Articolo Attrezzi Utensili elettrici
La levigatrice elettrica freccemercoledì 26 giugno 2013      


La levigatrice elettrica è l’attrezzo che consente di levigare rapidamente anche vaste superfici in poco tempo e con il minimo sforzo. Può essere utilizzata su una gran varietà di superfici: pareti, legno, metalli, plastica, ma il suo utilizzo più frequente è nella finitura del legno.  Ne esistono di svariati tipi e di varie fasce di prezzo, e la scelta va effettuata in base al suo più frequente utilizzo.  È l’attrezzo ideale per risparmiare tempo e fatica ma anche per ottenere un risultato eccellente, con una superficie perfettamente e uniformemente levigata, quale che sia il materiale sul quale è stata utilizzata.

La maggior parte delle levigatrici sono levigatrici orbitali, perché la base che viene a contatto con il materiale da trattare, effettua un rapido movimento orbitale in grado di asportare rapidamente una gran quantità di materiale rendendo la superficie trattata perfettamente liscia e levigata. Le levigatrici a base tonda, le roto-orbitali, abbinano al movimento orbitale anche quello rotatorio, per cui sono in grado di assicurare un lavoro migliore e più accurato. Sulla base viene applicata della carta vetrata, la cui grana viene scelta in base al lavoro da effettuare.

Le levigatrici possono avere la base rettangolare, rotonda (roto-orbitale) o angolare, ma ne esiste anche un’altra versione, sempre a base rettangolare, il cui funzionamento è differente, detta levigatrice e nastro, che serve per asportare gran quantità di materiale dalla superficie trattata.
A parte questo ultimo attrezzo, il cuscinetto di base  su cui viene montata la carta abrasiva, è composta da un materiale morbido, sintetico, una sorta di spugna che rende oltre tutto il lavoro agevole. Bisogna tuttavia fare attenzione a non consumarlo, per cui appena la carta vetrata mostra segni di usura eccessiva, è necessario sostituirla immediatamente.

L’attrezzo è solitamente leggero, facile da utilizzare, e molti modelli sono dotati posteriormente di un foro cui applicare un apposito sacchetto per la raccolta delle polveri che il lavoro di levigatura produce in gran quantità. In tutti i casi, quando si utilizza questo utensile, è opportuno indossare una mascherina per evitare di respirare la polvere prodotta durante il lavoro.
La sostituzione della carta abrasiva è una operazione semplicissima. Per quelle a base rettangolare, è consigliabile acquistare la carta abrasiva in rotoli, cosa che consente un certo risparmio rispetto alla carta già tagliata. Per quelle a base tonda o triangolare è invece necessario acquistare i fogli già predisposti. 

Per ottenere dei buoni risultati, è necessario cominciare il lavoro partendo da una carta abrasiva a grana grossa, per poi ridurre  la grana man mano che si procede con il lavoro, fino ad arrivare ad utilizzare, per la rifinitura finale, quella  a grana più fine.
In commercio sono disponibili un gran numero di modelli, con una gamma di prezzi molto ampia. Si va dai modelli economici, a partire quindi dai 15-20 €, fino a giungere a modelli più affidabili e professionali da qualche centinaio di €. Si avrà modo quindi di scegliere la levigatrice elettrica in base alle proprie esigenze, cercando comunque di scegliere un modello che dia sufficienti garanzie di funzionamento, senza sottodimensionarla o sovradimensionarla in base ai lavori che si ritiene di dover effettuare.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Orecchiette con ricotta
FAre bollire in una pentola di generose dimensioni 3 litri d’acqua e salarla con il sale grosso. Buttare la pasta, avendo cura di mescolare subito con ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

La sega a gattuccio elettrica - mercoledì 2 novembre 2011

La sega a gattuccio elettrica, precisazione necessaria in quanto esiste la sega a gattuccio manuale,  è un eletroutensile molto semplice da usare ma al tempo stesso molto versatile, che consente di effettuare diversi tipi di tagli su materiali ........

L’avvitatore a batteria - sabato 10 settembre 2011
L’avvitatore a batteria è ormai un piccolo attrezzo che difficilmente mancherà in una borsa attrezzi di un qualunque fai-da-te.
Si tratta di un piccolo utensile molto compatto, dotato ad una estremità di una impugnatura, quasi ........

Il trapano - giovedì 13 ottobre 2011

Il trapano è un elettroutensile  che potremmo considerare assolutamente indispensabile. A prescindere che ci si cimenti o meno con il fai-da-te, sarà capitato a tutti, prima o poi, di dover fare un buco in una parete per inserire ........

Il seghetto alternativo - martedì 27 settembre 2011
Il seghetto alternativo è un utensile elettrico molto diffuso, praticamente indispensabile per qualunque fai-da-te, e non solo. Il seghetto alternativo è provvisto di una lama che si muove, alternativamente, avanti e indietro o, sarebbe meglio ........

La levigatrice elettrica - mercoledì 26 giugno 2013

La levigatrice elettrica è l’attrezzo che consente di levigare rapidamente anche vaste superfici in poco tempo e con il minimo sforzo. Può essere utilizzata su una gran varietà di superfici: pareti, legno, metalli, plastica, ma il suo utilizzo ........



Ricetta del giorno
Mezze maniche al forno gratinate con mozzarella di bufala e zucchine
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine d'oliva e e una cipolla rossa tagliata a fettine sottili, poi aggiungete i pomodori pelati e ....



 articolo Attrezzi Utensili elettrici
La levigatrice elettrica freccemercoledì 26 giugno 2013      

La levigatrice elettrica è l’attrezzo che consente di levigare rapidamente anche vaste superfici in poco tempo e con il minimo sforzo. Può essere utilizzata su una gran varietà di superfici: pareti, legno, metalli, plastica, ma il suo utilizzo più frequente è nella finitura del legno.  Ne esistono di svariati tipi e di varie fasce di prezzo, e la scelta va effettuata in base al suo più frequente utilizzo.  È l’attrezzo ideale per risparmiare tempo e fatica ma anche per ottenere un risultato eccellente, con una superficie perfettamente e uniformemente levigata, quale che sia il materiale sul quale è stata utilizzata.

La maggior parte delle levigatrici sono levigatrici orbitali, perché la base che viene a contatto con il materiale da trattare, effettua un rapido movimento orbitale in grado di asportare rapidamente una gran quantità di materiale rendendo la superficie trattata perfettamente liscia e levigata. Le levigatrici a base tonda, le roto-orbitali, abbinano al movimento orbitale anche quello rotatorio, per cui sono in grado di assicurare un lavoro migliore e più accurato. Sulla base viene applicata della carta vetrata, la cui grana viene scelta in base al lavoro da effettuare.

Le levigatrici possono avere la base rettangolare, rotonda (roto-orbitale) o angolare, ma ne esiste anche un’altra versione, sempre a base rettangolare, il cui funzionamento è differente, detta levigatrice e nastro, che serve per asportare gran quantità di materiale dalla superficie trattata.
A parte questo ultimo attrezzo, il cuscinetto di base  su cui viene montata la carta abrasiva, è composta da un materiale morbido, sintetico, una sorta di spugna che rende oltre tutto il lavoro agevole. Bisogna tuttavia fare attenzione a non consumarlo, per cui appena la carta vetrata mostra segni di usura eccessiva, è necessario sostituirla immediatamente.

L’attrezzo è solitamente leggero, facile da utilizzare, e molti modelli sono dotati posteriormente di un foro cui applicare un apposito sacchetto per la raccolta delle polveri che il lavoro di levigatura produce in gran quantità. In tutti i casi, quando si utilizza questo utensile, è opportuno indossare una mascherina per evitare di respirare la polvere prodotta durante il lavoro.
La sostituzione della carta abrasiva è una operazione semplicissima. Per quelle a base rettangolare, è consigliabile acquistare la carta abrasiva in rotoli, cosa che consente un certo risparmio rispetto alla carta già tagliata. Per quelle a base tonda o triangolare è invece necessario acquistare i fogli già predisposti. 

Per ottenere dei buoni risultati, è necessario cominciare il lavoro partendo da una carta abrasiva a grana grossa, per poi ridurre  la grana man mano che si procede con il lavoro, fino ad arrivare ad utilizzare, per la rifinitura finale, quella  a grana più fine.
In commercio sono disponibili un gran numero di modelli, con una gamma di prezzi molto ampia. Si va dai modelli economici, a partire quindi dai 15-20 €, fino a giungere a modelli più affidabili e professionali da qualche centinaio di €. Si avrà modo quindi di scegliere la levigatrice elettrica in base alle proprie esigenze, cercando comunque di scegliere un modello che dia sufficienti garanzie di funzionamento, senza sottodimensionarla o sovradimensionarla in base ai lavori che si ritiene di dover effettuare.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: