piante grasse succulente Cephalocereus
Cephalocereus

Cephalocereus, genere di 48 specie di piante succulente, diffuse nelle zone dll'America comprese tra la Florida e il Brasile. La specie descritta è adatta alla coltivazione in serra o in appartamento, tuttavia può essere tenuta all'aperto nelle zone più calde dell'Italia meridionale.
Si coltiva in vasi da 20-30 cm, rempiti con un miscuglio sciolto formato da 2 parti di composta da vasi e 1 parte di ghiaia fine o sabbia grossolana. Si rinvasa gni anno in marzo-aprile. Si annaffia abbondantemente durante la primavera e l'estate, lasciando asciugare la superficie della composta tra un'annaffiatura e l'altra, mentre in inverno la composta deve essere quasi completamente asciutta. La temperatura minima invernale deve essere di 5° C. Col passare del tempo i peli perdono la loro colorazione argentea, per cui è meglio, nella tarda primavera, tagliare la porzione apicale della pianta e rinvasarla, dopo che la superficie del taglio si è perfettamenmte asciugata, 4-5 giorni.

Cephalocereus senilis: pianta originaria del Messico, alta fino a 12 m e del diametro di 40-50 cm, allo stato spontaneo mentre in vaso l'altezza è, negli esemplari giovani, di 0,5-1 m e il diametro di 15-20 cm. Si tratta di una pianta colonnare, non ramificata, con numerose costolature e sottili spine gialle. Da ogni areola si formano, oltre alle spine, 20-30 peli bianco-argentei, lunghi fino a 12 cm, che ricoprono interamente la pianta. La fioritura avviene solo negli esemplari molto sviluppati, alti almeno 6 m e avviene di notte nella zona a picale con fiori color rosa.


riproduzione: si semina in aprile, alla temperatura di 20 ° C, in un miscuglio formato da 1 parte di composta da semi e 1 parte di sabbia. Si può moltiplicare anche per talea, prelevando i germogli che solitamente si formano dopo il taglio della zona apicale della pianta, si fanno essiccare per qualche giorno e si piantano in una composta sabbiosa.
esposizione:
fioritura:




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Aloe
Aloe: genere di 275 specie di piante perenni originarie del Sud-Africa, coltivate principalmente per le loro rosette di foglie succulente. A prima vista queste piante possono assomigliare alla Agavi, ma a ........

Gardènia (Gardenia)
La Gardènia (Gardenia) , originaria delle regioni tropicali e subtropicali dell'Asia e dell'Africa, comprende circa 250 specie ed è un arbusto delicato da fiore sempreverde o semisempreverde.

Gilia

Gilia, genere di 120 specie di piante erbacee annuali, biennali e perenni, coltivate per i fiori appariscenti e per il fogliame ornamentale. Le specie descritte, annuali e rustiche, sono facili da coltivare; quelle nane ........

Sisyrinchium
Sisyrinchium, genere di 100 specie di piante erbacee, perenni. Le piante descritte sono adatte per il giardino roccioso, hanno foglie lineari-ensiformi, grigio-verdi.
I Sisyrinchi si coltivano in terreno ben ........

Lunaria

Lunaria, genere di 3 specie di piante erbacee, biennali e perenni. Le due specie rustiche descritte producono fiori con 4 petali disposti a croce, che sbocciano da aprile a giugno, seguiti da frutti a siliqua, con setto ........

 

Ricetta del giorno
Biscotti al limone
Lavorate il burro (tenendone da parte un cucchiaio che occorrerà in seguito) ammorbidito con lo zucchero e la buccia di limone grattuggiata; quando saranno ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Aruncus

Aruncus, genere di 12 piante arbustive, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Rosacee, adatte ad essere coltivate nelle zone umide.
Si pianta in ottobre o in febbraio-marzo, in posizioni parzialmente ombreggiate, ........

Tolmiea

Tolmiea, genere comprendente una sola specie perenne, sempreverde, rustica, appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae, che può essere coltivata in vaso o in piena terra. Ha la caratteristica di produrre piantine ........

Raoulia

Raoulia, genere di 25 specie di piante erbacee, sempreverdi, perenni, rustiche e semirustiche, adatte per coprire il terreno nei giardini rocciosi. Ad eccezzione della A. eximia, le specie descritte sono rustiche, tranne ........

Angiopteris

Angiopteris, genere di felci a sviluppo arborescente appartenente alla famiglia delle Marattiacee, con fronde lunghe da 2 a 4 m. L’Angiopteris è una magnifica felce da giardino d’inverno o da grande serra, i soli due habitat ........

Zinnia
La Zinnia, genere di 20 specie di piante erbacee e suffruticose, annuali e perenni, adatte per le bordure, per le aiuole e per la raccolta del fiore reciso, producono capolini dai colori vivaci.
Si piantano in ........


piante grasse succulente Cephalocereus
Cephalocereus

Cephalocereus, genere di 48 specie di piante succulente, diffuse nelle zone dll'America comprese tra la Florida e il Brasile. La specie descritta è adatta alla coltivazione in serra o in appartamento, tuttavia può essere tenuta all'aperto nelle zone più calde dell'Italia meridionale.
Si coltiva in vasi da 20-30 cm, rempiti con un miscuglio sciolto formato da 2 parti di composta da vasi e 1 parte di ghiaia fine o sabbia grossolana. Si rinvasa gni anno in marzo-aprile. Si annaffia abbondantemente durante la primavera e l'estate, lasciando asciugare la superficie della composta tra un'annaffiatura e l'altra, mentre in inverno la composta deve essere quasi completamente asciutta. La temperatura minima invernale deve essere di 5° C. Col passare del tempo i peli perdono la loro colorazione argentea, per cui è meglio, nella tarda primavera, tagliare la porzione apicale della pianta e rinvasarla, dopo che la superficie del taglio si è perfettamenmte asciugata, 4-5 giorni.

Cephalocereus senilis: pianta originaria del Messico, alta fino a 12 m e del diametro di 40-50 cm, allo stato spontaneo mentre in vaso l'altezza è, negli esemplari giovani, di 0,5-1 m e il diametro di 15-20 cm. Si tratta di una pianta colonnare, non ramificata, con numerose costolature e sottili spine gialle. Da ogni areola si formano, oltre alle spine, 20-30 peli bianco-argentei, lunghi fino a 12 cm, che ricoprono interamente la pianta. La fioritura avviene solo negli esemplari molto sviluppati, alti almeno 6 m e avviene di notte nella zona a picale con fiori color rosa.


riproduzione: si semina in aprile, alla temperatura di 20 ° C, in un miscuglio formato da 1 parte di composta da semi e 1 parte di sabbia. Si può moltiplicare anche per talea, prelevando i germogli che solitamente si formano dopo il taglio della zona apicale della pianta, si fanno essiccare per qualche giorno e si piantano in una composta sabbiosa.
esposizione:
fioritura:



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su