Parassiti Animali
Anguillula dei bulbi e dei fusti(Ditylenchus dipsaci)

Anguillula dei bulbi e dei fusti (Ditylenchus dipsaci): può attaccare diverse piante, soprattutto bulbose, come i narcisi, i giaggioli, i giacinti, le begonie,  su cui provoca gravi alterazioni a carico dei bulbi, dei fusti e delle foglie. Si osservano raggrinzimenti fogliari, deformazioni, maculature e rigonfiamenti di colore giallastro, rallentamento della crescita della pianta, mentre all’interno di bulbi si formano macchie nerastre. Nei casi di infestazioni più gravi, le piante muoiono.
Lotta: evitare di ritornare sullo stesso terreno con la coltura per alcuni anni. Intervenire con fumiganti nematocidi specifici da applicare al terreno o all’apparato aereo delle piante che presentano sintomi dell’infezione.



 

 

 



Gleditschia

Gleditschia, genere di 11 specie di alberi a foglie decidue, originari dell'Iran, Asia e America settentrionale. La maggior parte di queste piante ha spine semplici o ramificate, che sono di minori dimensioni nelle piante ........

betùlla (Betula)
La Betùlla (Betula) , originaria della Cina, Manciuria, Corea, Nord America, Caucaso, Europa e Himalaya, comprende circa 40 specie ed è un albero a foglia caduca, alto anche 27 m, con corteccia che dal ........

Cedrus(Cedro)

Cedrus(Cedro), genere di 4 specie di conifere sempreverdi, rustiche e longeve, appartenenti alla famiglia delle Pinaceae, adatte per i grandi giardini o parchi, in quanto crescono molto rapidamente. I rametti giovani hanno ........

Tagete (Tagetes)
Il Tagete (Tagetes) è un'erbacea annuale, talvolta perenne originaria dell'Americhe e comprende circa 30 specie.
Le foglie, pennate o suddivise in liobi, talvolta lenceolate, di color verde scuro, emanano ........

Curtonus

Curtonus, pianta comprendente una sola specie bulbosa, rustica, adatta per le bordure erbacee e miste
In settembre-ottobre o in primavera si mettono a dimora le piantine appena divise o i bulbi-tuberi appena acquistati ........

sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Reseda

Reseda, genere di 60 specie di piante erbacee annuali, biennali e perenni. La specie descritta è perenne ed è coltivata come annuale o biennale nelle bordure e per ottenere fiori da recidere.
Si pianta in terreno abbastanza ........

Ursinia

Ursinia, genere di 80 specie di piante perenni ed annuali e di arbusti. Le specie descritte si coltivano nelle bordure miste e nelle aiuole e anche in vaso e sono anche adatte per la produzione di fiori da recidere. I capolini ........

Filodendro (Monstera)

Filodendro (Monstera), genere di 50 specie di piante rampicanti, sempreverdi, appartenenti alla famiflia delle Araceae,  che aderiscono ai supporti per mezzo di radici aeree, che si formano in corrispondenza di ogni ........

Salpiglossis

Salpiglossis, genere di 18 specie di piante erbacee annuali, biennali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Solanaceae. La specie descritta è annuale, semirustica,  adatta per le bordure annuali e miste e per ........

Epilobium

Epilobium, genere di 215 specie di piante erbacee, perenni e suffruticose, rustiche. Le specie descritte, erbacee e nane, sono adatte per al giardino roccioso.
Si piantano in autunno o in febbraio-marzo, in qualsiasi ........



Parassiti Animali
Anguillula dei bulbi e dei fusti(Ditylenchus dipsaci)

Anguillula dei bulbi e dei fusti (Ditylenchus dipsaci): può attaccare diverse piante, soprattutto bulbose, come i narcisi, i giaggioli, i giacinti, le begonie,  su cui provoca gravi alterazioni a carico dei bulbi, dei fusti e delle foglie. Si osservano raggrinzimenti fogliari, deformazioni, maculature e rigonfiamenti di colore giallastro, rallentamento della crescita della pianta, mentre all’interno di bulbi si formano macchie nerastre. Nei casi di infestazioni più gravi, le piante muoiono.
Lotta: evitare di ritornare sullo stesso terreno con la coltura per alcuni anni. Intervenire con fumiganti nematocidi specifici da applicare al terreno o all’apparato aereo delle piante che presentano sintomi dell’infezione.