Articolo Piccoli elettrodomestici Cucina
Il forno a microonde: sinonimo dei nostri tempi veloci. Consigli per l’uso freccesabato 14 settembre 2013      


Il forno a microonde rappresenta, oggi giorno, uno strumento di ausilio alle giornate veloci di chi lavora e ha poco tempo necessario per poter pranzare e godere di quelli che sono i piaceri della tavola. Sono lontani i tempi delle nonne che preparavano le marmellate in casa o delle mamme che si apprestavano a preparare le merende dei loro figli, realizzando ciambelle e biscotti due-tre volte a settimana.

Tranne qualche eccezione- soprattutto al Sud per un modello storico-sociale che da sempre vede la donna più tra i fornelli che a lavoro- oggi si mangia veloce durante la settimana, preferendo la scelta di cibi surgelati da cucinare con una tempistica ridotta, grazie all’aiuto del forno a microonde. Nato alla fine degli anni Quaranta del XX secolo negli Stati Uniti, arriva decisamente tardi in Italia, poiché inizia ad essere sponsorizzato alla fine degli anni Ottanta del medesimo secolo.

Solo dagli inizi del nuovo millennio, però, diventa strumento delle masse, usato sia per riscaldare che per cucinare. Nel corso del tempo poi, l’invadenza sul mercato di questo prodotto, si lega alla nascita di nuovi modelli sempre più avanzati e con maggiori funzioni, ma in particolar modo ai costi ragionevoli per poterlo acquistare. Tra i vantaggi del microonde si possono annoverare:
  • La velocità di cottura
  • La possibilità di utilizzare recipienti di plastica usa e getta, adatti per gli alimenti e costituti da plastica idonea.
Tra gli svantaggi:
  • Un riscaldamento non totale della pietanza, ma solo su alcune parti.
E’ sicuramente sconsigliato, quindi, utilizzare il forno a microonde come un normale forno, in quanto con quest’ultimo la cottura dei cibi risulterà favorita, dato che il calore può traslare solamente dai livelli più esterni a quelli più interni, per principio di irraggiamento e conduzione. Altro consiglio è di non riscaldare le pietanze per un periodo troppo prolungato, poiché potrebbero generare uno scoppio, per via del forte vapore che si espande all’interno del forno a microonde. Un tema importante è la pulizia all’interno, la quale dovrebbe essere effettuata subito dopo l’utilizzo, per evitare di lesionare le pareti e naturalmente a forno spento; inoltre, sarebbe opportuno non utilizzare uno sgrassatore qualunque o prodotti chimici infiammabili, ma prodotti adeguati di veloce reperimento nei punti vendita o nei centri assistenza.

Due regole basi, strettamente legate alla cucina e agli alimenti, sono l’impossibilità di friggere nel forno a microonde, perché è impossibile gestire la temperatura dell’olio e l’inammissibilità per quanto riguarda la cottura di uova intere, poiché potrebbero letteralmente “saltare in aria”. Al momento dell’acquisto in un centro elettrodomestici specifico, in un supermercato o in Internet, è importante valutare attentamente tutte le caratteristiche, in virtù del fatto che un forno a microonde caro, non è detto che sia qualitativamente buono, pertanto, a volte si rischia di pagare solo il marchio.

Infine, è importante controllare che non sia rotto, che non ci stiano dando un modello di vecchia generazione convincendoci che sia tecnologicamente all’avanguardia e che abbia la garanzia, in modo da essere tutelati in caso di guasti e necessità di assistenza. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Veronica  Otranto Godano - vedi tutti gli articoli di Veronica  Otranto Godano



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Elettrodomestici e risparmio energetico - mercoledì 4 settembre 2013
Pensare a che cosa si ha realmente bisogno e lo spazio disponibile sono due prerequisiti quando si tratta di arredare la nostra casa . E non solo parlando di mobili e decorazioni, ma anche per gli elettrodomestici , che hanno la funzione di rendere ........

Il forno a microonde, il piccolo elettrodomestico indispensabile e sicuro - sabato 10 settembre 2011
Il forno a microonde è ormai entrato prepotentemente nelle nostre case ed è particolarmente difficile farne a meno. I primi apparecchi risalgono a circa una trentina d’anni fa e hanno rappresentato una vera rivoluzione ........

Il forno a microonde: sinonimo dei nostri tempi veloci. Consigli per l’uso - sabato 14 settembre 2013
Il forno a microonde rappresenta, oggi giorno, uno strumento di ausilio alle giornate veloci di chi lavora e ha poco tempo necessario per poter pranzare e godere di quelli che sono i piaceri della tavola. Sono lontani i tempi delle nonne che preparavano ........

Caffè: caffettiera o macchina? - martedì 3 settembre 2013
Questo è il dilemma: caffettiera o macchina espresso? Il primo pensiero dopo il risveglio: un bel caffè! E a metà mattina, per spezzare lo stress? Caffè, fosse pure quello scarso e poco aromatico del distributore in ufficio. Dopo pranzo un bell’espresso ........



Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....



 articolo Piccoli elettrodomestici Cucina
Il forno a microonde: sinonimo dei nostri tempi veloci. Consigli per l’uso freccesabato 14 settembre 2013      

Il forno a microonde rappresenta, oggi giorno, uno strumento di ausilio alle giornate veloci di chi lavora e ha poco tempo necessario per poter pranzare e godere di quelli che sono i piaceri della tavola. Sono lontani i tempi delle nonne che preparavano le marmellate in casa o delle mamme che si apprestavano a preparare le merende dei loro figli, realizzando ciambelle e biscotti due-tre volte a settimana.

Tranne qualche eccezione- soprattutto al Sud per un modello storico-sociale che da sempre vede la donna più tra i fornelli che a lavoro- oggi si mangia veloce durante la settimana, preferendo la scelta di cibi surgelati da cucinare con una tempistica ridotta, grazie all’aiuto del forno a microonde. Nato alla fine degli anni Quaranta del XX secolo negli Stati Uniti, arriva decisamente tardi in Italia, poiché inizia ad essere sponsorizzato alla fine degli anni Ottanta del medesimo secolo.

Solo dagli inizi del nuovo millennio, però, diventa strumento delle masse, usato sia per riscaldare che per cucinare. Nel corso del tempo poi, l’invadenza sul mercato di questo prodotto, si lega alla nascita di nuovi modelli sempre più avanzati e con maggiori funzioni, ma in particolar modo ai costi ragionevoli per poterlo acquistare. Tra i vantaggi del microonde si possono annoverare:
  • La velocità di cottura
  • La possibilità di utilizzare recipienti di plastica usa e getta, adatti per gli alimenti e costituti da plastica idonea.
Tra gli svantaggi:
  • Un riscaldamento non totale della pietanza, ma solo su alcune parti.
E’ sicuramente sconsigliato, quindi, utilizzare il forno a microonde come un normale forno, in quanto con quest’ultimo la cottura dei cibi risulterà favorita, dato che il calore può traslare solamente dai livelli più esterni a quelli più interni, per principio di irraggiamento e conduzione. Altro consiglio è di non riscaldare le pietanze per un periodo troppo prolungato, poiché potrebbero generare uno scoppio, per via del forte vapore che si espande all’interno del forno a microonde. Un tema importante è la pulizia all’interno, la quale dovrebbe essere effettuata subito dopo l’utilizzo, per evitare di lesionare le pareti e naturalmente a forno spento; inoltre, sarebbe opportuno non utilizzare uno sgrassatore qualunque o prodotti chimici infiammabili, ma prodotti adeguati di veloce reperimento nei punti vendita o nei centri assistenza.

Due regole basi, strettamente legate alla cucina e agli alimenti, sono l’impossibilità di friggere nel forno a microonde, perché è impossibile gestire la temperatura dell’olio e l’inammissibilità per quanto riguarda la cottura di uova intere, poiché potrebbero letteralmente “saltare in aria”. Al momento dell’acquisto in un centro elettrodomestici specifico, in un supermercato o in Internet, è importante valutare attentamente tutte le caratteristiche, in virtù del fatto che un forno a microonde caro, non è detto che sia qualitativamente buono, pertanto, a volte si rischia di pagare solo il marchio.

Infine, è importante controllare che non sia rotto, che non ci stiano dando un modello di vecchia generazione convincendoci che sia tecnologicamente all’avanguardia e che abbia la garanzia, in modo da essere tutelati in caso di guasti e necessità di assistenza. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Veronica  Otranto Godano - vedi tutti gli articoli di Veronica  Otranto Godano





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: