Articolo Cani I cani
Quale cane, per quale padrone freccemartedì 3 settembre 2013      


Il cane per antonomasia e' l'animale che da secoli accompagna l'uomo nelle varie fasi evolutive, dalle popolazioni stanziali ai cacciatori di selvaggina, fino ai giorni nostri, dimostrando di essersi saputo adattare alle condizioni e ai dettami che gli venivano di volta in volta imposti. Una selezione naturale ha poi attuato quella distinzione tra razze giunta a definizione grazie agli attenti incroci effettuati dalla mano dell'uomo fra soggetti dotati di caratteri somatici simili e soprattutto attitudine identica. Ovvio che tra individui della stessa razza potessero emergere anche indoli tra loro differenti, ma e' stato compito ancora dell'uomo esaltare i tipi che meglio rispondessero ai compiti loro assegnati.

Hanno così conosciuto gli albori gruppi di cane da pastore, con caratteri lupoidi; di guardiani del gregge, dai tratti molossoidi; e similmente difensori della persona e altri della casa; cani da caccia, da seguita, da corsa; ed infine, da compagnia. I soggetti piu' socievoli e docili al comando hanno avuto la strada aperta a svariati mestieri, così da divenire versatili in ogni settore, come ausiliari dell'esercito prima, della polizia dopo, per la ricerca di persone disperse, soccorso alpino ed in acqua, guida per i non vedenti. Questo il panorama della cinofilia moderna ad oggi.

Con tanta varieta' di soggetti a disposizione, difficile diviene poter consigliare chi si appresta all'acquisto o comunque all'adozione di un cane. Criterio sempre valido e' individuare di cosa realmente si abbia necessita', se di proteggere l'incolumita' delle mura domestiche, oppure di un familiare lasciato solo in nostra assenza; o , viceversa, di un ausiliare durante le nostre battute di caccia, o di un compagno con cui tenersi vicendevolmente compagnia. Se la nostra preoccupazione e' la difesa della proprieta' sarebbe saggio rivolgersi al ceppo molossoide, cani come Mastino Napoletano o Maremmano Abruzzese od una coppia di Alani, apprezzati per avere una soglia di reazione molto bassa, grande autocontrollo,ed un morso potente uniti ad una taglia ragguardevole.

Per difesa ottimi risultano essere Dobermann, Boxer, Pastore Tedesco e Pastore Belga, agili, scattanti, attaccatissimi al padrone. Per la caccia occorre distinguere tra cani da ferma, quali Pointer, Setter Inglese, Setter Irlandese, e Breton, e cani da seguita, come il nostro Segugio Italiano, o da riporto, quali Labrador e Golden Retriver, o caccia e riporto, come il Cocker Spaniel Inglese, entrato questi come i Retriver a buon diritto tra i cani da compagnia per la loro estrema docilita' e allegria, come i piu' classici Maltese o Volpino Italiano.

Ed e' nella dote di sottomissione all'uomo da ricercare la chiave di lettura per la scelta della razza piu' adatta ad una famiglia coi bambini, facile preda di attacchi improvvisi. Sono le movenze spesso a scatti e le grida lanciate nella direzione dei cani a far scattare in questi l'istinto mai sopito: la statura bassa, ad altezza cane, il camminare carponi o una semplice caduta sono tutti motivi di attacco da parte dei predatori. Ecco perché piu' opportuno sarebbe rivolgere la propria attenzione a soggetti appartenenti a razze mansuete, e , tra queste, a quei cani risultati essere di indole maggiormente tranquilla.

Ma ogni buon cane ha diritto ad avere un padrone altrettanto valido, capace di imporsi come capobranco con poche regole ben precise (essere il primo a varcare le soglie di casa, a mangiare, e ad aprire il momento dello svago) così da non compromettere quel rapporto di fiducia e rispetto reciproco che devono essere i cardini su cui fondare una convivenza serena. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Paola  Irace - vedi tutti gli articoli di Paola  Irace



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Insalata di patate e fagiolini
Tagliare le patate e pezzi, senza sbucciarle e farle cuocere a vapore, così come anche i fagiolini.
Nel frattempo preparare una salsina per condire ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Cani: eroi a quattro zampe - domenica 8 settembre 2013
L’amicizia tra uomo e cane è talmente profonda che non sono rari i casi in cui dei cani si sono comportati da eroi rischiando la propria vita per salvare i loro amici bipedi. Ci sono moltissimi esempi dell’eroicità dei nostri amici a quattro ........

Sbadiglio d'amore - sabato 26 ottobre 2013
Si è sempre parlato della grande sintonia che c’è tra un cane e il suo padrone. Adesso la scienza ce ne fornisce un ulteriore prova. Uno studio condotto dalla dottoressa Teresa Romero dell’università di Tokyo e pubblicato sulla rivista “Plos ........

Quale cane, per quale padrone - martedì 3 settembre 2013
Il cane per antonomasia e' l'animale che da secoli accompagna l'uomo nelle varie fasi evolutive, dalle popolazioni stanziali ai cacciatori di selvaggina, fino ai giorni nostri, dimostrando di essersi saputo adattare alle condizioni e ai dettami ........

Come scegliere il proprio cane - mercoledì 4 settembre 2013
Come scegliere il proprio cane? Ci sono semplici linee guida da seguire, prima di tutto non cascare nel tranello del “Mamma voglio un cane!” e prendere quel cucciolotto da spupazzare senza informarsi sulla razza. Il vostro amico a quattro zampe ........

I cani, ce lo dicono con le orecchie - venerdì 29 gennaio 2016

I cani, ce lo dicono con le orecchie. Tutto quello che comunicano con le loro orecchie agli umani e ai loro simili. Si, perché per comunicare fra loro, i cani non essendo in possesso del linguaggio, come gli uomini, ricorrono ad altri modi. ........



Ricetta del giorno
Pollo con fagioli e ravanelli
Sciacquare i pezzi di pollo, asciugarli lasciandoli appena umidi e rivestirli con il misto spezie. Scaldare metà olio in un tegame generoso e cuocervi ....



 articolo Cani I cani
Quale cane, per quale padrone freccemartedì 3 settembre 2013      

Il cane per antonomasia e' l'animale che da secoli accompagna l'uomo nelle varie fasi evolutive, dalle popolazioni stanziali ai cacciatori di selvaggina, fino ai giorni nostri, dimostrando di essersi saputo adattare alle condizioni e ai dettami che gli venivano di volta in volta imposti. Una selezione naturale ha poi attuato quella distinzione tra razze giunta a definizione grazie agli attenti incroci effettuati dalla mano dell'uomo fra soggetti dotati di caratteri somatici simili e soprattutto attitudine identica. Ovvio che tra individui della stessa razza potessero emergere anche indoli tra loro differenti, ma e' stato compito ancora dell'uomo esaltare i tipi che meglio rispondessero ai compiti loro assegnati.

Hanno così conosciuto gli albori gruppi di cane da pastore, con caratteri lupoidi; di guardiani del gregge, dai tratti molossoidi; e similmente difensori della persona e altri della casa; cani da caccia, da seguita, da corsa; ed infine, da compagnia. I soggetti piu' socievoli e docili al comando hanno avuto la strada aperta a svariati mestieri, così da divenire versatili in ogni settore, come ausiliari dell'esercito prima, della polizia dopo, per la ricerca di persone disperse, soccorso alpino ed in acqua, guida per i non vedenti. Questo il panorama della cinofilia moderna ad oggi.

Con tanta varieta' di soggetti a disposizione, difficile diviene poter consigliare chi si appresta all'acquisto o comunque all'adozione di un cane. Criterio sempre valido e' individuare di cosa realmente si abbia necessita', se di proteggere l'incolumita' delle mura domestiche, oppure di un familiare lasciato solo in nostra assenza; o , viceversa, di un ausiliare durante le nostre battute di caccia, o di un compagno con cui tenersi vicendevolmente compagnia. Se la nostra preoccupazione e' la difesa della proprieta' sarebbe saggio rivolgersi al ceppo molossoide, cani come Mastino Napoletano o Maremmano Abruzzese od una coppia di Alani, apprezzati per avere una soglia di reazione molto bassa, grande autocontrollo,ed un morso potente uniti ad una taglia ragguardevole.

Per difesa ottimi risultano essere Dobermann, Boxer, Pastore Tedesco e Pastore Belga, agili, scattanti, attaccatissimi al padrone. Per la caccia occorre distinguere tra cani da ferma, quali Pointer, Setter Inglese, Setter Irlandese, e Breton, e cani da seguita, come il nostro Segugio Italiano, o da riporto, quali Labrador e Golden Retriver, o caccia e riporto, come il Cocker Spaniel Inglese, entrato questi come i Retriver a buon diritto tra i cani da compagnia per la loro estrema docilita' e allegria, come i piu' classici Maltese o Volpino Italiano.

Ed e' nella dote di sottomissione all'uomo da ricercare la chiave di lettura per la scelta della razza piu' adatta ad una famiglia coi bambini, facile preda di attacchi improvvisi. Sono le movenze spesso a scatti e le grida lanciate nella direzione dei cani a far scattare in questi l'istinto mai sopito: la statura bassa, ad altezza cane, il camminare carponi o una semplice caduta sono tutti motivi di attacco da parte dei predatori. Ecco perché piu' opportuno sarebbe rivolgere la propria attenzione a soggetti appartenenti a razze mansuete, e , tra queste, a quei cani risultati essere di indole maggiormente tranquilla.

Ma ogni buon cane ha diritto ad avere un padrone altrettanto valido, capace di imporsi come capobranco con poche regole ben precise (essere il primo a varcare le soglie di casa, a mangiare, e ad aprire il momento dello svago) così da non compromettere quel rapporto di fiducia e rispetto reciproco che devono essere i cardini su cui fondare una convivenza serena. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Paola  Irace - vedi tutti gli articoli di Paola  Irace





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: