Articolo Cani I cani
Vacanze a 4 zampe freccegiovedì 18 luglio 2013      


Su oltre mille italiani, uno su due decide di portare il suo fido amico in vacanza, per cui aumenta la domanda e lievemente anche l’offerta rispetto agli anni scorsi, le mete estere risultano sempre più preparate all’accoglienza. Dog beach, alberghi attrezzati, villaggi vacanza, tutti sono ormai pronti ad accogliere i nostri amici nelle vacanze estive. Da nord a sud d’Italia le strutture pensate per la permanenza di cani e gatti sono in netta crescita, tanti i siti internet di riferimento e i blog dove scambiarsi utili consigli per un viaggio da ricordare.

Dando un’occhiata veloce al web, slogan interessanti e accattivanti attirano l’attenzione, ma leggendo i commenti delle mamme e dei papà, non sembra tutto così facile. Per prevenire situazioni di disagio e preparare padroni e animali alle vacanze, arriva dall’associazione Aidaa, Associazione Italiana difesa animali e ambiente, un vademecum “Micio e Fido per affrontare ogni situazione”, tante piccole e utili indicazioni per non avere spiacevoli sorprese (per averlo basta mandare una email a direttivo.aidaa@libero.it, ed è distribuito anche gratuitamente in versione e-book). Sicuramente all’estero le strutture pet friendly sono di più e più preparate all’accoglienza ma un lieve miglioramento, come quanto confermato dagli addetti ai lavori, si sta registrando anche in Italia.

Le nuove regole dell’Unione Europea, approvate nel maggio scorso, rendono infatti ancora più semplice il trasporto all’estero di animali dotati di microchip e passaporto “animale”, un documento dove vengono riportati tutti i dati identificativi del nostro fido amico, in attesa della tanto sognata anagrafe animale che permetta di mettere in un database tutti i dati raccolti negli stati membri. Passando all’aspetto prettamente pratico, diverse compagnie di navigazione mettono a disposizione cabine appositamente pensate per i passeggeri che viaggiano con animali, è concesso l’accesso ai ponti per una piacevole passeggiata e sono addirittura presenti aree “pipì”.

In aereo, sicuramente lo spazio è ridotto, ma anche in questo caso è possibile viaggiare insieme, e a secondo dalla compagnia, sono previsti posti in cabina o in stiva. Necessario in caso di volo, e comunque un documento da tenere a portata di mano, è la certificazione di un veterinario che accerti la regolarità delle vaccinazioni e lo stato di salute generale dell’animale, e il tatuaggio di riconoscimento o microchip di identificazione. Nessuna limitazione oggettiva per viaggiare in treno in Italia, guinzaglio o trasportino escluso ovviamente e biglietti a costo zero per i nostri amici animali.

Resta sottinteso che oltre a queste “norme speciali” vanno sempre rispettate le regole del buon senso e della buona educazione “animale”, e non solo, visto che spesso sono gli  umani quelli che più lasciano a desiderare. Museruola e guinzaglio nei luoghi pubblici , rispetto dei divieti (ndr. nei negozi di alimentari i cani non possono entrare!) e rispetto dell’ambiente circostante, delle persone e della natura. Quindi poche facili regole e un'attenzione in più alle ordinanze comunali che possono cambiare da comune a comune e che prevedono in alcuni casi multe salate!
Quindi animali in spalla e buone vacanze a 4 zampe! ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Anna  Rotondi - vedi tutti gli articoli di Anna  Rotondi



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Vellutata di barbabietole fredda
Lessare le barbabietole, dopo di che sbucciarle e metterle da parte. Lavare accuratamente il cetriolo, sbucciarlo e tagliarlo a dadino. Scottare i pomodori ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Cani a spasso, il guinzaglio giusto - mercoledì 30 aprile 2014

Cani a spasso, il guinzaglio giusto, l’indispensabile accessorio che un tempo era un perfetto sconosciuto, quando il cane viveva per lo più con il suo amico umano in campagna o comunque in un ambiente in cui non esisteva il pericolo legato ........

Quale cane, per quale padrone - martedì 3 settembre 2013
Il cane per antonomasia e' l'animale che da secoli accompagna l'uomo nelle varie fasi evolutive, dalle popolazioni stanziali ai cacciatori di selvaggina, fino ai giorni nostri, dimostrando di essersi saputo adattare alle condizioni e ai dettami ........

Rottweiler attacca il padrone...la colpa di chi è? - giovedì 5 settembre 2013
Salve cari lettori, in questo momento mi sento un pò una reporter volevo parlarvi di un fatto accaduto da qualche ora accanto alla mia abitazione. Marito e moglie, proprietari di due rottweiller,un maschio e una femmina, sono i protagonisti ........

Accogliere un cane in casa - mercoledì 18 settembre 2013
Accogliere un cane nella nostra casa, è un’azione apparentemente semplice, ma sulla quale bisogna riflettere bene. Quanti di noi, colpiti dal visino di un tenero cucciolo passando davanti ad un negozio di animali, sono stati colpiti dall’improvvisa ........

Sbadiglio d'amore - sabato 26 ottobre 2013
Si è sempre parlato della grande sintonia che c’è tra un cane e il suo padrone. Adesso la scienza ce ne fornisce un ulteriore prova. Uno studio condotto dalla dottoressa Teresa Romero dell’università di Tokyo e pubblicato sulla rivista “Plos ........



Ricetta del giorno
Riso Basmati con peperoni
Lessare il riso per 15 minuti in una pentola con acqua bollente ovviamente salata, scolarlo e versarlo in una insalatiera. Condire con 2 cucchiai di olio ....



 articolo Cani I cani
Vacanze a 4 zampe freccegiovedì 18 luglio 2013      

Su oltre mille italiani, uno su due decide di portare il suo fido amico in vacanza, per cui aumenta la domanda e lievemente anche l’offerta rispetto agli anni scorsi, le mete estere risultano sempre più preparate all’accoglienza. Dog beach, alberghi attrezzati, villaggi vacanza, tutti sono ormai pronti ad accogliere i nostri amici nelle vacanze estive. Da nord a sud d’Italia le strutture pensate per la permanenza di cani e gatti sono in netta crescita, tanti i siti internet di riferimento e i blog dove scambiarsi utili consigli per un viaggio da ricordare.

Dando un’occhiata veloce al web, slogan interessanti e accattivanti attirano l’attenzione, ma leggendo i commenti delle mamme e dei papà, non sembra tutto così facile. Per prevenire situazioni di disagio e preparare padroni e animali alle vacanze, arriva dall’associazione Aidaa, Associazione Italiana difesa animali e ambiente, un vademecum “Micio e Fido per affrontare ogni situazione”, tante piccole e utili indicazioni per non avere spiacevoli sorprese (per averlo basta mandare una email a direttivo.aidaa@libero.it, ed è distribuito anche gratuitamente in versione e-book). Sicuramente all’estero le strutture pet friendly sono di più e più preparate all’accoglienza ma un lieve miglioramento, come quanto confermato dagli addetti ai lavori, si sta registrando anche in Italia.

Le nuove regole dell’Unione Europea, approvate nel maggio scorso, rendono infatti ancora più semplice il trasporto all’estero di animali dotati di microchip e passaporto “animale”, un documento dove vengono riportati tutti i dati identificativi del nostro fido amico, in attesa della tanto sognata anagrafe animale che permetta di mettere in un database tutti i dati raccolti negli stati membri. Passando all’aspetto prettamente pratico, diverse compagnie di navigazione mettono a disposizione cabine appositamente pensate per i passeggeri che viaggiano con animali, è concesso l’accesso ai ponti per una piacevole passeggiata e sono addirittura presenti aree “pipì”.

In aereo, sicuramente lo spazio è ridotto, ma anche in questo caso è possibile viaggiare insieme, e a secondo dalla compagnia, sono previsti posti in cabina o in stiva. Necessario in caso di volo, e comunque un documento da tenere a portata di mano, è la certificazione di un veterinario che accerti la regolarità delle vaccinazioni e lo stato di salute generale dell’animale, e il tatuaggio di riconoscimento o microchip di identificazione. Nessuna limitazione oggettiva per viaggiare in treno in Italia, guinzaglio o trasportino escluso ovviamente e biglietti a costo zero per i nostri amici animali.

Resta sottinteso che oltre a queste “norme speciali” vanno sempre rispettate le regole del buon senso e della buona educazione “animale”, e non solo, visto che spesso sono gli  umani quelli che più lasciano a desiderare. Museruola e guinzaglio nei luoghi pubblici , rispetto dei divieti (ndr. nei negozi di alimentari i cani non possono entrare!) e rispetto dell’ambiente circostante, delle persone e della natura. Quindi poche facili regole e un'attenzione in più alle ordinanze comunali che possono cambiare da comune a comune e che prevedono in alcuni casi multe salate!
Quindi animali in spalla e buone vacanze a 4 zampe! ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Anna  Rotondi - vedi tutti gli articoli di Anna  Rotondi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: