erbacee perenni Convallaria (Mughetto)
Convallaria (Mughetto)

Convallaria (Mughetto), genere comprendente una sola specie erbacea, perenne, rustica. Questa pianta, molto nota, si sviluppa da un rizoma allungato, orizzontale, ramificato e, in condizioni adatte, si espande rapidamente. Il mughetto fiorisce in primavera ed è particolarmente adatto per i giardini selvaggi e va piantato in grandi gruppi, in zone fresche e ombreggiate. Le piante possono anche essere coltivate sotto vetro per produrre fiori nel periodo invernale.
Il Mughetto si coltiva in posizioni semiombreggiate e ombreggiate, in tutti i terreni da giardino freschi, umidi, arricchiti con una gran quantità du terriccio di foglie e composta. Cresce bene sotto gli alberi a foglie decidue e con chioma non eccessivamente compatta. Si piantano i rizomi in settembre-ottobre, a circa 8-10 cm di distanza, appena sotto la superficie del terreno.
Per ottenere fioriture sotto vetro, si piantano i rizomi in ottobre-novembre in vasi di 15 cm, riempiti con un miscuglio di terriccio da giardino e terriccio di foglie in parti uguali, con l'aggiunta di un po' di sabbia fine, per assicurare un buon drenaggio. Si sistemano i vasi in serra fredda o in cassone fino a gennaio, dopo di chè si portano in serra tiepida o in casa, alla temperatura di 18-20° C, avendo cura di annaffiare frequentemente.

Parassiti animali: larve di Epiolidi che provocano il deperimento della pianta
Parassiti vegetali: Muffa grigia che può comparire in presenza di umidità eccessiva; si manifesta con macchie grigie e aree disseccate sulle foglie e marcescenza dei fusti. La malattia si riconosce facilmente per la presenza di un feltro vellutato che copre i tessuti infetti.

Convallaria majalis: pianta originaria dell'Europa, Italia, Asia e America settentrionale, alta 15-20 cm e del diametro di 60 cm o più. Si tratta di una pianta con foglie ovali-lanceolate, appaiate, e fusti fioriferi arcuati, con fiori pendenti, campanulati, larghi 0,5-0,8 cm, bianchi, riuniti in racemi unilaterali che sbocciano in aprile-magio. Hanno un caratteristico profumo delicato.

riproduzione: si estirpano e si dividono i rizomi in ottobre o in marzo, dopo di chè si ripiantano le singole porzioni alla distanza di 8-10 cm, appena soto la superficie del terreno, sul quale si stende uno strato di composta o di terriccio di foglie e si annaffia abbondantemente. Si semina in ottobre, in vassoi o terrine riempite con una composta per semi. Le giovani piante si trasferiscono in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima della loro sistemazione a dimora. Si può anche seminare direttamente a dimora nella primavera.
esposizione:
fioritura: aprile-maggio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Callirhoe

Callirhoe, genere di 10 specie di piante annuali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Malvaceae. Quelle descritte sono adatte per il giardino roccioso, per le ripe e per le bordure e fioriscono per un lungo periodo. ........

Alisso (Alyssum)
L'Alisso, pianta annuale o perenne originaria dell'Europa, Asia e Africa,, comprende oltre 100 specie, di cui circa 15 spontanee nel nostro Paese.
le pianticelle, che come già detto possono essere ........

Scalogno – Allium ascalonicum

Scalogno, allim ascalonicum, pianta bulbosa rustica appartenente alla famiglia delle Gigliacee, assai simile alla cipolla e all’aglio: i suoi bulbi sono più dolci e profumati di quelli dell’aglio ma hanno sapore più accentuato ........

Ammophila

Ammophila, genere di 2 specie di piante erbacee perenni, stolonifere e rizomatose, appartenenti alla famiglia delle Graminaceae, tipiche delle zone litoranee dell’Europa, America settentrionale atlantica e Africa settentrionale.

Lunaria

Lunaria, genere di 3 specie di piante erbacee, biennali e perenni. Le due specie rustiche descritte producono fiori con 4 petali disposti a croce, che sbocciano da aprile a giugno, seguiti da frutti a siliqua, con setto ........

 

Ricetta del giorno
Aspic di frutta estiva
Lavare e asciugare bene la frutta, eliminare la buccia di cocomero e melone e tagliarne la polta a cubetti. Grattugiare la buccia dell’arancia, eliminare ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Lamium
Lamium, genere di 40-50 specie di piante erbacee, perenni e annuali. Le specie descritte sono adatte per le posizioni ombreggiate e i terreni poveri. Alcune di queste, come L.galeobdolon sono adatte come piante tappezzanti, ........

Rheum

Rheum, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, comprendente anche il rabarbaro officinale, cioè utilizzato in farmacia, e quello cemmestibile. Le specie decritte hanno fogliame molto ornamentale.
Si ........

Philadelphus (Filadelfo)
Philadelphus (Filadelfo), genere di 75 specie di arbusti fioriferi rustici, a foglie decidue, denominati spesso, nel linguaggio comune, siringhe. Hanno foglie ovate, con nervature marcate, e producono molti fiori ........

Clethra
La Clethra, originaria delle regioni orientali degli Stati Uniti, Cina, Giappone e isola di Madera, comprende 120 specie ed è un arbusto o piccolo albero, a foglie decidue o sempreverde; la maggior parte ........

Didiscus

Didiscus, genere comprendente una sola specie annuale o biennale, rustica, adatta per formare gruppi di piante con altre specie annuali e per ottenere fiori da recidere. Si coltiva anche in vaso o in serra per la fioritura ........


erbacee perenni Convallaria (Mughetto)
Convallaria (Mughetto)

Convallaria (Mughetto), genere comprendente una sola specie erbacea, perenne, rustica. Questa pianta, molto nota, si sviluppa da un rizoma allungato, orizzontale, ramificato e, in condizioni adatte, si espande rapidamente. Il mughetto fiorisce in primavera ed è particolarmente adatto per i giardini selvaggi e va piantato in grandi gruppi, in zone fresche e ombreggiate. Le piante possono anche essere coltivate sotto vetro per produrre fiori nel periodo invernale.
Il Mughetto si coltiva in posizioni semiombreggiate e ombreggiate, in tutti i terreni da giardino freschi, umidi, arricchiti con una gran quantità du terriccio di foglie e composta. Cresce bene sotto gli alberi a foglie decidue e con chioma non eccessivamente compatta. Si piantano i rizomi in settembre-ottobre, a circa 8-10 cm di distanza, appena sotto la superficie del terreno.
Per ottenere fioriture sotto vetro, si piantano i rizomi in ottobre-novembre in vasi di 15 cm, riempiti con un miscuglio di terriccio da giardino e terriccio di foglie in parti uguali, con l'aggiunta di un po' di sabbia fine, per assicurare un buon drenaggio. Si sistemano i vasi in serra fredda o in cassone fino a gennaio, dopo di chè si portano in serra tiepida o in casa, alla temperatura di 18-20° C, avendo cura di annaffiare frequentemente.

Parassiti animali: larve di Epiolidi che provocano il deperimento della pianta
Parassiti vegetali: Muffa grigia che può comparire in presenza di umidità eccessiva; si manifesta con macchie grigie e aree disseccate sulle foglie e marcescenza dei fusti. La malattia si riconosce facilmente per la presenza di un feltro vellutato che copre i tessuti infetti.

Convallaria majalis: pianta originaria dell'Europa, Italia, Asia e America settentrionale, alta 15-20 cm e del diametro di 60 cm o più. Si tratta di una pianta con foglie ovali-lanceolate, appaiate, e fusti fioriferi arcuati, con fiori pendenti, campanulati, larghi 0,5-0,8 cm, bianchi, riuniti in racemi unilaterali che sbocciano in aprile-magio. Hanno un caratteristico profumo delicato.

riproduzione: si estirpano e si dividono i rizomi in ottobre o in marzo, dopo di chè si ripiantano le singole porzioni alla distanza di 8-10 cm, appena soto la superficie del terreno, sul quale si stende uno strato di composta o di terriccio di foglie e si annaffia abbondantemente. Si semina in ottobre, in vassoi o terrine riempite con una composta per semi. Le giovani piante si trasferiscono in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima della loro sistemazione a dimora. Si può anche seminare direttamente a dimora nella primavera.
esposizione:
fioritura: aprile-maggio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su