Articolo Salute Sana alimentazione
La salute inizia a tavola: Il "Piattto sano" freccemercoledì 28 agosto 2013      


In quanti vorrebbero ogni giorno sulla propria tavola il piatto ideale per seguire un’alimentazione corretta e soprattutto varia ed equilibrata? Il "piatto sano" è uno schema creato da esperti in nutrizione della Harvard School of Public Health, che spiega graficamente, in modo esplicativo ed immediato, quale deve essere la composizione di un pasto sano e bilanciato. Si tratta di alcune semplici regole da seguire , che possono portare ad un grande miglioramento dal punto di vista della salute.
Ecco i principi alla base del "piatto sano":
  • Metà di ogni pasto deve essere rappresentato da verdura e frutta. Per entrambe bisogna seguire la stagionalità e bisogna consumarle variando frequentemente la qualità ed i colori, soprattutto per la frutta.
  • Un quarto del piatto deve essere occupato dai cereali (carboidrati) preferibilmente integrali: pasta, riso e pane integrali. Devono essere preferiti rispetto ai cereali raffinati (riso e pane bianco), poiché ricchi di fibre e minerali, con un più basso indice glicemico e con un maggior grado di sazietà rispetto a questi ultimi.
  • L’ultimo quarto del "piatto sano" deve essere occupato dalle proteine cosiddette “salutari”. Esistono due fonti proteiche: le proteine vegetali, da privilegiare, e le proteine animali. Proteine vegetali si trovano nei legumi e nella frutta a guscio (molto ricca anche di omega-3, i famosi “grassi buoni”). I legumi dovrebbero essere consumati 2-3 volte a settimana, prediligendo il piatto unico (cereale + legume). Per quanto riguarda le proteine animali sono da preferire il pesce e le carni bianche (pollo, tacchino, coniglio); bisogna limitare il consumo di carne rossa a massimo una volta a settimana e quello di carne trasformata (wurstel, affettati e salumi). Anche le uova sono un’ottima fonte proteica: hanno un’alta percentuale di proteine disponibili e possono essere consumate massimo 2 uova a settimana.
  • Per cucinare e condire bisogna utilizzare principalmente olio extravergine di oliva e limitare l’uso del burro. Aggiungerei anche di limitare l’uso del sale da cucina e di sostituirlo con spezie ed erbe aromatiche per insaporire i cibi.
  • Bere molta acqua , circa 1,5 lt al giorno , stando attenti a non consumare più di 2 bicchieri di acqua durante il pasto. Bisogna evitare il consumo di bevande gassate e zuccherate e moderare il consumo di bevande nervine come tè e/o caffè.
  • Bisogna limitare il consumo di latte e derivati ad una o due porzioni al giorno.
  • Ultima cosa, ma di fondamentale importanza, è l’associazione tra alimentazione sana ed attività fisica: uno stile di vita attivo è fondamentale per la prevenzione di moltissime patologie. Bastano anche trenta minuti di camminata al giorno per restare attivi ed in salute.
Seguendo questi semplici consigli sarà più facile preparare ogni giorno dei pasti salutari. Ovviamente il “piatto sano” è un modello indicativo da seguire , ma ogni persona è unica nel suo genere , con proprie caratteristiche e problematiche, che sono imprescindibili da una valutazione nutrizionale accurata da parte di un professionista, che permetterà così di creare un piatto sano personalizzato. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA
Dr.ssa
Valentina  Lilla - vedi tutti gli articoli di Valentina  Lilla
Biologa Nutrizionista


Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Arrosto al latte
Passate il pezzo di carne nella farina, in modo da spolverizzarlo leggermente, poi adagiatelo in una casseruola in 40 grammi di burro caldo e fatelo rosolare ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Olio extravergine di oliva, l’olio EVO, caratteristiche e tutto ciò che bisogna sapere - lunedì 16 maggio 2016

Olio extravergine di oliva, l’olio EVO, caratteristiche e tutto ciò che bisogna sapere per scegliere l’olio giusto, evitando anche quei prodotti che alla fine non sono ciò che dicono di essere. L’olio extravergine di oliva, o olio EVO, è uno ........

La Cipolla e le sue tante proprietà benefiche, un’amica della salute - venerdì 11 aprile 2014

La cipolla e le sue tante proprietà benefiche che la rendono una vera amica della salute. È tra quegli alimenti che vengono ormai pressoché universalmente riconosciuti essere dotati di caratteristiche tali da essere praticamente quasi insostituibili ........

Surgelato non è poi così male - martedì 29 ottobre 2013
Sapere che consumare del cibo surgelato non è poi così male può essere una bella sorpresa per molti. Infatti, vige il luogo comune secondo il quale i surgelati siano dei meri surrogati dei cibi freschi, la soluzione più comoda per non dover fare ........

La dieta mediterranea, l’elisir di lunga vita - venerdì 14 novembre 2014

La dieta mediterranea, l’elisir di  lunga vita, riconosciuta quasi universalmente come la migliore dieta in assoluto, la dieta  che è un patrimonio tutto italiano, con cui i nostri nonni hanno cresciuto i loro figli. Poi un giorno ........

In semi oleosi, amici della salute: proprietà e utilizzo nella dieta - venerdì 26 febbraio 2016

In semi oleosi, amici della salute, davvero preziosi per mantenersi in buona salute, perché dotati di straordinarie proprietà che ci aiutano a restare sempre in forma. Rappresentano un modo eccellente per difendersi da tanti malanni e patologie ........



Ricetta del giorno
Orecchiette con cime di rapa e tofu
Lavate le cime di rapa, tagliatele a pezzettini e lessatele in acqua salata bollente. Nel frattempo in una padella fate soffriggere un cucchiaio di olio ....



 articolo Salute Sana alimentazione
La salute inizia a tavola: Il "Piattto sano" freccemercoledì 28 agosto 2013      

In quanti vorrebbero ogni giorno sulla propria tavola il piatto ideale per seguire un’alimentazione corretta e soprattutto varia ed equilibrata? Il "piatto sano" è uno schema creato da esperti in nutrizione della Harvard School of Public Health, che spiega graficamente, in modo esplicativo ed immediato, quale deve essere la composizione di un pasto sano e bilanciato. Si tratta di alcune semplici regole da seguire , che possono portare ad un grande miglioramento dal punto di vista della salute.
Ecco i principi alla base del "piatto sano":
  • Metà di ogni pasto deve essere rappresentato da verdura e frutta. Per entrambe bisogna seguire la stagionalità e bisogna consumarle variando frequentemente la qualità ed i colori, soprattutto per la frutta.
  • Un quarto del piatto deve essere occupato dai cereali (carboidrati) preferibilmente integrali: pasta, riso e pane integrali. Devono essere preferiti rispetto ai cereali raffinati (riso e pane bianco), poiché ricchi di fibre e minerali, con un più basso indice glicemico e con un maggior grado di sazietà rispetto a questi ultimi.
  • L’ultimo quarto del "piatto sano" deve essere occupato dalle proteine cosiddette “salutari”. Esistono due fonti proteiche: le proteine vegetali, da privilegiare, e le proteine animali. Proteine vegetali si trovano nei legumi e nella frutta a guscio (molto ricca anche di omega-3, i famosi “grassi buoni”). I legumi dovrebbero essere consumati 2-3 volte a settimana, prediligendo il piatto unico (cereale + legume). Per quanto riguarda le proteine animali sono da preferire il pesce e le carni bianche (pollo, tacchino, coniglio); bisogna limitare il consumo di carne rossa a massimo una volta a settimana e quello di carne trasformata (wurstel, affettati e salumi). Anche le uova sono un’ottima fonte proteica: hanno un’alta percentuale di proteine disponibili e possono essere consumate massimo 2 uova a settimana.
  • Per cucinare e condire bisogna utilizzare principalmente olio extravergine di oliva e limitare l’uso del burro. Aggiungerei anche di limitare l’uso del sale da cucina e di sostituirlo con spezie ed erbe aromatiche per insaporire i cibi.
  • Bere molta acqua , circa 1,5 lt al giorno , stando attenti a non consumare più di 2 bicchieri di acqua durante il pasto. Bisogna evitare il consumo di bevande gassate e zuccherate e moderare il consumo di bevande nervine come tè e/o caffè.
  • Bisogna limitare il consumo di latte e derivati ad una o due porzioni al giorno.
  • Ultima cosa, ma di fondamentale importanza, è l’associazione tra alimentazione sana ed attività fisica: uno stile di vita attivo è fondamentale per la prevenzione di moltissime patologie. Bastano anche trenta minuti di camminata al giorno per restare attivi ed in salute.
Seguendo questi semplici consigli sarà più facile preparare ogni giorno dei pasti salutari. Ovviamente il “piatto sano” è un modello indicativo da seguire , ma ogni persona è unica nel suo genere , con proprie caratteristiche e problematiche, che sono imprescindibili da una valutazione nutrizionale accurata da parte di un professionista, che permetterà così di creare un piatto sano personalizzato. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA
Dr.ssa
Valentina  Lilla - vedi tutti gli articoli di Valentina  Lilla
Biologa Nutrizionista





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: