erbacee perenni Romneya
Romneya

Romneya, genere di 2 specie di pianta suffruticose, perenni, molto ornamentali, con fiori simili a quelli dei papaveri, non sempre facili da coltivare, rustiche solo nelle zone a clima mite. Non sono adatte per le bordure erbacee, perchè hanno la tendenza a diventare invadenti.
Queste piante non sopportano bene il trapianto e si devono mettere a dimora con le radici avvolte dal pane di terra e, una volta attecchite, vanno lasciate indisturbate. Si piantano in aprile-maggio, in terreno leggero, ben drenato, preparato con una vangatura profonda e arricchito con torba o terriccio di foglie, in posizioni soleggiate e riparate. Alla fine di ottobre si tagliano i fusti a pochi centimetri dal livello del terreno. Dalla fine di ottobre e fino a marzo, soprattutto per i primi due anni. si copre il terreno in cui sono coltivate le piante con torba, paglia e foglie secche.

Romneya coulteri: pianta originaria della California, alta 1,5-2 m, distanza tra le piante 1-1,5 m. Si tratta di una pianta suffruticosa perenne, con foglie ovate, profondamente lobate, verde-azzurre. I fiori, bianchi, con stami dorati, larghi 10-15 cm, sbocciano da giugno a settembre.
Tomneya trichocalyx: pianta originaria della California, alta 1 m, distanza tra le piante 1 m. Si tratta di una specie cespitosa, simile alla precedente, anche se si espande meno rapidamente,  ma più piccola, con fiori bianchi che sbocciano da giugno a settembre


riproduzione: si semina in febbraio-marzo in terrine riempite con una composta da semi leggera, alla temperatura di 13-16° C. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vasi di torba da 8-10 cm e si fanno svernare in cassone freddo, per poi metterle a dimora nell'aprile successivo. In febbraio si prelevano talee di radici lungne 7-8 cm, e si piantano in vasi riempiti con terriccio sabbioso, alla temperatura di 13° C. E' necessario fare molta attenzione quando si prelevano le talee, perchè si possono danneggiare le piante madri.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Gasteria

Gasteria, genere di 70 specie di piante perenni da serra, succulente, piccole, quasi prive di fusto. Si coltivano per le foglie, dure, lucide, variamente macchiate, molto ornamentali, generalmente disposte su 2 file. I fiori, ........

Galega

La Galega , originaria dei Balcani, Asia Minore, Italia e Caucaso, comprende 6 specie ed è una erbacie perenne rustica, molto vigorosa e compatta.
Le foglie sono imparipennate, brevemente picciolate, ........

Aciphylla

Aciphylla, genere di piante vivaci sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Ombrellifere, originarie delle regioni desertiche e montagnose dell’emisfero meridionale. Le foglie sono rigide e slanciate, con l’apice appuntito. ........

Sempervivum (Semprevivo)
Il Semprevivum (Semprevivo) è una pianta che annovera 25 specie, succulenta, sempreverde, rustica con foglie riunite in rosette. Le specie rustiche che sono quì descritte, sono adatte al giardino roccioso ........

Trillium

Trillium, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, rizomatose, inserite nella nuova famiglia delle Trilliaceae. Queste piante si distinguono in quanto le foglie e i tepali sono riuniti in gruppi di 3. Le ........

 

Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Cavolo (Broccolo)

Cavolo (Broccolo), piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Crucifere, conosciute sin dall’antichità come piante dalle proprietà ........

Echinops (Echinopo)

Echinops (Echinopo), genere di 100 specie di piante erbacee perenni e biennali, rustiche, dai capolini sferici color metallo lucido, che possono essere recisi e seccati per le decorazioni invernali. Le specie perenni hanno ........

Colutea

Colutea, genere di 26 specie di arbusti a foglie decidue, delicati e rustici. La specie descritta produce frutti molto ornamentali.
Si pianta da ottobe a marzo in tutti i terreni da giardino, in posizioni soleggiate.

Potatura: ........

Cercidiphyllum

Cercidiphyllum, genere di 2 specie di alberi a foglie decidue, originari della Cina e del Giappone. La specie descritta si coltiva per l'eleganza della chioma e per le foglie che in autunno si colorano di tinte vivaci, dal ........

Schizostylis

Schizostylis, genere di 21 specie di piante rizomatose, perenni, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae. La specie descritta è adatta per le bordure erbacee e miste, per la coltivazione in vaso, sotto vetro e anche per ........


erbacee perenni Romneya
Romneya

Romneya, genere di 2 specie di pianta suffruticose, perenni, molto ornamentali, con fiori simili a quelli dei papaveri, non sempre facili da coltivare, rustiche solo nelle zone a clima mite. Non sono adatte per le bordure erbacee, perchè hanno la tendenza a diventare invadenti.
Queste piante non sopportano bene il trapianto e si devono mettere a dimora con le radici avvolte dal pane di terra e, una volta attecchite, vanno lasciate indisturbate. Si piantano in aprile-maggio, in terreno leggero, ben drenato, preparato con una vangatura profonda e arricchito con torba o terriccio di foglie, in posizioni soleggiate e riparate. Alla fine di ottobre si tagliano i fusti a pochi centimetri dal livello del terreno. Dalla fine di ottobre e fino a marzo, soprattutto per i primi due anni. si copre il terreno in cui sono coltivate le piante con torba, paglia e foglie secche.

Romneya coulteri: pianta originaria della California, alta 1,5-2 m, distanza tra le piante 1-1,5 m. Si tratta di una pianta suffruticosa perenne, con foglie ovate, profondamente lobate, verde-azzurre. I fiori, bianchi, con stami dorati, larghi 10-15 cm, sbocciano da giugno a settembre.
Tomneya trichocalyx: pianta originaria della California, alta 1 m, distanza tra le piante 1 m. Si tratta di una specie cespitosa, simile alla precedente, anche se si espande meno rapidamente,  ma più piccola, con fiori bianchi che sbocciano da giugno a settembre


riproduzione: si semina in febbraio-marzo in terrine riempite con una composta da semi leggera, alla temperatura di 13-16° C. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vasi di torba da 8-10 cm e si fanno svernare in cassone freddo, per poi metterle a dimora nell'aprile successivo. In febbraio si prelevano talee di radici lungne 7-8 cm, e si piantano in vasi riempiti con terriccio sabbioso, alla temperatura di 13° C. E' necessario fare molta attenzione quando si prelevano le talee, perchè si possono danneggiare le piante madri.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su