arbusti sempreverdi Santolina
Santolina

Santolina, genere di 10 specie di arbusti nani, sempreverdi, rustici, con foglie finemente divise, adatti per il primo piano delle bordure arbustive o per il giardino roccioso, ma si possono anche utilizzare per formare delle siepi basse. I capolini, gialli, larghi 2-3 cm, sono portati da peduncoli eretti, lunghi e sottili.
Le santoline si coltivano in qualsiasi tipo di terreno ben drenato, al sole. Si piantano in settembre-ottobre o in marzo-aprile. Si tagliano i fusti quando seccano. Per formare siepi, le piante giovani si mettono a dimora a 30-35 cm di distanza l'una dall'altra, in primavera, e si cimano gli apici vegetativi 1-2 volte nel primo anno.

Potatura: in estate le piante si potano per mantenere la forma desiderata. Gli esemplari vecchi diventano radi e disordinati; immediatamente dopo la fioritura o in aprile si tagliano i rami vecchi per stimolare la formazione di nuovi germogli alla base.

Santolina chamaecyparissus: pianta originaria delle regioni meridionali della Francia e regioni tirreniche italiane, alta 50-70 cm e di pari diametro. Si tratta di una specie cespitosa, compatta, con foglie lanuginose, argentee, finemente divise, portate da rami coperti da un feltro bianco. I capolini giallo vivo sbocciano in luglio.
Santolina neapolitana: pianta originaria dell'Italia meridionale, alta 60-70 cm e di pari diametro. Si tratta di una specie con foglie grigie, più lunghe di quelle della specie precedente. I capolini, giallo limone, sbocciano in luglio. La varietà Sulphurea ha capolini giallo chiari.
Santolina virens: pianta di origine incerta, alta 60 cm e del diametro di 1-1,2 m. Si tratta di una specie con foglie verdi, filiformi e capolini di colore giallo-limone vivo, che sbocciano nel mese di luglio.


riproduzione: da luglio a settembre si prelevano dai germogli laterali semimaturi talee lunghe 5-8 cm e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Nell'aprile successivo le talee radicate si invasano in contenitori di 8-9 cm, riempiti con una composta da vasi e si interrano all'aperto. Si metteranno poi a dimora in settembre.
esposizione:
fioritura: luglio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Kolkwitzia

Kolkwitzia, genere comprendente una sola specie arbustiva, a foglie decidue, rustica, con fiori molto ornamentali che sbocciano in estate.
Questi arbusti, la cui fioritura che avviene all'inizio dell'estate è particolarmente ........

Lavatera
Lavatera, genere di 25 specie di piante erbacee e suffruticose, annuali, biennali e perenni, con fiori imbutiformi, simili a qualli dell'Ibisco. La specie annuale descritta è adatta per le bordure, ........

Drosera

Drosera, genere di 100 specie di piante erbacee perenni, rizomatose, appartenenti alla famiglia delle Droseraceae, diffuse negli ambienti  molto umidi delle zone temperate e tropicali di tutti i continenti. Le specie ........

Alchechengio (Physalis)

Alchechengio (Phisalis), genere che raggruppa diverse specie di piante erbacee o arbustive, appartenenti alla famiglia delle Solonacee, originarie sia dell’Asia che del Mediterraneo, sia del Sudamerica. Hanno la caratteristica ........

Cistus (Cisto)

Cistus (Cisto), genere di circa 20 specie di arbusti  sempreverdi, diffusi allo stato spontaneo nelle regioni mediterranee. Si tratta di piante molto ornamentali, con fiori semplici, simili a quelli delle rose selvatiche, ........

 

Ricetta del giorno
Riso e fagioli neri
Lessare per 15 minuti il riso per risotti, scolarlo e metterlo da parte. Sbucciare le cipolle rosse. Affettarle molto sottili e stufarle per 10 minuti ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Aiùga (Ajuga)

la Aiùga è una pianticella erbacea perenne, strisciante, originaria dell'Europa, Asia ed Africa,  che comprende circa 30 specie, di cui 6 spontanee in Italia e delle quali solo poche vengono ........

Corbezzolo (Arbutus)

Il Corbezzolo è'  un  arbusto o  alberello sempreverde e legnoso diffuso in tutta la fascia mediterranea, originario dell'Asia minore, Africa del nord, Europa occidentale, Canarie e America ........

Embothrium

Embothrium, genere di 8 specie di alberi e arbusti sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Proteaceae, originari dell’America meridionale e dell’Australia occidentale. In genere si coltiva una sola specie delicata; ........

Osmanthus (Osmanto)

Osmanthus (Osmanto), genere di 15 specie di arbusti sempreverdi, fioriferi, ornamentali, a crescita lenta. Le specie descritte sono rustiche, tuttavia non è consigliabile coltivarle in zone a clima particolarmente rigido.
Si ........

Malope

Malope, genere di 4 specie di piante erbacee annuali. La specie descritta è adatta per le bordure annuali e produce molti fiori che durano a lungo in acqua, dopo essere stati recisi.
Questa specie cresce particolarmente ........


arbusti sempreverdi Santolina
Santolina

Santolina, genere di 10 specie di arbusti nani, sempreverdi, rustici, con foglie finemente divise, adatti per il primo piano delle bordure arbustive o per il giardino roccioso, ma si possono anche utilizzare per formare delle siepi basse. I capolini, gialli, larghi 2-3 cm, sono portati da peduncoli eretti, lunghi e sottili.
Le santoline si coltivano in qualsiasi tipo di terreno ben drenato, al sole. Si piantano in settembre-ottobre o in marzo-aprile. Si tagliano i fusti quando seccano. Per formare siepi, le piante giovani si mettono a dimora a 30-35 cm di distanza l'una dall'altra, in primavera, e si cimano gli apici vegetativi 1-2 volte nel primo anno.

Potatura: in estate le piante si potano per mantenere la forma desiderata. Gli esemplari vecchi diventano radi e disordinati; immediatamente dopo la fioritura o in aprile si tagliano i rami vecchi per stimolare la formazione di nuovi germogli alla base.

Santolina chamaecyparissus: pianta originaria delle regioni meridionali della Francia e regioni tirreniche italiane, alta 50-70 cm e di pari diametro. Si tratta di una specie cespitosa, compatta, con foglie lanuginose, argentee, finemente divise, portate da rami coperti da un feltro bianco. I capolini giallo vivo sbocciano in luglio.
Santolina neapolitana: pianta originaria dell'Italia meridionale, alta 60-70 cm e di pari diametro. Si tratta di una specie con foglie grigie, più lunghe di quelle della specie precedente. I capolini, giallo limone, sbocciano in luglio. La varietà Sulphurea ha capolini giallo chiari.
Santolina virens: pianta di origine incerta, alta 60 cm e del diametro di 1-1,2 m. Si tratta di una specie con foglie verdi, filiformi e capolini di colore giallo-limone vivo, che sbocciano nel mese di luglio.


riproduzione: da luglio a settembre si prelevano dai germogli laterali semimaturi talee lunghe 5-8 cm e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Nell'aprile successivo le talee radicate si invasano in contenitori di 8-9 cm, riempiti con una composta da vasi e si interrano all'aperto. Si metteranno poi a dimora in settembre.
esposizione:
fioritura: luglio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su