erbacee perenni Dierama
Dierama

Dierama, genere di 25 specie di piante perenni, sempreverdi o semisempreverdi, con bulbo-tuberi molto numerosi. Le specie decritte sono adatte per le bordure in zone a clima mite. Hanno fusti arcuati, molto belli, sottili e resistenti, e fiori penduli, imbutiformi, lunghi 2 cm o più, portati da peduncoli sottili. Le foglie, graminiformi, sono riunite in ciuffi basali.
Si coltivano in qualsiasi terreno ben drenato, arricchito con torba o terriccio di foglie, in posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate, ben riparate. I bulbo-tuberi si piantano da settembre ad aprile, alla profondità di 10-15 cm. A eccezione di quelle coltivate nelle zone fredde, le piante non si tolgono mai dal terreno, a meno che diventino troppo folte o si desideri usarle per la moltipliazione. In autunno, a fioritura terminata,  si recidono i fusti e, alla ripresa vegetativa, le foglie secche o danneggiate. Nelle zone fredde, i bulbo-tuberi si piantano in aprile e si tolgono dal terreno in ottobre novembre, e dopo aver eliminato i fusti, le foglie e le radici, si conservano in serra o in un luogo secco, al riparo dal gelo.

Dierama pendulum: pianta originaria del Sud-Africa, alta 20-45 cm, diatanza tra le piante 40 cm. I fiori rosa-porpora compaiono in giugno-luglio. La varietà Album ha fiori color bianco puro; la varietà Pumilum, alta 45-60 cm, è simile alla specie tipica, più adatta per il giardino roccioso o per il primo piano delle bordure erbacee.
Dierama pulcherrimum: pianta originaria del Sud-Africa, alta 0,6-1,8 m, distanza tra le piante 30-60 cm. Si tratta di una specie più robusta della precedente. I fiori, rosso carico, sbocciano da agosto a ottobre. Tra le tante varietà si ricordano Album a fiori bianchi; Heron a fiori rosso-vino carico; Kingfsher a fiori rosa pallido; Port Wine a fiori rosso-porpora; Windhover a fiori rosa.


riproduzione: con la moltiplicazione per seme si ottengono piante di altezze e colori diversi. Si semina in marzo-aprile, in vasi o terrine riempite con una composta da vasi, in letto freddo. Le piantine si ripicchettano singolarmente in vasi da 8 cm, riempiti con una composta da vasi e si mettono poi definitivamente a dimora in settembre-ottobre. Nelle zone fredde si lasciano svernare le piantine in cassone freddo e si piantano all'aperto in aprile. La prima fioritura avviene dopo 1-2 anni. Le piante si possono anche moltiplicare per divisione dei bulbilli in ottobre. Questi si piantano in vivaio e si lasciano crescere fin quando non hanno raggiunto le dimensioni adatte alla fioritura, solitamente dopo un anno, in settembre-ottobre.
esposizione:
fioritura: giugno-luglio o da agosto a settembre aseconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Sempervivum (Semprevivo)
Il Semprevivum (Semprevivo) è una pianta che annovera 25 specie, succulenta, sempreverde, rustica con foglie riunite in rosette. Le specie rustiche che sono quì descritte, sono adatte al giardino roccioso ........

Aciphylla

Aciphylla, genere di piante vivaci sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Ombrellifere, originarie delle regioni desertiche e montagnose dell’emisfero meridionale. Le foglie sono rigide e slanciate, con l’apice appuntito. ........

Kaki, Cachi, Diospyros kaki

Kaki, Caco, Diospyros kaki, albero da frutto originario della Cina e del Giappone, appartenente alla famiglia delle Ebenacee, alto 5-10 m, caratterizzato da una chioma espansa, tondeggiante, larga circa 5 m. Il tronco, eretto, ........

Polygonatum (Sigillo di Salomone)

Polygonatum (Sigillo di Salomone), genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, adatte per le bordure nelle zone ombreggiate e per la produzione di fiori da taglio. Le specie di maggior dimensioni, facili da ........

Crocus (Croco)

Crocus (Croco), genere comprendente 70 specie di piante bulbose, rustiche, che fioriscono dall’autunno ad inizio primavera a seconda della specie. Sono originarie, quasi tutte, delle regioni settentrionali e orientali del ........

 

Ricetta del giorno
Riso Basmati con peperoni
Lessare il riso per 15 minuti in una pentola con acqua bollente ovviamente salata, scolarlo e versarlo in una insalatiera. Condire con 2 cucchiai di olio ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Thalia

Thalia, genere di 11 specie di piante originarie delle regioni temperato-calde e subtropicali dell’America settentrionale e dell’Africa, appartenenti alla famiglia delle Marantaceae. Si tratta di piante erbacee, rizomatose,  ........

Rhamnus

Rhamnus, genere di circa 90 specie di arbusti o piccoli alberi, prevalentemente a foglie decidue, diffusi allo stato spontaneo nell'emisfero boreale, in Brasile e nell'Africa meridionale. Hanno fiori verdi o verde-giallastri, ........

Parochetus

Parochetus, genere comprendente una sola specie di pianta erbacea, perenne, prostrata, adatta per coprire il terreno nel giardino roccioso. E' completamente rustica solamente nelle regioni in cui il clima invernale è mite.
Si ........

Caryopteris

Caryopteris, genere di 15 specie di arbusti a foglie decidue, rustici o semirustici, originari dell'Asia orientale. Hanno foglie grigio-verdi e fiori azzurro lavanda, che sbocciano nella tarda estate o in autunno. Le specie ........

Gerbera
La Gerbera è una pianta erbacea, perenne, semirustica o delicata della quale si contano 70 specie. Ha foglie lanceolate, tomentose, lobate, disposte in rosette, e capolini di vari colori, fra cui giallo, arancio, ........


erbacee perenni Dierama
Dierama

Dierama, genere di 25 specie di piante perenni, sempreverdi o semisempreverdi, con bulbo-tuberi molto numerosi. Le specie decritte sono adatte per le bordure in zone a clima mite. Hanno fusti arcuati, molto belli, sottili e resistenti, e fiori penduli, imbutiformi, lunghi 2 cm o più, portati da peduncoli sottili. Le foglie, graminiformi, sono riunite in ciuffi basali.
Si coltivano in qualsiasi terreno ben drenato, arricchito con torba o terriccio di foglie, in posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate, ben riparate. I bulbo-tuberi si piantano da settembre ad aprile, alla profondità di 10-15 cm. A eccezione di quelle coltivate nelle zone fredde, le piante non si tolgono mai dal terreno, a meno che diventino troppo folte o si desideri usarle per la moltipliazione. In autunno, a fioritura terminata,  si recidono i fusti e, alla ripresa vegetativa, le foglie secche o danneggiate. Nelle zone fredde, i bulbo-tuberi si piantano in aprile e si tolgono dal terreno in ottobre novembre, e dopo aver eliminato i fusti, le foglie e le radici, si conservano in serra o in un luogo secco, al riparo dal gelo.

Dierama pendulum: pianta originaria del Sud-Africa, alta 20-45 cm, diatanza tra le piante 40 cm. I fiori rosa-porpora compaiono in giugno-luglio. La varietà Album ha fiori color bianco puro; la varietà Pumilum, alta 45-60 cm, è simile alla specie tipica, più adatta per il giardino roccioso o per il primo piano delle bordure erbacee.
Dierama pulcherrimum: pianta originaria del Sud-Africa, alta 0,6-1,8 m, distanza tra le piante 30-60 cm. Si tratta di una specie più robusta della precedente. I fiori, rosso carico, sbocciano da agosto a ottobre. Tra le tante varietà si ricordano Album a fiori bianchi; Heron a fiori rosso-vino carico; Kingfsher a fiori rosa pallido; Port Wine a fiori rosso-porpora; Windhover a fiori rosa.


riproduzione: con la moltiplicazione per seme si ottengono piante di altezze e colori diversi. Si semina in marzo-aprile, in vasi o terrine riempite con una composta da vasi, in letto freddo. Le piantine si ripicchettano singolarmente in vasi da 8 cm, riempiti con una composta da vasi e si mettono poi definitivamente a dimora in settembre-ottobre. Nelle zone fredde si lasciano svernare le piantine in cassone freddo e si piantano all'aperto in aprile. La prima fioritura avviene dopo 1-2 anni. Le piante si possono anche moltiplicare per divisione dei bulbilli in ottobre. Questi si piantano in vivaio e si lasciano crescere fin quando non hanno raggiunto le dimensioni adatte alla fioritura, solitamente dopo un anno, in settembre-ottobre.
esposizione:
fioritura: giugno-luglio o da agosto a settembre aseconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su