erbacee perenni Ramonda
Ramonda

Ramonda, genere di 4 specie di piante sempreverdi, rustiche, con foglie ornamentali, formanti rosette e fiori appiattiti. Sono piante particolarmente adatte per le zone fresche del giardino roccioso.
Si piantano in marzo in qualsiasi terreno da giardino ben drenato, nei giardini rocciosi e nei muri a secco, ponendole in fessure verticali e avendo cura, là dove possibile, di arricchire il terreno con torba o terriccio di foglie. Durante le calde estati secche potrebbero appassire, ma basta annaffiarle abbondantemente per far loro riprendere vigore.

Ramonda myconii: pianta originaria dei Pirenei, alta 10-15 cm e del diametro di 25 cm. Si tratta di una specie di pianta con foglie ovate, profondamente dentate, verde scuro con screziature rosse, tomentose, riunite in una rosetta appiattita, dalla quale spuntano i fusti fioriferi. I fiori, porpora-violetti, con un ciuffo di stami dorati, larghi 2-4 cm, sbocciano in aprile-maggio. La varietà Alba ha fiori bianchi.
Ramonda nathaliae: pianta originaria di Serbia e Bulgaria, alta 10 cm e del diametro di 25 cm. Si tratta di una specie con foglie ovate, grinzose e dai fiori viola chiaro con centro arancione, larghi 3-4 cm, che sbocciano in aprile-maggio.
Ramonda serbica: pianta originaria dei Balcani, alta 10 cm e del diametro di 25 cm. Si tratta di una pianta simile alla R.Myconii, ma con foglie riunite in rosette appena più piccole e fiori blu-lilla, larghi 2-3 cm, con antere porpora.


riproduzione: in giugno-luglio si prelevano talee di foglie, che si staccano tirandole verso il basso, per non danneggiare la gemma posta alla base. Le talee si piantano obliquamente, per un terzo della loro lunghezza, in modo che la base delle foglie sia 2-3 cm sotto la superficie del terriccio, in vasi o terrine riempite con un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, in cassone freddo. Le talee radicheranno in circa 6 settimane, dopo di chè potranno essere rinvasate singolarmente ciascuna in un vasetto da 7-8 cm, riempiti con una composta per vasi e si coltiveranno in cassone per 1 anno, prima della loro messa a dimora nel marzo successivo. In settembre o in marzo si semina in terrine riempite con una composta per semi, in cassone freddo e in caso di condizioni atmosferiche favorevoli, i semi possono essere stratificati per favorire la germinazione. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si trapiantano in vassoi e successivamente si rinvasano ciascuna in un vasetto da 7-8 cm, rioempiti con una composta per vasi. Le piantine si sistemeranno a dimora un anno dopo la semina.
esposizione:
fioritura: aprile-maggio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



betùlla (Betula)
La Betùlla (Betula) , originaria della Cina, Manciuria, Corea, Nord America, Caucaso, Europa e Himalaya, comprende circa 40 specie ed è un albero a foglia caduca, alto anche 27 m, con corteccia che dal ........

Wulfenia

Wulfenia, genere di 3 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, rustiche, con fiori tubulosi, molto ornamentali. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e nelle zone a clima invernale freddo e umido, ........

Gypsophila (Gissofila)

Gypsophila (Gissofila), genere di 15 specie di piante erbacee, annuali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Caryophyllaceae, con fiori minuscoli, stellati.  Le specie annuali sono adatte in particolar modo per ........

Philodendron

Il Philodendron è una pianta sempreverde che annovera 275 specie, originaria dell'America meridionale, da serra o appartamento. Nella maggior parte dei casi sono piante rampicanti, vigorose, con radici aeree, ........

Gilia

Gilia, genere di 120 specie di piante erbacee annuali, biennali e perenni, coltivate per i fiori appariscenti e per il fogliame ornamentale. Le specie descritte, annuali e rustiche, sono facili da coltivare; quelle nane ........

 

Ricetta del giorno
Mousse di fragole con panna
Lavare e asciugare le fragole delicatamente, infine privarle del picciolo. Frullare con 70 gr di zucchero e l’acqua di fiori di arancio, fino ad ottenere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Liriope

La Liriope che fa parte delle Gligliacee è una pianta erbacea perenne, rizomatosa, sempreverde è oroginaria dei climi temperati  e è un genere di 6 specie.
Ha foglieglabre, lineari, ........

Abutilon

Abutilon, genere che comprende più di 100 erbacee, arbusti e piccoli alberi, appartenenti alla famiglia delle Malvacee, originari dell’America Centrale. Per la maggior parte si tratta di piante semirustiche e delicate che ........

Maranta

Maranta, genere di 25 specie di piante perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Marantaceae, coltivata per le foglie, molto ornamentali. È diffusa una sola specie, coltivata in serra  ma è adatta anche ........

Crepis

Crepis, genere di 200 piante erbacee, annuali, biennali e perenni, rustiche. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso o per il primo piano delle bordure.
Crescono bene in tutti i terreni ben drenati, inclusi ........

Olmo (Ulmus)

Olmo (Ulmus), genere di 45 specie di alberi rustici a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Olmacee, originari delle regioni temperate dell’emisfero boreale. Per il loro bell’aspetto, la rapida crescita nelle ........


erbacee perenni Ramonda
Ramonda

Ramonda, genere di 4 specie di piante sempreverdi, rustiche, con foglie ornamentali, formanti rosette e fiori appiattiti. Sono piante particolarmente adatte per le zone fresche del giardino roccioso.
Si piantano in marzo in qualsiasi terreno da giardino ben drenato, nei giardini rocciosi e nei muri a secco, ponendole in fessure verticali e avendo cura, là dove possibile, di arricchire il terreno con torba o terriccio di foglie. Durante le calde estati secche potrebbero appassire, ma basta annaffiarle abbondantemente per far loro riprendere vigore.

Ramonda myconii: pianta originaria dei Pirenei, alta 10-15 cm e del diametro di 25 cm. Si tratta di una specie di pianta con foglie ovate, profondamente dentate, verde scuro con screziature rosse, tomentose, riunite in una rosetta appiattita, dalla quale spuntano i fusti fioriferi. I fiori, porpora-violetti, con un ciuffo di stami dorati, larghi 2-4 cm, sbocciano in aprile-maggio. La varietà Alba ha fiori bianchi.
Ramonda nathaliae: pianta originaria di Serbia e Bulgaria, alta 10 cm e del diametro di 25 cm. Si tratta di una specie con foglie ovate, grinzose e dai fiori viola chiaro con centro arancione, larghi 3-4 cm, che sbocciano in aprile-maggio.
Ramonda serbica: pianta originaria dei Balcani, alta 10 cm e del diametro di 25 cm. Si tratta di una pianta simile alla R.Myconii, ma con foglie riunite in rosette appena più piccole e fiori blu-lilla, larghi 2-3 cm, con antere porpora.


riproduzione: in giugno-luglio si prelevano talee di foglie, che si staccano tirandole verso il basso, per non danneggiare la gemma posta alla base. Le talee si piantano obliquamente, per un terzo della loro lunghezza, in modo che la base delle foglie sia 2-3 cm sotto la superficie del terriccio, in vasi o terrine riempite con un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, in cassone freddo. Le talee radicheranno in circa 6 settimane, dopo di chè potranno essere rinvasate singolarmente ciascuna in un vasetto da 7-8 cm, riempiti con una composta per vasi e si coltiveranno in cassone per 1 anno, prima della loro messa a dimora nel marzo successivo. In settembre o in marzo si semina in terrine riempite con una composta per semi, in cassone freddo e in caso di condizioni atmosferiche favorevoli, i semi possono essere stratificati per favorire la germinazione. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si trapiantano in vassoi e successivamente si rinvasano ciascuna in un vasetto da 7-8 cm, rioempiti con una composta per vasi. Le piantine si sistemeranno a dimora un anno dopo la semina.
esposizione:
fioritura: aprile-maggio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su