Articolo Attrezzi Utensili elettrici
La sega circolare freccemercoledì 21 agosto 2013      


La sega circolare è un utensile elettrico molto utile  per la realizzazione di tagli lunghi e diritti. Prende il nome dalla sua forma che è, appunto circolare, ed è costituita da una lama  le cui dimensioni (diametro) variano a seconda del modello o anche a seconda del lavoro da effettuare, che è un disco dentato montato solidalmente direttamente sull’albero motore, lama ovviamente intercambiabile. Nelle sue versioni a mano o da banco, è dotata di una o più guide, indispensabili per la realizzazione di tagli diritti, e da un carter di protezione per evitare che si possa entrare accidentalmente in contatto con la parte superiore della lama. I modelli più evoluti sono anche dotati di un comodo aspiratore che raccoglie la segatura prodotta durante il taglio oltre, naturalmente, ad un interruttore di sicurezza che interrompe la rotazione della lama in caso di necessità.

La velocità di rotazione del motore, e quindi della lama, è scelta in base al diametro della lama. Quanto più piccolo è il diametro del disco dentato, tanto maggiore sarà la velocità di rotazione per cui si va, solitamente da una velocità di 2000 giri al minuto per lame del diametro fino a 31 cm ai 5000 giri al minuto per dischi da 13-14 cm di diametro. Solitamente, ad una velocità maggiore corrisponde anche un taglio più rifinito. Esistono inoltre vari tipi di lame in funzione del tipo di taglio e del materiale, come legno, agglomerati, resine, metalli e altro. Lame con un numero di denti maggiore consentono inoltre un taglio più preciso e rifinito.

Lo spessore del materiale da tagliare, quindi la profondità del taglio, dipende direttamente dalle dimensioni della lama, per cui maggiore sarà il diametro del disco, maggiore sarà lo spessore che è possibile tagliare. Tanto per fare un esempio, per tagliare una tavola di legno  di 10 cm di spessore sarà necessario un disco di almeno 25 cm di diametro.  Rispetto ad un seghetto alternativo, una sega circolare, sia che si tratti di un modello portatile che di uno da banco, consente dei tagli lineari precisi e molto più rapidi. Il solo limite di una sega circolare, se così lo si vuole definire, è che bisogna maneggiarla con estrema cautela in quanto, una distrazione o un errore possono essere causa di infortuni anche molto seri.

Anche se, come detto in precedenza, le seghe circolari sono dotate di un carter a molla che ricopre la parte esposta della lama in modo da limitare al massimo le possibilità di infortuni,  così come è presente un interruttore di sicurezza per interrompere la rotazione della lama in caso di bisogno, gli infortuni sono sempre una  eventualità da non sottovalutare, infortuni che tuttavia si possono evitare senza problemi se si maneggia l’attrezzo con estrema attenzione e con le dovute precauzioni.

L’uso della sega circolare è diverso a seconda se si tratta di una sega  circolare manuale o una da banco. Per la manuale è necessario  bloccare il pezzo da tagliare su di un banco da lavoro, appoggiare la sega con la lama in rotazione al materiale da tagliare e procedere utilizzando il binario guida della sega stessa per procedere ad un taglio diritto. La rotazione della lama è in senso antiorario, con i denti rivolti verso l’alto, verso l’operatore, per cui il lato con il taglio meglio rifinito è quello inferiore. In tutti i casi, sia che si utilizzi l’attrezzo manuale che quello da banco, è consigliabile proteggersi con guanti, occhiali e mascherina, quest’ultima se non si utilizza il sacchetto raccoglitore della segatura.
La sega da banco ha la lama fissa che emerge dal piano del banco stesso, per cui è necessario spingere il materiale da tagliare verso il disco dentato, facendo molta attenzione a tenere le mani ben lontane dalla lama. Non è possibile regolare l’altezza del taglio, per cui le possibilità di taglio sono date dal diametro della lama.

Le seghe circolari portatili, quelle più utilizzate per il fai da te, sono per lo più di dimensioni ridotte, tuttavia ne esistono anche alcune che consentono il montaggio di dischi di dimensioni maggiori. Vale sempre il solito consiglio: conviene non acquistare mai un attrezzo sottodimensionato  rispetto alle proprie esigenze perché altrimenti ci si troverebbe nelle condizioni di non poter effettuare alcuni lavori. Tuttavia, non è necessario dotarsi di apparecchi troppo sovradimensionati,  scelta che comporterebbe un esborso di soldi più consistenti a fronte di qualcosa che non verrebbe mai utilizzato.

Esistono molte seghe circolari  e i prezzi variano in base al marchio e alle dimensioni e prestazioni dell’attrezzo. Per una sega circolare portatile i prezzi oscillano dai 30 a 300 €, in base alle prestazioni, mentre per una sega circolare da banco, si può arrivare anche a modelli del costo superiore ai 2000 €. Tutto, ovviamente, dipende da ciò che si vuole acquistare, ovvero se ci si orienta verso un prodotto per il fai da te senza troppe pretese o se si preferisce un attrezzo professionale, di un marchio prestigioso.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Asparagi alla milanese
Raschiare i gambi degli asparagi della pellicola esterna, pareggiare le estremità, in modo che risultino tutti della stessa lunghezza, lavarli, legarli ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Il trapano - giovedì 13 ottobre 2011

Il trapano è un elettroutensile  che potremmo considerare assolutamente indispensabile. A prescindere che ci si cimenti o meno con il fai-da-te, sarà capitato a tutti, prima o poi, di dover fare un buco in una parete per inserire ........

Pistola ad aria calda o pistola termica - sabato 29 giugno 2013

La pistola ad aria calda, detta anche pistola termica, è un elettroutensile molto versatile, dalla forma molto simile ad un normale phon per capelli, utile per svolgere un gran numero di lavoretti in casa. Si tratta di un apparecchio da utilizzare ........

L’avvitatore a batteria - sabato 10 settembre 2011
L’avvitatore a batteria è ormai un piccolo attrezzo che difficilmente mancherà in una borsa attrezzi di un qualunque fai-da-te.
Si tratta di un piccolo utensile molto compatto, dotato ad una estremità di una impugnatura, quasi ........

La levigatrice elettrica - mercoledì 26 giugno 2013

La levigatrice elettrica è l’attrezzo che consente di levigare rapidamente anche vaste superfici in poco tempo e con il minimo sforzo. Può essere utilizzata su una gran varietà di superfici: pareti, legno, metalli, plastica, ma il suo utilizzo ........

Il seghetto alternativo - martedì 27 settembre 2011
Il seghetto alternativo è un utensile elettrico molto diffuso, praticamente indispensabile per qualunque fai-da-te, e non solo. Il seghetto alternativo è provvisto di una lama che si muove, alternativamente, avanti e indietro o, sarebbe meglio ........



Ricetta del giorno
Frullato di mirtilli
Mettere in un frullatore i mirtilli, il latte di riso(va bene anche quello di mandorle), la mezza banana e frullare per qualche minuto, fin quando si ....



 articolo Attrezzi Utensili elettrici
La sega circolare freccemercoledì 21 agosto 2013      

La sega circolare è un utensile elettrico molto utile  per la realizzazione di tagli lunghi e diritti. Prende il nome dalla sua forma che è, appunto circolare, ed è costituita da una lama  le cui dimensioni (diametro) variano a seconda del modello o anche a seconda del lavoro da effettuare, che è un disco dentato montato solidalmente direttamente sull’albero motore, lama ovviamente intercambiabile. Nelle sue versioni a mano o da banco, è dotata di una o più guide, indispensabili per la realizzazione di tagli diritti, e da un carter di protezione per evitare che si possa entrare accidentalmente in contatto con la parte superiore della lama. I modelli più evoluti sono anche dotati di un comodo aspiratore che raccoglie la segatura prodotta durante il taglio oltre, naturalmente, ad un interruttore di sicurezza che interrompe la rotazione della lama in caso di necessità.

La velocità di rotazione del motore, e quindi della lama, è scelta in base al diametro della lama. Quanto più piccolo è il diametro del disco dentato, tanto maggiore sarà la velocità di rotazione per cui si va, solitamente da una velocità di 2000 giri al minuto per lame del diametro fino a 31 cm ai 5000 giri al minuto per dischi da 13-14 cm di diametro. Solitamente, ad una velocità maggiore corrisponde anche un taglio più rifinito. Esistono inoltre vari tipi di lame in funzione del tipo di taglio e del materiale, come legno, agglomerati, resine, metalli e altro. Lame con un numero di denti maggiore consentono inoltre un taglio più preciso e rifinito.

Lo spessore del materiale da tagliare, quindi la profondità del taglio, dipende direttamente dalle dimensioni della lama, per cui maggiore sarà il diametro del disco, maggiore sarà lo spessore che è possibile tagliare. Tanto per fare un esempio, per tagliare una tavola di legno  di 10 cm di spessore sarà necessario un disco di almeno 25 cm di diametro.  Rispetto ad un seghetto alternativo, una sega circolare, sia che si tratti di un modello portatile che di uno da banco, consente dei tagli lineari precisi e molto più rapidi. Il solo limite di una sega circolare, se così lo si vuole definire, è che bisogna maneggiarla con estrema cautela in quanto, una distrazione o un errore possono essere causa di infortuni anche molto seri.

Anche se, come detto in precedenza, le seghe circolari sono dotate di un carter a molla che ricopre la parte esposta della lama in modo da limitare al massimo le possibilità di infortuni,  così come è presente un interruttore di sicurezza per interrompere la rotazione della lama in caso di bisogno, gli infortuni sono sempre una  eventualità da non sottovalutare, infortuni che tuttavia si possono evitare senza problemi se si maneggia l’attrezzo con estrema attenzione e con le dovute precauzioni.

L’uso della sega circolare è diverso a seconda se si tratta di una sega  circolare manuale o una da banco. Per la manuale è necessario  bloccare il pezzo da tagliare su di un banco da lavoro, appoggiare la sega con la lama in rotazione al materiale da tagliare e procedere utilizzando il binario guida della sega stessa per procedere ad un taglio diritto. La rotazione della lama è in senso antiorario, con i denti rivolti verso l’alto, verso l’operatore, per cui il lato con il taglio meglio rifinito è quello inferiore. In tutti i casi, sia che si utilizzi l’attrezzo manuale che quello da banco, è consigliabile proteggersi con guanti, occhiali e mascherina, quest’ultima se non si utilizza il sacchetto raccoglitore della segatura.
La sega da banco ha la lama fissa che emerge dal piano del banco stesso, per cui è necessario spingere il materiale da tagliare verso il disco dentato, facendo molta attenzione a tenere le mani ben lontane dalla lama. Non è possibile regolare l’altezza del taglio, per cui le possibilità di taglio sono date dal diametro della lama.

Le seghe circolari portatili, quelle più utilizzate per il fai da te, sono per lo più di dimensioni ridotte, tuttavia ne esistono anche alcune che consentono il montaggio di dischi di dimensioni maggiori. Vale sempre il solito consiglio: conviene non acquistare mai un attrezzo sottodimensionato  rispetto alle proprie esigenze perché altrimenti ci si troverebbe nelle condizioni di non poter effettuare alcuni lavori. Tuttavia, non è necessario dotarsi di apparecchi troppo sovradimensionati,  scelta che comporterebbe un esborso di soldi più consistenti a fronte di qualcosa che non verrebbe mai utilizzato.

Esistono molte seghe circolari  e i prezzi variano in base al marchio e alle dimensioni e prestazioni dell’attrezzo. Per una sega circolare portatile i prezzi oscillano dai 30 a 300 €, in base alle prestazioni, mentre per una sega circolare da banco, si può arrivare anche a modelli del costo superiore ai 2000 €. Tutto, ovviamente, dipende da ciò che si vuole acquistare, ovvero se ci si orienta verso un prodotto per il fai da te senza troppe pretese o se si preferisce un attrezzo professionale, di un marchio prestigioso.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: