erbacee bulbose Crinum
Crinum

Crinum, genere di più di 100 specie di piante bulbose, delicate. Le specie descritte possono essere coltivate all'aperto solo nelle zone a clima mite. Nell'Italia settentrionale si coltivano in vaso, portando le piante al riparo in autunno. Hanno foglie nastriformi, appuntite, e fiori riuniti in ombrelle terminali.
In marzo-aprile si piantano i bulbi in terreno fertile, ben drenato, alla distanza di 30-45 cm e alla profondità di 25-30 cm. In estate si annaffiano abbondantemente. I bulbi possono essere tolti dal terreno in novembre o lasciati indisturbati per più anni. Nelle zone a inverni freddi, in marzo si piantano i bulbi in vasi da 20-25 cm, riempiti con una composta da vasi, in ambiente protetto. All'inizio di maggio si portano i contenitori all'aperto e all'inizio di ottobre si rientrano nella serra. Si rinvasano ogni 3 anni, nel mese di marzo.

Crinum bulbispermum: pianta originaria del Sud-Africa, alta 70-80 cm. Si tratta di una pianta con bulbi di grandi dimensioni a foglie sempreverdi, rivolte verso l'esterno e i fiori, molto grandi, bianchi, talvolta sfumati di rosso, sbocciano all'inizio dell'estate.
Crinum moorei: pianta originaria del Sud-Africa, alta 0,8-1 m. Si tratta di una pianta con bulbi e foglie simili alla precedente e dai fiori bianchi o rosa, grandi, che compaiono in maggio-giugno.
Crinum x powellii: ibrido orticolo alto 70-80 cm, derivato dall'incrocio delle due specie precedenti. I fiori, bianchi o rosa, sbocciano da giugno in poi.


riproduzione: appena i semi sono maturi, si mettono a uno a uno in vasi di 8-10 cm riempiti con una composta da semi. Si fanno germinare alla temperatura di 21° C. Le piantine si annaffiano durante tutto l'anno, se la temperatura non scende sotto i 15° C; se invece in inverno la temperatura è più bassa, le annaffiature devono essere ridotte. Nelle zone a clima mite, si può anche seminare in piena terra, proteggendo la superfice del terreno durante l'inverno con foglie, torba o cenere. In marzo si possono anche separare i bulbilli e invasarli singolarmente e si faranno crescere allo stesso modo delle piantine ottenute da seme. I bulbilli danno piante in grado di fiorire dopo 3 anni, mentre quelle ottenute da seme dopo 4-5 anni.
esposizione:
fioritura: a partire dall'inizio della primavera a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Schizanthus

Schizanthus, genere di 15 specie di piante erbacee annuali, appartenenti alla famiglia delle Scrophulariaceae, adatte per le bordure annuali e pe la produzione di fiori da recidere.
All’aperto si coltivano in terreno ........

Romneya

Romneya, genere di 2 specie di pianta suffruticose, perenni, molto ornamentali, con fiori simili a quelli dei papaveri, non sempre facili da coltivare, rustiche solo nelle zone a clima mite. Non sono adatte per le bordure ........

Dipelta

Dipelta, genere di 4 specie di arbusti a foglie decidue, rustici o semirustici, originari della Cina, coltivati per i loro fiori appariscenti e per la corteccia molto ornamentale.
Si coltivano in qualsiasi terreno da ........

Sclerea (Salvia sclarea)

Sclerea (Salvia sclarea) o Slarea, pianta erbacea, perenne, aromatica, coltivata anche a livello industriale per la produzione dell'essenza, che viene utilizzata in profumeria. Le foglie possono essere impiegate per aromatizzare ........

Jeffersonia

Jeffersonia, genere di 2 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Berberidaceae, adatte per il giardino roccioso. I fiori, solitari, a forma di coppa, compaiono in marzo-aprile. In autunno ........

 

Ricetta del giorno
Insalata con feta e polpa di granchio
Lavare la menta, asciugarla, staccare le foglie dal rametto e tritarle. Versare lo yogurt in una ciotola con il succo di limone, l’olio, sale, pepe e ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Callistemon

Callistemon, genere di 25 specie di arbusti o piccoli alberi sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Myrtaceae, spontanei in Australia e Tasmania. Molte specie sono assai ornamentali per le loro curiose infiorescenze, ........

Bergenia
La Bergenia , originaria della Siberia, Himalaya, comprende 6 specie ed è una pianta erbacea perenne rustica, sempreverde.
Le foglie sono coriacee,  ovate, lunghe anche 20 cm e più, color verde ........

Ananas

Ananas, genere di 5 specie di piante sempreverdi di origine tropicale, appartenenti alla famiglia delle Bromeliacee. Sono terrestri, con foglie nastriformi, rigide, dai margini spinosi, e una di queste specie è il ben noto ........

Skimmia

Skimmia, genere di 7-8 specie di arbusti sempreverdi, rustici, a crescita lenta, i cui fiori, maschili e femminili, sbocciano in marzo-aprile su piante separate. Sono fiori piccoli, stellati, riuniti in pannocchie terminali, ........

Lathyrus (pisello ornamentale)

Lathyrus (pisello ornamentale), genere di 130 specie di piante erbacee e suffruticose, rustiche, annuali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Papilionaceae, molte delle quali sono rampicanti e si attaccano ai sostegni ........


erbacee bulbose Crinum
Crinum

Crinum, genere di più di 100 specie di piante bulbose, delicate. Le specie descritte possono essere coltivate all'aperto solo nelle zone a clima mite. Nell'Italia settentrionale si coltivano in vaso, portando le piante al riparo in autunno. Hanno foglie nastriformi, appuntite, e fiori riuniti in ombrelle terminali.
In marzo-aprile si piantano i bulbi in terreno fertile, ben drenato, alla distanza di 30-45 cm e alla profondità di 25-30 cm. In estate si annaffiano abbondantemente. I bulbi possono essere tolti dal terreno in novembre o lasciati indisturbati per più anni. Nelle zone a inverni freddi, in marzo si piantano i bulbi in vasi da 20-25 cm, riempiti con una composta da vasi, in ambiente protetto. All'inizio di maggio si portano i contenitori all'aperto e all'inizio di ottobre si rientrano nella serra. Si rinvasano ogni 3 anni, nel mese di marzo.

Crinum bulbispermum: pianta originaria del Sud-Africa, alta 70-80 cm. Si tratta di una pianta con bulbi di grandi dimensioni a foglie sempreverdi, rivolte verso l'esterno e i fiori, molto grandi, bianchi, talvolta sfumati di rosso, sbocciano all'inizio dell'estate.
Crinum moorei: pianta originaria del Sud-Africa, alta 0,8-1 m. Si tratta di una pianta con bulbi e foglie simili alla precedente e dai fiori bianchi o rosa, grandi, che compaiono in maggio-giugno.
Crinum x powellii: ibrido orticolo alto 70-80 cm, derivato dall'incrocio delle due specie precedenti. I fiori, bianchi o rosa, sbocciano da giugno in poi.


riproduzione: appena i semi sono maturi, si mettono a uno a uno in vasi di 8-10 cm riempiti con una composta da semi. Si fanno germinare alla temperatura di 21° C. Le piantine si annaffiano durante tutto l'anno, se la temperatura non scende sotto i 15° C; se invece in inverno la temperatura è più bassa, le annaffiature devono essere ridotte. Nelle zone a clima mite, si può anche seminare in piena terra, proteggendo la superfice del terreno durante l'inverno con foglie, torba o cenere. In marzo si possono anche separare i bulbilli e invasarli singolarmente e si faranno crescere allo stesso modo delle piantine ottenute da seme. I bulbilli danno piante in grado di fiorire dopo 3 anni, mentre quelle ottenute da seme dopo 4-5 anni.
esposizione:
fioritura: a partire dall'inizio della primavera a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su