piante da interni appartamento Philodendron
Philodendron

Il Philodendron è una pianta sempreverde che annovera 275 specie, originaria dell'America meridionale, da serra o appartamento. Nella maggior parte dei casi sono piante rampicanti, vigorose, con radici aeree, che si formano in corrispondenza di ogni nodo. Facili da coltivare, hanno foglie molto ornamentali e, in molte specie, le foglie giovani sono diverse dalle foglie adulte. Le altezze indicate più avanti per ciascuna specie, sono riferite alla piante allevate in vaso e in appartamento; in serra raggiungono dimensioni maggiori.
I Philodendron si coltivano in vasi da 15-30 cm, a seconda delle dimensioni della pianta, riempiti con una composta a base di torba. Prediligono posizioni ben illuminate e, ovviamente come un po' tutte le piante allevate in appartamento, non esposte direttamente alla luce solare. Se allevate in serra, questa andrà ombreggiata tra aprile e ottobre. Si mantiene una temperatuta invernale minima di 13-16° C, sebbene le piante sopportino temperature anche di 5° C, purchè per brevi periodi. Si annaffia abbondantemente da aprile ad ottobre e moderatamente nei restanti mesi dell'anno in modo da non lasciar mai asciugare completamente la composta e, comunque, senza esagerare per evitare  il marciume radicale. In serra sarà apportuno mantenere l'atmosfera umida e, durante la calda stagione, spruzzare le foglie 2 volte al giorno. In appartamento, per mantenere una certa umidità, si pongono i vasi in  ciotole o vassoi riempiti con ghiaia che andrà mantenuta sempre umida. Le specie rampicanti coltivate in vaso si fanno crescere su sostegni rivestiti di sfagno che devono essere mantenuti sempre umidi. Le piante d'appartamento si rinvasano ogni 2 anni, in aprile e, negli anni nei quali non si effettua il rinvaso, somministrare concime liquido diluito in base alle dosi indicate sulla confezione del prodotto, ogni 15 giorni.

Potatura. Non è prettamenmte necessaria, tuttavia si cima il Philodendron scandens regolarmente, per stimolare la formazione di ramificazioni, oppure si piega l'apice fino a fissarlo alla base della pianta. Esso risalirà nuovamente sul sostegno.

Philodendron andreanum: pianta originaria della Colombia, alta fino a 2 m, è specie rampicante con foglie pendenti, sagittate, verde scuro, soffuse di rame e con nervature avorio, lunghe fino a 60 cm. La pianta adulta si coltiva raramente, e allo stadio giovanile la pianta ha foglie cuoriformi, vellutate, verde scuro sulla pagina superiore e porpora-rosa, soffuse di rame, sulla pagina inferiore, lunghe fino a 15 cm.
Philodendron bipinnatifidum: pianta originaria del Brasile, alta sino ad 1 m, è specie non rampicante, a portamento compatto, con foglie verde carico, trilobate e profondamente incise, che si formano da un fusto molto breve e portate su lunghi piccioli. Le foglie adulte si formano dopo circa 2 anni, sono lunghe 60 cm e larghe 45 cm e, quelle giovani, sono intere e cuoruformi.
Philodendron erubescens: pianta originaria della Colombia, alta fino a 2 m, rampicante, vigorosa, con radici aeree ad ogni nodo e foglie sagittate, lucide, rosa appena formate, poi verde scuro soffuse di rame, lunghe circa 25 cm. I fusti e i piccioli sono color porpora.
Philodendron hastatum: pianta originaria del Brasile, alta fino a 1.5 m, rampicante, moderatamente vigorosa, con foglie intere, sagittate, lunghe 15 cm, portate da piccioli carnosi.
Philodendron imbe: pianta originaria del Brasile, alta fino a 2 m, rampicante vigorosa, con fusti e piccioli verdi, macchiati di porpora. Le foglie sono sagittate, di forma allungata, lunghe fino a 30 cm e di color verde scuro. Sconsigliata in appartamento in quanto troppo vigorosa, trova la sua giusta collocazione in serra.
Philodendron sagittifolium: pianta originaria del Messico e America centrale, alta 1.5 m, simile al P.imbe, ma con foglie più piccole e fusti e piccioli senza le macchie porpora. Essendo più bassa, può essere coltivata in appartamento.
Philodendron scandens: pianta originaria di Panama, alta fino a 2 m, rampicante rustica, facile da coltivare, con fusti sottili e foglie cuoriformi, verde scuro, affusolata all'apice, sopporta bene l'inquinamento atmosferico.
Philodendron selloum: pianta originaria del Brasile, alta 1.5-2.5 m, non rampicante, vigorosa, a portamento arborescente da adulta, forma un grande cespo. Ha foglie lungamente picciolate, con lamina profondamente incisa, color verde scuro. Anche questa è pianta sconsigliata in appartamento date le sue dimensioni, mentre in serra può essere coltivata tranquillamente.

 


riproduzione: in maggio-giugno si prelevano dalle piante rampicanti talee apicali lunghe 10-15 cm, con una foglia ben sviluppata e si piantano singolarmente in contenitori di 5-10 cm, riempiti con torba e si fanno radicare in ambiente umido alla temperatura di 21-24° C. In maggio si possono anche prelevare porzioni di fusto, formato da 1-3 nodi e si fanno radicare come le talee. Le specie non rampicanti si moltiplicano sia per seme che divisione dei cespi. Si semina in aprile alla temperatura di 24-27° C e si ripicchettano le piantine in vassoi per trapiantarle poi, in seguito, in contenitori di 7-8 cm, riempiti con la stessa composta. Per divisione dei cespi, invece, in maggio-giugno si asporta l'apice del fusto e, dopo circa un anno, quando i germogli laterali saranno sufficientemente sviluppati, si taglia il fusto in tante porzioni, con ognuna che abbia almeno un germoglio, e si piantano in vasi dalle dimensioni adatte, sempre con la solita composta, e si mantengono ad una temperatura di 21° C, fino a completo attecchimento.
esposizione:
fioritura: assente




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Gerbera
La Gerbera è una pianta erbacea, perenne, semirustica o delicata della quale si contano 70 specie. Ha foglie lanceolate, tomentose, lobate, disposte in rosette, e capolini di vari colori, fra cui giallo, arancio, ........

Paeonia (Peonia)

Paeonia (Peonia), genere di 33 specie di piante erbacee perenni e di arbusti rustici, coltivati per i fiori eleganti e per il fogliame particolarmente ornamentale, adatte  per la coltivazione nelle bordure erbacee, ........

Heracleum

Heracleum, genere di 70 specie di piante erbacee, perenni e biennali, rustiche. La specie descritta è grande, poco elegante, adatta ad essere coltivata nelle vicinanze di grandi stagni.
Si piantano fra ottobre e marzo, ........

Hedychium

Hedychium, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, con fusti robusti, che portano foglie guainanti, disposte parallelamente su 2 linee. I fiori, simili a qulli delle Orchidee, spesso profumati, sono riuniti ........

Echinopsis

Echinopsis, genere di 35 specie di piante perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Cactaceae, che durante l’inverno vanno tenute completamente all’asciutto. Si coltivano per i fiori, imbutiformi, rosa o bianchi, ........

 

Ricetta del giorno
Spaghetti aglio, olio, curcuma e pistacchi
Sgusciare i pistacchi, metterli sul tagliere e sminuzzarli con il coltello.
Intanto mettere a bollire l’acqua per la cottura della pasta. Una volta ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Nicandra

Nicandra, genere comprendente una sola specie perenne, suffruticosa, particolarmente adatta per le bordure, con fiori, foglie e frutti molto ornamentali. I fiori hanno la caratteristica di aprirsi solo per poche ore durante ........

Iris (Iris)

L'Iris, originaria dell'Europa, Asia, Africa e America comprende circa 200 specie ed infinite varietà; sono piante erbacee, rizomatose o bulbose, ha foglie che possono essere lunghe e sottili oppure corte e a forma ........

Aechmea

Aechmea, genere di circa 50 specie di piante sempreverdi. La maggior parte sono epifite, alcune sono terrestri. Tutte sono dotate di rosette, tubolari o allargate, di foglie più o meno spinose e addossate  l’una all’altra ........

Dodecatheon

Dodecatheon, genere di 52 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, adatte per il sottobosvo e per le zone leggermente ombreggiate dei giardini rocciosi. Hanno fiori ricurvi, simili a quelli dei ciclamini, riuniti in ........



piante da interni appartamento Philodendron
Philodendron

Il Philodendron è una pianta sempreverde che annovera 275 specie, originaria dell'America meridionale, da serra o appartamento. Nella maggior parte dei casi sono piante rampicanti, vigorose, con radici aeree, che si formano in corrispondenza di ogni nodo. Facili da coltivare, hanno foglie molto ornamentali e, in molte specie, le foglie giovani sono diverse dalle foglie adulte. Le altezze indicate più avanti per ciascuna specie, sono riferite alla piante allevate in vaso e in appartamento; in serra raggiungono dimensioni maggiori.
I Philodendron si coltivano in vasi da 15-30 cm, a seconda delle dimensioni della pianta, riempiti con una composta a base di torba. Prediligono posizioni ben illuminate e, ovviamente come un po' tutte le piante allevate in appartamento, non esposte direttamente alla luce solare. Se allevate in serra, questa andrà ombreggiata tra aprile e ottobre. Si mantiene una temperatuta invernale minima di 13-16° C, sebbene le piante sopportino temperature anche di 5° C, purchè per brevi periodi. Si annaffia abbondantemente da aprile ad ottobre e moderatamente nei restanti mesi dell'anno in modo da non lasciar mai asciugare completamente la composta e, comunque, senza esagerare per evitare  il marciume radicale. In serra sarà apportuno mantenere l'atmosfera umida e, durante la calda stagione, spruzzare le foglie 2 volte al giorno. In appartamento, per mantenere una certa umidità, si pongono i vasi in  ciotole o vassoi riempiti con ghiaia che andrà mantenuta sempre umida. Le specie rampicanti coltivate in vaso si fanno crescere su sostegni rivestiti di sfagno che devono essere mantenuti sempre umidi. Le piante d'appartamento si rinvasano ogni 2 anni, in aprile e, negli anni nei quali non si effettua il rinvaso, somministrare concime liquido diluito in base alle dosi indicate sulla confezione del prodotto, ogni 15 giorni.

Potatura. Non è prettamenmte necessaria, tuttavia si cima il Philodendron scandens regolarmente, per stimolare la formazione di ramificazioni, oppure si piega l'apice fino a fissarlo alla base della pianta. Esso risalirà nuovamente sul sostegno.

Philodendron andreanum: pianta originaria della Colombia, alta fino a 2 m, è specie rampicante con foglie pendenti, sagittate, verde scuro, soffuse di rame e con nervature avorio, lunghe fino a 60 cm. La pianta adulta si coltiva raramente, e allo stadio giovanile la pianta ha foglie cuoriformi, vellutate, verde scuro sulla pagina superiore e porpora-rosa, soffuse di rame, sulla pagina inferiore, lunghe fino a 15 cm.
Philodendron bipinnatifidum: pianta originaria del Brasile, alta sino ad 1 m, è specie non rampicante, a portamento compatto, con foglie verde carico, trilobate e profondamente incise, che si formano da un fusto molto breve e portate su lunghi piccioli. Le foglie adulte si formano dopo circa 2 anni, sono lunghe 60 cm e larghe 45 cm e, quelle giovani, sono intere e cuoruformi.
Philodendron erubescens: pianta originaria della Colombia, alta fino a 2 m, rampicante, vigorosa, con radici aeree ad ogni nodo e foglie sagittate, lucide, rosa appena formate, poi verde scuro soffuse di rame, lunghe circa 25 cm. I fusti e i piccioli sono color porpora.
Philodendron hastatum: pianta originaria del Brasile, alta fino a 1.5 m, rampicante, moderatamente vigorosa, con foglie intere, sagittate, lunghe 15 cm, portate da piccioli carnosi.
Philodendron imbe: pianta originaria del Brasile, alta fino a 2 m, rampicante vigorosa, con fusti e piccioli verdi, macchiati di porpora. Le foglie sono sagittate, di forma allungata, lunghe fino a 30 cm e di color verde scuro. Sconsigliata in appartamento in quanto troppo vigorosa, trova la sua giusta collocazione in serra.
Philodendron sagittifolium: pianta originaria del Messico e America centrale, alta 1.5 m, simile al P.imbe, ma con foglie più piccole e fusti e piccioli senza le macchie porpora. Essendo più bassa, può essere coltivata in appartamento.
Philodendron scandens: pianta originaria di Panama, alta fino a 2 m, rampicante rustica, facile da coltivare, con fusti sottili e foglie cuoriformi, verde scuro, affusolata all'apice, sopporta bene l'inquinamento atmosferico.
Philodendron selloum: pianta originaria del Brasile, alta 1.5-2.5 m, non rampicante, vigorosa, a portamento arborescente da adulta, forma un grande cespo. Ha foglie lungamente picciolate, con lamina profondamente incisa, color verde scuro. Anche questa è pianta sconsigliata in appartamento date le sue dimensioni, mentre in serra può essere coltivata tranquillamente.

 


riproduzione: in maggio-giugno si prelevano dalle piante rampicanti talee apicali lunghe 10-15 cm, con una foglia ben sviluppata e si piantano singolarmente in contenitori di 5-10 cm, riempiti con torba e si fanno radicare in ambiente umido alla temperatura di 21-24° C. In maggio si possono anche prelevare porzioni di fusto, formato da 1-3 nodi e si fanno radicare come le talee. Le specie non rampicanti si moltiplicano sia per seme che divisione dei cespi. Si semina in aprile alla temperatura di 24-27° C e si ripicchettano le piantine in vassoi per trapiantarle poi, in seguito, in contenitori di 7-8 cm, riempiti con la stessa composta. Per divisione dei cespi, invece, in maggio-giugno si asporta l'apice del fusto e, dopo circa un anno, quando i germogli laterali saranno sufficientemente sviluppati, si taglia il fusto in tante porzioni, con ognuna che abbia almeno un germoglio, e si piantano in vasi dalle dimensioni adatte, sempre con la solita composta, e si mantengono ad una temperatura di 21° C, fino a completo attecchimento.
esposizione:
fioritura: assente



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su