erbacee perenni Acantholimon
Acantholimon

Acantholimon, genere di 150 specie di piante sempreverdi a crescita lenta, perenni, per lo più originarie di regioni desertiche. Le specie descritte, belle piante per i giardini rocciosi, presentano giuffi di foglie aghiformi e producono fra giugno e settembre spighe rade di fiori stellati.
Crescono bene nei terreni sabbiosi, ben drenati, arricchiti con frammenti di calcare. Sono perfettamente rustici quando si trovano in posizione soleggiata e in terreno ben drenato, mentre nelle zone umide è meglio coltivarle su di un muro a secco. Si piantano in marzo-aprile e dopo la fioritura si tagliano i fusti fioriferi. Si somministra ogni anno, in marzo, un miscuglio composto di torba, terriccio da giardino e sabbia i parti uguali, altrimenti le piante seccherebbero nella loro parte centrale.

Acantholimon glumaceum: pianta originaria dell'Armenia, alta 15 cm e del diametro di 30 cm. Si tratta di una pianta compatta, con foglie appuntite, verde scuro. I fiori, di colore dal malva al rosa, del diametro di 1 cm, sono riuniti in numero di 6-8 in spighe lunghe 10 cm e sbocciano da luglio a settembre. Questa specie è la più comune e anche la più semplice da coltivare.
Acantholimon venustum: Pianta originaria dell'Asia Minore, alta 15-20 cm e del diametro di 30 cm. Ha fogliame composto da ciuffi sparsi di colore grigio-argento e fiori, rosa pallido, del diametro di 0,8-1 cm, che sbocciano sopra le foglie da luglio a settembre. Questa pianta è polimorfa e meno rustica della precedente e l'umidità invernale potrebbe ritardarne la crescita.


riproduzione: si semina in febbraio, in ciotole riempite con una composta per semi, in letto caldo. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vasi da 7-8 cm riempiti di torba e sabbia in parti uguali. Si piantano all'aperto l'anno successivo in marzo. Si possono pure moltiplicare per talea prelevando dei rametti lunghi 5 cm, in luglio-agosto, e si piantano in letto freddo in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. Le talee radicate si invasano in un miscuglio di 3 parti di composta per vasi e 1 parte di frammenti calcarei e si tengono in letto freddo per poi metterle a dimora in marzo-aprile dell'anno successivo.
esposizione:
fioritura: da luglio a settembre




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Kaki, Cachi, Diospyros kaki

Kaki, Caco, Diospyros kaki, albero da frutto originario della Cina e del Giappone, appartenente alla famiglia delle Ebenacee, alto 5-10 m, caratterizzato da una chioma espansa, tondeggiante, larga circa 5 m. Il tronco, eretto, ........

Myosotidium

Myosotidium, genere comprendente una sola specie erbacea, sempreverde, perenne, che si coltiva nelle zone a clima mite, umide e ben riparate.
Si pianta in settembre-ottobre, in tutti i terreni da giardino, in posizioni ........

Arum

Arum, genere di 15 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, originarie dell'Europa e dei Paesi del bacino del Mediterraneo, con grandi foglie basali, lungamente picciolate e infiorescenze a spadice avvolte da una spata. ........

Cassia

Cassia, genere di oltre 500 specie di piante erbacee,annuali e perenni, rustiche, di arbusti e alberi sempreverdi, rustici e semirustici.
Le specie C.australis e C.corymbosa si coltivano in vasi di 20-30 cm, riempiti ........

Helipterum

Helipterum, genere di 90 specie di piante erbacee e suffruticose, annuali e perenni, e di arbusti. Le piante descritte sono annuali, hanno capolini molto durevoli, simili a quelli delle margherite, e sono adatte  per ........

 

Ricetta del giorno
Polpettine di fagioli
Lessare le patate, sbucciarle, schiacciarle con lo schiacciapatate e metterle da parte. Lessare nel frattempo i fagioli, tritare il porro, sgocciolare ....
sono presenti 539 piante
sono presenti 233 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Scalogno – Allium ascalonicum

Scalogno, allim ascalonicum, pianta bulbosa rustica appartenente alla famiglia delle Gigliacee, assai simile alla cipolla e all’aglio: i suoi bulbi sono più dolci e profumati di quelli dell’aglio ma hanno sapore più accentuato ........

Brunnera
Brunnera: genere di 3 specie di piante erbacee, perenni, rustiche. Sono particolarmente adatte ad essere coltivate sotto gli alberi e coprono bene il terreno. Possono essere inserite anche nelle bordure miste.

Drosera

Drosera, genere di 100 specie di piante erbacee perenni, rizomatose, appartenenti alla famiglia delle Droseraceae, diffuse negli ambienti  molto umidi delle zone temperate e tropicali di tutti i continenti. Le specie ........

Romneya

Romneya, genere di 2 specie di pianta suffruticose, perenni, molto ornamentali, con fiori simili a quelli dei papaveri, non sempre facili da coltivare, rustiche solo nelle zone a clima mite. Non sono adatte per le bordure ........

Erianthus

Erianthus, genere di 28 specie di piante erbacee di grandi dimensioni, originarie dell'America tropicale, dell'Europa meridionale, dell'Asia e dell'Africa. La specie descritta può essere utilizzata come l'erba delle Pampas, ........


erbacee perenni Acantholimon
Acantholimon

Acantholimon, genere di 150 specie di piante sempreverdi a crescita lenta, perenni, per lo più originarie di regioni desertiche. Le specie descritte, belle piante per i giardini rocciosi, presentano giuffi di foglie aghiformi e producono fra giugno e settembre spighe rade di fiori stellati.
Crescono bene nei terreni sabbiosi, ben drenati, arricchiti con frammenti di calcare. Sono perfettamente rustici quando si trovano in posizione soleggiata e in terreno ben drenato, mentre nelle zone umide è meglio coltivarle su di un muro a secco. Si piantano in marzo-aprile e dopo la fioritura si tagliano i fusti fioriferi. Si somministra ogni anno, in marzo, un miscuglio composto di torba, terriccio da giardino e sabbia i parti uguali, altrimenti le piante seccherebbero nella loro parte centrale.

Acantholimon glumaceum: pianta originaria dell'Armenia, alta 15 cm e del diametro di 30 cm. Si tratta di una pianta compatta, con foglie appuntite, verde scuro. I fiori, di colore dal malva al rosa, del diametro di 1 cm, sono riuniti in numero di 6-8 in spighe lunghe 10 cm e sbocciano da luglio a settembre. Questa specie è la più comune e anche la più semplice da coltivare.
Acantholimon venustum: Pianta originaria dell'Asia Minore, alta 15-20 cm e del diametro di 30 cm. Ha fogliame composto da ciuffi sparsi di colore grigio-argento e fiori, rosa pallido, del diametro di 0,8-1 cm, che sbocciano sopra le foglie da luglio a settembre. Questa pianta è polimorfa e meno rustica della precedente e l'umidità invernale potrebbe ritardarne la crescita.


riproduzione: si semina in febbraio, in ciotole riempite con una composta per semi, in letto caldo. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vasi da 7-8 cm riempiti di torba e sabbia in parti uguali. Si piantano all'aperto l'anno successivo in marzo. Si possono pure moltiplicare per talea prelevando dei rametti lunghi 5 cm, in luglio-agosto, e si piantano in letto freddo in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. Le talee radicate si invasano in un miscuglio di 3 parti di composta per vasi e 1 parte di frammenti calcarei e si tengono in letto freddo per poi metterle a dimora in marzo-aprile dell'anno successivo.
esposizione:
fioritura: da luglio a settembre



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su