erbacee perenni Pennisetum (Penniseto)
Pennisetum (Penniseto)

Pennisetum (Penniseto): genere di 130 specie di graminacee perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per le bordure miste e possono essere utilizzate anche in composizioni di fiori secchi.
Si piantano in aprile, in tutti i terreni da giardino ben drenati, in posizioni soleggiate e riparate. Le infiorescenze da utilizzare per le composizioni di fiori secchi si tagliano e si fanno seccare tenendole capovolte, in un ambiente aerato, asciutto e poco illuminato. Si tratta di piante delicate che superano l'inverno solo nelle regioni con clima più favorevole dove, talvolta, possono riprodursi spontaneamente e inselvatichirsi.

Pennisetum alopecuroides: pianta originaria dell'Argentina, alta 1 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta longeva, con foglie strette grigio-verdi, lunghe fino a 50 cm, che formano un cespo folto, con delle infiorescenze piumose, giallo scuro, lunghe 5-20 cm che si formano in agosto-settembre. Molto ornamentale se coltivata in gruppi isolati.
Pennisetum orientale: pianta originaria dell'Abissinia, alta 30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, da coltivare come annuale, con foglie strette, leggermente tomentose, glauche. Le spighe, setolose, verde-marrone, lunghe 5-15 cm, compaiono in luglio; si tingono di bronzo in autunno.
Pennisetum setaceum: pianta originaria delle zone tropicali dell'Africa, Arabia e Asia sud-occidentale, alta 0,5-1 m, distanza tra le piante 50 cm. Si tratta di una graminacea perenne, semirustica, con ciuffi di foglie ruvide, lineari. I fusti, rigidi e sottili, portano infiorescenze piumose, compatte, lunghe fino a 30 cm, formate da numerose spighette sericee, giallo-verdi, spesso soffuse di porpora, che compaiono da luglio a settembre.
Pennisetum villosus: pianta originaria dell'Abissinia, alta 50-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, coltivata come annuale, con foglie strette, arcuate. Le spighe, bianche o porpora, lunghe fino a 12 cm, compaiono in giugno-luglio.


riproduzione: in aprile si dividono i cespi delle perenni e si ripiantano immediatamente. Le specie coltivate come annuali si possono seminare in marzo-aprile, in vasi o terrine riempite con una composta per semi, sotto vetro, alla temperatura di 15-17°C. Le piantine si ripicchettano in cassatte e si mettono a dimora in maggio.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre a seconta della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Geum (erba benedetta)

Geum, genere di 40 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, adatte per le bordure e per il giardino roccioso, con foglie pennatosette, a segmento terminale grande, e fiori appiattiti o tondeggianti, duraturi. Si parla ........

Hosta
L' Hosta , originaria del Giappone e Cina, comprende circa 20 specie ed è una pianta erbacea perenne, rustica, dal fogliame molto ornamentale.
Le foglie sono di forma ovale, più o meno larghe, attraversate ........

Colutea

Colutea, genere di 26 specie di arbusti a foglie decidue, delicati e rustici. La specie descritta produce frutti molto ornamentali.
Si pianta da ottobe a marzo in tutti i terreni da giardino, in posizioni soleggiate.

Potatura: ........

Celastrus (Celastro)

Celastrus, genere comprendente una trentina di specie di arbusti a foglie caduche e sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Celastracee, con fusti volubili alti fino a 7-12 m. I fiori, piccoli, bianco-verdastri, poco ........

Albicocco
L'Albicocco, Prunus Armeniaca, è una painta originaria della Cina, è molto diffusa in Italia e produce frutti molto profumati e di sapore delicato.
Si tratta di una specie rustica ma dal momento ........

 

Ricetta del giorno
Scorze di limone caramellate
Lavare accuratamente i limoni in modo da liberarli da eventuali tracce di pesticidi o altre sostanze chimiche. Pelare i limoni in modo che la scorza sia ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Erianthus

Erianthus, genere di 28 specie di piante erbacee di grandi dimensioni, originarie dell'America tropicale, dell'Europa meridionale, dell'Asia e dell'Africa. La specie descritta può essere utilizzata come l'erba delle Pampas, ........

Aruncus

Aruncus, genere di 12 piante arbustive, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Rosacee, adatte ad essere coltivate nelle zone umide.
Si pianta in ottobre o in febbraio-marzo, in posizioni parzialmente ombreggiate, ........

Elisma

Elisma, genere comprendente una sola specie di piante acquatiche rustiche, rizomatose,  appartenenti alla famiglia delle Alismataceae, spontanea nelle regioni centro-occidentali dell’Europa, adatta per la coltivazione ........

Armèria (Armeria)

L' Armèria (Armeria) , originaria dell'Europa, Africa settentrionale, America del Nord e Asia occidentale comprende circa 50 specie, di cui 6 spontanee in Italia ed è una pianticella erbacea, perenne ........

Impatiens (Balsamina)
L' Impatiens (balsamina), genere composto da 500-600 specie, è originaria della Cina, Malesia, India tropicale e sbtropicale; è una erbacea annuale, ma ve ne sonoa nche di perenni, alta da 20 a ........


erbacee perenni Pennisetum (Penniseto)
Pennisetum (Penniseto)

Pennisetum (Penniseto): genere di 130 specie di graminacee perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per le bordure miste e possono essere utilizzate anche in composizioni di fiori secchi.
Si piantano in aprile, in tutti i terreni da giardino ben drenati, in posizioni soleggiate e riparate. Le infiorescenze da utilizzare per le composizioni di fiori secchi si tagliano e si fanno seccare tenendole capovolte, in un ambiente aerato, asciutto e poco illuminato. Si tratta di piante delicate che superano l'inverno solo nelle regioni con clima più favorevole dove, talvolta, possono riprodursi spontaneamente e inselvatichirsi.

Pennisetum alopecuroides: pianta originaria dell'Argentina, alta 1 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta longeva, con foglie strette grigio-verdi, lunghe fino a 50 cm, che formano un cespo folto, con delle infiorescenze piumose, giallo scuro, lunghe 5-20 cm che si formano in agosto-settembre. Molto ornamentale se coltivata in gruppi isolati.
Pennisetum orientale: pianta originaria dell'Abissinia, alta 30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, da coltivare come annuale, con foglie strette, leggermente tomentose, glauche. Le spighe, setolose, verde-marrone, lunghe 5-15 cm, compaiono in luglio; si tingono di bronzo in autunno.
Pennisetum setaceum: pianta originaria delle zone tropicali dell'Africa, Arabia e Asia sud-occidentale, alta 0,5-1 m, distanza tra le piante 50 cm. Si tratta di una graminacea perenne, semirustica, con ciuffi di foglie ruvide, lineari. I fusti, rigidi e sottili, portano infiorescenze piumose, compatte, lunghe fino a 30 cm, formate da numerose spighette sericee, giallo-verdi, spesso soffuse di porpora, che compaiono da luglio a settembre.
Pennisetum villosus: pianta originaria dell'Abissinia, alta 50-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, coltivata come annuale, con foglie strette, arcuate. Le spighe, bianche o porpora, lunghe fino a 12 cm, compaiono in giugno-luglio.


riproduzione: in aprile si dividono i cespi delle perenni e si ripiantano immediatamente. Le specie coltivate come annuali si possono seminare in marzo-aprile, in vasi o terrine riempite con una composta per semi, sotto vetro, alla temperatura di 15-17°C. Le piantine si ripicchettano in cassatte e si mettono a dimora in maggio.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre a seconta della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su