arbusti sempreverdi Corbezzolo (Arbutus)
Corbezzolo (Arbutus)

Il Corbezzolo è'  un  arbusto o  alberello sempreverde e legnoso diffuso in tutta la fascia mediterranea, originario dell'Asia minore, Africa del nord, Europa occidentale, Canarie e America centro-meridionale.
 E’ una specie a rapido accrescimento,  xerofila e frugale, cioè si adatta a qualsiasi substrato, anche se predilige terreni sciolti, acidi o neutri. In genere è’ ricco di polloni con portamento arbustivo ma talvolta si sviluppa a portamento arboreo raggiungendo dimensioni considerevoli, anche 10 metri.
Ha una forte capacità pollonifera, quindi dopo il taglio ricaccia abbondantemente. 
Un aspetto singolare del corbezzolo, che lo rende molto caratteristico e attraente, soprattutto per scopi ornamentali,  è il fatto che in autunno presenta contemporaneamente: i fiori, i frutti maturi dell’anno precedente (gialli, arancioni e rossi) e quelli verdi dell’anno. Dalle bacche si ricava un buon distillato, mentre, dai fiori è particolarmente apprezzato il miele.
La corteccia è rossastra e si sfoglia in lamine sottili. Le foglie, persistenti, coriacee, con margini debtati sono di color verde brillante.
le foglie sono a forma di campanella, riuniti in frappoli, dal colore che varia dal bianco, al rosa e al rosso a seconda della specie.
I frutti, commestibili sono molto simili a fragole. Sono rosso-arancio e giungono a maturazione a fine estate.
La piantagione si esegue e fine estate, prima della comparsa dei fiori, in terreno asciutto, friabile e sabbioso, acido o neutro, privo di calcare.

Arbutus Andrachne: alto circa 8 m, ha fiori bianco-verdi e frutti rosso chiaro
Arbutus Menziesii: raggiunge anche i 20 m di altezza, almeno in Ameriaca, suo paese di origine. Fiorisce in bianco in primavera-estate e i frutti sono rosso vivo
Arbutus arizonica: alto anche 10 m, ha corteccia chiara e fiori bianchi in primavera e frutti rosso arancio.
Arbutus Unedo: alto da 1 a 10 m, è la specie più coltivata nel nostro Paese. Ha fiori bianchi in mazzetti che cominciano ad apparire in settembre e termina tra dicembre e gennaio. I frutti maturano tra agosto e settembre, commestibili, hanno superficie granulosa in rosso-arancio.


riproduzione: per seme
esposizione:
fioritura: primavera-autunno a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Monarda

Monarda, genere di 12 piante perenni ed annuali, rustiche, con foglie romatiche. Allo stato spontaneo questa pianta cresce nel sottobosco e lungo i corsi d'acqua. La varietà Didyma è adatta per essere coltivata nelle bordure ........

Erigeron (Erigero)

Erigeron (Erigero), genere di oltre 200 specie di piante erbacee, perenni, biennali e annuali, rustiche. Tutte le specie descritte sono perenni. Le varietà hanno fiori più grandi e colorati delle specie tipiche e sono quindi ........

Cavolo (Broccolo)

Cavolo (Broccolo), piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Crucifere, conosciute sin dall’antichità come piante dalle proprietà ........

Erica

Erica, genere di  oltre 500 specie di piante arbustive e suffruticose, sempreverdi, quasi tutte di origine sud-africana, mentre solo una di queste è rustica in Europa. Le specie spontanee nell’Europa occidentale e lungo ........

Celastrus (Celastro)

Celastrus, genere comprendente una trentina di specie di arbusti a foglie caduche e sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Celastracee, con fusti volubili alti fino a 7-12 m. I fiori, piccoli, bianco-verdastri, poco ........

 

Ricetta del giorno
Risotto al pesto di rucola
Tagliate a fettine sottili lo scalogno e mettetelo nell'olio in una pentola. Fatelo rosolare a fiamma viva e, non appena diventa dorato, aggiungete il ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Malcolmia

Malcolmia, genere di 35 specie di piante erbacee, per la maggior parte annuali. La specie descritta può essere impiegata nel primo piano delle bordure e nei giardini rocciosi.
Può essere coltivara in qualsiasi terreno ........

Mazus

Mazus, genere di 20 specie di piante erbacee perenni, rustiche, striscianti, appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae, adatte per il giardino roccioso. Le specie descritte hanno foglie verde chiaro, talvolta sfumate ........

Lamarckia

Lamarckia, genere comprendente una sola specie erbacea, annuale, diffusa allo stato spontaneo nei paesi del bacino del Mediterraneo. Può essere utlizzata nelle bordure annuali e miste. Le infiorescenze possono essere seccate ........

Elisma

Elisma, genere comprendente una sola specie di piante acquatiche rustiche, rizomatose,  appartenenti alla famiglia delle Alismataceae, spontanea nelle regioni centro-occidentali dell’Europa, adatta per la coltivazione ........

Cypripedium
La Cypripedium (scarpetta di Venere) fa parte delle Orchidaceae, è originaria dell'Europa, Italia, Asia America settentrionale, comprende 50 specie di orchidee rizomatose prevalentemente terrestri, rustiche, ........


arbusti sempreverdi Corbezzolo (Arbutus)
Corbezzolo (Arbutus)

Il Corbezzolo è'  un  arbusto o  alberello sempreverde e legnoso diffuso in tutta la fascia mediterranea, originario dell'Asia minore, Africa del nord, Europa occidentale, Canarie e America centro-meridionale.
 E’ una specie a rapido accrescimento,  xerofila e frugale, cioè si adatta a qualsiasi substrato, anche se predilige terreni sciolti, acidi o neutri. In genere è’ ricco di polloni con portamento arbustivo ma talvolta si sviluppa a portamento arboreo raggiungendo dimensioni considerevoli, anche 10 metri.
Ha una forte capacità pollonifera, quindi dopo il taglio ricaccia abbondantemente. 
Un aspetto singolare del corbezzolo, che lo rende molto caratteristico e attraente, soprattutto per scopi ornamentali,  è il fatto che in autunno presenta contemporaneamente: i fiori, i frutti maturi dell’anno precedente (gialli, arancioni e rossi) e quelli verdi dell’anno. Dalle bacche si ricava un buon distillato, mentre, dai fiori è particolarmente apprezzato il miele.
La corteccia è rossastra e si sfoglia in lamine sottili. Le foglie, persistenti, coriacee, con margini debtati sono di color verde brillante.
le foglie sono a forma di campanella, riuniti in frappoli, dal colore che varia dal bianco, al rosa e al rosso a seconda della specie.
I frutti, commestibili sono molto simili a fragole. Sono rosso-arancio e giungono a maturazione a fine estate.
La piantagione si esegue e fine estate, prima della comparsa dei fiori, in terreno asciutto, friabile e sabbioso, acido o neutro, privo di calcare.

Arbutus Andrachne: alto circa 8 m, ha fiori bianco-verdi e frutti rosso chiaro
Arbutus Menziesii: raggiunge anche i 20 m di altezza, almeno in Ameriaca, suo paese di origine. Fiorisce in bianco in primavera-estate e i frutti sono rosso vivo
Arbutus arizonica: alto anche 10 m, ha corteccia chiara e fiori bianchi in primavera e frutti rosso arancio.
Arbutus Unedo: alto da 1 a 10 m, è la specie più coltivata nel nostro Paese. Ha fiori bianchi in mazzetti che cominciano ad apparire in settembre e termina tra dicembre e gennaio. I frutti maturano tra agosto e settembre, commestibili, hanno superficie granulosa in rosso-arancio.


riproduzione: per seme
esposizione:
fioritura: primavera-autunno a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su