erbacee annuali Calendula
Calendula

Calendula: genere di 20-30 specie di piante erbacee o suffruticose, annuali. La specie descritta è quella che più comunemente viene coltivata, eccellente per bordure e per fiori da recidere. Può essere anche coltivata in vasi, sotto vetro, per ottenere fiori da recidere anche in inverno. I fiori recisi durano in acqua molto tempo. Le foglie e i fusti hanno un odore pungente. La Calendula si moltiplica spontaneamente mediante semi.
Le Calendule crescono bene, anche se un po' trascurate, sui terreni più poveri e nelle peggiori condizioni possibili. Per ottenere i migliori risultati e per ottenere un'alta percentuale di capolini pieni e doppi, è necessario un buon terreno da giardino, ben drenato. Se le piante sono coltivate essenzialmente per ottenere fiori recisi, vanno cimati i germogli principali per stimolare lo sviluppo delle ramificazioni. L'eliminazione dei capolini sfioriti prolunga la fioritura e previene l'autodisseminazione della pianta, che può determinare una eccessiva produzione di paintine nell'anno successivo. Le piantine seminate in settembre, possono essere rinvasate in vasi di 12-15 cm per la fioritura invernale in ambiente protetto. Le piantine seminate in autunno all'aperto, perchè fioriscano in primavera, devono essere protette con campane nelle zone ad inverni rigidi.

Parassiti animali: Afidi che provocano melata e fumaggine. Mosca delle foglie che vive nello spessore delle foglie dove scava mine irregolari e allungate. Nottue che divorano i fusti e le foglie basali delle painte.
Parassiti vegetali: Mal bianco che si presenta sotto forma di una polvere bianca sulle foglie e sui fusti. Ruggine che si sviluppa sulla pagina inferiore delle foglie provocando la comparsa di pustole color arancio. Maculatura fogliare che determina sulle foglie macchie scure e irregolari che tendono ad espandersi rapidamente. Virosi del mosaico del cetriolo che provoca chiazze e deformazioni sulle foglie, mentre i capolini rimangono piccoli e deformati.

Calendula officinalis: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 40-60 cm, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una pianta annuale, rustica, a portamento cespuglioso, eretto. Le foglie, obovato-lanceolate, sono verde chiaro. I capolini, larghi fino a 10 cm, di color arancio brillante o giallo, sbocciano in grande abbondanza da maggio ai primi geli. Fra le numerose varietà vanno ricordate Art Shades con capolini di colori vivaci e pastello; Crested Mixed con 2 file esterne di fiori del raggio che circondano il disco increspato; Ceisha Girl nuova varietà con capolini doppi, pieni, rosso-arancio; kelmscott Giant Orange con capolini pieni e doppi, arancio brillante; Radio con fiori ligulati, arricciati e increspati, arancio scuro e giallo-oro.


riproduzione: si seminano le Calendule direttamente a dimora, coprendole con 1 cm di terriccio, in marzo per la fioritura estiva, in settembre-ottobre per la fioritura privamerile. Successivamente le piantine andranno diradate.
esposizione:
fioritura: da maggio a novembre




Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Linnaea

Linnaea, genere di 3 specie di piante suffruticose, sempreverdi, rustiche, a portamnto prostrato. La specie descritta č adatta per le zone ombreggiate del giardino roccioso.
Si pianta in settembre o in marzo, in terreno ........

Actaea

Actaea, genere di circa 10 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, adatte per il giardino roccioso, le bordure e il sottobosco.
Queste piante crescono bene nei terreni ricchi di sostanza organica, in posizioni ombreggiate. ........

Hieracium

Hieracium, genere di almeno 1000 specie di piante erbacee, perenni, diffuse in tutte le regioni temperate e tropicali del pianeta. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e alpino.
Possono essere coltivati ........

Agapānto (Agapanthus)

L' Agapàant (Agapanthus), originaria del Capo di Buona Speranza e Africa australe, comprende una sola specie ed è una erbacea perenne, con radici tuberizzate, con fogliame molto fitto da cui si elevano lunghi e robusti ........

Minuartia

Minuartia, genere di 120 specie di piante erbacee perenni, annuali e di piccoli arbusti diffusi allo stato spontaneo nell'America settentrionale, in Cile, in Abissinia e nelle regioni himalayane. Si tratta di piante striscianti, ........

 

Ricetta del giorno
Muffin al cioccolato
Unire in una ciotola tutti gli ingredienti solidi, quindi la farina, lo zucchero, il cacao magro, il lievito, il bicarbonato e un pizzico di sale, dopo ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Briza

Briza, genere di 20 specie di graminaceae rustiche, annuali e perenni. Sono coltivate per le pannocchie, molto ornamentali, formate da spighette perlacee o bruno-purpuree, pendenti; si possono impiegare nelle composizini ........

Agrifōglio (Ilex)
L' Agrifòglio (Ilex) originario dell'America meridionale e altre zone temperate ad esclusione dell'Africa e Australia, spontaneo in Europa, comprende circa 295 specie ed è un arbusto o alberello a rami ........

Coleus

Coleus, genere comprendente 150 specie di piante annuali o perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Labiate. Le piante sono alte 30-50 cm, hanno foglie cuoriformi, a margine dentato, con colori variegati, e ........

Coix

Coix, genere di 5 specie di piante annuali, semirustiche, a foglie larghe. Sono coltivate in particolar modo per i loro frutti grigi, a forma di perla. Queste graminacee non sono adatte per essere essiccate. Si possono utilizzare ........

Enkianthus
Enkianthus, genere di 10 specie di arbusti rustici, a foglie decidue o parzialmente sempreverdi. Si coltivano per i fiori piccoli, abbondanti, generalmente campanulati e per il fogliame che, in autunno, assume ........


erbacee annuali Calendula
Calendula

Calendula: genere di 20-30 specie di piante erbacee o suffruticose, annuali. La specie descritta è quella che più comunemente viene coltivata, eccellente per bordure e per fiori da recidere. Può essere anche coltivata in vasi, sotto vetro, per ottenere fiori da recidere anche in inverno. I fiori recisi durano in acqua molto tempo. Le foglie e i fusti hanno un odore pungente. La Calendula si moltiplica spontaneamente mediante semi.
Le Calendule crescono bene, anche se un po' trascurate, sui terreni più poveri e nelle peggiori condizioni possibili. Per ottenere i migliori risultati e per ottenere un'alta percentuale di capolini pieni e doppi, è necessario un buon terreno da giardino, ben drenato. Se le piante sono coltivate essenzialmente per ottenere fiori recisi, vanno cimati i germogli principali per stimolare lo sviluppo delle ramificazioni. L'eliminazione dei capolini sfioriti prolunga la fioritura e previene l'autodisseminazione della pianta, che può determinare una eccessiva produzione di paintine nell'anno successivo. Le piantine seminate in settembre, possono essere rinvasate in vasi di 12-15 cm per la fioritura invernale in ambiente protetto. Le piantine seminate in autunno all'aperto, perchè fioriscano in primavera, devono essere protette con campane nelle zone ad inverni rigidi.

Parassiti animali: Afidi che provocano melata e fumaggine. Mosca delle foglie che vive nello spessore delle foglie dove scava mine irregolari e allungate. Nottue che divorano i fusti e le foglie basali delle painte.
Parassiti vegetali: Mal bianco che si presenta sotto forma di una polvere bianca sulle foglie e sui fusti. Ruggine che si sviluppa sulla pagina inferiore delle foglie provocando la comparsa di pustole color arancio. Maculatura fogliare che determina sulle foglie macchie scure e irregolari che tendono ad espandersi rapidamente. Virosi del mosaico del cetriolo che provoca chiazze e deformazioni sulle foglie, mentre i capolini rimangono piccoli e deformati.

Calendula officinalis: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 40-60 cm, distanza tra le piante 30-40 cm. Si tratta di una pianta annuale, rustica, a portamento cespuglioso, eretto. Le foglie, obovato-lanceolate, sono verde chiaro. I capolini, larghi fino a 10 cm, di color arancio brillante o giallo, sbocciano in grande abbondanza da maggio ai primi geli. Fra le numerose varietà vanno ricordate Art Shades con capolini di colori vivaci e pastello; Crested Mixed con 2 file esterne di fiori del raggio che circondano il disco increspato; Ceisha Girl nuova varietà con capolini doppi, pieni, rosso-arancio; kelmscott Giant Orange con capolini pieni e doppi, arancio brillante; Radio con fiori ligulati, arricciati e increspati, arancio scuro e giallo-oro.


riproduzione: si seminano le Calendule direttamente a dimora, coprendole con 1 cm di terriccio, in marzo per la fioritura estiva, in settembre-ottobre per la fioritura privamerile. Successivamente le piantine andranno diradate.
esposizione:
fioritura: da maggio a novembre



Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su