erbacee perenni Ceratostigma
Ceratostigma

Ceratostigma, genere di 8 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione nelle bordura miste. Nelle regioni a clima invernale molto freddo, non resistono all'aperto. I fiori, tubolosi, con 5 lobi terminali appiattiti, sono azzurri e le foglie assumono in autunno tonalità rosse molto ornamentali.
Si piantano in aprile-maggio in terreno da giardino sciolto, in posizioni soleggiate. In Italia settentrionale possono sopravvivere solo se vengono piantati in luoghi riparati e protetti con foglie o paglia durante l'inverno.

Potatura: non è necessaria una potature regolare, tuttavia in marzo si tagliano a livello del terreno i rami vecchi o danneggiati dal gelo.

Ceratostigma griffithii:
pianta originaria dell'Himalaya e Cina, alta 0,8-1,2 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa sempreverde, molto folta e ramificata, con foglie obovate, verde tenue, coperte da fine peluria. Il fogliame diventa scarlatto in autunno. I fiori, azzurro carico, larghi 1-2 cm, riuniti in fascetti terminali, sbocciano da agosto fino all'autunno. Si tratta di una specie delicata, adatta per i climi temperato-caldi, da piantare nelle posizioni riparate.
Ceratostigma plumbaginoides: pianta originaria della Cina, alta 30-40 cm e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa, perenne, adatta per il giardino roccioso e per i muri a secco. Le foglie, alterne, abovate-lanceolate, diventano rose in autunno. I fiori, blu, larghi 1-2 cm, sbocciano da luglio a novembre.
Ceratostigma willmottianum: pianta originaria della Cina occidentale, alta 1-1,5 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa a foglie decidue, semirustica, con foglie romboidali, acuminate all'apice, verde scuro. I fiori, piccoli, azzurro carico, riuniti in racemi terminali e scellari, compaiono da luglio in poi.


riproduzione: in luglio si prelevano dai germogli laterali talee lunghe 7-8 cm e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione. Le talee radicate si invasano in contenitori da 8-10 cm riempiti con una composta per vasi e, durante l'inverno, si tengono in cassone o serra, per poi piantarle a dimora nell'aprile successivo. C.plumbaginoides si può anche moltiplicare per divisione dei cespi in aprile, ripiantando immediatamente le porzioni separate. Si possono anche staccare dalla pianta i polloni radicati che andranno trattati come le talee.
esposizione:
fioritura: da luglio all'autunno




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Acetosa (Rumex)

Acetosa (Rumex), specie di piante appartenenti al genere Rumex e alla famiglia delle Poligonacee, erbacee, perenni, rustiche, spontanee, anche se coltivate, accomunate dal fatto di avere foglie dal sapore acidulo, più o ........

Cynoglossum

Cynoglossum, genere di 50-60 specie di piante erbacee perenni e biennali. Le specie descritte sono rustiche e adatte per la coltivazione nelle aiuole e nelle bordure.
Si piantano in autunno o in primavera in terreni abbastanza ........

Crinum

Crinum, genere di più di 100 specie di piante bulbose, delicate. Le specie descritte possono essere coltivate all'aperto solo nelle zone a clima mite. Nell'Italia settentrionale si coltivano in vaso, portando le piante al ........

Helenium (Elenio)
Helenium (Elenio): genere di 40 specie di piante erbacee, annuali e perenni, ristiche, a fioritura molto abbondante. Producono capolini molto durevoli, con disco globoso, prominente. Data la loro altezza e il fatto ........

Elsholtzia

Elsholtzia, genere di 35 specie di piante erbacee e suffruticose, appartenenti alla famiglia delle Labiateae, originarie dell’Asia, dell’Europa orientale e dell’Abissinia. Le specie descritte fioriscono nella tarda estate ........

 

Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Ononis

Ononis, genere di 75 specie di piante erbacee  e suffruticose, perenni e annuali, sempreverdi e decidue, adatte per le scarpate soleggiate e per il giardino roccioso. Hanno foglie trifogliate e fiori con corolla papilionacea.
Si ........

Sanguinaria

Sanguinaria, genere comprendente una sola specie erbacea, perenne, rustica appartenente alla famiglia delle Papaveraceae, adatta per il giardino roccioso e per il primo piano delle bordure. Il genere deriva dalla linfa rossa ........

Convòlvolo (Convolvolus)

Il Convòlvo (Convolvolus) è originario del bacino del Mediterraneo, comprende circa 200 specie ed è una pianta erbacea, rampicante annuale o perenne, talvolta semiarbustiva o cespugliosa.

Erysimum

Erysimum, genere di 100 specie di piante erbacee perenni, annuali e biennali, appartenenti alla famiglia delle Cruciferae, rustiche, simili alle violacciocche e, nonostante siano poco longeve, sono adatte alla coltivazione ........

Drosanthemum

Drosanthemum, genere di 36 specie di piante succulente, originarie del Sud-Africa, appartenenti al grande gruppo dei Mesembryanthemum. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione in serra e in appartamento, tuttavia, ........


erbacee perenni Ceratostigma
Ceratostigma

Ceratostigma, genere di 8 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione nelle bordura miste. Nelle regioni a clima invernale molto freddo, non resistono all'aperto. I fiori, tubolosi, con 5 lobi terminali appiattiti, sono azzurri e le foglie assumono in autunno tonalità rosse molto ornamentali.
Si piantano in aprile-maggio in terreno da giardino sciolto, in posizioni soleggiate. In Italia settentrionale possono sopravvivere solo se vengono piantati in luoghi riparati e protetti con foglie o paglia durante l'inverno.

Potatura: non è necessaria una potature regolare, tuttavia in marzo si tagliano a livello del terreno i rami vecchi o danneggiati dal gelo.

Ceratostigma griffithii:
pianta originaria dell'Himalaya e Cina, alta 0,8-1,2 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa sempreverde, molto folta e ramificata, con foglie obovate, verde tenue, coperte da fine peluria. Il fogliame diventa scarlatto in autunno. I fiori, azzurro carico, larghi 1-2 cm, riuniti in fascetti terminali, sbocciano da agosto fino all'autunno. Si tratta di una specie delicata, adatta per i climi temperato-caldi, da piantare nelle posizioni riparate.
Ceratostigma plumbaginoides: pianta originaria della Cina, alta 30-40 cm e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa, perenne, adatta per il giardino roccioso e per i muri a secco. Le foglie, alterne, abovate-lanceolate, diventano rose in autunno. I fiori, blu, larghi 1-2 cm, sbocciano da luglio a novembre.
Ceratostigma willmottianum: pianta originaria della Cina occidentale, alta 1-1,5 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa a foglie decidue, semirustica, con foglie romboidali, acuminate all'apice, verde scuro. I fiori, piccoli, azzurro carico, riuniti in racemi terminali e scellari, compaiono da luglio in poi.


riproduzione: in luglio si prelevano dai germogli laterali talee lunghe 7-8 cm e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone da moltiplicazione. Le talee radicate si invasano in contenitori da 8-10 cm riempiti con una composta per vasi e, durante l'inverno, si tengono in cassone o serra, per poi piantarle a dimora nell'aprile successivo. C.plumbaginoides si può anche moltiplicare per divisione dei cespi in aprile, ripiantando immediatamente le porzioni separate. Si possono anche staccare dalla pianta i polloni radicati che andranno trattati come le talee.
esposizione:
fioritura: da luglio all'autunno



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su