erbacee annuali Calendula
Calendula

Calendula: genere di 20-30 specie di piante erbacee o suffruticose, annuali. La specie descritta è quella che più comunemente viene coltivata, eccellente per bordure e per fiori da recidere. Può essere anche coltivata in vasi, sotto vetro, per ottenere fiori da recidere anche in inverno. I fiori recisi durano in acqua molto tempo. Le foglie e i fusti hanno un odore pungente. La Calendula si moltiplica spontaneamente mediante semi.
Le Calendule crescono bene, anche se un po' trascurate, sui terreni più poveri e nelle peggiori condizioni possibili. Per ottenere i migliori risultati e per ottenere un'alta percentuale di capolini pieni e doppi, è necessario un buon terreno da giardino, ben drenato. Se le piante sono coltivate essenzialmente per ottenere fiori recisi, vanno cimati i germogli principali per stimolare lo sviluppo delle ramificazioni. L'eliminazione dei capolini sfioriti prolunga la fioritura e previene l'autodisseminazione della pianta, che può determinare una eccessiva produzione di paintine nell'anno successivo. Le piantine seminate in settembre, possono essere rinvasate in vasi di 12-15 cm per la fioritura invernale in ambiente protetto. Le piantine seminate in autunno all'aperto, perchè fioriscano in primavera, devono essere protette con campane nelle zone ad inverni rigidi.

Parassiti animali: Afidi che provocano melata e fumaggine. Mosca delle foglie che vive nello spessore delle foglie dove scava mine irregolari e allungate. Nottue che divorano i fusti e le foglie basali delle painte.
Parassiti vegetali: Mal bianco che si presenta sotto forma di una polvere bianca sulle foglie e sui fusti. Ruggine che si sviluppa sulla pagina inferiore delle foglie provocando la comparsa di pustole color arancio. Maculatura fogliare che determina sulle foglie macchie scure e irregolari che tendono ad espandersi rapidamente. Virosi del mosaico del cetriolo che provoca chiazze e deformazioni sulle foglie, mentre i capolini rimangono piccoli e deformati.

Calendula officinalis: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 40-60 cm, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una pianta annuale, rustica, a portamento cespuglioso, eretto. Le foglie, obovato-lanceolate, sono verde chiaro. I capolini, larghi fino a 10 cm, di color arancio brillante o giallo, sbocciano in grande abbondanza da maggio ai primi geli. Fra le numerose varietà vanno ricordate Art Shades con capolini di colori vivaci e pastello; Crested Mixed con 2 file esterne di fiori del raggio che circondano il disco increspato; Ceisha Girl nuova varietà con capolini doppi, pieni, rosso-arancio; kelmscott Giant Orange con capolini pieni e doppi, arancio brillante; Radio con fiori ligulati, arricciati e increspati, arancio scuro e giallo-oro.


riproduzione: si seminano le Calendule direttamente a dimora, coprendole con 1 cm di terriccio, in marzo per la fioritura estiva, in settembre-ottobre per la fioritura privamerile. Successivamente le piantine andranno diradate.
esposizione:
fioritura: da maggio a novembre




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Curtonus

Curtonus, pianta comprendente una sola specie bulbosa, rustica, adatta per le bordure erbacee e miste
In settembre-ottobre o in primavera si mettono a dimora le piantine appena divise o i bulbi-tuberi appena acquistati ........

Bignonia

Bignonia, genere comprendente una sola specie rampicante, delicata, appartenente alla famiglia delle Bignoniaceae, di origine sudamericana, che può crescere all’aperto nelle zone più calde del Centro e del Sud del Paese. ........

Phormium

Phormium, genere di 2 specie di piante perenni, sempreverdi, semirustiche, coltivate per le foglie e i fiori tubolosi, molto ornamentali. La specie descritta cresce in tuti i terreni fertili. Queste piante possono essere ........

Amorphophallus

Amorphophallus, genere di piante tuberose appartenenti alla famiglia delle Aracee, originarie delle zone tropicali dell’Asia e dell’Africa. Sono piante che vanno coltivate in serra calda, molto eleganti e originali, con ........

Angraecum

Angraecum, genere comprendente circa 200 specie di orchidee tropicali dell’Africa e del Madagascar appartenenti alla famiglia delle Orchidacee. Si tratta di piante epifite, ovvero che vivono su altre piante senza parassitarle, ........

 

Ricetta del giorno
Asparagi alla milanese
Raschiare i gambi degli asparagi della pellicola esterna, pareggiare le estremità, in modo che risultino tutti della stessa lunghezza, lavarli, legarli ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Aruncus

Aruncus, genere di 12 piante arbustive, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Rosacee, adatte ad essere coltivate nelle zone umide.
Si pianta in ottobre o in febbraio-marzo, in posizioni parzialmente ombreggiate, ........

Lamium
Lamium, genere di 40-50 specie di piante erbacee, perenni e annuali. Le specie descritte sono adatte per le posizioni ombreggiate e i terreni poveri. Alcune di queste, come L.galeobdolon sono adatte come piante tappezzanti, ........

Campanula

Campanula, genere di 300 specie di pianta erbacee annuali, biennali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Campanulaceae, nella maggior parte rustiche. Le specie descritte sono per lo più perenni, alcune sono biennali ........

Anthericum

Anthericum, genere di 300 specie di piante erbacee perenni. Le due specie descritte sono le sole ad essere coltivate perchè piante da giardino molto decorative con infiorescenze rade di fiori bianchi, stellati, che possono ........

Gilia

Gilia, genere di 120 specie di piante erbacee annuali, biennali e perenni, coltivate per i fiori appariscenti e per il fogliame ornamentale. Le specie descritte, annuali e rustiche, sono facili da coltivare; quelle nane ........


erbacee annuali Calendula
Calendula

Calendula: genere di 20-30 specie di piante erbacee o suffruticose, annuali. La specie descritta è quella che più comunemente viene coltivata, eccellente per bordure e per fiori da recidere. Può essere anche coltivata in vasi, sotto vetro, per ottenere fiori da recidere anche in inverno. I fiori recisi durano in acqua molto tempo. Le foglie e i fusti hanno un odore pungente. La Calendula si moltiplica spontaneamente mediante semi.
Le Calendule crescono bene, anche se un po' trascurate, sui terreni più poveri e nelle peggiori condizioni possibili. Per ottenere i migliori risultati e per ottenere un'alta percentuale di capolini pieni e doppi, è necessario un buon terreno da giardino, ben drenato. Se le piante sono coltivate essenzialmente per ottenere fiori recisi, vanno cimati i germogli principali per stimolare lo sviluppo delle ramificazioni. L'eliminazione dei capolini sfioriti prolunga la fioritura e previene l'autodisseminazione della pianta, che può determinare una eccessiva produzione di paintine nell'anno successivo. Le piantine seminate in settembre, possono essere rinvasate in vasi di 12-15 cm per la fioritura invernale in ambiente protetto. Le piantine seminate in autunno all'aperto, perchè fioriscano in primavera, devono essere protette con campane nelle zone ad inverni rigidi.

Parassiti animali: Afidi che provocano melata e fumaggine. Mosca delle foglie che vive nello spessore delle foglie dove scava mine irregolari e allungate. Nottue che divorano i fusti e le foglie basali delle painte.
Parassiti vegetali: Mal bianco che si presenta sotto forma di una polvere bianca sulle foglie e sui fusti. Ruggine che si sviluppa sulla pagina inferiore delle foglie provocando la comparsa di pustole color arancio. Maculatura fogliare che determina sulle foglie macchie scure e irregolari che tendono ad espandersi rapidamente. Virosi del mosaico del cetriolo che provoca chiazze e deformazioni sulle foglie, mentre i capolini rimangono piccoli e deformati.

Calendula officinalis: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 40-60 cm, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una pianta annuale, rustica, a portamento cespuglioso, eretto. Le foglie, obovato-lanceolate, sono verde chiaro. I capolini, larghi fino a 10 cm, di color arancio brillante o giallo, sbocciano in grande abbondanza da maggio ai primi geli. Fra le numerose varietà vanno ricordate Art Shades con capolini di colori vivaci e pastello; Crested Mixed con 2 file esterne di fiori del raggio che circondano il disco increspato; Ceisha Girl nuova varietà con capolini doppi, pieni, rosso-arancio; kelmscott Giant Orange con capolini pieni e doppi, arancio brillante; Radio con fiori ligulati, arricciati e increspati, arancio scuro e giallo-oro.


riproduzione: si seminano le Calendule direttamente a dimora, coprendole con 1 cm di terriccio, in marzo per la fioritura estiva, in settembre-ottobre per la fioritura privamerile. Successivamente le piantine andranno diradate.
esposizione:
fioritura: da maggio a novembre



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su