alberi a foglia caduca Cercidiphyllum
Cercidiphyllum

Cercidiphyllum, genere di 2 specie di alberi a foglie decidue, originari della Cina e del Giappone. La specie descritta si coltiva per l'eleganza della chioma e per le foglie che in autunno si colorano di tinte vivaci, dal giallo al rosso.
Si pianta in ottobre o in marzo, in tutti i terreni fertili, tendenzialmente umidi, in posizioni riparate dai venti freddi e dalle gelate mattutine. Cresce bene anche nei terreni calcarei, ma in questo caso i colori autunnali delle foglie risulteranno essere meno vivaci.
Cercidiphyllum japonicum: pianta originaria del Giappone, alta 6-9 m e dalla chioma del diametro di 4-6 m. Si tratta di una specie rustica, sebbene i suoi germogli possano essere danneggiati dalle gelate tardive. Le foglie, rosse da giovani, poi verde brillante, sono tondeggianti, dentate ai margini, grigio-verdi inferiormente, che in autunno assumono colorazioni gialle e rosse. I fiori, maschili e femminili, riuniti in piccoli racemi, compaiono su piante diverse in marzo-aprile, prima delle foglie. I fiori maschili sono formati da un ciuffo di stami sottili con antere rosse, mentre i fiori femminili presentano gruppi di ovari verdi, lunghi 1,5 cm, con stili rosa-porpora, filiformi. Da questi ultimi si formano i frutti che sono follicoli.


riproduzione: si semina in marzo, in contenitori riempiti con una composta da seme, in letto freddo. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter esere maneggiate, si ripicchettano e poi si trapianteranno in vivaio. Andranno messe a dimora dopo 2-3 anni. E' anche possibile moltiplicare questa pianta per mezzo di talee semilegnose, prelevate in primavera e messe a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali.
esposizione:
fioritura:




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Arum

Arum, genere di 15 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, originarie dell'Europa e dei Paesi del bacino del Mediterraneo, con grandi foglie basali, lungamente picciolate e infiorescenze a spadice avvolte da una spata. ........

Leycesteria

Leycesteria, genere di 6 specie di arbusti fioriferi rustici, a foglie decidue. Le due specie descritte hanno portamento eretto, con fusti simili ai Bambù, e producono fiori tubolosi, riuniti in racemi penduli.
Questi ........

Gardènia (Gardenia)
La Gardènia (Gardenia) , originaria delle regioni tropicali e subtropicali dell'Asia e dell'Africa, comprende circa 250 specie ed è un arbusto delicato da fiore sempreverde o semisempreverde.

Acaena

Acaena, genere di 100 specie di piante erbacee, perenni o arbustive. Le due specie rustiche descritte sono adatte per ricoprire il terreno e, inoltre, per la coltivazione nel selciato assieme alle bulbose nane. Formano tappeti ........

Nerine

Nerine, genere di 30 specie di piante bulbose, generalmente delicate. Queste piante hanno dato origine a numerosi ibridi. Le specie descritte hanno foglie lineari, nastriformi, che spuntano generalmente dopo i fiori. Questi ........

 

Ricetta del giorno
Mousse di fragole con panna
Lavare e asciugare le fragole delicatamente, infine privarle del picciolo. Frullare con 70 gr di zucchero e l’acqua di fiori di arancio, fino ad ottenere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Erica

Erica, genere di  oltre 500 specie di piante arbustive e suffruticose, sempreverdi, quasi tutte di origine sud-africana, mentre solo una di queste è rustica in Europa. Le specie spontanee nell’Europa occidentale e lungo ........

Sidalcea

Sidalcea, genere di 25 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, della famiglia delle Malvaceae. La specie descritte, adatta per le bordure soleggiate, è facile da coltivare. Non cresce nelle zone troppo calde e asciutte ........

Myosotis (Non-ti-scordar-di-me)
Myosotis (Non-ti.scordar-di-me) , genere di 50 piante erbacee, annuali e perenni, che hanno dato origine a molte verietà orticole, generalmente coltivate come biennali. Le specie perenni non durano più ........

Cavolo (Broccolo)

Cavolo (Broccolo), piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Crucifere, conosciute sin dall’antichità come piante dalle proprietà ........

Helichrysum

Helichrysum, genere di 500 specie di piante erbacee e suffruticose, annuali e perenni, e di arbusti rustici e semirustici, appartenenti alla famiglia delle Compositae. Sono adatti per i giardini rocciosi soleggiati, dove ........


alberi a foglia caduca Cercidiphyllum
Cercidiphyllum

Cercidiphyllum, genere di 2 specie di alberi a foglie decidue, originari della Cina e del Giappone. La specie descritta si coltiva per l'eleganza della chioma e per le foglie che in autunno si colorano di tinte vivaci, dal giallo al rosso.
Si pianta in ottobre o in marzo, in tutti i terreni fertili, tendenzialmente umidi, in posizioni riparate dai venti freddi e dalle gelate mattutine. Cresce bene anche nei terreni calcarei, ma in questo caso i colori autunnali delle foglie risulteranno essere meno vivaci.
Cercidiphyllum japonicum: pianta originaria del Giappone, alta 6-9 m e dalla chioma del diametro di 4-6 m. Si tratta di una specie rustica, sebbene i suoi germogli possano essere danneggiati dalle gelate tardive. Le foglie, rosse da giovani, poi verde brillante, sono tondeggianti, dentate ai margini, grigio-verdi inferiormente, che in autunno assumono colorazioni gialle e rosse. I fiori, maschili e femminili, riuniti in piccoli racemi, compaiono su piante diverse in marzo-aprile, prima delle foglie. I fiori maschili sono formati da un ciuffo di stami sottili con antere rosse, mentre i fiori femminili presentano gruppi di ovari verdi, lunghi 1,5 cm, con stili rosa-porpora, filiformi. Da questi ultimi si formano i frutti che sono follicoli.


riproduzione: si semina in marzo, in contenitori riempiti con una composta da seme, in letto freddo. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter esere maneggiate, si ripicchettano e poi si trapianteranno in vivaio. Andranno messe a dimora dopo 2-3 anni. E' anche possibile moltiplicare questa pianta per mezzo di talee semilegnose, prelevate in primavera e messe a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali.
esposizione:
fioritura:



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su