erbacee perenni Codonopsis
Codonopsis

Codonopsis, genere di circa 30 specie di piante erbacee, rampicanti o ascendenti, annuali e perenni. Hanno fiori a forma di campana o di stella, talvolta con screziature molto belle all'interno della corolla. Sono particolarmente adatte per le scarpate, i muri a secco e il giardino roccioso. Tutte le specie descritte sono perenni, rustiche.
Si piantano fra ottobre e aprile, quando la stagione č favorevole, in posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate, in terreno ben drenato, ricco di sostanza organica. Le specie Convolvulacea e Vinciflora necessitano di sostegni, sui quali si attorcigliano o si lasciano arrampicare su un arbusto. E' opportuno non rimuovere le piante attecchite. I fusti secchi possono essere tagliati a aprtire da ottobre.

Codonopsis clematidea: pianta originaria dell'Asia, alta 30-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie verde chiaro, ovate, acuminate all'apice e dai fiori lunghi 2-4 cm, campanulati, bianchi soffusi di azzurro, con macchie bruno-dorate e venature nere all'interno della corolla, che sbocciano in giugno-luglio.
Codonopsis convolvulacea: pianta originaria della Cina, alta 0,9-1,2 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta esile, con fusti ondulati e foglie lisce, verde chiaro, ovate, alterne e dai fiori a forma di stella, azzurro-lavanda, larghi 3-5 cm che sbocciano in luglio.
Codonopsis ovata: pianta originaria dell'Himalaya e del Kashmir, alta 15-30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta a portamento espanso, con fusti prostrato-ascendenti e foglie ovate, pelose, verde chiaro. I fiori, lunghi 2-4 cm, campanulati, azzurro chiaro con la corolla internamente a macchie arancio e porpora, sbocciano in luglio-agosto.
Codonopsis vinciflora: pianta originaria del Tibet, alta 0,9-1,2 m e del diametro fino a 60 cm. Si tratta di una pianta dai fusti ondulati e foglie ovali-lanceolate, verde chiaro e dai fiori solitari, lunghi 3-5 cm, azzurro-porpora, simili a quelli delle Pervinche e con i lobi della corolla ellittici, espansi, che sbocciano in luglio all'ascella delle foglie superiori.


riproduzione: si semina in marzo in vassoi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo. Si ripicchettano le piantine in terrine, quindi si trapiantano in vivaio e infine si mettono definitivamente a dimora da ottobre in poi. In aprile-maggio si prelevano talee dai germogli basali e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano e si metteranno poi a dimora da ottobre in poi.
esposizione:
fioritura: tra giugno e luglio a seconda della specie




Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Gunnera
Gunnera, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, delicate o semirustiche, che comprende specie nane e piante di notevoli dimensioni. Formano grandi cespi e sono adatte per essere coltivate vicino ai laghetti ........

Allium (Aglio ornamentale)

Allium Aglio ornamentale, genere di piante bulbose appartenente alla famiglia delle Gigliacee, comprendente circa 350 specie distribuite prevalentemente nelle zone temperate dell’emisfero settentrionale. Lo scapo termina ........

Lisimāchia (Lysimachia)
La Lisimàchia (Lysimachia) , originaria dell'Asia, Europa e America, comprende circa 100 specie, alcune spontanee in Italia, ed è una erbacea perenne o annuale, rustica o semirustica, glabre o ricoperte  ........

Thermopsis

Thermopsis, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Papilionaceae, simili al lupino, facili da coltivare, adatte per le bordure miste.
Agave
Agave: Genere di 300 specie di piante perenni, succulente, con foglie molto spesso spinose, riunite in rosette basali portate da un fusto breve. Le infiorescenze, a spiga o a pannocchia, si formano al centro della ........

 

Ricetta del giorno
Scorze di limone caramellate
Lavare accuratamente i limoni in modo da liberarli da eventuali tracce di pesticidi o altre sostanze chimiche. Pelare i limoni in modo che la scorza sia ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Phyteuma

Phyteuma, genere di 40 specie di piante erbacee perenni, rustiche, adatte per il giardino roccioso. Hanno infiorescenze dense, globose, formate da fiori tubolosi, minuscoli.
La specie Comosum si pianta all'aperto in marzo, ........

Inula

Inula, genere di 200 specie di piante erbacee perenni, rustiche, dai capolini molto appariscenti. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e le bordure.
Si piantano in autunno o in primavera in terreno ........

Ionopsidium

Ionopsidium, genere comprendente una sola specie di pianta erbacea annuale, rustica, di dimensioni limitate, adatta per i giardini rocciosi e i lastricati fioriti.
Si tratta di una pianta facile da coltivare se piantata ........

Arenaria

Arenaria, genere di 25 specie di piante sempreverdi, annuali, suffruticose, rustiche e semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Caryophyllaceae. Le specie descritte sono nane e formano dei cuscini compatti di vegetazione. ........

Actaea

Actaea, genere di circa 10 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, adatte per il giardino roccioso, le bordure e il sottobosco.
Queste piante crescono bene nei terreni ricchi di sostanza organica, in posizioni ombreggiate. ........


erbacee perenni Codonopsis
Codonopsis

Codonopsis, genere di circa 30 specie di piante erbacee, rampicanti o ascendenti, annuali e perenni. Hanno fiori a forma di campana o di stella, talvolta con screziature molto belle all'interno della corolla. Sono particolarmente adatte per le scarpate, i muri a secco e il giardino roccioso. Tutte le specie descritte sono perenni, rustiche.
Si piantano fra ottobre e aprile, quando la stagione č favorevole, in posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate, in terreno ben drenato, ricco di sostanza organica. Le specie Convolvulacea e Vinciflora necessitano di sostegni, sui quali si attorcigliano o si lasciano arrampicare su un arbusto. E' opportuno non rimuovere le piante attecchite. I fusti secchi possono essere tagliati a aprtire da ottobre.

Codonopsis clematidea: pianta originaria dell'Asia, alta 30-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie verde chiaro, ovate, acuminate all'apice e dai fiori lunghi 2-4 cm, campanulati, bianchi soffusi di azzurro, con macchie bruno-dorate e venature nere all'interno della corolla, che sbocciano in giugno-luglio.
Codonopsis convolvulacea: pianta originaria della Cina, alta 0,9-1,2 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta esile, con fusti ondulati e foglie lisce, verde chiaro, ovate, alterne e dai fiori a forma di stella, azzurro-lavanda, larghi 3-5 cm che sbocciano in luglio.
Codonopsis ovata: pianta originaria dell'Himalaya e del Kashmir, alta 15-30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta a portamento espanso, con fusti prostrato-ascendenti e foglie ovate, pelose, verde chiaro. I fiori, lunghi 2-4 cm, campanulati, azzurro chiaro con la corolla internamente a macchie arancio e porpora, sbocciano in luglio-agosto.
Codonopsis vinciflora: pianta originaria del Tibet, alta 0,9-1,2 m e del diametro fino a 60 cm. Si tratta di una pianta dai fusti ondulati e foglie ovali-lanceolate, verde chiaro e dai fiori solitari, lunghi 3-5 cm, azzurro-porpora, simili a quelli delle Pervinche e con i lobi della corolla ellittici, espansi, che sbocciano in luglio all'ascella delle foglie superiori.


riproduzione: si semina in marzo in vassoi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo. Si ripicchettano le piantine in terrine, quindi si trapiantano in vivaio e infine si mettono definitivamente a dimora da ottobre in poi. In aprile-maggio si prelevano talee dai germogli basali e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano e si metteranno poi a dimora da ottobre in poi.
esposizione:
fioritura: tra giugno e luglio a seconda della specie



Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su