rampicanti da fiore Clemātide (Clematis)
Clemātide (Clematis)

Le Clematidi (Clematis) sono originarie di tutte le zone temperate dell'emisfero nord; molte le specie asiatiche, cinesi e giapponesi, e quelle nordamericane e comprendono dalle 300 alle 400 specie alle quali si aggiungono numerose varietà e molti ibridi.
Sono arbusti quasi sempre rampicanti a tralci lunghi e flessibili con foglie persistenti o caduche, di forma assai varia, e dal colore che va dal verde argenteo al verde scuro.
I fiori, solitari, in mazzi o a grappoli, spesso profumati, hanno dimensioni e forme assai diverse; quelli che in genere sono ritenuti i petali, in genere sono i sepali che si sono molto ingranditi assumendo colori vistosi, dal bianco al porpora, dal rosa al lilla, dal crema al giallo, dal celeste al blu.
Utilizzazione: come pianta ornamentale per giardini e balconi, per coprire pergolati, muri, cancellate e berceaux. Hanno una precisa esigenza: il piede della pianta deve restare  rigorosamente all'ombra.
Piantagione: si esegue in autunno o a fine inverno in terreno ben concimato con sostanze organiche e misto a 1/3 di torba.
Qualche consiglio: eseguita in modo corretto la piantagione, le clematidi non richiedono particolari cure per ottenere fantastiche fioriture. Basta tener presente queste norme:
- annaffiare regolarmente ogni giorno o a giorni alterni
- concimare ogni autunno con fertilizzante organico in polvere oppure con letame e, da marzo a settembre somministrare 3 volte al mese un concime minerale solubile con l'acqua delle annaffiature
- potare ogni anno, intervenendo subito dopo la fioritura, per le specie che fioriscono sul legno vecchio (C.alpina, C.montana, C.armandii, C.patens, C.florida, C.cirrhosa, C.spooneri, C.chrysocoma), alla fine dell'inverno, in tempo utile per provocare la formazione di nuova vegetazione, per le specie che emettono fiori sui rami giovani (C.viticella, C.jakmanii, C.paniculata, C.texensis)
- controllare costantemente le piante per scoprire per tempo la presenza di parassiti e malattie, e intervenire subito con irrorazioni di disinfettanti e antiparassitari
- legare solidamente i rami a supporti o graticci, dal momento che il peso del fogliame potrebbe spezzare i rami che sono molto fragili.

Clematis Viticella: alta 4 m, spontane ain Italia, fiorisce da luglio a settembre in blu, rosso, azzurro, porpora; corolle profumate
Clematis Vitalba: alta 10 m, sspontanea in Italia, fiorisce da marzo a maggio in azzurro.
Clematis Flammula: alta 4 m, spontanea in Italia, fiorisce da luglio a settembre in bianco; fiori profumati.
Clematis Montana: alta 7 m, fiorisce da maggio a luglio in bianco, rosa e vari altri colori a seconda della varietà.
Clematis Patens: alta 3 m, fiorisce in maggio-giugno in bianco o celeste; comprende molti ibridi che sono tra i più coltivati.
Clematis Florida: alta 5 m, fiorisce da giugno ad agosto in bianco crema; comprende  bellissimi ibridi molto diffusi.
Clematis Jackmanii: alta 4 m, fiorisce da giugno a ottobre in viola; bellissimi ibridi anche per questa specie.
Clematis Crispa: alta 2 m, fiorisce da giugno ad agosto in azzurro viola; ha corolle profumate.
Clematis Armandii: alta 10 m, fiorisce da marzo a maggio in bianco; ha corolle profumate. Ha bellissime varietà a fiore rosa o bianco


riproduzione: Per seme in marzo, per talea semilegnosa o per margotta in giugno.
esposizione:
fioritura: da marzo a agosto in base alla specie




Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Glicine (Wistaria)
Il Glicine (Wistaria) è una pianta che annovera 10 specie rampicanti arbustive, a foglie decidue, rustiche. Sono molto ornamentali e si impiegano per ricoprire muri, archi, pergolati, palizzate e alberi. Contro ........

Poinciana

La Poinciana , originaria del Madagascar, messico, Isole Mascarene, Antille, comprende 2 specie ed è un albero sempreverde, fiorifero, alto circa 10-12 m.
Le foglie sono composte da foglioline molto ........

Duranta
La Duranta è un arbusto originario dell'America Centrale e Meridionale, delicata e comprende circa 36 specie. Ls specie descritta è adatta ad essere coltivata all'aperto nelle zone a clima mite dell'Italia ........

Melograno

Melograno, o Punica granata, pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Punicacee, coltivata per i frutti e anche per il suo valore ornamentale. Originaria dell’Asia occidentale, cresce allo stato spontaneo nelle ........

Ancųsa (Anchusa)
L' Ancùsa (Anchusa) , originaria dell'Europa, Africa e Asia occidentale, comprende circa 60 specie delle quali 8 spontanee in Italia ed è una pianta erbacea perenne o annuale, rustica, alta dai 30 cm ........

 

Ricetta del giorno
Vermicelli alla siracusana
Lavare il peperone, eliminare i semi interni, passarlo sulla griglia per abbrustolirlo, dopo di che eliminare la buccia.
Lavare la melanzana, asciugarla ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Verbascum (Verbasco)

Verbascum (Verbasco), genere di 300 specie di piante erbacee suffruticose, biennali o perenni, rustiche. La maggior parte delle specie č adatta alla coltivazione nel secondo piano delle bordure o  a gruppi nelle aiuole, ........

Acero (Acer)

L'Acero, originario dell'Asia, Europa, Africa del Nord e America settentrionale comprende più di 100 specie.
Sono alberi di varia altezza ( da 2 a 30 metri a seconda della specie ) con foglie quasi ........


Thalia

Thalia, genere di 11 specie di piante originarie delle regioni temperato-calde e subtropicali dell’America settentrionale e dell’Africa, appartenenti alla famiglia delle Marantaceae. Si tratta di piante erbacee, rizomatose,  ........

Tamaryx (Tamerice)
Il Tamaryx (Tamerice), genere di 90 specie di arbusti rustici, a foglie decidue, adatti per formare barriere frangivento e siepi, soprattutto nelle zone costiere. Si tratta di una pianta che non tollera i terreni ........


rampicanti da fiore Clemātide (Clematis)
Clemātide (Clematis)

Le Clematidi (Clematis) sono originarie di tutte le zone temperate dell'emisfero nord; molte le specie asiatiche, cinesi e giapponesi, e quelle nordamericane e comprendono dalle 300 alle 400 specie alle quali si aggiungono numerose varietà e molti ibridi.
Sono arbusti quasi sempre rampicanti a tralci lunghi e flessibili con foglie persistenti o caduche, di forma assai varia, e dal colore che va dal verde argenteo al verde scuro.
I fiori, solitari, in mazzi o a grappoli, spesso profumati, hanno dimensioni e forme assai diverse; quelli che in genere sono ritenuti i petali, in genere sono i sepali che si sono molto ingranditi assumendo colori vistosi, dal bianco al porpora, dal rosa al lilla, dal crema al giallo, dal celeste al blu.
Utilizzazione: come pianta ornamentale per giardini e balconi, per coprire pergolati, muri, cancellate e berceaux. Hanno una precisa esigenza: il piede della pianta deve restare  rigorosamente all'ombra.
Piantagione: si esegue in autunno o a fine inverno in terreno ben concimato con sostanze organiche e misto a 1/3 di torba.
Qualche consiglio: eseguita in modo corretto la piantagione, le clematidi non richiedono particolari cure per ottenere fantastiche fioriture. Basta tener presente queste norme:
- annaffiare regolarmente ogni giorno o a giorni alterni
- concimare ogni autunno con fertilizzante organico in polvere oppure con letame e, da marzo a settembre somministrare 3 volte al mese un concime minerale solubile con l'acqua delle annaffiature
- potare ogni anno, intervenendo subito dopo la fioritura, per le specie che fioriscono sul legno vecchio (C.alpina, C.montana, C.armandii, C.patens, C.florida, C.cirrhosa, C.spooneri, C.chrysocoma), alla fine dell'inverno, in tempo utile per provocare la formazione di nuova vegetazione, per le specie che emettono fiori sui rami giovani (C.viticella, C.jakmanii, C.paniculata, C.texensis)
- controllare costantemente le piante per scoprire per tempo la presenza di parassiti e malattie, e intervenire subito con irrorazioni di disinfettanti e antiparassitari
- legare solidamente i rami a supporti o graticci, dal momento che il peso del fogliame potrebbe spezzare i rami che sono molto fragili.

Clematis Viticella: alta 4 m, spontane ain Italia, fiorisce da luglio a settembre in blu, rosso, azzurro, porpora; corolle profumate
Clematis Vitalba: alta 10 m, sspontanea in Italia, fiorisce da marzo a maggio in azzurro.
Clematis Flammula: alta 4 m, spontanea in Italia, fiorisce da luglio a settembre in bianco; fiori profumati.
Clematis Montana: alta 7 m, fiorisce da maggio a luglio in bianco, rosa e vari altri colori a seconda della varietà.
Clematis Patens: alta 3 m, fiorisce in maggio-giugno in bianco o celeste; comprende molti ibridi che sono tra i più coltivati.
Clematis Florida: alta 5 m, fiorisce da giugno ad agosto in bianco crema; comprende  bellissimi ibridi molto diffusi.
Clematis Jackmanii: alta 4 m, fiorisce da giugno a ottobre in viola; bellissimi ibridi anche per questa specie.
Clematis Crispa: alta 2 m, fiorisce da giugno ad agosto in azzurro viola; ha corolle profumate.
Clematis Armandii: alta 10 m, fiorisce da marzo a maggio in bianco; ha corolle profumate. Ha bellissime varietà a fiore rosa o bianco


riproduzione: Per seme in marzo, per talea semilegnosa o per margotta in giugno.
esposizione:
fioritura: da marzo a agosto in base alla specie



Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su