arbusti a foglia caduca Disanthus
Disanthus

Disanthus, comprende una sola specie arbustiva, rustica, a foglie decidue, originaria del Giappone. Si coltiva soprattutto per il fogliame che in autunno assume colori spettacolari.
Questo arbusto non tollera i terreni calcarei e si coltiva solo in quelli neutri o acidi, torbosi e umidi. Si pianta in ottobre o in marzo al sole o in posizioni parzialmente ombreggiate, ma ben riparate; cresce bene in un sottobosco luminoso. Durante l'inverno, al Nord, le piante giovani si proteggono con uno strato di paglia e, una volta cresciuti, questi arbusti sono completamente rustici.

Potatura: in febbraio si tagliano i rami danneggiati

Disanthus cercidifolius:
pianta originaria del Giappone, alta 2-3 m e del diametro di 2-2,5 m. Si tratta di una specie a portamento eretto e compatto, con rami sottili. Le foglie, tondeggianti o cuoriformi, hanno nervature prominenti e sono color berde-azzurro. In autunno il fogliame diventa di un bel color scarlatto. I fiori, insignificanti, a forma di stella, larghi 1 cm, color porpora scuro, sbocciano a coppie all'ascella delle foglie, in ottobre, dopo la loro caduta.


riproduzione: in settembre-ottobre si margottano i rametti e si separano dalla pianta madre dopo 1-2 anni. In luglio si prelevano talee, lunghe 10 cm, con una porzione di ramo portante, dai germogli laterali, e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione, alla temperatura di 16-18° C. Le talee radicate si invasano in contenitori da 6-8 cm, riempiti con una composta da vasi, assolutamente priva di calcare, e le piantine trascorreranno l'inverno in cassone freddo. In aprile-maggio si trapintano in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima di essere messe a dimora.
esposizione:
fioritura: ottobre




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Silybum

Silybum, genere di 2 specie di piante erbacee, annuali o biennali, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Compositae. La specie descritta, adatta per le bordure, si coltiva in particolar modo per le foglie che sono molto ........

Coreopsis (Coreosside)

Coreopsis (Coreosside), genere di 120 specie di piante erbacee annuali e perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Compositae. Le specie descritte fioriscono abbondantemente. Sono piante cespugliose, con foglie ........

Linnaea

Linnaea, genere di 3 specie di piante suffruticose, sempreverdi, rustiche, a portamnto prostrato. La specie descritta è adatta per le zone ombreggiate del giardino roccioso.
Si pianta in settembre o in marzo, in terreno ........

Polemonium
Polemonium, genere di circa 50 specie di piante erbacee perenni, rustiche, facili da coltivare nelle bordure, nelle aiuole e in grandi gruppi nei prati. I fiori, campanulati, sono di colore variabile dall'azzurro ........

Carpinus (Carpino)

Carpinus (Carpino), genere di 35 specie di alberi a foglie decidue, distribuiti nell'emisfero settentrionale. Possono essere utilizzati sia come esemplari isolati sia per formare siepi e, per tale impiego, è particolarmente ........

 

Ricetta del giorno
Risotto alle castagne
Fare soffriggere lo scalogno tritato con un filo d’olio in una padella antiaderente. Sminuzzare le castagne finemente e metterle da parte.
Aggiungere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Romneya

Romneya, genere di 2 specie di pianta suffruticose, perenni, molto ornamentali, con fiori simili a quelli dei papaveri, non sempre facili da coltivare, rustiche solo nelle zone a clima mite. Non sono adatte per le bordure ........

Fothergilla

Fothergilla, genere di 4 specie di arbusti a foglie decidue, rustici, a crescita lenta, originari delle regioni sud-orientali dell'America settentrionale. Questi arbusti sono molto ornamentali per i brillanti colori autunnali ........

Santolina

Santolina, genere di 10 specie di arbusti nani, sempreverdi, rustici, con foglie finemente divise, adatti per il primo piano delle bordure arbustive o per il giardino roccioso, ma si possono anche utilizzare per formare ........

Larix (Larice)

Larix (Larice), genere di 12 specie di conifere decidue appartenenti alla famiglia delle Pinaceae, originarie delle zone temperate dell’emisfero settentrionale. Sono alberi molto ornamentali, con chioma rada, piramidale, ........

Tagete (Tagetes)
Il Tagete (Tagetes) è un'erbacea annuale, talvolta perenne originaria dell'Americhe e comprende circa 30 specie.
Le foglie, pennate o suddivise in liobi, talvolta lenceolate, di color verde scuro, emanano ........


arbusti a foglia caduca Disanthus
Disanthus

Disanthus, comprende una sola specie arbustiva, rustica, a foglie decidue, originaria del Giappone. Si coltiva soprattutto per il fogliame che in autunno assume colori spettacolari.
Questo arbusto non tollera i terreni calcarei e si coltiva solo in quelli neutri o acidi, torbosi e umidi. Si pianta in ottobre o in marzo al sole o in posizioni parzialmente ombreggiate, ma ben riparate; cresce bene in un sottobosco luminoso. Durante l'inverno, al Nord, le piante giovani si proteggono con uno strato di paglia e, una volta cresciuti, questi arbusti sono completamente rustici.

Potatura: in febbraio si tagliano i rami danneggiati

Disanthus cercidifolius:
pianta originaria del Giappone, alta 2-3 m e del diametro di 2-2,5 m. Si tratta di una specie a portamento eretto e compatto, con rami sottili. Le foglie, tondeggianti o cuoriformi, hanno nervature prominenti e sono color berde-azzurro. In autunno il fogliame diventa di un bel color scarlatto. I fiori, insignificanti, a forma di stella, larghi 1 cm, color porpora scuro, sbocciano a coppie all'ascella delle foglie, in ottobre, dopo la loro caduta.


riproduzione: in settembre-ottobre si margottano i rametti e si separano dalla pianta madre dopo 1-2 anni. In luglio si prelevano talee, lunghe 10 cm, con una porzione di ramo portante, dai germogli laterali, e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione, alla temperatura di 16-18° C. Le talee radicate si invasano in contenitori da 6-8 cm, riempiti con una composta da vasi, assolutamente priva di calcare, e le piantine trascorreranno l'inverno in cassone freddo. In aprile-maggio si trapintano in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima di essere messe a dimora.
esposizione:
fioritura: ottobre



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su