rampicanti da fiore Thunbergia
Thunbergia

Thunbergia, genere di 200 specie di piante rampicanti,erbacee e suffruticose, annuali e perenni, ma che comprende anche piante erbacee a portamento eretto. Le specie rampicanti descritte si coltivano in serra o all'aperto, come annuali. Hanno fiori molto ornamentali, a corolla tubolosa, con 5 lobi terminali, grandi, tondeggianti, appiattiti.
In serra si coltivano in contenitori da 15-20 cm, riempiti con una composta da vasi, e si fanno crescere lungo corde o fili metallici. Le specie perenni si fanno svernare alla temperatura di 8-10° C. In inverno si tiene appena umida la composta, mentre durante il periodo di crescita si annaffia abbondantemente. Si tengono in posizioni ben illuminate e nei mesi più caldi si ombreggiano leggermente i vetri della serra che si provvederà a ventilare quando la temperatura supera i 16° C. La T. gregorii si invasa ogni anno in marzo-aprile. Da giugno a settembre si somministra a tutte le specie un fertilizzante liquido diluito ogni 15 giorni. T. alata e T. gregorii, nelle zone a clima mite, si coltivano all'apeto in tutti i terreni da giardino ben drenati, in posizioni riparate e soleggiate, come piante annuali.

Potatura: in marzo si tagliano gli esemplari di T. Gregorii a 25 cm dalla base. Nello stesso periodo si diradano gli esemplari adulti di T. grandiflora e si accorciano i rami laterali a metà della lunghezza.

Thunbergia alata: pianta originaria del Sud-Africa, alta fino a 3 m. Si tratta di una pianta perenne, rampicante, coltivata spesso come annuale, con foglie ovate. I fiori, con tubo porpora scuro e lobi giallo-arancio, marrone al centro, larghi 5 cm, solitari, sbocciano all'ascella delle foglie da giugno a settembre.
Thunbergia grandiflora: pianta originaria delle regioni settentrionali dell'India, alta fino a 6 m e più. Si tratta di una pianta rampicante, vigorosa, sempreverde, con foglie ovate. I fiori, azzurro-porpora chiaro, larghi 5-8 cm, riuniti in racemi terminali, sbocciano da giugno a settembre.
Thunbergia gregorii: pianta originaria dell'Africa sud-orientale, alta 6 m e più. Si tratta di una pianta rampicante, sempreverde, vigorosa, spesso coltivata come annuale, con foglie ovato-triangolari, verde più o meno scuro. I fiori, solitari, color arancio, larghi 4 cm, sbocciano all'ascella delle foglie da giugno a settembre.


riproduzione: T. alata e T gregorii si seminano in marzo, in terrine riempite con una composta da semi, alla temperatura di 16-18° C. Le piantine si ripicchettano in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi. In aprile-maggio si prelevano da T. grandiflora porzioni di fusto lunghe 10-15 cm e si piantano in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, alla temperatura di 15-20° C. Le talee radicate si invasano e si trattano come la piantine ottenute da seme.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Zauschneria

Zauschneria, genere di 4 specie di piante suffruticose, perenni, semirustiche che producono fiori tubulosi riuniti in racemi. La specie descritta è molto longeva ed è adatta per le bordure erbacee.
Si pianta in settembre ........

Allium (Aglio ornamentale)

Allium Aglio ornamentale, genere di piante bulbose appartenente alla famiglia delle Gigliacee, comprendente circa 350 specie distribuite prevalentemente nelle zone temperate dell’emisfero settentrionale. Lo scapo termina ........

Briza

Briza, genere di 20 specie di graminaceae rustiche, annuali e perenni. Sono coltivate per le pannocchie, molto ornamentali, formate da spighette perlacee o bruno-purpuree, pendenti; si possono impiegare nelle composizini ........

Cynoglossum

Cynoglossum, genere di 50-60 specie di piante erbacee perenni e biennali. Le specie descritte sono rustiche e adatte per la coltivazione nelle aiuole e nelle bordure.
Si piantano in autunno o in primavera in terreni abbastanza ........

Calendula
Calendula: genere di 20-30 specie di piante erbacee o suffruticose, annuali. La specie descritta è quella che più comunemente viene coltivata, eccellente per bordure e per fiori da recidere. Può ........

 

Ricetta del giorno
Orecchiette con ricotta
FAre bollire in una pentola di generose dimensioni 3 litri d’acqua e salarla con il sale grosso. Buttare la pasta, avendo cura di mescolare subito con ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Albicocco
L'Albicocco, Prunus Armeniaca, è una painta originaria della Cina, è molto diffusa in Italia e produce frutti molto profumati e di sapore delicato.
Si tratta di una specie rustica ma dal momento ........

Echinopsis

Echinopsis, genere di 35 specie di piante perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Cactaceae, che durante l’inverno vanno tenute completamente all’asciutto. Si coltivano per i fiori, imbutiformi, rosa o bianchi, ........

Reseda

Reseda, genere di 60 specie di piante erbacee annuali, biennali e perenni. La specie descritta è perenne ed è coltivata come annuale o biennale nelle bordure e per ottenere fiori da recidere.
Si pianta in terreno abbastanza ........

Acorus

Acorus, genere di 2 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, rustiche. Si coltivano nei terreni umidi, sulle rive dei riuscelli e degli stagni e nelle vasche poco profonde.
Crescono bene nei terreni molto umidi. ........

Caprifoglio (Lonicera)

Caprifoglio (Lonicera), genere di 200 specie di arbusti e piante rampicanti, legnose, sempreverdi e decidue, appartenenti alla famiglia delle Caprifogliacee, originarie dell’Asia, dell’America Settentrionale e dell’Europa. ........


rampicanti da fiore Thunbergia
Thunbergia

Thunbergia, genere di 200 specie di piante rampicanti,erbacee e suffruticose, annuali e perenni, ma che comprende anche piante erbacee a portamento eretto. Le specie rampicanti descritte si coltivano in serra o all'aperto, come annuali. Hanno fiori molto ornamentali, a corolla tubolosa, con 5 lobi terminali, grandi, tondeggianti, appiattiti.
In serra si coltivano in contenitori da 15-20 cm, riempiti con una composta da vasi, e si fanno crescere lungo corde o fili metallici. Le specie perenni si fanno svernare alla temperatura di 8-10° C. In inverno si tiene appena umida la composta, mentre durante il periodo di crescita si annaffia abbondantemente. Si tengono in posizioni ben illuminate e nei mesi più caldi si ombreggiano leggermente i vetri della serra che si provvederà a ventilare quando la temperatura supera i 16° C. La T. gregorii si invasa ogni anno in marzo-aprile. Da giugno a settembre si somministra a tutte le specie un fertilizzante liquido diluito ogni 15 giorni. T. alata e T. gregorii, nelle zone a clima mite, si coltivano all'apeto in tutti i terreni da giardino ben drenati, in posizioni riparate e soleggiate, come piante annuali.

Potatura: in marzo si tagliano gli esemplari di T. Gregorii a 25 cm dalla base. Nello stesso periodo si diradano gli esemplari adulti di T. grandiflora e si accorciano i rami laterali a metà della lunghezza.

Thunbergia alata: pianta originaria del Sud-Africa, alta fino a 3 m. Si tratta di una pianta perenne, rampicante, coltivata spesso come annuale, con foglie ovate. I fiori, con tubo porpora scuro e lobi giallo-arancio, marrone al centro, larghi 5 cm, solitari, sbocciano all'ascella delle foglie da giugno a settembre.
Thunbergia grandiflora: pianta originaria delle regioni settentrionali dell'India, alta fino a 6 m e più. Si tratta di una pianta rampicante, vigorosa, sempreverde, con foglie ovate. I fiori, azzurro-porpora chiaro, larghi 5-8 cm, riuniti in racemi terminali, sbocciano da giugno a settembre.
Thunbergia gregorii: pianta originaria dell'Africa sud-orientale, alta 6 m e più. Si tratta di una pianta rampicante, sempreverde, vigorosa, spesso coltivata come annuale, con foglie ovato-triangolari, verde più o meno scuro. I fiori, solitari, color arancio, larghi 4 cm, sbocciano all'ascella delle foglie da giugno a settembre.


riproduzione: T. alata e T gregorii si seminano in marzo, in terrine riempite con una composta da semi, alla temperatura di 16-18° C. Le piantine si ripicchettano in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi. In aprile-maggio si prelevano da T. grandiflora porzioni di fusto lunghe 10-15 cm e si piantano in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, alla temperatura di 15-20° C. Le talee radicate si invasano e si trattano come la piantine ottenute da seme.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su