erbacee perenni Digitale (Digitalis)
Digitale (Digitalis)

La Digitale (Digitalis) è origina dell'Europa, Africa del Nord e Asia occidentale e comprende circa 20 specie. E' una pianta erbacea, biennale o perenne, alta e slanciata, con foglie semplici, di colore verde vivo, ovali, dentate; quelle inferiori sono riunite in rosetta, mentre le superiori sono sparse. I fiori a forma di lunga campana aperta con la parte interna quasi sempre maculata, sono riuniti in magnifiche spighe lunghe, a volte, anche più di un metro e vanno sostenuti da un tutore perchè possono piegare lo stello con il loro peso. I colori vanno dal bianco al rosa al lilla, dal cremisi al porpora, dal rossiccio al mattone.
Si utilizza in folti gruppi  sul prato, in esemplari isolati, in bordura o nel bordo misto, su grandi roccaglie, scarpate, o nelle posizioni più aperte del sottobosco; è possibile anche la coltura in vaso sul balcone, in cassette profonde almeno 40 cm e larghe 25 cm.
Si piantano in autunno o a fine inverno in terreno assolutamente privo di calcare, cioè acido, misto a 1/3 di sabbia, non umido, concimato con letame o fertilizzante organico.

Teme l'umidità. Questa bellissima pianta, dalla fioritura appariscente e prolungata, è facile da coltivare, ma teme l'umidità, e quindi deve essere annaffiata con parsimonia, tabto più che predilige posizioni parzialmente o anche totalmente ombreggiate, purchè luminose. Molte specie perenni si coltivano generalmente come biennali in quanto, quasi sempre, dopo il secondo anno la pianta tende a deperire. In genere, comunque, si dissemina spontaneamente dato che i semi, che sono prodotti in gran quantità, germinano con grande facilità.
La concimazione si deve eseguire in autunno con fertilizzante organico e si completa in primavera, irrorando le foglie, ogni 10 giorni, con stimolante ormonico nella dose di 6 gocce per ogni litro d'acqua. Queste irrorazioni devono continuare fino all'apparizione delle spighe coperte di boccioli. Dopo la fioritura è necessario tagliare la spiga appassita per favorire la formazione di altri germogli e di altre infiorescenze che, anche se non abbondanti come la prima, saranno comunque altrettanto ricche di colore. Dopo il tagli della prima spiga è bene riprendere le irrorazioni con stimolante ormonico, proprio per affrettare la nascita di nuovi germogli. per la raccolta dei semi so potranno utilizzare, quindi, le spighe della seconda fioritura avendo cura di far disperdere sul suolo anche una parte di semi che germineranno facilmente. Da ricordare sempre che la Digitale è pianta calcifuga e che quindi necessita di terreno acido. Le Digitali sono velenose in quanto contengono un alcaloide tossico: la digitalina.

Digitalis purpurea: spontanea anche in Italia nelle zone montuose, è perenne ma viene coltivata spesso come biennale. Raggiunge un'altezza di oltre 1 m e fiorisce da maggio ad agosto con corolle sora-porpora, bianche, maculate, gialle, salmone e carminio. Questa pianta, nella specie originale, ha solitamente le corolle da un solo lato dello stelo, mentre negli ibridi ottenuti con pazienti incroci, ha le corolle su ogni lato dello stelo.
Digitalis ambigua: spontanea sulle nostre Alpi non supera i 70 cm di altezza; è perenne e fiorisce da giugno ad agosto in un bellissimo tono di giallo.
Digitalis ferruginea: spontanea in Europa, è biennale e supera in altezza il metro e mezzo e fiorisce in luglio con corolle color ruggine.
Digitalis Thapsii: perenne, alta anche 1 m ha fiori porpora macchiati di rosso; fiorisce da giugno a settembre.
Digitalis parviflora: perenne, spontanea in Europa con fioritura estiva; i fiori di questa specie sono particolarmente belli, riuniti in alte spighe cilindriche di color bronzo che sfuma al porpora, con varie maculature interne alle corolle.
riproduzione: avviene per seme, in primavera, oppure per divisione dei cespi in autunno o alla fine dell'inverno.
esposizione:
fioritura: Da maggio ad agosto a seconda della specie




Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Larix (Larice)

Larix (Larice), genere di 12 specie di conifere decidue appartenenti alla famiglia delle Pinaceae, originarie delle zone temperate dell’emisfero settentrionale. Sono alberi molto ornamentali, con chioma rada, piramidale, ........

Holodiscus

Holodiscus, genere di 8 specie di arbusti fioriferi, rustici, a foglie decidue, dei quali si coltiva generalmente una sola specie.
Cresce bene in qualsiasi terreno da giardino non siccitoso. Si pianta in ottobre-novembre ........

Tritonia

Tritonia, genere di 55 piante bulbose, originarie dell'Africa tropicale e meridionale, affini a quelle dei generi Freesia e Crocosmia, con cui spesso sono confuse. Hanno foglie simili a quelle delle specie appartenenti ai ........

Godetia (Godezia)

Godetia (Godezia), genere di 20 specie di piante erbacee annuali, rustiche. Le specie descritte sono piante da bordura molto diffuse, folte, con fiori semplici o doppi, molto colorati. Si possono coltivare anche in vaso ........

Calycanthus (Calicanto)

Calycanthus (Calicanto), genere di 4 specie di piante arbustive, rustiche, fiorifere, appartenenti alla famiglia delle Calycanthaceae.
Si piantano durante l’autunno o in primavera, in tutti i terreni da giardino, in posizioni ........

 

Ricetta del giorno
Frittata con pecorino toscano e pistacchi
Iniziare con lo sgusciare i pistacchi, tritarli sul tagliere con il coltello e metterli da parte.
Rompere le uova in una ciotola, unire sale, ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Gladiolo (Gladiolus)

Gladiolo (Gladiolus), genere di 300 specie di piante bulbose, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae, adatte per la coltivazione nelle bordure e per la produzione di fiori da recidere. Le specie originali ........

Centrānto (Centranthus)
Il Centrànto (Centranthus), originario del Sud Europa, bacino del Mediterraneo, Libano e Africa settentrionale, comprende circa 15 specie delle quali 4 spontaneee nel nostro Paese ed è un'erbacea perenne ........

Celosia

Celosia, genere di 60 specie di piante annuali a fioritura estiva, originarie delle zone tropicali dell'America, dell'Asia e dell'Africa, adatte per la coltivazione in aiuole e in vaso. Hanno infiorescenze a spiga, erette ........


Acokanthera

Acokanthera, genere comprendente numerose specie molto decorative da serra, appartenenti alla famiglia delle Apicinacee, originarie di diverse regioni dell’Africa, dove si sviluppano in frutici sempreverdi, a fiori bianchi ........


erbacee perenni Digitale (Digitalis)
Digitale (Digitalis)

La Digitale (Digitalis) è origina dell'Europa, Africa del Nord e Asia occidentale e comprende circa 20 specie. E' una pianta erbacea, biennale o perenne, alta e slanciata, con foglie semplici, di colore verde vivo, ovali, dentate; quelle inferiori sono riunite in rosetta, mentre le superiori sono sparse. I fiori a forma di lunga campana aperta con la parte interna quasi sempre maculata, sono riuniti in magnifiche spighe lunghe, a volte, anche più di un metro e vanno sostenuti da un tutore perchè possono piegare lo stello con il loro peso. I colori vanno dal bianco al rosa al lilla, dal cremisi al porpora, dal rossiccio al mattone.
Si utilizza in folti gruppi  sul prato, in esemplari isolati, in bordura o nel bordo misto, su grandi roccaglie, scarpate, o nelle posizioni più aperte del sottobosco; è possibile anche la coltura in vaso sul balcone, in cassette profonde almeno 40 cm e larghe 25 cm.
Si piantano in autunno o a fine inverno in terreno assolutamente privo di calcare, cioè acido, misto a 1/3 di sabbia, non umido, concimato con letame o fertilizzante organico.

Teme l'umidità. Questa bellissima pianta, dalla fioritura appariscente e prolungata, è facile da coltivare, ma teme l'umidità, e quindi deve essere annaffiata con parsimonia, tabto più che predilige posizioni parzialmente o anche totalmente ombreggiate, purchè luminose. Molte specie perenni si coltivano generalmente come biennali in quanto, quasi sempre, dopo il secondo anno la pianta tende a deperire. In genere, comunque, si dissemina spontaneamente dato che i semi, che sono prodotti in gran quantità, germinano con grande facilità.
La concimazione si deve eseguire in autunno con fertilizzante organico e si completa in primavera, irrorando le foglie, ogni 10 giorni, con stimolante ormonico nella dose di 6 gocce per ogni litro d'acqua. Queste irrorazioni devono continuare fino all'apparizione delle spighe coperte di boccioli. Dopo la fioritura è necessario tagliare la spiga appassita per favorire la formazione di altri germogli e di altre infiorescenze che, anche se non abbondanti come la prima, saranno comunque altrettanto ricche di colore. Dopo il tagli della prima spiga è bene riprendere le irrorazioni con stimolante ormonico, proprio per affrettare la nascita di nuovi germogli. per la raccolta dei semi so potranno utilizzare, quindi, le spighe della seconda fioritura avendo cura di far disperdere sul suolo anche una parte di semi che germineranno facilmente. Da ricordare sempre che la Digitale è pianta calcifuga e che quindi necessita di terreno acido. Le Digitali sono velenose in quanto contengono un alcaloide tossico: la digitalina.

Digitalis purpurea: spontanea anche in Italia nelle zone montuose, è perenne ma viene coltivata spesso come biennale. Raggiunge un'altezza di oltre 1 m e fiorisce da maggio ad agosto con corolle sora-porpora, bianche, maculate, gialle, salmone e carminio. Questa pianta, nella specie originale, ha solitamente le corolle da un solo lato dello stelo, mentre negli ibridi ottenuti con pazienti incroci, ha le corolle su ogni lato dello stelo.
Digitalis ambigua: spontanea sulle nostre Alpi non supera i 70 cm di altezza; è perenne e fiorisce da giugno ad agosto in un bellissimo tono di giallo.
Digitalis ferruginea: spontanea in Europa, è biennale e supera in altezza il metro e mezzo e fiorisce in luglio con corolle color ruggine.
Digitalis Thapsii: perenne, alta anche 1 m ha fiori porpora macchiati di rosso; fiorisce da giugno a settembre.
Digitalis parviflora: perenne, spontanea in Europa con fioritura estiva; i fiori di questa specie sono particolarmente belli, riuniti in alte spighe cilindriche di color bronzo che sfuma al porpora, con varie maculature interne alle corolle.

riproduzione: avviene per seme, in primavera, oppure per divisione dei cespi in autunno o alla fine dell'inverno.
esposizione:
fioritura: Da maggio ad agosto a seconda della specie



Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su