erbacee perenni Codonopsis
Codonopsis

Codonopsis, genere di circa 30 specie di piante erbacee, rampicanti o ascendenti, annuali e perenni. Hanno fiori a forma di campana o di stella, talvolta con screziature molto belle all'interno della corolla. Sono particolarmente adatte per le scarpate, i muri a secco e il giardino roccioso. Tutte le specie descritte sono perenni, rustiche.
Si piantano fra ottobre e aprile, quando la stagione è favorevole, in posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate, in terreno ben drenato, ricco di sostanza organica. Le specie Convolvulacea e Vinciflora necessitano di sostegni, sui quali si attorcigliano o si lasciano arrampicare su un arbusto. E' opportuno non rimuovere le piante attecchite. I fusti secchi possono essere tagliati a aprtire da ottobre.

Codonopsis clematidea: pianta originaria dell'Asia, alta 30-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie verde chiaro, ovate, acuminate all'apice e dai fiori lunghi 2-4 cm, campanulati, bianchi soffusi di azzurro, con macchie bruno-dorate e venature nere all'interno della corolla, che sbocciano in giugno-luglio.
Codonopsis convolvulacea: pianta originaria della Cina, alta 0,9-1,2 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta esile, con fusti ondulati e foglie lisce, verde chiaro, ovate, alterne e dai fiori a forma di stella, azzurro-lavanda, larghi 3-5 cm che sbocciano in luglio.
Codonopsis ovata: pianta originaria dell'Himalaya e del Kashmir, alta 15-30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta a portamento espanso, con fusti prostrato-ascendenti e foglie ovate, pelose, verde chiaro. I fiori, lunghi 2-4 cm, campanulati, azzurro chiaro con la corolla internamente a macchie arancio e porpora, sbocciano in luglio-agosto.
Codonopsis vinciflora: pianta originaria del Tibet, alta 0,9-1,2 m e del diametro fino a 60 cm. Si tratta di una pianta dai fusti ondulati e foglie ovali-lanceolate, verde chiaro e dai fiori solitari, lunghi 3-5 cm, azzurro-porpora, simili a quelli delle Pervinche e con i lobi della corolla ellittici, espansi, che sbocciano in luglio all'ascella delle foglie superiori.


riproduzione: si semina in marzo in vassoi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo. Si ripicchettano le piantine in terrine, quindi si trapiantano in vivaio e infine si mettono definitivamente a dimora da ottobre in poi. In aprile-maggio si prelevano talee dai germogli basali e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano e si metteranno poi a dimora da ottobre in poi.
esposizione:
fioritura: tra giugno e luglio a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Asphodelus (Asfodelo)

Asphodelus (Asfodelo), genere di 12 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, diffuse nel bacino del mediterraneo e nell’Asia occidentale. Crescono bene anche nei luoghi aridi ........

Koelreuteria

La Koelreuteria è un albero che comprende 8 specie, ha foglie decidue, ed è originaria dell'Asia Minore. Ha foglie molto ornamentali e fiori stellati e, a torto, non è molto diffuso nei ........

Cassiope

Cassiope, genere di 12 specie di arbusti sempreverdi rustici, di dimensioni molto limitate, originari delle regioni artiche e delle montagne dell'emisfero settentrionale. Sono piante adatte per i terreni freschi, torbosi; ........

Nandina

Nandina, genere di una sola specie di piante arbustive, sempreverdi, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Berberidaceae, simili al bambù.
Si pianta fra marzo e maggio in terreno fertile, ben drenato, in posizioni ........

Poligono (Polygonum)

Il Poligono (Polygonum), originaria di tutte le zone a clima temperato, è una erbacea che può essere perenne, annuale e anche rampicante, a seconda della specie, circa 150.
le foglie hanno ........

 

Ricetta del giorno
Broccoli marinati
Immergere i broccoli in acqua salata in modo che possano assorbire bene l’acqua e quindi asciugarli bene.
Schiacciare 4 spicchi d'aglio con lo schiaccia ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Griselinia

Griselinia, genere di 6 specie di alberi o arbusti sempreverdi delicati, appartenenti alla famiglia delle Cornaceae. Le specie descritte sono adatte in particolar modo alla formazione di siepi nelle zone marittime a clima ........

Pungitòpo (Ruscus)
Il Pungitòpo (Ruscus) , originario dell'Europa, madera, Caucaso e Persia, comprende 4 specie ed è un piccolo arbusto a fogliame persistente.
Le foglie sono ridotte a piccole squame, quelle comunemente ........

Malva

Malva, genere di 40 specie di piante erbacee annuali e perenni. Le specie descritte sono rustiche, facili da coltivare e danno ottimi risultati in particolare nei terreni poveri. Entrambe hanno grandi fiori imbutiformi.
Si ........

Aglio - Allium sativum

Aglio – Allium sativum, pianta erbacea, perenne, rustica, bulbosa, appartenente alla famiglia delle Liliacee, di cui si consumano gli spicchi del bulbo per il loro sapore e il loro aroma molto forti. Il bulbo, composto da ........

Ailanthus (Ailanto)
Ailanthus (Ailanto): genere di 8-9 specie di alberi rustici, dioici, a foglie decidue, originari dell'Asia centrale e dell'Australia. La specie descritta è impiegata soprattutto per i parchi e per i viali cittadini ........


erbacee perenni Codonopsis
Codonopsis

Codonopsis, genere di circa 30 specie di piante erbacee, rampicanti o ascendenti, annuali e perenni. Hanno fiori a forma di campana o di stella, talvolta con screziature molto belle all'interno della corolla. Sono particolarmente adatte per le scarpate, i muri a secco e il giardino roccioso. Tutte le specie descritte sono perenni, rustiche.
Si piantano fra ottobre e aprile, quando la stagione è favorevole, in posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate, in terreno ben drenato, ricco di sostanza organica. Le specie Convolvulacea e Vinciflora necessitano di sostegni, sui quali si attorcigliano o si lasciano arrampicare su un arbusto. E' opportuno non rimuovere le piante attecchite. I fusti secchi possono essere tagliati a aprtire da ottobre.

Codonopsis clematidea: pianta originaria dell'Asia, alta 30-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie verde chiaro, ovate, acuminate all'apice e dai fiori lunghi 2-4 cm, campanulati, bianchi soffusi di azzurro, con macchie bruno-dorate e venature nere all'interno della corolla, che sbocciano in giugno-luglio.
Codonopsis convolvulacea: pianta originaria della Cina, alta 0,9-1,2 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta esile, con fusti ondulati e foglie lisce, verde chiaro, ovate, alterne e dai fiori a forma di stella, azzurro-lavanda, larghi 3-5 cm che sbocciano in luglio.
Codonopsis ovata: pianta originaria dell'Himalaya e del Kashmir, alta 15-30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta a portamento espanso, con fusti prostrato-ascendenti e foglie ovate, pelose, verde chiaro. I fiori, lunghi 2-4 cm, campanulati, azzurro chiaro con la corolla internamente a macchie arancio e porpora, sbocciano in luglio-agosto.
Codonopsis vinciflora: pianta originaria del Tibet, alta 0,9-1,2 m e del diametro fino a 60 cm. Si tratta di una pianta dai fusti ondulati e foglie ovali-lanceolate, verde chiaro e dai fiori solitari, lunghi 3-5 cm, azzurro-porpora, simili a quelli delle Pervinche e con i lobi della corolla ellittici, espansi, che sbocciano in luglio all'ascella delle foglie superiori.


riproduzione: si semina in marzo in vassoi o terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo. Si ripicchettano le piantine in terrine, quindi si trapiantano in vivaio e infine si mettono definitivamente a dimora da ottobre in poi. In aprile-maggio si prelevano talee dai germogli basali e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano e si metteranno poi a dimora da ottobre in poi.
esposizione:
fioritura: tra giugno e luglio a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su