Articolo Cani I cani
Cani e bambini: una convivenza da curare freccemercoledì 4 settembre 2013      


Il rapporto tra cani e bambini può essere fonte di grande gioia per tutta la famiglia, così come una preoccupazione costante; si tratta comunque di una convivenza che va sicuramente curata da vicino, per assicurare il benessere, la sicurezza e la felicità di entrambi. Nonostante vi siano razze più adatte a interagire con i bambini, l'indole del cane e l'educazione che ha ricevuto svolgono un ruolo fondamentale. È indubbio che occorra prestare massima attenzione e impegnarsi ad insegnare a cani e bambini a rispettarsi a vicenda.

Se il cane è già presente in casa prima della nascita del bambino, l'improvvisa convivenza potrebbe essere problematica. Il cane potrebbe, infatti, vedere il neonato come un intruso nel suo territorio, quasi una minaccia da cui proteggere la sua famiglia. Le attenzioni che, inevitabilmente, sono dedicate ad un bambino così piccolo rischiano di provocare nell’animale sentimenti di gelosia, un senso di abbandono e, in situazione estreme, aggressività nei confronti del neonato. Non esistono regole precise su come gestire tale convivenza. È bene che il cane non sia privato improvvisamente di tutte le attenzioni che a lui erano dedicate; deve essere abituato gradualmente alla presenza del bambino, percependolo così non come una minaccia ma come un nuovo membro della sua famiglia. È necessario garantire al cane i suoi tempi per abituarsi alla nuova situazione famigliare, senza obbligarlo in alcun modo.

Se il cane si unisce alla famiglia con un bambino
più o meno piccolo, occorre innanzitutto educare entrambi. I cani devono imparare le regole fondamentali della famiglia e a riconoscere i comandi basilari; i bambini devono capire che i cani non sono giocattoli, oggetti da strapazzare a loro piacimento. Il rispetto è alla base di qualsiasi relazione con gli animali e prima il bambino apprenderà tale concetto, meglio sarà per tutti. Un adulto deve essere sempre presente a controllare le loro interazioni, assicurandosi da un lato che il cane non sia né intimorito, né troppo agitato intorno al bambino, e dall’altro che il bambino rispetti gli spazi del cane e che si avvicini sempre a lui con delicatezza.

Se i bambini sono abbastanza grandi da potersi prendere cura dei cani, è possibile dividere i compiti in famiglia, in modo che ogni membro abbia un incarico preciso nel provvedere ai fabbisogni dell’animale. I bambini devono essere responsabili dei loro cani tanto quanto gli adulti. Tale responsabilizzazione avrà un forte e positivo impatto nella loro crescita, aiutandoli a comprendere le gioie ma anche le difficoltà nel prendersi cura di un altro essere vivente che dipende totalmente da noi. Cani e bambini possono giocare insieme e creare un legame che va al di là delle parole.

Tale convivenza, se ben curata, può avere effetti positivi su entrambi: due cuccioli che crescono insieme donandosi tanto amore a vicenda. Un'esperienza bellissima di cui entrambi vi saranno eternamente grati. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca  Bigi - vedi tutti gli articoli di Francesca  Bigi



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Mezze maniche al forno gratinate con mozzarella di bufala e zucchine
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine d'oliva e e una cipolla rossa tagliata a fettine sottili, poi aggiungete i pomodori pelati e ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Il cane lupo cecoslovacco - giovedì 3 ottobre 2013
Il cane lupo cecoslovacco può definirsi una razza relativamente nuova in quanto la sua nascita è datata nel 1958. La sua nascita è da attribuirsi ad un esperimento militare condotto nel 1955. Lo scopo dell’esperimento condotto dai militari, ........

I bichon frisè - martedì 24 settembre 2013
I bichon frisè sono una razza canina facente parte dei così detti "cani da compagnia". I bichon frisè sono discendenti del barbone e i suoi "cugini" sono il maltese e il bolognese,dal punto di vista fisico sono molto simili, anche se rispetto ........

I rottweiler - lunedì 23 settembre 2013
I rottweiler sono una razza canina che ha delle origini molto antiche. I loro antenati sembra che fossero i" molossi orientali", giunti in europa insieme ai Fenici. In seguito questi cani, grazie ai Romani, si diffusero in varie regioni e vennero ........

Il pastore tedesco, da sempre il numero uno - venerdì 2 novembre 2012

Il pastore tedesco, un cane da guardia leale, un vero amico, capace di conservare nel tempo memoria di persone incontrate anche una sola volta.  Secondo i dati ufficiali, il pastore tedesco è il cane più venduto in assoluto in Italia con ........

Professione cane - sabato 23 novembre 2013

"Che cane buffo! E dove l’hai trovato? Er vecchio me rispose: E’ brutto assai, ma nun me lascia mai… s’è affezionato. Nun è de razza, è vero… ma m’è fedele e basta. Io nun faccio questioni de colore: l’azzioni bone e belle vengheno su dar core, sotto ........



Ricetta del giorno
Frittata con pecorino toscano e pistacchi
Iniziare con lo sgusciare i pistacchi, tritarli sul tagliere con il coltello e metterli da parte.
Rompere le uova in una ciotola, unire sale, ....



 articolo Cani I cani
Cani e bambini: una convivenza da curare freccemercoledì 4 settembre 2013      

Il rapporto tra cani e bambini può essere fonte di grande gioia per tutta la famiglia, così come una preoccupazione costante; si tratta comunque di una convivenza che va sicuramente curata da vicino, per assicurare il benessere, la sicurezza e la felicità di entrambi. Nonostante vi siano razze più adatte a interagire con i bambini, l'indole del cane e l'educazione che ha ricevuto svolgono un ruolo fondamentale. È indubbio che occorra prestare massima attenzione e impegnarsi ad insegnare a cani e bambini a rispettarsi a vicenda.

Se il cane è già presente in casa prima della nascita del bambino, l'improvvisa convivenza potrebbe essere problematica. Il cane potrebbe, infatti, vedere il neonato come un intruso nel suo territorio, quasi una minaccia da cui proteggere la sua famiglia. Le attenzioni che, inevitabilmente, sono dedicate ad un bambino così piccolo rischiano di provocare nell’animale sentimenti di gelosia, un senso di abbandono e, in situazione estreme, aggressività nei confronti del neonato. Non esistono regole precise su come gestire tale convivenza. È bene che il cane non sia privato improvvisamente di tutte le attenzioni che a lui erano dedicate; deve essere abituato gradualmente alla presenza del bambino, percependolo così non come una minaccia ma come un nuovo membro della sua famiglia. È necessario garantire al cane i suoi tempi per abituarsi alla nuova situazione famigliare, senza obbligarlo in alcun modo.

Se il cane si unisce alla famiglia con un bambino
più o meno piccolo, occorre innanzitutto educare entrambi. I cani devono imparare le regole fondamentali della famiglia e a riconoscere i comandi basilari; i bambini devono capire che i cani non sono giocattoli, oggetti da strapazzare a loro piacimento. Il rispetto è alla base di qualsiasi relazione con gli animali e prima il bambino apprenderà tale concetto, meglio sarà per tutti. Un adulto deve essere sempre presente a controllare le loro interazioni, assicurandosi da un lato che il cane non sia né intimorito, né troppo agitato intorno al bambino, e dall’altro che il bambino rispetti gli spazi del cane e che si avvicini sempre a lui con delicatezza.

Se i bambini sono abbastanza grandi da potersi prendere cura dei cani, è possibile dividere i compiti in famiglia, in modo che ogni membro abbia un incarico preciso nel provvedere ai fabbisogni dell’animale. I bambini devono essere responsabili dei loro cani tanto quanto gli adulti. Tale responsabilizzazione avrà un forte e positivo impatto nella loro crescita, aiutandoli a comprendere le gioie ma anche le difficoltà nel prendersi cura di un altro essere vivente che dipende totalmente da noi. Cani e bambini possono giocare insieme e creare un legame che va al di là delle parole.

Tale convivenza, se ben curata, può avere effetti positivi su entrambi: due cuccioli che crescono insieme donandosi tanto amore a vicenda. Un'esperienza bellissima di cui entrambi vi saranno eternamente grati. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca  Bigi - vedi tutti gli articoli di Francesca  Bigi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: