Articolo Salute Benessere
Come curare i capi di lana freccemercoledì 23 ottobre 2013      


Si avvicina inesorabilmente la stagione dei vestiti caldi, quelli in lana, dei mille strati, della voglia di avvolgersi in cose morbide e rassicuranti. Niente di più adatto in questo periodo di un bel maglione di lana, quella vera che con i tessuti sintetici non ha niente a che vedere e che quindi richiede anche qualche accortezza in più. E' infatti indispensabile curare i propri capi di lana, ma si tratta di piccolezze a fronte dei numerosi pregi di questo tessuto. La lana è morbida, elastica, ma soprattutto isolante (grazie alle proprietà termoregolanti che la rendono perfetta in inverno ma adatta anche contro il caldo), traspirante e facile da pulire.

Non di secondaria importanza è il fatto che la lana si decompone, per cui una volta che non la usiamo più rilascia anche sostanze nutritive per la terra, anzichè inquinare come le fibre sintetiche ed artificiali. Infine si tratta di un prodotto rinnovabile ed ecosostenibile. Esistono chiaramente vari tipi di lana, si va dai più comuni ai più pregiati, ma il linea di massima hanno tutti bisogno delle stesse attenzioni. Per mantenere bello e morbido il nostro indumento di lana dobbiamo sempre lavarlo al rovescio, al di là del tipo di lavaggio che scegliamo. Al momento di stirarlo, poi, si mantiene prima il capo rovesciato per poi raddrizzarlo e ripassarlo col ferro avendo cura di coprirlo con un telo.

D’altra parte è possibile togliere le pieghe anche tenendo l’indumento di lana appeso in bagno per un po’, dove l’ambiente umido ci aiuterà a restituirgli la sua forma. L’asciugatura non prevede il contatto diretto con il calore, quindi bando alle disperate asciugature sui termosifoni e alle esposizioni ai raggi diretti del sole, che tenderebbero ad ingiallire la lana e a indebolirla. Anche non indossare il capo troppe volte consecutivamente può essere una buona abitudine, perchè la fibra ha bisogno di recuperare la sua elasticità per non perdere la forma originale. Temutissimi nemici della lana sono le tarme, particolarmente attratte da macchie di cibo o oli per il corpo.

Quindi per prima cosa bisogna fare attenzione a conservare il capo ben pulito e poi possiamo affidarci a rimedi naturali come le scorze di arancia o limone e i chiodi di garofano, oppure ricorrere ai prodotti specifici che si trovano facilmente nei supermercati. Quanto agli odori sgradevoli possiamo combatterli tenendo il nostro indumento una notte all’aria aperta oppure stendendolo su un asciugamano almeno per un’ora. Infine se siamo alle prese con cappotti, pantaloni o gonne, dobbiamo ricordarci di spazzolarli almeno una volta all’anno per rimuovere polvere e sporco che opacizzano i tessuti. Sono particolarmente adatte spazzole dalle setole morbide da usare dall’alto verso il basso. Con queste piccole attenzioni, i nostri capi di lana dureranno più a lungo e si manterranno senz’altro belli e morbidi. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonella  Giosa - vedi tutti gli articoli di Antonella  Giosa



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Spaghetti aglio, olio, curcuma e pistacchi
Sgusciare i pistacchi, metterli sul tagliere e sminuzzarli con il coltello.
Intanto mettere a bollire l’acqua per la cottura della pasta. Una volta ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

La melatonina : possibili effetti collaterali - martedì 31 dicembre 2013
La melatonina è un ormone prodotto dalla ghiandola pineale, detta anche epifisi, una ghiandola del nostro cervello, la cui funzione consiste nel regolare il ciclo sonno-veglia; la melatonina è presente non solo in noi umani, ma anche negli animali ........

Favorire il concepimento - domenica 13 ottobre 2013
Favorire il concepimento è la fase più delicata che una coppia possa vivere. Non sempre il desiderio di avere un figlio si realizza subito ma a volte occorrono numerosi tentativi prima che succeda qualcosa. Spesso per favorire il concepimento ........

I mille usi delle erbe aromatiche - venerdì 19 maggio 2017

I mille usi delle erbe aromatiche, che sin dall’antichità sono state utilizzate come erbe officinali, per profumate gli ambienti e così via. Un impiego utile e nello stesso tempo gradevole delle erbe aromatiche in casa è quello del profumo ........

Tisana Miele e Cannella In Polvere, un aiuto al metabolismo per bruciare grasso addominale - martedì 21 novembre 2017

Tisana Miele e Cannella In Polvere, un valido aiuto per risvegliare un metabolismo un po’ pigro e rimetterlo in grado di bruciare i grassi in eccesso. L’addome è il posto dove, in prima battuta, cominciano ad accumularsi i grassi in eccesso, ........

Aloe Vera: una cura tutta al naturale - venerdì 6 settembre 2013
Proprio così, l’Aloe Vera può essere una valida cura naturale per molti dei “malanni” che ci affliggono quotidianamente. Spesso la natura si dimostra una valida alternativa alle cure mediche (laddove sia possibile, ovviamente). Difatti l’Aloe ........



Ricetta del giorno
Riso e fagioli neri
Lessare per 15 minuti il riso per risotti, scolarlo e metterlo da parte. Sbucciare le cipolle rosse. Affettarle molto sottili e stufarle per 10 minuti ....



 articolo Salute Benessere
Come curare i capi di lana freccemercoledì 23 ottobre 2013      

Si avvicina inesorabilmente la stagione dei vestiti caldi, quelli in lana, dei mille strati, della voglia di avvolgersi in cose morbide e rassicuranti. Niente di più adatto in questo periodo di un bel maglione di lana, quella vera che con i tessuti sintetici non ha niente a che vedere e che quindi richiede anche qualche accortezza in più. E' infatti indispensabile curare i propri capi di lana, ma si tratta di piccolezze a fronte dei numerosi pregi di questo tessuto. La lana è morbida, elastica, ma soprattutto isolante (grazie alle proprietà termoregolanti che la rendono perfetta in inverno ma adatta anche contro il caldo), traspirante e facile da pulire.

Non di secondaria importanza è il fatto che la lana si decompone, per cui una volta che non la usiamo più rilascia anche sostanze nutritive per la terra, anzichè inquinare come le fibre sintetiche ed artificiali. Infine si tratta di un prodotto rinnovabile ed ecosostenibile. Esistono chiaramente vari tipi di lana, si va dai più comuni ai più pregiati, ma il linea di massima hanno tutti bisogno delle stesse attenzioni. Per mantenere bello e morbido il nostro indumento di lana dobbiamo sempre lavarlo al rovescio, al di là del tipo di lavaggio che scegliamo. Al momento di stirarlo, poi, si mantiene prima il capo rovesciato per poi raddrizzarlo e ripassarlo col ferro avendo cura di coprirlo con un telo.

D’altra parte è possibile togliere le pieghe anche tenendo l’indumento di lana appeso in bagno per un po’, dove l’ambiente umido ci aiuterà a restituirgli la sua forma. L’asciugatura non prevede il contatto diretto con il calore, quindi bando alle disperate asciugature sui termosifoni e alle esposizioni ai raggi diretti del sole, che tenderebbero ad ingiallire la lana e a indebolirla. Anche non indossare il capo troppe volte consecutivamente può essere una buona abitudine, perchè la fibra ha bisogno di recuperare la sua elasticità per non perdere la forma originale. Temutissimi nemici della lana sono le tarme, particolarmente attratte da macchie di cibo o oli per il corpo.

Quindi per prima cosa bisogna fare attenzione a conservare il capo ben pulito e poi possiamo affidarci a rimedi naturali come le scorze di arancia o limone e i chiodi di garofano, oppure ricorrere ai prodotti specifici che si trovano facilmente nei supermercati. Quanto agli odori sgradevoli possiamo combatterli tenendo il nostro indumento una notte all’aria aperta oppure stendendolo su un asciugamano almeno per un’ora. Infine se siamo alle prese con cappotti, pantaloni o gonne, dobbiamo ricordarci di spazzolarli almeno una volta all’anno per rimuovere polvere e sporco che opacizzano i tessuti. Sono particolarmente adatte spazzole dalle setole morbide da usare dall’alto verso il basso. Con queste piccole attenzioni, i nostri capi di lana dureranno più a lungo e si manterranno senz’altro belli e morbidi. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonella  Giosa - vedi tutti gli articoli di Antonella  Giosa





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: