarmente adatte ai grandi giardini rocciosi.
Crescono bene nei terreni acidi, torbosi, leggeri. I terreni pesanti possono essere modificati aggiugendovi della sabbia. Si piantanpo in posizioni soleggiate in autunno o in primavera. Prima della messa a dimora si distribuiscono 120 g/mq di farina di ossa, interrandola con la vanga. Sul terreno si distribuisce ogni anno uno strato di torba, dello spessore di 4-5 cm. Nei periodi siccitosi Ŕ necessario annaffiare abbondantemente.

Potatura: in primavera, prima della ripresa vegetativa si tagliano le infiorescenze dell'anno precedente a livello delle foglie superiori e si cimano tutti i rami.

Daboecia azorica: pianta originaria delle Isole Azorre, alta 15-20 cm e di pari diametro. Si tratta di una pianta delicata che non pu˛ essere coltivata all'aperto nelle zone a clima invernale rigido mentre le sue varitÓ sono completamente rustiche, a portamento compatto, con foglie strette, verde scura sulla pagina superiore, argente su quella inferiore. I fiori, campanulati, color rubino, sbocciano in giugno. Tra le varietÓ rustiche si ricordano Bearsden a fiori rosso-granato scuro; William Buchanan a fiori rosa scuro.
Daboecia cantabrica: Pianta originaria della Francia e penisola Iberica, alta fino ad 1 m e di pari diametro. Si tratta di una painta dalle foglie appuntite, verde scuro sulla pagina superiore e argentee su quella inferiore. I fiori, rosa-porpora, compaiono da maggio all'inizio dell'inverno. Tra le tante varietÓ si ricordano Atropurpurea a fiori porpora; Bicolor a fiori bainchi, rosa o porpora o striati; Globosa Pink a fiori rosa-porpora; Alba Globosa a fiori bianchi; David Ross a fiori bianchi e dal portamento eretto, molto vigorosa.


riproduzione: da luglio a ottobre si prelevano rametti laterali, lunghi 3-5 cm, con una porzione di ramo portante, e si piantano, per un terzo della loro lunghezza, in un miscuglio formato da 2 parti di sabbia e 1 parte di torba. La radicazione avviene in luglio, se si ha cura di nebulizzare regolarmente le talee. Quelle radicate, si piantano in vivaio o in cassone freddo e si mettono poi a dimora nella primavera successiva.
Si possono moltiplicare anche per propaggini, piegando i rami esterni degli arbusti verso il basso e coprendoli fin quasi all'apice con il terriccio, dopo averli fissati al terreno con del filo di ferro robusto piegato a U. Le propaggini si staccano dalla pianta madre dopo un anno e si mettono direttamente a dimora.
esposizione:
fioritura: tra giugno e l'inizio dell'inverno a seconda della specie




Se ti Ŕ piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
á
 
   

 



Hepatica
L'Hepatica, genere di pianta erbacea che annovera 10 specie, perenni, rizomatose, rustiche, adatte per il sottobosco o per le zone ombreggiate. Fioriscono all'inizio della primavera e sono particolarmente adatte per ........

Arctostaphylos

Arctortaphylos, genere di 70 piante a foglie decidue e sempreverdi, legnose, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae. Si tratta di piccoli alberi o arbusti a fusti prostrati.
Si piantano ........

Erem¨ro (Eremurus)
L' Eremùro (Eremurus) , originario dell'Asia centro-oocidentale e particolarmente della persia e Turkestan, comprende circa 30 specie ed è una pianta erbacea rustica, perenne, a radici carnose che formano ........

Tritonia

Tritonia, genere di 55 piante bulbose, originarie dell'Africa tropicale e meridionale, affini a quelle dei generi Freesia e Crocosmia, con cui spesso sono confuse. Hanno foglie simili a quelle delle specie appartenenti ai ........

Guzmania

Guzmania, genere di 100 specie di piante perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Bromeliaceae, adatte ad essere coltivate in serra o in appartamento, prevalentemente epifite; solo alcune specie sono terrestri. ........

 

Ricetta del giorno
Muffin al cioccolato
Unire in una ciotola tutti gli ingredienti solidi, quindi la farina, lo zucchero, il cacao magro, il lievito, il bicarbonato e un pizzico di sale, dopo ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Conv˛lvolo (Convolvolus)

Il Convòlvo (Convolvolus) è originario del bacino del Mediterraneo, comprende circa 200 specie ed è una pianta erbacea, rampicante annuale o perenne, talvolta semiarbustiva o cespugliosa.

GardŔnia (Gardenia)
La Gardènia (Gardenia) , originaria delle regioni tropicali e subtropicali dell'Asia e dell'Africa, comprende circa 250 specie ed è un arbusto delicato da fiore sempreverde o semisempreverde.

Gunnera
Gunnera, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, delicate o semirustiche, che comprende specie nane e piante di notevoli dimensioni. Formano grandi cespi e sono adatte per essere coltivate vicino ai laghetti ........

Tamaryx (Tamerice)
Il Tamaryx (Tamerice), genere di 90 specie di arbusti rustici, a foglie decidue, adatti per formare barriere frangivento e siepi, soprattutto nelle zone costiere. Si tratta di una pianta che non tollera i terreni ........

Acanthus (Acanto)

Acanthus, genere di 50 specie di piante erbacee perenni, con foglie molto ornamentali e infiorescenze a spiga, formate da grandi brattee che ricoprono i fiori tubolosi. Le specie descritte sono rustiche e si possono coltivare ........


erbacee perenni Daboecia
Daboecia

Daboecia, genere di 2 specie di piante suffruticose, sempreverdi, con fiori lunghi 1-1,5 cm, riuniti in racemi, che non possono essere impiegati per la decorazione degli appartamenti, come quelli delle altre ericaceae, perchŔ le loro corolle appassiscono rapidamente. Sono piante molto ornamentali, particolarmente adatte ai grandi giardini rocciosi.
Crescono bene nei terreni acidi, torbosi, leggeri. I terreni pesanti possono essere modificati aggiugendovi della sabbia. Si piantanpo in posizioni soleggiate in autunno o in primavera. Prima della messa a dimora si distribuiscono 120 g/mq di farina di ossa, interrandola con la vanga. Sul terreno si distribuisce ogni anno uno strato di torba, dello spessore di 4-5 cm. Nei periodi siccitosi Ŕ necessario annaffiare abbondantemente.

Potatura: in primavera, prima della ripresa vegetativa si tagliano le infiorescenze dell'anno precedente a livello delle foglie superiori e si cimano tutti i rami.

Daboecia azorica: pianta originaria delle Isole Azorre, alta 15-20 cm e di pari diametro. Si tratta di una pianta delicata che non pu˛ essere coltivata all'aperto nelle zone a clima invernale rigido mentre le sue varitÓ sono completamente rustiche, a portamento compatto, con foglie strette, verde scura sulla pagina superiore, argente su quella inferiore. I fiori, campanulati, color rubino, sbocciano in giugno. Tra le varietÓ rustiche si ricordano Bearsden a fiori rosso-granato scuro; William Buchanan a fiori rosa scuro.
Daboecia cantabrica: Pianta originaria della Francia e penisola Iberica, alta fino ad 1 m e di pari diametro. Si tratta di una painta dalle foglie appuntite, verde scuro sulla pagina superiore e argentee su quella inferiore. I fiori, rosa-porpora, compaiono da maggio all'inizio dell'inverno. Tra le tante varietÓ si ricordano Atropurpurea a fiori porpora; Bicolor a fiori bainchi, rosa o porpora o striati; Globosa Pink a fiori rosa-porpora; Alba Globosa a fiori bianchi; David Ross a fiori bianchi e dal portamento eretto, molto vigorosa.


riproduzione: da luglio a ottobre si prelevano rametti laterali, lunghi 3-5 cm, con una porzione di ramo portante, e si piantano, per un terzo della loro lunghezza, in un miscuglio formato da 2 parti di sabbia e 1 parte di torba. La radicazione avviene in luglio, se si ha cura di nebulizzare regolarmente le talee. Quelle radicate, si piantano in vivaio o in cassone freddo e si mettono poi a dimora nella primavera successiva.
Si possono moltiplicare anche per propaggini, piegando i rami esterni degli arbusti verso il basso e coprendoli fin quasi all'apice con il terriccio, dopo averli fissati al terreno con del filo di ferro robusto piegato a U. Le propaggini si staccano dalla pianta madre dopo un anno e si mettono direttamente a dimora.

esposizione:
fioritura: tra giugno e l'inizio dell'inverno a seconda della specie



Se ti Ŕ piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
á