erbacee perenni Ceratostigma
Ceratostigma

Ceratostigma, genere di 8 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione nelle bordura miste. Nelle regioni a clima invernale molto freddo, non resistono all'aperto. I fiori, tubolosi, con 5 lobi terminali appiattiti, sono azzurri e le foglie assumono in autunno tonalità rosse molto ornamentali.
Si piantano in aprile-maggio in terreno da giardino sciolto, in posizioni soleggiate. In Italia settentrionale possono sopravvivere solo se vengono piantati in luoghi riparati e protetti con foglie o paglia durante l'inverno.

Potatura: non è necessaria una potature regolare, tuttavia in marzo si tagliano a livello del terreno i rami vecchi o danneggiati dal gelo.

Ceratostigma griffithii:
pianta originaria dell'Himalaya e Cina, alta 0,8-1,2 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa sempreverde, molto folta e ramificata, con foglie obovate, verde tenue, coperte da fine peluria. Il fogliame diventa scarlatto in autunno. I fiori, azzurro carico, larghi 1-2 cm, riuniti in fascetti terminali, sbocciano da agosto fino all'autunno. Si tratta di una specie delicata, adatta per i climi temperato-caldi, da piantare nelle posizioni riparate.
Ceratostigma plumbaginoides: pianta originaria della Cina, alta 30-40 cm e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa, perenne, adatta per il giardino roccioso e per i muri a secco. Le foglie, alterne, abovate-lanceolate, diventano rose in autunno. I fiori, blu, larghi 1-2 cm, sbocciano da luglio a novembre.
Ceratostigma willmottianum: pianta originaria della Cina occidentale, alta 1-1,5 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa a foglie decidue, semirustica, con foglie romboidali, acuminate all'apice, verde scuro. I fiori, piccoli, azzurro carico, riuniti in racemi terminali e scellari, compaiono da luglio in poi.


riproduzione: in luglio si prelevano dai germogli laterali talee lunghe 7-8 cm e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione. Le talee radicate si invasano in contenitori da 8-10 cm riempiti con una composta per vasi e, durante l'inverno, si tengono in cassone o serra, per poi piantarle a dimora nell'aprile successivo. C.plumbaginoides si può anche moltiplicare per divisione dei cespi in aprile, ripiantando immediatamente le porzioni separate. Si possono anche staccare dalla pianta i polloni radicati che andranno trattati come le talee.
esposizione:
fioritura: da luglio all'autunno




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Parochetus

Parochetus, genere comprendente una sola specie di pianta erbacea, perenne, prostrata, adatta per coprire il terreno nel giardino roccioso. E' completamente rustica solamente nelle regioni in cui il clima invernale è mite.
Si ........

Coleus

Coleus, genere comprendente 150 specie di piante annuali o perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Labiate. Le piante sono alte 30-50 cm, hanno foglie cuoriformi, a margine dentato, con colori variegati, e ........

Oxalis

Oxalis, genere di 800 specie di piante erbacee, perenni e annuali, e di arbusti, comprendenti anche specie bulbose e tuberose. Hanno foglie palmate formate da 3-12 foglioline. Le specie perenni, rustiche, descritte sono ........

Tithonia

Tithonia, genere di 10 specie di piante suffruticose e arbustive, appartenenti alla famiglia delle Compositae, facile da coltivare, originarie del continente americano. La specie descritta è adatta per le bordure miste. ........

Cerastium (Cerastio)

Cerastium (Cerastio), genere di 60 specie di piante erbacee, perenni, annuali e rustiche. Molte di queste sono invadenti e infestanti in giardino, ma le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per formare ........

 

Ricetta del giorno
Torta sabbiata
Imburrare abbondantemente il foglio di alluminio, spolverizzarlo con un po’ di farina e foderare la tortiera. Mettere il restante burro, che deve essere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Hottonia

Hottonia, genere di 2 specie di piante acquatiche appartenenti alla famiglia delle Primulaceae, una delle quali cresce spontanea nelle regioni orientali degli Stati Uniti, mentre l’altra è diffusa in Europa e nellAsia occidentale.
Questa ........

Browallia

Browallia, genere di 6 specie di piante annuali, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Solanacee, originarie dell’America Meridionale. Hanno fiori numerosi simili a quelli delle viole e foglie spesso molto decorative ........

Brodiaea

Brodiaea, genere di 40 specie di piante bulbose originarie del continente americano; crescono bene prevalentemente in regioni caratterizzate da estati calde e secche e inverni umidi e miti. Alcune specie sono ora inserite ........

betùlla (Betula)
La Betùlla (Betula) , originaria della Cina, Manciuria, Corea, Nord America, Caucaso, Europa e Himalaya, comprende circa 40 specie ed è un albero a foglia caduca, alto anche 27 m, con corteccia che dal ........

Helictotrichon

Helictotrichon, genere di 94 specie di piante erbacee perenni, sempreverdi, delicate o rustiche. La specie descritta è perenne ed è adatta per le bordure erbacee e miste.
Si piantano in ottobre o in marzo-aprile, i qualsiasi ........


erbacee perenni Ceratostigma
Ceratostigma

Ceratostigma, genere di 8 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione nelle bordura miste. Nelle regioni a clima invernale molto freddo, non resistono all'aperto. I fiori, tubolosi, con 5 lobi terminali appiattiti, sono azzurri e le foglie assumono in autunno tonalità rosse molto ornamentali.
Si piantano in aprile-maggio in terreno da giardino sciolto, in posizioni soleggiate. In Italia settentrionale possono sopravvivere solo se vengono piantati in luoghi riparati e protetti con foglie o paglia durante l'inverno.

Potatura: non è necessaria una potature regolare, tuttavia in marzo si tagliano a livello del terreno i rami vecchi o danneggiati dal gelo.

Ceratostigma griffithii:
pianta originaria dell'Himalaya e Cina, alta 0,8-1,2 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa sempreverde, molto folta e ramificata, con foglie obovate, verde tenue, coperte da fine peluria. Il fogliame diventa scarlatto in autunno. I fiori, azzurro carico, larghi 1-2 cm, riuniti in fascetti terminali, sbocciano da agosto fino all'autunno. Si tratta di una specie delicata, adatta per i climi temperato-caldi, da piantare nelle posizioni riparate.
Ceratostigma plumbaginoides: pianta originaria della Cina, alta 30-40 cm e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa, perenne, adatta per il giardino roccioso e per i muri a secco. Le foglie, alterne, abovate-lanceolate, diventano rose in autunno. I fiori, blu, larghi 1-2 cm, sbocciano da luglio a novembre.
Ceratostigma willmottianum: pianta originaria della Cina occidentale, alta 1-1,5 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa a foglie decidue, semirustica, con foglie romboidali, acuminate all'apice, verde scuro. I fiori, piccoli, azzurro carico, riuniti in racemi terminali e scellari, compaiono da luglio in poi.


riproduzione: in luglio si prelevano dai germogli laterali talee lunghe 7-8 cm e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione. Le talee radicate si invasano in contenitori da 8-10 cm riempiti con una composta per vasi e, durante l'inverno, si tengono in cassone o serra, per poi piantarle a dimora nell'aprile successivo. C.plumbaginoides si può anche moltiplicare per divisione dei cespi in aprile, ripiantando immediatamente le porzioni separate. Si possono anche staccare dalla pianta i polloni radicati che andranno trattati come le talee.
esposizione:
fioritura: da luglio all'autunno



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su