Articolo Riscaldamento Stufe a pellet
La stufa a pellet, una soluzione molto vantaggiosa freccedomenica 25 settembre 2011      


La stufa a pellet è oggi una delle migliori soluzioni per riscaldare autonomamente la propria abitazione. Queste stufe sono una evoluzione delle ormai consolidate stufe a legna, belle a vedersi, e dalle buone prestazioni. Le stufe a pellet utilizzano, come combustibile, un materiale ecologico ed economico, ricavato dagli scarti della lavorazione del legno, chiamato, appunto, pellet. La grande diffusione, in questi ultimi anni, di queste stufe ha fatto abbassare il costo del combustibile che ormai viene afferto ad un prezzo veramente concorrenziale, di gran lunga più conveniente rispetto agli altri combustibili tradizionali.

Il pellet
Ma, prima di approfondire il discorso sulle stufe, diamo una occhiata più da vicino a questo combustibile. Il pellet viene ricavato, come detto precedentemente, dagli scarti della lavorazione del legno non trattato, quindi privo di vernici, o anche dagli scarti lignei delle culture di mais o altri prodotti analoghi. Questo combustibile è del tutto ecologico, in quanto non utilizza nessun additivo chimico o di qualuque altra natura durante la lavorazione, dal momento che la compattezza del pellet è garantita da una sostanza assolutamenmte ecologica già contenuta nel legno stesso, la legnite.
Oltre al fatto di essere ecologico e pulito, ha anche dei vantaggi tecnici rispetto agli altri combustibili e anche alla stessa legna che viene usata nei camini o nelle stufe tradizionali. Esso, infatti, ha un potere calorico di 5,3 Kw/Kg, la sua densità è di 650 Kg/M3 e ha un contenuto d'acqua pari all'8% del suo peso. La sola accortenza che si deve avere è quella di conservare il pellet in ambiente asciutto.

I vari tipi di stufe a pellet
Con le moderne stufe a pellet è possibile, ormai, riscaldare tutta la casa. Infatti, ne esistono diversi tipi quali quelle ad aria, ad acqua, combinate (aria-acqua), e possono essere altresì collegate all'mpianto di riscaldamento della casa, mediante allcio all'impianto esistente dei termosifoni. Questo, ovviamente, se esiste già un impianto del genere, in caso contrario è sempre possibile progettare un nuovo impianto che preveda la stufa a pellet come fonte principale di calore.
Sono apparecchi sicuri, in quanto non richiedono allaccio all'impianto del gas, non rilasciano fumi nell'ambiente e, cosa altrettanto importante, non sporcano.
Le moderne stufe a pellet consentono anche la produzione di acqua sanitaria, al pari di uno scaldabagno elettrico o di una caldaia a gas.
Le moderne stufe a pellet sono state anche dotate di una serie di automatismi che le rendono sempre più convenienti e assolutamente concorrenziali rispetto agli altri sistemi di riscalsdamento. E', infatti, possibile regolare l'accensione automatica della stufa, la temperatura dell'ambiente, caricarla e poi dimenticarsene fin quando non ha esaurito la ricarica di pellet, e così via. L'unico inconveniente di queste stufe è che, in mancanza di energia elettrica, non funzionano.

Come orientarsi per la scelta
Orientarsi nella seclta di una stufa a pellet non è una cosa molto difficile. Essa va scelta in base alle proprie esigenze e, in assoluto, in base alle dimensioni della casa che si dovrà riscaldare. Quindi, le caratteristiche più importanti da tenere d'occhio sono il rendiemnto nominale, la potenza termica effettiva totale, il consumo, la capacità del serbatoio e le dimensioni.
Vari sono, inoltre, gli stili e il materiale di rivestimento che può essere in acciaio, ceramica o pietra.
Tra le tante stufe disponibili sul mercato, vi sono poi anche quelle che sono dotate di forno, praticamente a legna, che funziona a convezione, ovvero vi è una diffusione uniforme del calore, cosa che non avviene nei normali forni delle cucine a gas.
Scegliere una stufa del genere, significherebbe poter contare su di un forno a legna sempre disponibile che, oltre tutto, potrebbe rappresentare un'altra fonte di risparmio.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Caprese mozzarella e anguria
Fare bollire l'aceto balsamico e lo zucchero in un pentolino a fuoco medio fin quando non avrà assunto l'aspetto di uno sciroppo denso, simile al miele, ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Come proteggere la casa dal freddo - giovedì 28 novembre 2013
Se quando arriva l'inverno abbiamo la sfortuna di vivere in una casa fredda, e addirittura senza riscaldamento, non rimane da fare altro che cercare il più possibile di isolare la propria abitazione in modo da eliminare il più ........

Pellet o legno? Quale sistema scegliere? - mercoledì 19 ottobre 2011

Pellet o legno per ricaldare la casa? Quale dei due combustibili è il più indicato, il più economico e dotato di un potere calorico migliore.
La scelta potrebbe sembrare difficile anche se in effetti non lo è. Tutto dipende, innanzi ........

Come scegliere il miglior sistema di riscaldamento - giovedì 12 settembre 2013
Elemento essenziale di ogni abitazione, specialmente quando si abita in zone molto fredde, è il sistema di riscaldamento, che non deve in nessun modo essere trascurato. Questo determina infatti il sistema di efficienza della nostra ........

La stufa a pellet, una soluzione molto vantaggiosa - domenica 25 settembre 2011
La stufa a pellet è oggi una delle migliori soluzioni per riscaldare autonomamente la propria abitazione. Queste stufe sono una evoluzione delle ormai consolidate stufe a legna, belle a vedersi, e dalle buone prestazioni. Le stufe a ........



Ricetta del giorno
Risotto alle castagne
Fare soffriggere lo scalogno tritato con un filo d’olio in una padella antiaderente. Sminuzzare le castagne finemente e metterle da parte.
Aggiungere ....



 articolo Riscaldamento Stufe a pellet
La stufa a pellet, una soluzione molto vantaggiosa freccedomenica 25 settembre 2011      

La stufa a pellet è oggi una delle migliori soluzioni per riscaldare autonomamente la propria abitazione. Queste stufe sono una evoluzione delle ormai consolidate stufe a legna, belle a vedersi, e dalle buone prestazioni. Le stufe a pellet utilizzano, come combustibile, un materiale ecologico ed economico, ricavato dagli scarti della lavorazione del legno, chiamato, appunto, pellet. La grande diffusione, in questi ultimi anni, di queste stufe ha fatto abbassare il costo del combustibile che ormai viene afferto ad un prezzo veramente concorrenziale, di gran lunga più conveniente rispetto agli altri combustibili tradizionali.

Il pellet
Ma, prima di approfondire il discorso sulle stufe, diamo una occhiata più da vicino a questo combustibile. Il pellet viene ricavato, come detto precedentemente, dagli scarti della lavorazione del legno non trattato, quindi privo di vernici, o anche dagli scarti lignei delle culture di mais o altri prodotti analoghi. Questo combustibile è del tutto ecologico, in quanto non utilizza nessun additivo chimico o di qualuque altra natura durante la lavorazione, dal momento che la compattezza del pellet è garantita da una sostanza assolutamenmte ecologica già contenuta nel legno stesso, la legnite.
Oltre al fatto di essere ecologico e pulito, ha anche dei vantaggi tecnici rispetto agli altri combustibili e anche alla stessa legna che viene usata nei camini o nelle stufe tradizionali. Esso, infatti, ha un potere calorico di 5,3 Kw/Kg, la sua densità è di 650 Kg/M3 e ha un contenuto d'acqua pari all'8% del suo peso. La sola accortenza che si deve avere è quella di conservare il pellet in ambiente asciutto.

I vari tipi di stufe a pellet
Con le moderne stufe a pellet è possibile, ormai, riscaldare tutta la casa. Infatti, ne esistono diversi tipi quali quelle ad aria, ad acqua, combinate (aria-acqua), e possono essere altresì collegate all'mpianto di riscaldamento della casa, mediante allcio all'impianto esistente dei termosifoni. Questo, ovviamente, se esiste già un impianto del genere, in caso contrario è sempre possibile progettare un nuovo impianto che preveda la stufa a pellet come fonte principale di calore.
Sono apparecchi sicuri, in quanto non richiedono allaccio all'impianto del gas, non rilasciano fumi nell'ambiente e, cosa altrettanto importante, non sporcano.
Le moderne stufe a pellet consentono anche la produzione di acqua sanitaria, al pari di uno scaldabagno elettrico o di una caldaia a gas.
Le moderne stufe a pellet sono state anche dotate di una serie di automatismi che le rendono sempre più convenienti e assolutamente concorrenziali rispetto agli altri sistemi di riscalsdamento. E', infatti, possibile regolare l'accensione automatica della stufa, la temperatura dell'ambiente, caricarla e poi dimenticarsene fin quando non ha esaurito la ricarica di pellet, e così via. L'unico inconveniente di queste stufe è che, in mancanza di energia elettrica, non funzionano.

Come orientarsi per la scelta
Orientarsi nella seclta di una stufa a pellet non è una cosa molto difficile. Essa va scelta in base alle proprie esigenze e, in assoluto, in base alle dimensioni della casa che si dovrà riscaldare. Quindi, le caratteristiche più importanti da tenere d'occhio sono il rendiemnto nominale, la potenza termica effettiva totale, il consumo, la capacità del serbatoio e le dimensioni.
Vari sono, inoltre, gli stili e il materiale di rivestimento che può essere in acciaio, ceramica o pietra.
Tra le tante stufe disponibili sul mercato, vi sono poi anche quelle che sono dotate di forno, praticamente a legna, che funziona a convezione, ovvero vi è una diffusione uniforme del calore, cosa che non avviene nei normali forni delle cucine a gas.
Scegliere una stufa del genere, significherebbe poter contare su di un forno a legna sempre disponibile che, oltre tutto, potrebbe rappresentare un'altra fonte di risparmio.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: