erbacee perenni Codonopsis
Codonopsis

Codonopsis, genere di circa 30 specie di piante erbacee, rampicanti o ascendenti, annuali e perenni. Hanno fiori a forma di campana o di stella, talvolta con screziature molto belle all'interno della corolla. Sono particolarmente adatte per le scarpate, i muri a secco e il giardino roccioso. Tutte le specie descritte sono perenni, rustiche.
Si piantano fra ottobre e aprile, quando la stagione è favorevole, in posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate, in terreno ben drenato, ricco di sostanza organica. Le specie Convolvulacea e Vinciflora necessitano di sostegni, sui quali si attorcigliano o si lasciano arrampicare su un arbusto. E' opportuno non rimuovere le piante attecchite. I fusti secchi possono essere tagliati a aprtire da ottobre.

Codonopsis clematidea: pianta originaria dell'Asia, alta 30-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie verde chiaro, ovate, acuminate all'apice e dai fiori lunghi 2-4 cm, campanulati, bianchi soffusi di azzurro, con macchie bruno-dorate e venature nere all'interno della corolla, che sbocciano in giugno-luglio.
Codonopsis convolvulacea: pianta originaria della Cina, alta 0,9-1,2 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta esile, con fusti ondulati e foglie lisce, verde chiaro, ovate, alterne e dai fiori a forma di stella, azzurro-lavanda, larghi 3-5 cm che sbocciano in luglio.
Codonopsis ovata: pianta originaria dell'Himalaya e del Kashmir, alta 15-30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta a portamento espanso, con fusti prostrato-ascendenti e foglie ovate, pelose, verde chiaro. I fiori, lunghi 2-4 cm, campanulati, azzurro chiaro con la corolla internamente a macchie arancio e porpora, sbocciano in luglio-agosto.
Codonopsis vinciflora: pianta originaria del Tibet, alta 0,9-1,2 m e del diametro fino a 60 cm. Si tratta di una pianta dai fusti ondulati e foglie ovali-lanceolate, verde chiaro e dai fiori solitari, lunghi 3-5 cm, azzurro-porpora, simili a quelli delle Pervinche e con i lobi della corolla ellittici, espansi, che sbocciano in luglio all'ascella delle foglie superiori.


riproduzione: si semina in marzo in vassoi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo. Si ripicchettano le piantine in terrine, quindi si trapiantano in vivaio e infine si mettono definitivamente a dimora da ottobre in poi. In aprile-maggio si prelevano talee dai germogli basali e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano e si metteranno poi a dimora da ottobre in poi.
esposizione:
fioritura: tra giugno e luglio a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Ionopsidium

Ionopsidium, genere comprendente una sola specie di pianta erbacea annuale, rustica, di dimensioni limitate, adatta per i giardini rocciosi e i lastricati fioriti.
Si tratta di una pianta facile da coltivare se piantata ........

Edraianthus

Edraianthus, genere di 10 specie di piante erbacee, perenni, appartenenti alla famiglia delle Campanulaceae.  Sono tutte piante poco longeve, rustiche, adatte per il giardino roccioso, che producono fiori campanulati, ........

Aruncus

Aruncus, genere di 12 piante arbustive, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Rosacee, adatte ad essere coltivate nelle zone umide.
Si pianta in ottobre o in febbraio-marzo, in posizioni parzialmente ombreggiate, ........

Cortaderia - Erba delle Pampas
La Cortaderia o Erba delle Pampas è una pianta graminacea sempreverde che conta 15 specie. Piante molto uno sfondo scuro. La specie rustica è adatta per le bordure miste e per formare ........

Callistemon

Callistemon, genere di 25 specie di arbusti o piccoli alberi sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Myrtaceae, spontanei in Australia e Tasmania. Molte specie sono assai ornamentali per le loro curiose infiorescenze, ........

 

Ricetta del giorno
Scorze di limone caramellate
Lavare accuratamente i limoni in modo da liberarli da eventuali tracce di pesticidi o altre sostanze chimiche. Pelare i limoni in modo che la scorza sia ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Arctotis

Arctotis, genere di 65 specie di piante annuali, perenni e semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Compositae. Le specie descritte, sebbene perenni, vengono per lo più coltivate come annuali, in quanto difficilmente ........

Alchechengio (Physalis)

Alchechengio (Phisalis), genere che raggruppa diverse specie di piante erbacee o arbustive, appartenenti alla famiglia delle Solonacee, originarie sia dell’Asia che del Mediterraneo, sia del Sudamerica. Hanno la caratteristica ........

Hesperis

Hesperis, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni e biennali, rustiche, adatte a i terreni umidi. La specie descritta è perenne, ma per lo più poco longeva.
Si pianta tra ottobre e marzo, quando le condizioni climatiche ........

Kalanchoe

Kalanchoe, genere di 200 specie di piante perenni, sempreverdi, succulente, coltivate sia per le foglie molto ornamentali, sia per i fiori tubulosi, riuniti in infiorescenze cimose. Sono piante erbacee e suffruticose, con ........

Bergenia
La Bergenia , originaria della Siberia, Himalaya, comprende 6 specie ed è una pianta erbacea perenne rustica, sempreverde.
Le foglie sono coriacee,  ovate, lunghe anche 20 cm e più, color verde ........


erbacee perenni Codonopsis
Codonopsis

Codonopsis, genere di circa 30 specie di piante erbacee, rampicanti o ascendenti, annuali e perenni. Hanno fiori a forma di campana o di stella, talvolta con screziature molto belle all'interno della corolla. Sono particolarmente adatte per le scarpate, i muri a secco e il giardino roccioso. Tutte le specie descritte sono perenni, rustiche.
Si piantano fra ottobre e aprile, quando la stagione è favorevole, in posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate, in terreno ben drenato, ricco di sostanza organica. Le specie Convolvulacea e Vinciflora necessitano di sostegni, sui quali si attorcigliano o si lasciano arrampicare su un arbusto. E' opportuno non rimuovere le piante attecchite. I fusti secchi possono essere tagliati a aprtire da ottobre.

Codonopsis clematidea: pianta originaria dell'Asia, alta 30-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie verde chiaro, ovate, acuminate all'apice e dai fiori lunghi 2-4 cm, campanulati, bianchi soffusi di azzurro, con macchie bruno-dorate e venature nere all'interno della corolla, che sbocciano in giugno-luglio.
Codonopsis convolvulacea: pianta originaria della Cina, alta 0,9-1,2 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta esile, con fusti ondulati e foglie lisce, verde chiaro, ovate, alterne e dai fiori a forma di stella, azzurro-lavanda, larghi 3-5 cm che sbocciano in luglio.
Codonopsis ovata: pianta originaria dell'Himalaya e del Kashmir, alta 15-30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta a portamento espanso, con fusti prostrato-ascendenti e foglie ovate, pelose, verde chiaro. I fiori, lunghi 2-4 cm, campanulati, azzurro chiaro con la corolla internamente a macchie arancio e porpora, sbocciano in luglio-agosto.
Codonopsis vinciflora: pianta originaria del Tibet, alta 0,9-1,2 m e del diametro fino a 60 cm. Si tratta di una pianta dai fusti ondulati e foglie ovali-lanceolate, verde chiaro e dai fiori solitari, lunghi 3-5 cm, azzurro-porpora, simili a quelli delle Pervinche e con i lobi della corolla ellittici, espansi, che sbocciano in luglio all'ascella delle foglie superiori.


riproduzione: si semina in marzo in vassoi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo. Si ripicchettano le piantine in terrine, quindi si trapiantano in vivaio e infine si mettono definitivamente a dimora da ottobre in poi. In aprile-maggio si prelevano talee dai germogli basali e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano e si metteranno poi a dimora da ottobre in poi.
esposizione:
fioritura: tra giugno e luglio a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su