alberi a foglia caduca Ginkgo
Ginkgo

Ginkgo, genere comprendente una sola specie arborea, a foglie decidue, a forma di ventaglio, simili nella forma alle foglioline del capelvenere. Affine, dal punto di vista botanico, alle conifere, è rustica, ma per svilupparsi bene necessita di estati calde. Pianta adatta ai grandi giardini.
Questa pianta, pur essendo rustica, preferisce le posizioni calde e soleggiate. Si coltiva in tutti i terreni, preferibilmente arricchiti con terriccio di foglie o letame ben maturo. Si pianta da novembre all'inizio di aprile.

Potatura: Questa pianta non sopporta affatto la potatura. I rami accorciati seccano inesorabilmente.

Ginkgo biloba: pianta originaria della Cina, alta fino a 30 m, con chiona del diametro di 5-10 m. Si tratta di una pianta dioica, a crescita lenta ma molto longeva, con chiona più o meno slanciata e rami di 2 tipi: lunghi e senza foglie (macroblasti) e molto corti (brachiblasti), portanti le foglie verso l'estremità. La corteccia è grigio scuro, scanalata e fessurata. Le foglie, cuoiose, a forma di ventaglio, parzialmente divise nella parte centrale, lungamente picciolate, verde chiaro, diventano più scure durante l'estate, e giallo-dorate in autunno. I fiori maschili sono riuniti in amenti gialli, spessi e brevi e compaiono contemporaneamente alle foglie. I fiori femminili, portati a coppie da lunghi peduncoli, sbocciano in estate. I semi, verdi, globosi, lunghi 2,5 cm o più, al momento della maturazione diventano gialli ed emanano un odore sgradevole, per cui è sempre meglio coltivare individui maschili.


riproduzione: si semina subito dopo la maturazione dei semi, preferibilmente non oltre ottobre, in vassoi riempiti con una composta da semi, in cassone freddo. Appena possibile, da ottobre al marzo successivo, si trapiantano le piantine in vivaio e si coltivano per 3-4 anni, prima della messa a dimora.
esposizione:
fioritura:




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Actinidia – Kiwi

Actinidia o Kiwi, genere di 40 specie di arbusti rampicanti rustici a foglie caduche, appartenenti alla famiglia delle Actinidiacee, originari dell’Asia Orientale, adatti per coprire muri, pergole e tronchi di vecchi alberi. ........


Trapa

Trapa, genere comprendente alcune specie acquatiche, appartenenti alla famiglia delle Trapaceae, diffuse allo stato spontaneo nelle regioni sud-orientali europee, nelle zone temperate e tropicali dell’Asia e in Africa. La ........

Cynoglossum

Cynoglossum, genere di 50-60 specie di piante erbacee perenni e biennali. Le specie descritte sono rustiche e adatte per la coltivazione nelle aiuole e nelle bordure.
Si piantano in autunno o in primavera in terreni abbastanza ........

Shortia

Shortia, genere di 8-9 specie di piante erbacee, perenni, sempreverdi, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Diapensiaceae. Le specie descritte sono adatte per le zone fresche del giardino roccioso.
Crescono bene ........

 

Ricetta del giorno
Caprese mozzarella e anguria
Fare bollire l'aceto balsamico e lo zucchero in un pentolino a fuoco medio fin quando non avrà assunto l'aspetto di uno sciroppo denso, simile al miele, ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Symphoricarpos (Sinforina)

Symphoricarpos (Sinforina), genere di 18 specie di arbusti rustici a foglie decidue, della famiglia delle Caprifoliaceae, adatti per le posizioni ombreggiate. Sono arbusti polloniferi, che producono bacche grandi, bianche ........

Anèmone (Anemone)

L'Anemone, orignairia dell'Europa, Caucaso, Siberia, Asia minore, bacino del Mediterraneo, Cina, America del Nord e Giappone ha circa un centinaio di specie ed è una pianticella erbacea, dotata di un piccolo ........

Gazania (Gazania)
La Gazania (Gazania) è originaria dell'Africa del Sud, comprende circa 25 specie ed è un'erbacea perenne o annuale, a vegetazione cespugliosa e con steli spesso striscianti. Le foglie sono radicali, ........

Skimmia

Skimmia, genere di 7-8 specie di arbusti sempreverdi, rustici, a crescita lenta, i cui fiori, maschili e femminili, sbocciano in marzo-aprile su piante separate. Sono fiori piccoli, stellati, riuniti in pannocchie terminali, ........

Cotognàastro (Cotoneaster)
Il Cotognàastro (Cotoneaster) , originario dell'Africa settentrinale, Asia, Europa, comprende circa 40 specie delle quali 2 spontanee in Italia, è un arbusto rustico di varia altezza, a foglie persistenti ........


alberi a foglia caduca Ginkgo
Ginkgo

Ginkgo, genere comprendente una sola specie arborea, a foglie decidue, a forma di ventaglio, simili nella forma alle foglioline del capelvenere. Affine, dal punto di vista botanico, alle conifere, è rustica, ma per svilupparsi bene necessita di estati calde. Pianta adatta ai grandi giardini.
Questa pianta, pur essendo rustica, preferisce le posizioni calde e soleggiate. Si coltiva in tutti i terreni, preferibilmente arricchiti con terriccio di foglie o letame ben maturo. Si pianta da novembre all'inizio di aprile.

Potatura: Questa pianta non sopporta affatto la potatura. I rami accorciati seccano inesorabilmente.

Ginkgo biloba: pianta originaria della Cina, alta fino a 30 m, con chiona del diametro di 5-10 m. Si tratta di una pianta dioica, a crescita lenta ma molto longeva, con chiona più o meno slanciata e rami di 2 tipi: lunghi e senza foglie (macroblasti) e molto corti (brachiblasti), portanti le foglie verso l'estremità. La corteccia è grigio scuro, scanalata e fessurata. Le foglie, cuoiose, a forma di ventaglio, parzialmente divise nella parte centrale, lungamente picciolate, verde chiaro, diventano più scure durante l'estate, e giallo-dorate in autunno. I fiori maschili sono riuniti in amenti gialli, spessi e brevi e compaiono contemporaneamente alle foglie. I fiori femminili, portati a coppie da lunghi peduncoli, sbocciano in estate. I semi, verdi, globosi, lunghi 2,5 cm o più, al momento della maturazione diventano gialli ed emanano un odore sgradevole, per cui è sempre meglio coltivare individui maschili.


riproduzione: si semina subito dopo la maturazione dei semi, preferibilmente non oltre ottobre, in vassoi riempiti con una composta da semi, in cassone freddo. Appena possibile, da ottobre al marzo successivo, si trapiantano le piantine in vivaio e si coltivano per 3-4 anni, prima della messa a dimora.
esposizione:
fioritura:



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su