alberi a foglia caduca Cercidiphyllum
Cercidiphyllum

Cercidiphyllum, genere di 2 specie di alberi a foglie decidue, originari della Cina e del Giappone. La specie descritta si coltiva per l'eleganza della chioma e per le foglie che in autunno si colorano di tinte vivaci, dal giallo al rosso.
Si pianta in ottobre o in marzo, in tutti i terreni fertili, tendenzialmente umidi, in posizioni riparate dai venti freddi e dalle gelate mattutine. Cresce bene anche nei terreni calcarei, ma in questo caso i colori autunnali delle foglie risulteranno essere meno vivaci.
Cercidiphyllum japonicum: pianta originaria del Giappone, alta 6-9 m e dalla chioma del diametro di 4-6 m. Si tratta di una specie rustica, sebbene i suoi germogli possano essere danneggiati dalle gelate tardive. Le foglie, rosse da giovani, poi verde brillante, sono tondeggianti, dentate ai margini, grigio-verdi inferiormente, che in autunno assumono colorazioni gialle e rosse. I fiori, maschili e femminili, riuniti in piccoli racemi, compaiono su piante diverse in marzo-aprile, prima delle foglie. I fiori maschili sono formati da un ciuffo di stami sottili con antere rosse, mentre i fiori femminili presentano gruppi di ovari verdi, lunghi 1,5 cm, con stili rosa-porpora, filiformi. Da questi ultimi si formano i frutti che sono follicoli.


riproduzione: si semina in marzo, in contenitori riempiti con una composta da seme, in letto freddo. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter esere maneggiate, si ripicchettano e poi si trapianteranno in vivaio. Andranno messe a dimora dopo 2-3 anni. E' anche possibile moltiplicare questa pianta per mezzo di talee semilegnose, prelevate in primavera e messe a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali.
esposizione:
fioritura:




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Libocedrus

Libocedrus, genere di conifere sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Cupressaceae, molto ornamentali, adatte per essere coltivate come esemplari isolati.
Crescono bene nei terreni fertili, umidi ma ben drenati, ........

Maranta

Maranta, genere di 25 specie di piante perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Marantaceae, coltivata per le foglie, molto ornamentali. È diffusa una sola specie, coltivata in serra  ma è adatta anche ........

Godetia (Godezia)

Godetia (Godezia), genere di 20 specie di piante erbacee annuali, rustiche. Le specie descritte sono piante da bordura molto diffuse, folte, con fiori semplici o doppi, molto colorati. Si possono coltivare anche in vaso ........

Ficus

Ficus, genere di 800 specie di alberi e arbusti sempreverdi e a foglie decidue, delicati e rustici, e di piante rampicanti e striscianti, appartenenti alla famiglia delle Moraceae. Le specie sempreverdi descritte vengono ........

Paeonia (Peonia)

Paeonia (Peonia), genere di 33 specie di piante erbacee perenni e di arbusti rustici, coltivati per i fiori eleganti e per il fogliame particolarmente ornamentale, adatte  per la coltivazione nelle bordure erbacee, ........

 

Ricetta del giorno
Risotto alle castagne
Fare soffriggere lo scalogno tritato con un filo d’olio in una padella antiaderente. Sminuzzare le castagne finemente e metterle da parte.
Aggiungere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Trollius (Botton d'oro - Luparia)
Trollius (Botton d'oro - Luparia): genere di 25 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, con fiori globosi, grandi, di colore variabile dal giallo all'arancio. Le foglie sono di color verde più o meno scuro, ........

Galtonia
La Galtonia è una bella pianta bulbosa perenne piuttosto vistosa originaria dell'Africa sudoccidentale e che ha ricevuto il nome in onore dell'antropologo Sir Francis Galton.
Pianta interessante e ........

Schizostylis

Schizostylis, genere di 21 specie di piante rizomatose, perenni, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae. La specie descritta è adatta per le bordure erbacee e miste, per la coltivazione in vaso, sotto vetro e anche per ........

Bignonia

Bignonia, genere comprendente una sola specie rampicante, delicata, appartenente alla famiglia delle Bignoniaceae, di origine sudamericana, che può crescere all’aperto nelle zone più calde del Centro e del Sud del Paese. ........

Lamium
Lamium, genere di 40-50 specie di piante erbacee, perenni e annuali. Le specie descritte sono adatte per le posizioni ombreggiate e i terreni poveri. Alcune di queste, come L.galeobdolon sono adatte come piante tappezzanti, ........


alberi a foglia caduca Cercidiphyllum
Cercidiphyllum

Cercidiphyllum, genere di 2 specie di alberi a foglie decidue, originari della Cina e del Giappone. La specie descritta si coltiva per l'eleganza della chioma e per le foglie che in autunno si colorano di tinte vivaci, dal giallo al rosso.
Si pianta in ottobre o in marzo, in tutti i terreni fertili, tendenzialmente umidi, in posizioni riparate dai venti freddi e dalle gelate mattutine. Cresce bene anche nei terreni calcarei, ma in questo caso i colori autunnali delle foglie risulteranno essere meno vivaci.
Cercidiphyllum japonicum: pianta originaria del Giappone, alta 6-9 m e dalla chioma del diametro di 4-6 m. Si tratta di una specie rustica, sebbene i suoi germogli possano essere danneggiati dalle gelate tardive. Le foglie, rosse da giovani, poi verde brillante, sono tondeggianti, dentate ai margini, grigio-verdi inferiormente, che in autunno assumono colorazioni gialle e rosse. I fiori, maschili e femminili, riuniti in piccoli racemi, compaiono su piante diverse in marzo-aprile, prima delle foglie. I fiori maschili sono formati da un ciuffo di stami sottili con antere rosse, mentre i fiori femminili presentano gruppi di ovari verdi, lunghi 1,5 cm, con stili rosa-porpora, filiformi. Da questi ultimi si formano i frutti che sono follicoli.


riproduzione: si semina in marzo, in contenitori riempiti con una composta da seme, in letto freddo. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter esere maneggiate, si ripicchettano e poi si trapianteranno in vivaio. Andranno messe a dimora dopo 2-3 anni. E' anche possibile moltiplicare questa pianta per mezzo di talee semilegnose, prelevate in primavera e messe a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali.
esposizione:
fioritura:



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su