Articolo Cucina La buona tavola
Come preparare le arepas freccegiovedì 12 settembre 2013      


Oggigiorno sempre più persone si appassionano ai cibi esotici, e prendono sempre più piede le focacce che vengono cucinate in America latina. Tra queste menzioneremo le arepas, di origine venezuelane, che sono entrate prepotentemente nelle nostre case come pietanza facile da preparare, nutriente e deliziosa, ideale per la merenda o per una cena con amici, magari mentre si guarda assieme un film o si vede una partita di calcio. Oltre a essere veramente molto gustose, le arepas sono facilissime da preparare, tanto che chiunque, anche se non ha grande dimestichezza in cucina, potrebbe prepararle.

Se non siete bravi nell’arte culinaria quindi non disperate, potrete ugualmente invitare i vostri amici per cena e preparargli delle ottime arepas. In questa guida aiuteremo infatti il lettore, perché probabilmente la lettrice sarà più avvezza all’uso di questi ingredienti, a preparare delle ottime arepas senza correre il rischio di avvelenare se stessi e i propri ospiti. Per la preparazione di queste pietanze occorrono pochissimi ingredienti, non affannatevi quindi con liste lunghissime e non temete di dover stare ore e ore al supermercato, perché gli ingredienti si contano sulle dita della mano e sono tutti a buon mercato.

In pratica in poco tempo e senza spendere troppo denaro preparerete una gustosa cena o un delizioso spuntino. Occorrente primario è la farina di mais, ne occorrono almeno due tazze, poi è utile prendere tre piccole brocche ricolme d’acqua, in modo da poterle utilizzare nell’impasto, e un cucchiaino di sale. Come vedete non si raggiungono neanche i 5 euro di spesa per questa pietanza. I minuti di lavorazione sono tra i 15 e i 20 minuti, dopo di che occorre far riposare l’impasto. Una volta che abbiamo sul tavolo da lavoro tutti gli ingredienti possiamo iniziare la lavorazione.

Prendiamo la farina di mais e mettiamola in una ciotola, o in alternativa, se abbiamo spazio, sul piano di lavoro, e aggiungiamo il nostro cucchiaino di sale. Iniziamo a mescolare la farina di mais con il sale aggiungendo di tanto in tanto l’acqua e lasciare che questa venga completamente assorbita dalla farina. L’impasto deve essere lavorato continuamente con le mani in modo da ottenere un composto morbido e compatto. Finita questa operazione, che richiederà al massimo 20 minuti, è bene ricoprire tutto con un canovaccio e lasciare riposare il tutto in un ambiente caldo ma asciutto per circa una trentina di minuti.

Passata la mezz’ora prendiamo un composto per fare delle palline e iniziamo a dare la forma alle nostre arepas, in modo da prepararle per la tavola. Con un matterello stendiamo ora le palline sul piano da lavoro, in modo da creare delle pizzette rotonde alte circa 3 millimetri e con un diametro di circa 8-10 centimetri. Una volta terminato prendiamo una piastra, riscaldiamola e cuociamoci le arepas. Se non si possiede la piastra si può utilizzare anche una padelle riscaldata. La cottura richiedere almeno una decina di minuti, durante i quali è bene che le arepas vengano di volta in volta girate in modo che non si attacchino alla padella o alla piastra. Dopo la cottura le nostre arepas saranno pronte e potremo deciderle di farcirle con dei salumi o di portarle semplicemente a tavola in sostituzione del pane. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Come cucinare le olive con le arance - lunedì 23 settembre 2013
Avere una pianta di ulivo nel vostro giardino è senza dubbio una cosa utilissima, in quanto se trattata con cura in autunno porterà frutto, e questo frutto è rappresentato da splendide olive che possono essere utilizzate sia per fare l'olio che ........

Un classico della cucina cinese: il gelato fritto. Ricetta e curiosità. - domenica 13 ottobre 2013
Forse come me siete amanti della cucina cinese. Io ne vado matta e quando non la mangio per settimane mi viene una voglia incredibile di involtini, ravioli, spaghetti di riso o pollo alle mandorle... ma la cucina cinese non è solo questo: c'è ........

Ricette alla rosa - lunedì 16 dicembre 2013
Ecco due ricette alla rosa deliziose e semplici. Marmellata di rose Ingredienti per sei vasetti da grammi 250: grammi 500 di petali di rosa del colore preferito, mezzo litro di acqua, grammi 500 di zucchero, due limoni, tre cucchiai di acqua ........

Sushi vegetariano o con pesce cotto. Un all you can cook a casa tua - domenica 29 settembre 2013
Da due anni a questa parte la città nella quale vivo si è del tutto modificata e si è riempita di ristoranti giapponesi "all you can eat". Il sushi, piatto forte della cucina nipponica, ha letteralmente stregato tutti coloro che amano il pesce, ........

Come preparare le polpettine al gorgonzola - domenica 15 settembre 2013
Le polpettine di patate al gorgonzola sono senza dubbio un cibo gustoso che può essere preparato da tutti, a basso costo e di sicuro successo. In questa guida aiuteremo quindi il letto a prepararle in modo da poter intrattenere i propri amici. ........



Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....


Articoli redazionali

La Contessa di “Camaldoli” - giovedì 13 marzo 2014

C’è un luogo magico in cui il tempo sembra fermarsi, in cui le papille gustative sembrano essere spinte  a degustare con maggior consapevolezza qualche specialità partenopea o a inebriarsi con vini pregiati, per via della posizione surreale ........


 articolo Cucina La buona tavola
Come preparare le arepas freccegiovedì 12 settembre 2013      

Oggigiorno sempre più persone si appassionano ai cibi esotici, e prendono sempre più piede le focacce che vengono cucinate in America latina. Tra queste menzioneremo le arepas, di origine venezuelane, che sono entrate prepotentemente nelle nostre case come pietanza facile da preparare, nutriente e deliziosa, ideale per la merenda o per una cena con amici, magari mentre si guarda assieme un film o si vede una partita di calcio. Oltre a essere veramente molto gustose, le arepas sono facilissime da preparare, tanto che chiunque, anche se non ha grande dimestichezza in cucina, potrebbe prepararle.

Se non siete bravi nell’arte culinaria quindi non disperate, potrete ugualmente invitare i vostri amici per cena e preparargli delle ottime arepas. In questa guida aiuteremo infatti il lettore, perché probabilmente la lettrice sarà più avvezza all’uso di questi ingredienti, a preparare delle ottime arepas senza correre il rischio di avvelenare se stessi e i propri ospiti. Per la preparazione di queste pietanze occorrono pochissimi ingredienti, non affannatevi quindi con liste lunghissime e non temete di dover stare ore e ore al supermercato, perché gli ingredienti si contano sulle dita della mano e sono tutti a buon mercato.

In pratica in poco tempo e senza spendere troppo denaro preparerete una gustosa cena o un delizioso spuntino. Occorrente primario è la farina di mais, ne occorrono almeno due tazze, poi è utile prendere tre piccole brocche ricolme d’acqua, in modo da poterle utilizzare nell’impasto, e un cucchiaino di sale. Come vedete non si raggiungono neanche i 5 euro di spesa per questa pietanza. I minuti di lavorazione sono tra i 15 e i 20 minuti, dopo di che occorre far riposare l’impasto. Una volta che abbiamo sul tavolo da lavoro tutti gli ingredienti possiamo iniziare la lavorazione.

Prendiamo la farina di mais e mettiamola in una ciotola, o in alternativa, se abbiamo spazio, sul piano di lavoro, e aggiungiamo il nostro cucchiaino di sale. Iniziamo a mescolare la farina di mais con il sale aggiungendo di tanto in tanto l’acqua e lasciare che questa venga completamente assorbita dalla farina. L’impasto deve essere lavorato continuamente con le mani in modo da ottenere un composto morbido e compatto. Finita questa operazione, che richiederà al massimo 20 minuti, è bene ricoprire tutto con un canovaccio e lasciare riposare il tutto in un ambiente caldo ma asciutto per circa una trentina di minuti.

Passata la mezz’ora prendiamo un composto per fare delle palline e iniziamo a dare la forma alle nostre arepas, in modo da prepararle per la tavola. Con un matterello stendiamo ora le palline sul piano da lavoro, in modo da creare delle pizzette rotonde alte circa 3 millimetri e con un diametro di circa 8-10 centimetri. Una volta terminato prendiamo una piastra, riscaldiamola e cuociamoci le arepas. Se non si possiede la piastra si può utilizzare anche una padelle riscaldata. La cottura richiedere almeno una decina di minuti, durante i quali è bene che le arepas vengano di volta in volta girate in modo che non si attacchino alla padella o alla piastra. Dopo la cottura le nostre arepas saranno pronte e potremo deciderle di farcirle con dei salumi o di portarle semplicemente a tavola in sostituzione del pane. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: