erbacee perenni Ipomea (Campanella rampicante)
Ipomea (Campanella rampicante)

Ipomea (Campanella rampicante), genere di 500 specie di piante annuali e perenni, rampicanti e arbusti, delicati e semirustici. Le specie rampicanti descritte hanno fiori a forma di tromba. Sono abbastanza facili da coltivare, ma devono essere piantate in posizioni riparate. Sono adatte anche alla coltivazione in vaso.
Queste piante si coltivano all'apeto, in terreno fertile, leggero in posizioni riparate e soleggiate.  Se si eliminano i fiori appassiti, si ottiene il risultato di prolungarne la fioritura. Per ottenere la fioritura in serra, si coltivano in gruppi di 3, in vasi da 20 cm riempiti con una composta da vasi.

Parassiti animali: Afidi, Cicadelle, Tripidi e Ragnetto rosso infestano le giovani piante causando deperimenti e ingiallimenti fogliari.

Ipomea lobata: pianta originaria del Messico, alta 2-3 m, distanza tra le piante 30 cm. Questa specie attualmente è denominata dai botanici Mina lobata. Si tratta di una pianta perenne, semirustica, coltivata come annuale nelle regioni a clima invernale freddo, con fusti rampicanti e foglie trilobate, verde scuro. I fiori, riuniti in spighe in numero massimo di 12, compaiono da giugno a settembre. Ogni fiore, lungo 5 cm, è color cremisi quando sboccia, successivamente diventa arancio e giallo e, infine, bianco.
Ipomea nil: pianta originaria delle regioni tropicali dell'Asia e dell'Africa, alta 3 m, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta perenne, coltivata in genere come annuale, con foglie trilobae e fiori lunghi 6-8 cm. Ha dato origine a molte varietà, con fiori sosa, porpora, violetti e blu, semplici e doppi.
Ipomea purpurea (Convolvulus major): pianta originaria delle regioni tropicali americane, alta fino a 3-4 m, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta annuale, semirustica, rampicante, con foglie cuoriformi. I fiori, larghi 7-8 cm, isolati o riuniti in gruppi di 3-5, sbocciano all'ascella delle foglie da luglio a settembre. Sono color porpora-violetto e diventano più chiari dopo un giorno. Si aprono all'alba e si chiudono a metà mattina e durano al massimo 2 giorni. Fra le viarietà si ricordano Major Mixed, un miscuglio di piante a fiori semplici e doppi bianchi, malva, rosa-porpora e violetti; Scarlettt O'Hara a fiore cremisi scuro.
Ipomea quamoclit: pianta oroginaria delle regioni tropicali americane, alta 2-3 m e più, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta annuale, semirustica, che può essere coltivata all'aperto in posizioni riparate, con foglie ovato-ellittiche, cordate alla base e acute all'apice. I fiori, rossi e gialli, tubulosi, leggermnte ricurvi, riuniti in racemi lunghi 3-4 cm, sbocciano da luglio a settembre all'ascella delle foglie.
Ipomea tricolor: pianta originaria del Messico, alta 3 m, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta perenne, semirustica, generalmente coltivata come annuale, con fusti sottili e foglie ovato-cuoriformi, verde pallido. I fiori, larghi fino a 8-10 cm, con gola bianca e parte espansa della corolla dapprima rossa e successivamente porpora-violetta, compaiono da luglio a settembre. Si aprono al mattino e appassiscono nel pomeriggio. Tra le varietà si ricordano Flyng Saucer dai fiori con sfumature azzurre e bianche; Heavenly Blue dai fiori con diverse tonalità di azzurro.


riproduzione: si semina sotto vetro in marzo-aprile, alla temperatura di 18° C. I semi di Ipomea Tricolor si immergono in acqua per 24 ore, o si incide il tegumento, prima della semina. Appena possibile, si ripicchettano le piantine in vasi da 12 cm, riempiti con una composta da vasi e si fanno irrobustire prima di piantarle all'aperto alla fine di maggio o in giugno. Si può anche seminare direttamente a dimora in maggio.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Aloe
Aloe: genere di 275 specie di piante perenni originarie del Sud-Africa, coltivate principalmente per le loro rosette di foglie succulente. A prima vista queste piante possono assomigliare alla Agavi, ma a ........

Liriope

La Liriope che fa parte delle Gligliacee è una pianta erbacea perenne, rizomatosa, sempreverde è oroginaria dei climi temperati  e è un genere di 6 specie.
Ha foglieglabre, lineari, ........

Helianthemum (Eliantemo)

Helianthemum (Eliantemo), genere di 100 arbusti sempreverdi o di piante erbacee suffruticose, rustiche, che fioriscono durante l'estate. Sono adatte per il giardino roccioso, ma vanno piantate in posizone adatta in quanto ........

Lunaria

Lunaria, genere di 3 specie di piante erbacee, biennali e perenni. Le due specie rustiche descritte producono fiori con 4 petali disposti a croce, che sbocciano da aprile a giugno, seguiti da frutti a siliqua, con setto ........

Lapageria

Lapageria, genere formato da una sola specie di arbusti rampicanti, sempreverdi, semirustici, che si coltivano all’aperto in posizioni riparate, al coperto dai venti freddi e ben esposte, o in serra.
Non sopportano i ........

 

Ricetta del giorno
Asparagi alla milanese
Raschiare i gambi degli asparagi della pellicola esterna, pareggiare le estremità, in modo che risultino tutti della stessa lunghezza, lavarli, legarli ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Chlorophytum

Chlorophytum, genere di 215 specie di piante erbacee sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae. La specie descritta è abbastanza facile da coltivare sia in serra che in appartamento e anche all’aperto nelle ........

Briza

Briza, genere di 20 specie di graminaceae rustiche, annuali e perenni. Sono coltivate per le pannocchie, molto ornamentali, formate da spighette perlacee o bruno-purpuree, pendenti; si possono impiegare nelle composizini ........

Juniperus (Ginepro)

Juniperus (Ginepro), genere di 60 specie di alberi e arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Cupressaceae, molto diffusi nell’emisfero settentrionale. Alcune specie hanno portamento colonnare o irregolare, altre ........

Sclerea (Salvia sclarea)

Sclerea (Salvia sclarea) o Slarea, pianta erbacea, perenne, aromatica, coltivata anche a livello industriale per la produzione dell'essenza, che viene utilizzata in profumeria. Le foglie possono essere impiegate per aromatizzare ........

Glicine (Wistaria)
Il Glicine (Wistaria) è una pianta che annovera 10 specie rampicanti arbustive, a foglie decidue, rustiche. Sono molto ornamentali e si impiegano per ricoprire muri, archi, pergolati, palizzate e alberi. Contro ........


erbacee perenni Ipomea (Campanella rampicante)
Ipomea (Campanella rampicante)

Ipomea (Campanella rampicante), genere di 500 specie di piante annuali e perenni, rampicanti e arbusti, delicati e semirustici. Le specie rampicanti descritte hanno fiori a forma di tromba. Sono abbastanza facili da coltivare, ma devono essere piantate in posizioni riparate. Sono adatte anche alla coltivazione in vaso.
Queste piante si coltivano all'apeto, in terreno fertile, leggero in posizioni riparate e soleggiate.  Se si eliminano i fiori appassiti, si ottiene il risultato di prolungarne la fioritura. Per ottenere la fioritura in serra, si coltivano in gruppi di 3, in vasi da 20 cm riempiti con una composta da vasi.

Parassiti animali: Afidi, Cicadelle, Tripidi e Ragnetto rosso infestano le giovani piante causando deperimenti e ingiallimenti fogliari.

Ipomea lobata: pianta originaria del Messico, alta 2-3 m, distanza tra le piante 30 cm. Questa specie attualmente è denominata dai botanici Mina lobata. Si tratta di una pianta perenne, semirustica, coltivata come annuale nelle regioni a clima invernale freddo, con fusti rampicanti e foglie trilobate, verde scuro. I fiori, riuniti in spighe in numero massimo di 12, compaiono da giugno a settembre. Ogni fiore, lungo 5 cm, è color cremisi quando sboccia, successivamente diventa arancio e giallo e, infine, bianco.
Ipomea nil: pianta originaria delle regioni tropicali dell'Asia e dell'Africa, alta 3 m, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta perenne, coltivata in genere come annuale, con foglie trilobae e fiori lunghi 6-8 cm. Ha dato origine a molte varietà, con fiori sosa, porpora, violetti e blu, semplici e doppi.
Ipomea purpurea (Convolvulus major): pianta originaria delle regioni tropicali americane, alta fino a 3-4 m, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta annuale, semirustica, rampicante, con foglie cuoriformi. I fiori, larghi 7-8 cm, isolati o riuniti in gruppi di 3-5, sbocciano all'ascella delle foglie da luglio a settembre. Sono color porpora-violetto e diventano più chiari dopo un giorno. Si aprono all'alba e si chiudono a metà mattina e durano al massimo 2 giorni. Fra le viarietà si ricordano Major Mixed, un miscuglio di piante a fiori semplici e doppi bianchi, malva, rosa-porpora e violetti; Scarlettt O'Hara a fiore cremisi scuro.
Ipomea quamoclit: pianta oroginaria delle regioni tropicali americane, alta 2-3 m e più, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta annuale, semirustica, che può essere coltivata all'aperto in posizioni riparate, con foglie ovato-ellittiche, cordate alla base e acute all'apice. I fiori, rossi e gialli, tubulosi, leggermnte ricurvi, riuniti in racemi lunghi 3-4 cm, sbocciano da luglio a settembre all'ascella delle foglie.
Ipomea tricolor: pianta originaria del Messico, alta 3 m, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta perenne, semirustica, generalmente coltivata come annuale, con fusti sottili e foglie ovato-cuoriformi, verde pallido. I fiori, larghi fino a 8-10 cm, con gola bianca e parte espansa della corolla dapprima rossa e successivamente porpora-violetta, compaiono da luglio a settembre. Si aprono al mattino e appassiscono nel pomeriggio. Tra le varietà si ricordano Flyng Saucer dai fiori con sfumature azzurre e bianche; Heavenly Blue dai fiori con diverse tonalità di azzurro.


riproduzione: si semina sotto vetro in marzo-aprile, alla temperatura di 18° C. I semi di Ipomea Tricolor si immergono in acqua per 24 ore, o si incide il tegumento, prima della semina. Appena possibile, si ripicchettano le piantine in vasi da 12 cm, riempiti con una composta da vasi e si fanno irrobustire prima di piantarle all'aperto alla fine di maggio o in giugno. Si può anche seminare direttamente a dimora in maggio.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su