arbusti a foglia caduca Disanthus
Disanthus

Disanthus, comprende una sola specie arbustiva, rustica, a foglie decidue, originaria del Giappone. Si coltiva soprattutto per il fogliame che in autunno assume colori spettacolari.
Questo arbusto non tollera i terreni calcarei e si coltiva solo in quelli neutri o acidi, torbosi e umidi. Si pianta in ottobre o in marzo al sole o in posizioni parzialmente ombreggiate, ma ben riparate; cresce bene in un sottobosco luminoso. Durante l'inverno, al Nord, le piante giovani si proteggono con uno strato di paglia e, una volta cresciuti, questi arbusti sono completamente rustici.

Potatura: in febbraio si tagliano i rami danneggiati

Disanthus cercidifolius:
pianta originaria del Giappone, alta 2-3 m e del diametro di 2-2,5 m. Si tratta di una specie a portamento eretto e compatto, con rami sottili. Le foglie, tondeggianti o cuoriformi, hanno nervature prominenti e sono color berde-azzurro. In autunno il fogliame diventa di un bel color scarlatto. I fiori, insignificanti, a forma di stella, larghi 1 cm, color porpora scuro, sbocciano a coppie all'ascella delle foglie, in ottobre, dopo la loro caduta.


riproduzione: in settembre-ottobre si margottano i rametti e si separano dalla pianta madre dopo 1-2 anni. In luglio si prelevano talee, lunghe 10 cm, con una porzione di ramo portante, dai germogli laterali, e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione, alla temperatura di 16-18° C. Le talee radicate si invasano in contenitori da 6-8 cm, riempiti con una composta da vasi, assolutamente priva di calcare, e le piantine trascorreranno l'inverno in cassone freddo. In aprile-maggio si trapintano in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima di essere messe a dimora.
esposizione:
fioritura: ottobre




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Lamarckia

Lamarckia, genere comprendente una sola specie erbacea, annuale, diffusa allo stato spontaneo nei paesi del bacino del Mediterraneo. Può essere utlizzata nelle bordure annuali e miste. Le infiorescenze possono essere seccate ........

Liriope

La Liriope che fa parte delle Gligliacee è una pianta erbacea perenne, rizomatosa, sempreverde è oroginaria dei climi temperati  e è un genere di 6 specie.
Ha foglieglabre, lineari, ........

Myrtus (Mirto)

Myrtus (Mirto), genere di 100 specie di arbusti e, raramente, di piccoli alberi sempreverdi, delicati e semirustici, con foglie aromatiche. I fiori, solitari, appiattiti, bianchi, con 5 petali e stami, prominenti, sbocciano ........

Actaea

Actaea, genere di circa 10 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, adatte per il giardino roccioso, le bordure e il sottobosco.
Queste piante crescono bene nei terreni ricchi di sostanza organica, in posizioni ombreggiate. ........

Dahlia (Dalia)

Dahlia (Dalia), genere di 20 specie di piante perenni, semirustiche, con radici tuberizzate e dalla abbondante fioritura estiva. Le moderne varietà di dalia, che si prestano benissimo sia per forma che per  i colori, ........

 

Ricetta del giorno
Biscotti al limone
Lavorate il burro (tenendone da parte un cucchiaio che occorrerà in seguito) ammorbidito con lo zucchero e la buccia di limone grattuggiata; quando saranno ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Ipèrico (Hypericum)
L' Ipèrico (Hypericum) , originario dell'Europa, bacino del mediterraneo, Asia Minore, Himalaya, Yunnan, e America settentrionale, comprende circa 400 specie ed è un arbusto sempreverde e una erbacea ........

Melograno

Melograno, o Punica granata, pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Punicacee, coltivata per i frutti e anche per il suo valore ornamentale. Originaria dell’Asia occidentale, cresce allo stato spontaneo nelle ........

Artemisia
Artemisia: genere di 400 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni e di arbusti. Queste piante, rustiche e semirustiche, sempreverdi e semisempreverdi, sono adatte per formare siepi, per bordure arbustive e ........

Deschampsia

Deschampsia, genere di 60 specie di piante erbacee, perenni, diffuse nelle zone tropicali, temperate e fredde. Le specie rustiche producono infiorescenze molto ornamentali, adatte per la preparazione di mazzi di fiori secchi.
Si ........

Heliotropium (Eliotropio)

Helitropium (Eliotropio), genere di 250 specie di piante erbacee, annuali, e arbustive, delicate o semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Boraginaceae. Si coltivano solo alcune specie arbustive, tra cui la più comune ........


arbusti a foglia caduca Disanthus
Disanthus

Disanthus, comprende una sola specie arbustiva, rustica, a foglie decidue, originaria del Giappone. Si coltiva soprattutto per il fogliame che in autunno assume colori spettacolari.
Questo arbusto non tollera i terreni calcarei e si coltiva solo in quelli neutri o acidi, torbosi e umidi. Si pianta in ottobre o in marzo al sole o in posizioni parzialmente ombreggiate, ma ben riparate; cresce bene in un sottobosco luminoso. Durante l'inverno, al Nord, le piante giovani si proteggono con uno strato di paglia e, una volta cresciuti, questi arbusti sono completamente rustici.

Potatura: in febbraio si tagliano i rami danneggiati

Disanthus cercidifolius:
pianta originaria del Giappone, alta 2-3 m e del diametro di 2-2,5 m. Si tratta di una specie a portamento eretto e compatto, con rami sottili. Le foglie, tondeggianti o cuoriformi, hanno nervature prominenti e sono color berde-azzurro. In autunno il fogliame diventa di un bel color scarlatto. I fiori, insignificanti, a forma di stella, larghi 1 cm, color porpora scuro, sbocciano a coppie all'ascella delle foglie, in ottobre, dopo la loro caduta.


riproduzione: in settembre-ottobre si margottano i rametti e si separano dalla pianta madre dopo 1-2 anni. In luglio si prelevano talee, lunghe 10 cm, con una porzione di ramo portante, dai germogli laterali, e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione, alla temperatura di 16-18° C. Le talee radicate si invasano in contenitori da 6-8 cm, riempiti con una composta da vasi, assolutamente priva di calcare, e le piantine trascorreranno l'inverno in cassone freddo. In aprile-maggio si trapintano in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima di essere messe a dimora.
esposizione:
fioritura: ottobre



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su