arbusti a foglia caduca Ortensia (Hydrangea)
Ortensia (Hydrangea)

L' Ortensia (Hydrangea) è un arbusto a cespuglio o rampicante  originario della Cina, Giappone, America ed ha foglie caduche di solito ovali più o meno allungate, con margini dentati di colore verde scuro con pagina inferiore solitamente di una colorazione più chiara.
I fiori sono insignificanti, riuniti in grandi infiorescenze a ombrella, pannocchia o corimbo, a seconda della specie; la loro bellezza è dovuta alla presenza dei grandi sepali, variamente colorati in  bianco, rosa, porpora, azzurro, blu e viola, a volte profumati.
Il terreno può essere acido, alcalino o neutro e determina la colorazione dei sepali: in terreno acido tendono al blu e al viola, in terreno calcareo assumono belle colorazioni rosa o rosse e in terreno neutro tendono facilmente al blu.
Si painta in autunno o in primavera e si usa per formare folti gruppi colorati o come elemento isolato.
Tutte le ortensi vanno concimate annualmente in primavera con del fertilizzante organico ben decomposto.

Il problema del colore: una difficoltà ricorrente nella coltivazione delle ortensie è proprio quella che a volte, a causa della natura del terreno, la tinta dei fiori è particolarmente pallida e, quindi, poco decorativa. Bisogna quindi intervenire seguendo queste semplici modalità: per accrescere le proprietà coloranti delle sostanze contenute nel terreno acido, si consiglia di annaffiare le ortensie 30o 4 volte da aprile sino alla fioritura diluendo 15 g di solfato di alluminio in 10 litri d'acqua. Per le ortensie allevate in terreno calcareo invece, bisogna ricorrere all'uso di un colorante complesso "fitocromos" che ne esalta la colorazione rosa, mutandola in rosso o porpora.

Potatura: quasi tutte le specie non richiedono una particolare potatura se non quella normale di riordino, fatta eccezione per alcune specie, la arborescens e la paniculata che vanno potate annualmente in febbraio-marzo, tagliando tutti i fusti fioriferi dell'anno precedente a metà della loro lunghezza.

Hortensia Hortensis: o ortensia comune, ha foglie caduche, può raggiungere i 3 m di altezza e fiorisce con grandi mazzi di fiori variamente colorati dal bianco al rosa al rosso, dal celeste al blu-viola a seconda della varietà. la tinta dei fiori diventa molto più azzurra se il terreno è acido e contiene ferro, oppure varia dal rossa al rosso, sino al porpora se è ricco di calcio.
Ortensia macrophylla: presenta infiorescenze larghe e appiattite formate da un giro di corolle sterili con sepali molto larghi e il centro di corolle fertili prive di sepali.la tinta delle infiorescenze varia dall'azzurro al rosa.
Ortensia petiolaris: rampicante, perenne, raggiunge anche i 20 m di altezza, fiorisce con corimbi piatti formati da una corona esterna di fiori sterili bianco puro e il  centro di fiorellini fertili color crema; non muta colore.
hortensia arborescens: arbusto a foglia caduca alto circa 2 m di origine americana. Non muta colore, ha foglie sottili chiare e grandi infiorescenze a globo di color bianco, particolarmente attraenti.
Hortensia quercifolia: alta circa 2 m ha particolari foglie che ricordano le foglie delle querce, caduche di colore verde scuro che in autunno diventano rosse e dorate. Fiorisce con pannocchie alte circa 35 cm, delicatamente profumate e inizialmente di color bianco crema, ma diventano rosa scuro se permangono sulla pianta anche dopo la completa fioritura. Nion muta colore.
Hortensia serrata: alta meno di 1 m fiorisce in estate con corolle riunite in mazzi molto piatti. Il colore dei fiori varia dal bianco, al rosa, all'azzurro.
Hortensia sargentiana: originaria della Cina, cresce con portamento eretto fino a 3 m. Ha i rami coperti da una fitta peluria sericea e foglie ovate, appuntite. Fiorisce in luglio-agosto con corimbi appiattiti, larghi 15-25 cm e sono composti da fiori fertili rosa-lilla e fiori sterili bianchi con macchie rosa.


riproduzione: Si effettua per talea semilegnosa o erbacea in agosto. La talea fatta con getti privi di foglie tranne le quattro apicali.
esposizione:
fioritura: in estate




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Puschkinia

Puschkinia, genere di 2 specie di piante bulbose, piccole, rustiche, originarie delle zone comprese fra Asia Minore e Afghanistan. La specie descritta si coltiva all'aperto, nei prati, nel giardino roccioso, nelle bordure ........

Trapa

Trapa, genere comprendente alcune specie acquatiche, appartenenti alla famiglia delle Trapaceae, diffuse allo stato spontaneo nelle regioni sud-orientali europee, nelle zone temperate e tropicali dell’Asia e in Africa. La ........

Thermopsis

Thermopsis, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Papilionaceae, simili al lupino, facili da coltivare, adatte per le bordure miste.
Bòcca di leòne (Antirrhinum)

La Bòcca di leòne (Antirrhinum) , originaria dell'Europa Meridionale e Nord Africa, comprende circa 40 specie di cui solo poche vengono comunemente coltivate, ed è una pianta erbacea rustica perenne, o annuale, ........

Coleus

Coleus, genere di 150 specie di piante perenni, sempreverdi. Delle 2 specie descritte Coleus blumei, pur essendo perenne, si coltiva all'aperto come annuale in bordure, aiuole o anche in contenitori, mentre Coleus Thyrsoideus ........

 

Ricetta del giorno
Risotto alle castagne
Fare soffriggere lo scalogno tritato con un filo d’olio in una padella antiaderente. Sminuzzare le castagne finemente e metterle da parte.
Aggiungere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Morina
Morina, genere di 17 specie di piante erbacee, perenni, rustiche. La specie descritta può essere coltivata nelle bordure.
Si pianta in settembre-ottobre o in marzo-aprile in terreno da giardino, profondo, ........

Aubrèzia (Aubrietia)
L' Aubrèzia (Aubrietia) , originaria dell'Asia Minore, Grcia, Persia e Italia comprende una decina di specie ed è una erbacea perenne rustica, a crescita lenta, molto cespugliosa, che tende a formare ........

Ardisia

Ardisia, genere di 400 specie di alberi o arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Myrsinaceae. Sono piante molto ornamentali, in particolar modo per le  loro bacche rosse brillanti, che durano dall’autunno ........

Altèa (Althaea)
L' Altèa (Althaea) , originaria dell'Europa, comprende circa 15 specie di cui 5 spontanee in Italia ed è una pianta erbacea perenne, annuale o biennale di alta statuta e assai decorativa.
Le foglie ........

Corbezzolo (Arbutus)

Il Corbezzolo è'  un  arbusto o  alberello sempreverde e legnoso diffuso in tutta la fascia mediterranea, originario dell'Asia minore, Africa del nord, Europa occidentale, Canarie e America ........


arbusti a foglia caduca Ortensia (Hydrangea)
Ortensia (Hydrangea)

L' Ortensia (Hydrangea) è un arbusto a cespuglio o rampicante  originario della Cina, Giappone, America ed ha foglie caduche di solito ovali più o meno allungate, con margini dentati di colore verde scuro con pagina inferiore solitamente di una colorazione più chiara.
I fiori sono insignificanti, riuniti in grandi infiorescenze a ombrella, pannocchia o corimbo, a seconda della specie; la loro bellezza è dovuta alla presenza dei grandi sepali, variamente colorati in  bianco, rosa, porpora, azzurro, blu e viola, a volte profumati.
Il terreno può essere acido, alcalino o neutro e determina la colorazione dei sepali: in terreno acido tendono al blu e al viola, in terreno calcareo assumono belle colorazioni rosa o rosse e in terreno neutro tendono facilmente al blu.
Si painta in autunno o in primavera e si usa per formare folti gruppi colorati o come elemento isolato.
Tutte le ortensi vanno concimate annualmente in primavera con del fertilizzante organico ben decomposto.

Il problema del colore: una difficoltà ricorrente nella coltivazione delle ortensie è proprio quella che a volte, a causa della natura del terreno, la tinta dei fiori è particolarmente pallida e, quindi, poco decorativa. Bisogna quindi intervenire seguendo queste semplici modalità: per accrescere le proprietà coloranti delle sostanze contenute nel terreno acido, si consiglia di annaffiare le ortensie 30o 4 volte da aprile sino alla fioritura diluendo 15 g di solfato di alluminio in 10 litri d'acqua. Per le ortensie allevate in terreno calcareo invece, bisogna ricorrere all'uso di un colorante complesso "fitocromos" che ne esalta la colorazione rosa, mutandola in rosso o porpora.

Potatura: quasi tutte le specie non richiedono una particolare potatura se non quella normale di riordino, fatta eccezione per alcune specie, la arborescens e la paniculata che vanno potate annualmente in febbraio-marzo, tagliando tutti i fusti fioriferi dell'anno precedente a metà della loro lunghezza.

Hortensia Hortensis: o ortensia comune, ha foglie caduche, può raggiungere i 3 m di altezza e fiorisce con grandi mazzi di fiori variamente colorati dal bianco al rosa al rosso, dal celeste al blu-viola a seconda della varietà. la tinta dei fiori diventa molto più azzurra se il terreno è acido e contiene ferro, oppure varia dal rossa al rosso, sino al porpora se è ricco di calcio.
Ortensia macrophylla: presenta infiorescenze larghe e appiattite formate da un giro di corolle sterili con sepali molto larghi e il centro di corolle fertili prive di sepali.la tinta delle infiorescenze varia dall'azzurro al rosa.
Ortensia petiolaris: rampicante, perenne, raggiunge anche i 20 m di altezza, fiorisce con corimbi piatti formati da una corona esterna di fiori sterili bianco puro e il  centro di fiorellini fertili color crema; non muta colore.
hortensia arborescens: arbusto a foglia caduca alto circa 2 m di origine americana. Non muta colore, ha foglie sottili chiare e grandi infiorescenze a globo di color bianco, particolarmente attraenti.
Hortensia quercifolia: alta circa 2 m ha particolari foglie che ricordano le foglie delle querce, caduche di colore verde scuro che in autunno diventano rosse e dorate. Fiorisce con pannocchie alte circa 35 cm, delicatamente profumate e inizialmente di color bianco crema, ma diventano rosa scuro se permangono sulla pianta anche dopo la completa fioritura. Nion muta colore.
Hortensia serrata: alta meno di 1 m fiorisce in estate con corolle riunite in mazzi molto piatti. Il colore dei fiori varia dal bianco, al rosa, all'azzurro.
Hortensia sargentiana: originaria della Cina, cresce con portamento eretto fino a 3 m. Ha i rami coperti da una fitta peluria sericea e foglie ovate, appuntite. Fiorisce in luglio-agosto con corimbi appiattiti, larghi 15-25 cm e sono composti da fiori fertili rosa-lilla e fiori sterili bianchi con macchie rosa.


riproduzione: Si effettua per talea semilegnosa o erbacea in agosto. La talea fatta con getti privi di foglie tranne le quattro apicali.
esposizione:
fioritura: in estate



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su