Articolo Piccoli elettrodomestici Cucina
Il forno a microonde, il piccolo elettrodomestico indispensabile e sicuro freccesabato 10 settembre 2011      


Il forno a microonde è ormai entrato prepotentemente nelle nostre case ed è particolarmente difficile farne a meno. I primi apparecchi risalgono a circa una trentina d’anni fa e hanno rappresentato una vera rivoluzione nella cottura degli alimenti.
Il principale uso che se ne faceva agli albori, per così dire, era quello per la scongelazione rapida degli alimenti o per riscaldare una pietanza ormai fredda, ma poi ha cominciato ad affermarsi anche come metodo alternativo di cottura.

Tuttavia, per un certo periodo, ha goduto per così dire della fama di apparecchio pericoloso, dalle proprietà cancerogene o, comunque, dannose per l’organismo.
Vediamo quindi di fare un po’ di chiarezza sull’argomento, giusto per fugare gli ultimi dubbi che lo riguardano.

Come ormai è noto ai più, il forno a microonde è dotato di un generatore che trasforma l’energia elettrica in onde elettromagnetiche, chiamate microonde, che nulla hanno a che vedere con quelle delle trasmissioni radio e quindi dei cellulari. Queste microonde provocano una fortissima agitazione delle molecole d’acqua contenute in ciascun alimento, provocando quindi un repentino riscaldamento e, quindi, la cottura.

Ciascun forno a microonde ha la possibilità di regolare il tempo di funzionamento, quindi ne consegue che pochi secondi sono sufficienti semplicemente a riscaldare gli alimenti, un tempo un tantinello più lungo a scongelare e, infine, un tempo ancora maggiore per la cottura.

Inoltre gli apparecchi sono schermati e solo quelli molto vecchi, praticamente quelli di prima generazione, o con lo sportello che non chiude perfettamente, potrebbero avere in teoria un basso livello di pericolosità, sempre che si sosti lungamente davanti ad un fornetto in funzione.
Ma, questa eventualità riguarda solo gli apparecchi vecchi e non certamente quelli che si trovano attualmente in commercio o che comunque hanno anche una decina-quindicina d’anni.

I vantaggi, invece, sono diversi, a cominciare dai tempi di cottura molto rapidi, alla indubbia comodità e, certamente non ultima, alla non trascurabile capacità di cuocere gli alimenti senza l’aggiunta di grassi e preservando la maggior parte degli elementi nutritivi e organolettici.

Quindi, sia che già si possieda in casa un microonde sia che si abbia  intenzione di acquistarne uno, si può stare assolutamente tranquilli. Si tratta di un apparecchio sicuro, comodo, pratico e dalle tante virtù.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Mousse di fragole con panna
Lavare e asciugare le fragole delicatamente, infine privarle del picciolo. Frullare con 70 gr di zucchero e l’acqua di fiori di arancio, fino ad ottenere ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Il forno a microonde, il piccolo elettrodomestico indispensabile e sicuro - sabato 10 settembre 2011
Il forno a microonde è ormai entrato prepotentemente nelle nostre case ed è particolarmente difficile farne a meno. I primi apparecchi risalgono a circa una trentina d’anni fa e hanno rappresentato una vera rivoluzione ........

Il forno a microonde: sinonimo dei nostri tempi veloci. Consigli per l’uso - sabato 14 settembre 2013
Il forno a microonde rappresenta, oggi giorno, uno strumento di ausilio alle giornate veloci di chi lavora e ha poco tempo necessario per poter pranzare e godere di quelli che sono i piaceri della tavola. Sono lontani i tempi delle nonne che preparavano ........

Elettrodomestici e risparmio energetico - mercoledì 4 settembre 2013
Pensare a che cosa si ha realmente bisogno e lo spazio disponibile sono due prerequisiti quando si tratta di arredare la nostra casa . E non solo parlando di mobili e decorazioni, ma anche per gli elettrodomestici , che hanno la funzione di rendere ........

Caffè: caffettiera o macchina? - martedì 3 settembre 2013
Questo è il dilemma: caffettiera o macchina espresso? Il primo pensiero dopo il risveglio: un bel caffè! E a metà mattina, per spezzare lo stress? Caffè, fosse pure quello scarso e poco aromatico del distributore in ufficio. Dopo pranzo un bell’espresso ........



Ricetta del giorno
Torta sabbiata
Imburrare abbondantemente il foglio di alluminio, spolverizzarlo con un po’ di farina e foderare la tortiera. Mettere il restante burro, che deve essere ....



 articolo Piccoli elettrodomestici Cucina
Il forno a microonde, il piccolo elettrodomestico indispensabile e sicuro freccesabato 10 settembre 2011      

Il forno a microonde è ormai entrato prepotentemente nelle nostre case ed è particolarmente difficile farne a meno. I primi apparecchi risalgono a circa una trentina d’anni fa e hanno rappresentato una vera rivoluzione nella cottura degli alimenti.
Il principale uso che se ne faceva agli albori, per così dire, era quello per la scongelazione rapida degli alimenti o per riscaldare una pietanza ormai fredda, ma poi ha cominciato ad affermarsi anche come metodo alternativo di cottura.

Tuttavia, per un certo periodo, ha goduto per così dire della fama di apparecchio pericoloso, dalle proprietà cancerogene o, comunque, dannose per l’organismo.
Vediamo quindi di fare un po’ di chiarezza sull’argomento, giusto per fugare gli ultimi dubbi che lo riguardano.

Come ormai è noto ai più, il forno a microonde è dotato di un generatore che trasforma l’energia elettrica in onde elettromagnetiche, chiamate microonde, che nulla hanno a che vedere con quelle delle trasmissioni radio e quindi dei cellulari. Queste microonde provocano una fortissima agitazione delle molecole d’acqua contenute in ciascun alimento, provocando quindi un repentino riscaldamento e, quindi, la cottura.

Ciascun forno a microonde ha la possibilità di regolare il tempo di funzionamento, quindi ne consegue che pochi secondi sono sufficienti semplicemente a riscaldare gli alimenti, un tempo un tantinello più lungo a scongelare e, infine, un tempo ancora maggiore per la cottura.

Inoltre gli apparecchi sono schermati e solo quelli molto vecchi, praticamente quelli di prima generazione, o con lo sportello che non chiude perfettamente, potrebbero avere in teoria un basso livello di pericolosità, sempre che si sosti lungamente davanti ad un fornetto in funzione.
Ma, questa eventualità riguarda solo gli apparecchi vecchi e non certamente quelli che si trovano attualmente in commercio o che comunque hanno anche una decina-quindicina d’anni.

I vantaggi, invece, sono diversi, a cominciare dai tempi di cottura molto rapidi, alla indubbia comodità e, certamente non ultima, alla non trascurabile capacità di cuocere gli alimenti senza l’aggiunta di grassi e preservando la maggior parte degli elementi nutritivi e organolettici.

Quindi, sia che già si possieda in casa un microonde sia che si abbia  intenzione di acquistarne uno, si può stare assolutamente tranquilli. Si tratta di un apparecchio sicuro, comodo, pratico e dalle tante virtù.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: