arbusti sempreverdi Berberis
Berberis

Berberis, genere di 450 specie di arbusti sempreverdi e a foglie decidue, generalmente spinosi, con foglie riunite in mazzetti simili a rosette. Tranne poche specie sud-americane, sono rustici e facili da coltivare. Le specie sempreverdi sono coltivate per il bel fogliame lucente e alcune come Berberis darwinii e Berberis x stenophylla, per l'abbondante fioritura. Le specie a foglie decidue sono coltivate soprattutto per i colori autunnali delle foglie e per i grappoli di bacche di colori vivaci, che generalmente resistono fino ad inverno inoltrato. I fiori, penduli, globosi e a forma di coppa, sono generalmenre riuniti in racemi, ma talvolta anche solitari. Alcune specie e i loro ibridi formano ottime siepi e molte specie nane si adattano ai piccoli giardini.
Le specie a foglie decidue si piantano da ottobre a marzo, evitando il periodo nel quale il terreno può essere gelato; le sempreverdi e quelle più delicate in settembre-ottobre o in marzo-aprile. I Berberis, tranne poche specie e varietà sud-americane, sono facili da coltivare e tollerano i terreni poco profondi e sciolti. Le specie a foglie decidue si piantano al sole; le specie sempreverdi crescono bene al sole o anche in posizioni parzialmente ombreggiate. Per formare siepi, si usano piante alte 30-40 cm, piantandole a intervalli di 45-60 cm. In seguito si taglia il quarto superiore di tutti i getti per ottenere un portamento compatto.

Potatura: una potatura regolare non è necessaria, ma bisogna tagliare i fusti vecchi a livello del terreno e di un ramo giovane. Si accorciano i rami troppo lunghi per mantenere l'arbusto a forma regolare. Le specie a foglie decidue si potano in febbraio mentre quelle sempreverdi dopo la fioritura. Le siepi si cimano all'altezza voluta una volta l'anno; le siepi sempreverdi dopo la fioritura mentre quelle decidue in agosto-settembre.

Berberis aggregata: pianta originaria della Cina orientale, alta 1,5 m e di pari diamtro. Si tratta di un arbusto a foglie decidue, compatto, con foglie obovato-lanceolate, dentate, verde pallido o poco più scuro, che in autunno si colorano di rosso o arancio. I fiori, gialli, riuniti in pannocchie lunghe 2,5 cm, compaiono in luglio e sono seguiti da bacche rotonde, rosso-corallo, pruinose. Fra le varietà si ricorda B.A.Barbarossa a crescita vigorosa, fino a circa 2 m, con bacche scarlatte talmente abbondanti da far piegare i rami per il peso.
Berberis buxifolia: pianta originaria dell'America meridionale, alta fino a 2-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde, rustico, con foglie coriacee, obovate, verde scuro e grigie sulla pagina inferiore. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi 2-3 cm, appaiono in marzo-aprile e sono seguiti da bacche rotonde, blu-nere, pruinose.
Berberis calliantha: pianta originaria del Tibet sud-occidentale, alta fino ad 1 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto compatto, rustico, sempreverde, con i fusti giovani sfumati di rosso. Le foglie, strette, verde scuro, simili a quelle dell'agrifoglio, sono di un bianco ceroso sulla pagina inferiore. I fiori, giallo delicato, riuniti in racemi lunghi 1,5-2,5 cm, compaiono in maggio e sono seguiti da bacche rotonde blu scuro.
Berberis candidula: pianta originaria della Cina, alta 60 cm e di pari diametro. Si tratta di un arbusto nano, sempreverde, a chioma tondeggiante, con foglie ellittiche, lucide, verde scuro e bianche sulla pagina inferiore. I fiori, gialli, larghi 0,8-1,2 cm, sbocciano in maggio-giugno, isolati o in gruppi di 2-3 e sono seguiti da bacche ovali, blu-nere che compaiono nella tarda estate.
Berberis darwinii: pianta originaria della Cina, alta 2,5-4 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde, semirustico, cespuglioso, con foglie lucide, verde scuro, simili a quelle dell'Agrifoglio. I fiori, giallo carico o arancio sfumato di rosso, riuniti in racemi lunghi 3-4 cm, compaiono da aprile a maggio e sono seguiti da bacche blu. Si tratta tra i Berberis a fioritura primaverile di uno tra i più notevoli ed anche ottimo come pianta da siepe. Tra le varietà, la B.D.Prostrata è una varietà nana.
Berberis dictiopylla: pianta originaria della Cina, alta fino a 2 m e del diametro di circa 1 m. Si tratta di un arbusto a foglie decidue e portamento eretto i cui giovani rami sono coperti da una patina cerosa glauca. Le foglie, ellittiche, glauche inferiormente, diventano rosso carico in autunno. I fiori, gialli, brevemente peduncolati, lunghi 2 cm, compaiono in maggio, isolati p a 2 a 2, all'ascella delle foglie, e sono seguiti da bacche ovali, rosse, pruinose.
Berberis gagnepainii: pianta originaria della Cina, alta fino a 2 m e del diametro di 1-1,5 m. Si tratta di un arbusto sempreverde, folto, eretto. La varietà B.g.lanceifolia, che è poi quella coltivata, ha foglie più o meno scure, lanceolate, con bordi increspati e grossolanamente dentati. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi fino a 2,5 cm, sbocciano in maggio e sono seguiti da bacche ovali. Si tratta di una specie adatta per siepi.
Berberis hookeri: pianta originaria dell'Himalaya, alta fino a 1,5 m e del diametro di 1-1,5 m. Si tratta di un arbusto sempreverde, compatto, con foglie lucide simili a quelle dell'grifoglio, verde scuro e glauche inferiormente. I fiori, giallo pallido, riuniti in racemi lunghi 2,5 cm, compaiono in aprile-maggio e sono seguiti da bacche nere ovali.
Berberis linearifolia: pianta originaria della Cina, alta fino a 2,5 m e del diametro di 1-1,2 m. Si tratta di un arbusto sempreverde a crescita lenta e a portamento eretto; appena ha attecchito, può produrre rami eretti linghi 0,6-1,2 m. Le foglie, lineari, senza spine, sono verde scuro lucente sulla pagina superiore e glauche inferiormente. I fiori, arancio carico, riuniti in numero di 3-6 in racemi lunghi 2,5 cm, sbocciano in aprile. Le bacche sono nere, pruinose. Nelle regioni a clima freddo questa specie non è completamente rustica.
Berberis x lologensis: pianta originaria del Cile, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido naturale fa B.Linearifolia e B.Darwinii, sempreverde, rustico, acrescita più lenta di B.darwinii, cui assomiglia nel fogliame e nel portamento. I fiori, giallo-albicocca, molto abbondanti, riuniti in racemi lunghi fino a 2,5 cm, sbociano in marzo-aprile e sono seguiti da bacche purpuree, ovali.
Berberis sieboldii: pianta originaria del Giappone, alta 1,2 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto compatto, ricco di polloni alla base, con foglie decidue, verde brillante, oblunghe-ellittiche, che sono portate da fusti rosso scuro e divantano carminio carico in autunno. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi 3-4 cm, sbocciano in maggio e sono seguiti da bacche, tonde, rosso vivo.
Berberis x stenophylla: pianta alta 2,5-3 m e del diametro di 3-3,5 m. Si tratta di un ibrido naturale tra B.dorwinii e B.empetrifolia, robusto, sempreverde che forma una densa massa di rami ad arco con foglie lineari-lanceolate, verde scuro, glauche sulla pagina ingferiore. I fiori, giallo-oro, riuniti in racemi lunghi 3 cm, sbocciano abbondanti in aprile e sono seguiti da bacche rotonde, purpuree, pruinose. Si utilizza come esemplare isolato o per la formazione di siepi.
Berberis thumbergii: pianta originaria del Gaippone, alta 1,2 m e più e del diametro fino a 2 m. Si tratta di un arbusto compatto, a chioma tondeggiante, con foglie decidue obovate, verde pallido o intenso sopra e glauche sulla pagina inferiore, che diventano rosse in autunno. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi 1-2 cm, sbocciano di continuo. Le bacche sono piccole, ovali, scarlatte. Tra le varietà le più ornamentali sono B.T.Atropurpurea (o Crespino porpora), con foglie rosso-porpora durante la primavera e l'estate, Atropurpurea nana, alta 30-45 cm con foglie dello stesso colore; Erecta, compatta, con ramificazioni erette particolarmente adatta a formare siepi.
Berberis verruculosa: pianta originaria della Cina occidentale, alta 1-1,5 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde a crescita lenta e a portamento compatto. Le foglie sono ellittiche, dentate, spinose, verde scuro lucido superiormente e bianche sulla pagina inferiore. I fiori gialli, larghi fino a 2 cm, sbocciano da soli o in coppia in maggio-giugno e sono seguiti da bacche nere, ovali.
Berberis vulgaris (Crespino): pianta originaria dell'Europa, Italia, Asia e Africa settentrionale, alta 2-3 m e del diametro di 1,5-2 m. Si tratta di un arbusto eretto, con foglie ovali, dentate. I fiori, riuniti in racemi lunghi 3-4 cm, sono gialli e compaiono in maggio e sono seguiti da bacche rosse, ovoidali-cilindriche.
Berberia wilsonae: pianta originaria della Cina occidentale, alta 0,6-1,2 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto nano, semiprostrato, folto, con foglie decidue, piccole, lanceolate, verde delicato superiormente, grigio-azzurre sulla pagina inferiore che diventano rosse in autunno. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi 3 cm, sbocciano in luglio e sono seguiti da bacche rosso-corallo.


riproduzione: tutte le specie si ottengono facilmente seminando all'aperto in novembre, ma le piante ottenute in questo modo non sempre sono silmili a quelle dalle quali provengono i semi. Si moltiplicano anche mediante talee, lunghe 7-10 cm, prelevate in agosto-settembre dai rami laterali e fatte radicare in letto freddo in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali. Nella primavera successiva si mettono a dimora all'aperto in vivaio, dove resteranno per 1-2 anni prima della messa a dimora definitiva. Le talee delle specie sempreverdi si piantano in vasi da 10 cm riempiti con una composta per vasi e si interrano all'aperto fino al momento del trapianto. Le piante che producono polloni si possono dividere e ripiantare in qualunque momento tra ottobre e narzo.
esposizione:
fioritura: tra aprile e maggio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Trapa

Trapa, genere comprendente alcune specie acquatiche, appartenenti alla famiglia delle Trapaceae, diffuse allo stato spontaneo nelle regioni sud-orientali europee, nelle zone temperate e tropicali dell’Asia e in Africa. La ........

Gazania (Gazania)
La Gazania (Gazania) è originaria dell'Africa del Sud, comprende circa 25 specie ed è un'erbacea perenne o annuale, a vegetazione cespugliosa e con steli spesso striscianti. Le foglie sono radicali, ........

Ardisia

Ardisia, genere di 400 specie di alberi o arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Myrsinaceae. Sono piante molto ornamentali, in particolar modo per le  loro bacche rosse brillanti, che durano dall’autunno ........

Godetia (Godezia)

Godetia (Godezia), genere di 20 specie di piante erbacee annuali, rustiche. Le specie descritte sono piante da bordura molto diffuse, folte, con fiori semplici o doppi, molto colorati. Si possono coltivare anche in vaso ........

Halesia

Halesia, genere di 6 specie di alberi o arbusti a foglie decidue, originari dell'America settentrionale e della Cina. generalmente si coltivano solo le specie americane, molto ornamentali, con una bella fioritura primaverile.
Crescono ........

 

Ricetta del giorno
Rotolone alla crema
Versare in un pentolino basso, latte, burro e zucchero, sciogliere a fuoco lento e una volta che il composto sarà omogeneo, togliere dal fuoco e lasciare ....
sono presenti 531 piante
sono presenti 230 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Portulaca
Portulaca, genere di 200 specie di piante erbacee, perenni ed annuali, nella maggior parte dei casi succulente. La specie semirustica descritta, perenne, ma generalmente coltivata come annuale, è adatta per ........

Ceratostigma

Ceratostigma, genere di 8 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione nelle bordura miste. Nelle regioni a clima invernale molto freddo, non resistono ........

Enkianthus
Enkianthus, genere di 10 specie di arbusti rustici, a foglie decidue o parzialmente sempreverdi. Si coltivano per i fiori piccoli, abbondanti, generalmente campanulati e per il fogliame che, in autunno, assume ........

Heliotropium (Eliotropio)

Helitropium (Eliotropio), genere di 250 specie di piante erbacee, annuali, e arbustive, delicate o semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Boraginaceae. Si coltivano solo alcune specie arbustive, tra cui la più comune ........

Agave
Agave: Genere di 300 specie di piante perenni, succulente, con foglie molto spesso spinose, riunite in rosette basali portate da un fusto breve. Le infiorescenze, a spiga o a pannocchia, si formano al centro della ........


arbusti sempreverdi Berberis
Berberis

Berberis, genere di 450 specie di arbusti sempreverdi e a foglie decidue, generalmente spinosi, con foglie riunite in mazzetti simili a rosette. Tranne poche specie sud-americane, sono rustici e facili da coltivare. Le specie sempreverdi sono coltivate per il bel fogliame lucente e alcune come Berberis darwinii e Berberis x stenophylla, per l'abbondante fioritura. Le specie a foglie decidue sono coltivate soprattutto per i colori autunnali delle foglie e per i grappoli di bacche di colori vivaci, che generalmente resistono fino ad inverno inoltrato. I fiori, penduli, globosi e a forma di coppa, sono generalmenre riuniti in racemi, ma talvolta anche solitari. Alcune specie e i loro ibridi formano ottime siepi e molte specie nane si adattano ai piccoli giardini.
Le specie a foglie decidue si piantano da ottobre a marzo, evitando il periodo nel quale il terreno può essere gelato; le sempreverdi e quelle più delicate in settembre-ottobre o in marzo-aprile. I Berberis, tranne poche specie e varietà sud-americane, sono facili da coltivare e tollerano i terreni poco profondi e sciolti. Le specie a foglie decidue si piantano al sole; le specie sempreverdi crescono bene al sole o anche in posizioni parzialmente ombreggiate. Per formare siepi, si usano piante alte 30-40 cm, piantandole a intervalli di 45-60 cm. In seguito si taglia il quarto superiore di tutti i getti per ottenere un portamento compatto.

Potatura: una potatura regolare non è necessaria, ma bisogna tagliare i fusti vecchi a livello del terreno e di un ramo giovane. Si accorciano i rami troppo lunghi per mantenere l'arbusto a forma regolare. Le specie a foglie decidue si potano in febbraio mentre quelle sempreverdi dopo la fioritura. Le siepi si cimano all'altezza voluta una volta l'anno; le siepi sempreverdi dopo la fioritura mentre quelle decidue in agosto-settembre.

Berberis aggregata: pianta originaria della Cina orientale, alta 1,5 m e di pari diamtro. Si tratta di un arbusto a foglie decidue, compatto, con foglie obovato-lanceolate, dentate, verde pallido o poco più scuro, che in autunno si colorano di rosso o arancio. I fiori, gialli, riuniti in pannocchie lunghe 2,5 cm, compaiono in luglio e sono seguiti da bacche rotonde, rosso-corallo, pruinose. Fra le varietà si ricorda B.A.Barbarossa a crescita vigorosa, fino a circa 2 m, con bacche scarlatte talmente abbondanti da far piegare i rami per il peso.
Berberis buxifolia: pianta originaria dell'America meridionale, alta fino a 2-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde, rustico, con foglie coriacee, obovate, verde scuro e grigie sulla pagina inferiore. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi 2-3 cm, appaiono in marzo-aprile e sono seguiti da bacche rotonde, blu-nere, pruinose.
Berberis calliantha: pianta originaria del Tibet sud-occidentale, alta fino ad 1 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto compatto, rustico, sempreverde, con i fusti giovani sfumati di rosso. Le foglie, strette, verde scuro, simili a quelle dell'agrifoglio, sono di un bianco ceroso sulla pagina inferiore. I fiori, giallo delicato, riuniti in racemi lunghi 1,5-2,5 cm, compaiono in maggio e sono seguiti da bacche rotonde blu scuro.
Berberis candidula: pianta originaria della Cina, alta 60 cm e di pari diametro. Si tratta di un arbusto nano, sempreverde, a chioma tondeggiante, con foglie ellittiche, lucide, verde scuro e bianche sulla pagina inferiore. I fiori, gialli, larghi 0,8-1,2 cm, sbocciano in maggio-giugno, isolati o in gruppi di 2-3 e sono seguiti da bacche ovali, blu-nere che compaiono nella tarda estate.
Berberis darwinii: pianta originaria della Cina, alta 2,5-4 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde, semirustico, cespuglioso, con foglie lucide, verde scuro, simili a quelle dell'Agrifoglio. I fiori, giallo carico o arancio sfumato di rosso, riuniti in racemi lunghi 3-4 cm, compaiono da aprile a maggio e sono seguiti da bacche blu. Si tratta tra i Berberis a fioritura primaverile di uno tra i più notevoli ed anche ottimo come pianta da siepe. Tra le varietà, la B.D.Prostrata è una varietà nana.
Berberis dictiopylla: pianta originaria della Cina, alta fino a 2 m e del diametro di circa 1 m. Si tratta di un arbusto a foglie decidue e portamento eretto i cui giovani rami sono coperti da una patina cerosa glauca. Le foglie, ellittiche, glauche inferiormente, diventano rosso carico in autunno. I fiori, gialli, brevemente peduncolati, lunghi 2 cm, compaiono in maggio, isolati p a 2 a 2, all'ascella delle foglie, e sono seguiti da bacche ovali, rosse, pruinose.
Berberis gagnepainii: pianta originaria della Cina, alta fino a 2 m e del diametro di 1-1,5 m. Si tratta di un arbusto sempreverde, folto, eretto. La varietà B.g.lanceifolia, che è poi quella coltivata, ha foglie più o meno scure, lanceolate, con bordi increspati e grossolanamente dentati. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi fino a 2,5 cm, sbocciano in maggio e sono seguiti da bacche ovali. Si tratta di una specie adatta per siepi.
Berberis hookeri: pianta originaria dell'Himalaya, alta fino a 1,5 m e del diametro di 1-1,5 m. Si tratta di un arbusto sempreverde, compatto, con foglie lucide simili a quelle dell'grifoglio, verde scuro e glauche inferiormente. I fiori, giallo pallido, riuniti in racemi lunghi 2,5 cm, compaiono in aprile-maggio e sono seguiti da bacche nere ovali.
Berberis linearifolia: pianta originaria della Cina, alta fino a 2,5 m e del diametro di 1-1,2 m. Si tratta di un arbusto sempreverde a crescita lenta e a portamento eretto; appena ha attecchito, può produrre rami eretti linghi 0,6-1,2 m. Le foglie, lineari, senza spine, sono verde scuro lucente sulla pagina superiore e glauche inferiormente. I fiori, arancio carico, riuniti in numero di 3-6 in racemi lunghi 2,5 cm, sbocciano in aprile. Le bacche sono nere, pruinose. Nelle regioni a clima freddo questa specie non è completamente rustica.
Berberis x lologensis: pianta originaria del Cile, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido naturale fa B.Linearifolia e B.Darwinii, sempreverde, rustico, acrescita più lenta di B.darwinii, cui assomiglia nel fogliame e nel portamento. I fiori, giallo-albicocca, molto abbondanti, riuniti in racemi lunghi fino a 2,5 cm, sbociano in marzo-aprile e sono seguiti da bacche purpuree, ovali.
Berberis sieboldii: pianta originaria del Giappone, alta 1,2 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto compatto, ricco di polloni alla base, con foglie decidue, verde brillante, oblunghe-ellittiche, che sono portate da fusti rosso scuro e divantano carminio carico in autunno. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi 3-4 cm, sbocciano in maggio e sono seguiti da bacche, tonde, rosso vivo.
Berberis x stenophylla: pianta alta 2,5-3 m e del diametro di 3-3,5 m. Si tratta di un ibrido naturale tra B.dorwinii e B.empetrifolia, robusto, sempreverde che forma una densa massa di rami ad arco con foglie lineari-lanceolate, verde scuro, glauche sulla pagina ingferiore. I fiori, giallo-oro, riuniti in racemi lunghi 3 cm, sbocciano abbondanti in aprile e sono seguiti da bacche rotonde, purpuree, pruinose. Si utilizza come esemplare isolato o per la formazione di siepi.
Berberis thumbergii: pianta originaria del Gaippone, alta 1,2 m e più e del diametro fino a 2 m. Si tratta di un arbusto compatto, a chioma tondeggiante, con foglie decidue obovate, verde pallido o intenso sopra e glauche sulla pagina inferiore, che diventano rosse in autunno. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi 1-2 cm, sbocciano di continuo. Le bacche sono piccole, ovali, scarlatte. Tra le varietà le più ornamentali sono B.T.Atropurpurea (o Crespino porpora), con foglie rosso-porpora durante la primavera e l'estate, Atropurpurea nana, alta 30-45 cm con foglie dello stesso colore; Erecta, compatta, con ramificazioni erette particolarmente adatta a formare siepi.
Berberis verruculosa: pianta originaria della Cina occidentale, alta 1-1,5 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde a crescita lenta e a portamento compatto. Le foglie sono ellittiche, dentate, spinose, verde scuro lucido superiormente e bianche sulla pagina inferiore. I fiori gialli, larghi fino a 2 cm, sbocciano da soli o in coppia in maggio-giugno e sono seguiti da bacche nere, ovali.
Berberis vulgaris (Crespino): pianta originaria dell'Europa, Italia, Asia e Africa settentrionale, alta 2-3 m e del diametro di 1,5-2 m. Si tratta di un arbusto eretto, con foglie ovali, dentate. I fiori, riuniti in racemi lunghi 3-4 cm, sono gialli e compaiono in maggio e sono seguiti da bacche rosse, ovoidali-cilindriche.
Berberia wilsonae: pianta originaria della Cina occidentale, alta 0,6-1,2 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto nano, semiprostrato, folto, con foglie decidue, piccole, lanceolate, verde delicato superiormente, grigio-azzurre sulla pagina inferiore che diventano rosse in autunno. I fiori, gialli, riuniti in racemi lunghi 3 cm, sbocciano in luglio e sono seguiti da bacche rosso-corallo.


riproduzione: tutte le specie si ottengono facilmente seminando all'aperto in novembre, ma le piante ottenute in questo modo non sempre sono silmili a quelle dalle quali provengono i semi. Si moltiplicano anche mediante talee, lunghe 7-10 cm, prelevate in agosto-settembre dai rami laterali e fatte radicare in letto freddo in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali. Nella primavera successiva si mettono a dimora all'aperto in vivaio, dove resteranno per 1-2 anni prima della messa a dimora definitiva. Le talee delle specie sempreverdi si piantano in vasi da 10 cm riempiti con una composta per vasi e si interrano all'aperto fino al momento del trapianto. Le piante che producono polloni si possono dividere e ripiantare in qualunque momento tra ottobre e narzo.
esposizione:
fioritura: tra aprile e maggio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su