Articolo Benessere Salute
Scegliere il cuscino freccesabato 19 ottobre 2013      


Scegliere il cuscino è importante per dormire bene. Dormire bene regala al nostro corpo salute e benessere psicofisico. Scegliere il cuscino e optare per il migliore, significa garantirci un buon riposo. Infatti il cuscino non è solo l’elemento decorativo da mettere sul letto ma è quello che ci farà fare sogni d’oro! La scelta del cuscino e del materasso sono importanti al momento del’acquisto. Solo che non è possibile testarli. Per questo dobbiamo valutare la tipologia del nostro sonno, la posizione che si assume durante l’arco della notte e poi procedere all’acquisto.

Scegliere il cuscino può essere difficile, in quanto in commercio ce ne sono di varie tipologie. Per chi soffre di cervicale vi sono i cuscini di piuma d’oca, morbidi perché pieni internamente di soffici piume, e soprattutto mantengono la zona del collo e della testa al caldo. Infatti, le piume trattengono la temperatura corporea. Per quanto riguarda l’igiene del cuscino di piuma d’oca, questo va esposto una volta alla settimana a contatto con l’aria fresca; in modo tale da eliminare gli acari della polvere. Adatto per chi ha problemi di postura è il cuscino in lattice, che memorizza la posizione della testa. Il cuscino perde la memoria ogni volta che si cambia la postura; torna normale e poi si riadatta alla nuova postura. Il cuscino in lattice è di materiale anallergico e quindi risolve il problema degli acari ma non è adatto per chi soffre di cervicale.

Chi soffre di cervicale dovrebbe scegliere un cuscino ergonomico, in questo tipo di cuscino la parte centrale è concava e permette alla testa di rimanere in linea con la spina dorsale. Il cuscino ergonomico va lavato 2 volte all’anno e coperto con una o più fodere che a cadenza settimanale vanno cambiate. Nello scegliere il cuscino è importante valutare la posizione in cui dormiamo. Se si dorme a pancia in su, si deve favorire la naturale conformazione del collo. Infatti, la nuca è una conca e per non danneggiarla vanno usati dei cuscini cilindrici. Questo tipo di cuscino è più piccolo rispetto ad un cuscino normale e va posizionato sotto la nuca. Se, invece, si dorme di lato, la zona più interessata è la colonna vertebrale, per riposare bene occorrerà un cuscino sagomato. Il cuscino sagomato ha una conca nella parte centrale e una parte più alta da un’estremità e dall’altra più bassa.

La testa va posizionata nella parte più bassa, in quanto solo così il collo è sostenuto e si evitano eventuali dolori. La colonna vertebrale, invece, sarà mantenuta in posizione orizzontale e si potrà solo in questo modo riposare bene! Se dormiamo a pancia in giù, è adatto il cuscino memory foam, che si modella a seconda del peso e si adatta alla conformazione stessa della testa. Chi dorme a pancia sotto va bene un cuscino piatto, posizionato tra materasso e addome. Il cuscino piatto evita la curva innaturale a carico della colonna vertebrale, che potrebbe causare l’ernia del disco. Chi, invece, dorme in posizione prona, deve evitare l’uso del guanciale per la testa.

Nel caso si dorme in posizione supina o su di un fianco, per addormentarci e per non svegliarci con dolori, dobbiamo appoggiare la testa e parte del collo sul cuscino. Di solito, si lascia mezzo cuscino vuoto, costringendo in questo modo la muscolatura del collo ad una posizione innaturale. Il cuscino, comunque, va cambiato ogni 2 anni, soprattutto se risulta essere deformato, in quanto non apporterà più alcun beneficio al nostro organismo. Un cuscino deformato, per la compressione generata dal peso della testa contro di esso, può causare la cervicale. Acquistare in questo caso è fondamentale per evitare danni alla salute! ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina  Loconte - vedi tutti gli articoli di Valentina  Loconte



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Casarecce con crema di porri e zucca
Lavare accuratamente i porri, eliminare buona parte dello stelo verde e tagliare poi a fette sottili. Se si vuole avere un sapore più intenso, affettare ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Come combattere la forfora con rimedi naturali - martedì 16 dicembre 2014
Come combattere la forfora con rimedi naturali, perché se c'è un campo in cui la natura eccelle è proprio quello dei capelli, senza alcuna controindicazione. Un rimedio naturale contro la forfora è del tutto ........

Le erbe: Piantaggine ed Assenzio (maggiore) - venerdì 17 gennaio 2014
In questo articolo vengono trattate la Piantaggine e l’Assenzio. Piantaggine: famiglia: Plantaginaceae genere: Plantago specie: lanceolata (L.) Binomio scientifico: Plantago lanceolata Dove vive: la piantaggine, si trova su tutto il territorio ........

Le erbe: Rosmarino ed Aglio - martedì 3 dicembre 2013
Iniziamo la carrellata delle erbe commestibili e medicinali con il Rosmarino e l’Aglio. Rosmarino: famiglia: Labiatae genere: Rosmarinus specie: Officinalis Il nome scientifico del rosmarino è Rosmarinus Officinalis. Luogo di raccolta: cresce ........

Le erbe: Correggiola e Quercia - venerdì 20 dicembre 2013
In questo articolo sulle erbe, vengono trattate la Correggiola (Centinodia) e la Quercia (Farnia). Correggiola: famiglia: Poligonaceae genere: Polygonum specie: Aviculare nome scientifico: Polygonum aviculare Dove vive: la correggiola cresce ........

Ginnastica posturale, metodo Pilates - sabato 16 novembre 2013
La ginnastica posturale, pilates, è la soluzione perché la vita di oggi ci impone dei ritmi frenetici, ma allo stesso tempo molti di noi si ritrovano a stare per molto tempo seduti ad una sedia per lavoro, ed assumono posizioni scorrette, che ........



Ricetta del giorno
Spaghettini con zucchine e pomodorini
Portare ad ebollizione in una pentola 3,5 litri d’acqua, salare con sale grosso, e lessare gli spaghettini per 8 minuti.
Nel frattempo, lavare ....



 articolo Benessere Salute
Scegliere il cuscino freccesabato 19 ottobre 2013      

Scegliere il cuscino è importante per dormire bene. Dormire bene regala al nostro corpo salute e benessere psicofisico. Scegliere il cuscino e optare per il migliore, significa garantirci un buon riposo. Infatti il cuscino non è solo l’elemento decorativo da mettere sul letto ma è quello che ci farà fare sogni d’oro! La scelta del cuscino e del materasso sono importanti al momento del’acquisto. Solo che non è possibile testarli. Per questo dobbiamo valutare la tipologia del nostro sonno, la posizione che si assume durante l’arco della notte e poi procedere all’acquisto.

Scegliere il cuscino può essere difficile, in quanto in commercio ce ne sono di varie tipologie. Per chi soffre di cervicale vi sono i cuscini di piuma d’oca, morbidi perché pieni internamente di soffici piume, e soprattutto mantengono la zona del collo e della testa al caldo. Infatti, le piume trattengono la temperatura corporea. Per quanto riguarda l’igiene del cuscino di piuma d’oca, questo va esposto una volta alla settimana a contatto con l’aria fresca; in modo tale da eliminare gli acari della polvere. Adatto per chi ha problemi di postura è il cuscino in lattice, che memorizza la posizione della testa. Il cuscino perde la memoria ogni volta che si cambia la postura; torna normale e poi si riadatta alla nuova postura. Il cuscino in lattice è di materiale anallergico e quindi risolve il problema degli acari ma non è adatto per chi soffre di cervicale.

Chi soffre di cervicale dovrebbe scegliere un cuscino ergonomico, in questo tipo di cuscino la parte centrale è concava e permette alla testa di rimanere in linea con la spina dorsale. Il cuscino ergonomico va lavato 2 volte all’anno e coperto con una o più fodere che a cadenza settimanale vanno cambiate. Nello scegliere il cuscino è importante valutare la posizione in cui dormiamo. Se si dorme a pancia in su, si deve favorire la naturale conformazione del collo. Infatti, la nuca è una conca e per non danneggiarla vanno usati dei cuscini cilindrici. Questo tipo di cuscino è più piccolo rispetto ad un cuscino normale e va posizionato sotto la nuca. Se, invece, si dorme di lato, la zona più interessata è la colonna vertebrale, per riposare bene occorrerà un cuscino sagomato. Il cuscino sagomato ha una conca nella parte centrale e una parte più alta da un’estremità e dall’altra più bassa.

La testa va posizionata nella parte più bassa, in quanto solo così il collo è sostenuto e si evitano eventuali dolori. La colonna vertebrale, invece, sarà mantenuta in posizione orizzontale e si potrà solo in questo modo riposare bene! Se dormiamo a pancia in giù, è adatto il cuscino memory foam, che si modella a seconda del peso e si adatta alla conformazione stessa della testa. Chi dorme a pancia sotto va bene un cuscino piatto, posizionato tra materasso e addome. Il cuscino piatto evita la curva innaturale a carico della colonna vertebrale, che potrebbe causare l’ernia del disco. Chi, invece, dorme in posizione prona, deve evitare l’uso del guanciale per la testa.

Nel caso si dorme in posizione supina o su di un fianco, per addormentarci e per non svegliarci con dolori, dobbiamo appoggiare la testa e parte del collo sul cuscino. Di solito, si lascia mezzo cuscino vuoto, costringendo in questo modo la muscolatura del collo ad una posizione innaturale. Il cuscino, comunque, va cambiato ogni 2 anni, soprattutto se risulta essere deformato, in quanto non apporterà più alcun beneficio al nostro organismo. Un cuscino deformato, per la compressione generata dal peso della testa contro di esso, può causare la cervicale. Acquistare in questo caso è fondamentale per evitare danni alla salute! ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina  Loconte - vedi tutti gli articoli di Valentina  Loconte





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: