Articolo Cani I cani
La vita segreta dei cani freccesabato 18 maggio 2013      


I cani pensano, amano, ricordano, sognano, hanno quindi dei sentimenti umani, spesso ben superiori, e una coscienza. Negare questo è una affermazione antiscientifica in quanto, non dobbiamo dimenticare che, l’uomo si è evoluto sviluppando appunto una coscienza, questo sempre che non si voglia scomodare la fede per spiegare l’evoluzione come mammiferi. Quindi, la coscienza degli animali è un campo che può essere sottoposto tranquillamente ad una indagine scientifica, mentre la tesi che le creature diverse dall’uomo non posseggano una coscienza è una teoria a dir poco sconcertante.
Basta del resto  osservare i comportamenti di un cane, di un gatto, di un cavallo, giusto per fare degli esempi, senza per questo voler escludere gli altri dal novero dei non umani coscienti, per rendersene conto e chi afferma il contrario o è in malafede o è talmente poco intelligente da far dubitare dello stadio della sua evoluzione. Bisogna rendersi conto che i cani  sono dotati di sentimenti umani, amano, soffrono, ridono, ricordano, sono fedeli, e le tante storie anche struggenti di cani che hanno dedicato la loro vita ad attendere un padrone che non sarebbe più tornato, lo dimostrano. La si potrebbe definire la vita segreta dei cani, in quanto ben pochi riescono a rendersene conto completamente.

Del resto, a nessuno è dato sapere cosa passa per la mente di un cane, cosa veramente egli provi o pensi in un determinato momento. Per esempio, un cane sorride e lo fa, ovviamente, a modo suo, anche se non sempre è così. La loro faccia assume un’espressione serena e rilassata, con le orecchie abbassate, gli occhi socchiusi, le labbra semiaperte e il mento alto. Ve ne sono tuttavia altri, come Tobia, l’amico cane di chi scrive, che sanno imitare il sorriso umano e quindi antropomorfizzano. Questi, come fa appunto Tobia, ritirano le labbra scoprendo i denti in una smorfia simpatica e al tempo stesso divertente, mirata a imitare il sorriso dell’amico umano. Ma vi sono anche altri casi di cani che imitano altri comportamenti umani.

Condividere con l’amico umano i momenti della giornata è per i cani che non hanno subito delle particolari imposizioni da parte della loro controparte umana, un fatto del tutto  naturale, addirittura una gioia. Uscire, andare a fare la passeggiata, stare a ascoltare senza mai dar segni di insofferenza, sono solo una minima parte dei comportamenti che un cane che vive a contatto con il padrone ha regolarmente. Di storie che raccontano di quanto possano essere completi i rapporti di amicizia e fedeltà tra uomo e cane ve ne sono in quantità, ciascuna con le sue particolarità.

Per il cane, il suo riferimento umano è di estrema importanza; per lui farebbe di tutto e quello che fa lo cerca di fare nel miglior modo possibile, in particolar modo se si è instaurato quel rapporto che li rende quasi uno dipendente dall’altro. Eppure, mentre il cane non farebbe mai nulla per danneggiare il suo amico umano, alcuni così detti padroni non esiterebbero un solo istante a trattarlo male per di liberarsene nel momento in cui dovessero  essere d’impaccio.
Costoro non hanno capito, ma molto più probabilmente, non sentono che il cane fa parte della famiglia, ne è un componente al pari degli altri  membri, con gli stessi diritti, con la sola e non trascurabile differenza che, mentre un familiare non ci penderebbe due volte a tradire, il cane non lo farebbe mai, non rientra nella sua indole.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Vermicelli alla siracusana
Lavare il peperone, eliminare i semi interni, passarlo sulla griglia per abbrustolirlo, dopo di che eliminare la buccia.
Lavare la melanzana, asciugarla ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Rottweiler attacca il padrone...la colpa di chi è? - giovedì 5 settembre 2013
Salve cari lettori, in questo momento mi sento un pò una reporter volevo parlarvi di un fatto accaduto da qualche ora accanto alla mia abitazione. Marito e moglie, proprietari di due rottweiller,un maschio e una femmina, sono i protagonisti ........

Il pastore tedesco, da sempre il numero uno - venerdì 2 novembre 2012

Il pastore tedesco, un cane da guardia leale, un vero amico, capace di conservare nel tempo memoria di persone incontrate anche una sola volta.  Secondo i dati ufficiali, il pastore tedesco è il cane più venduto in assoluto in Italia con ........

Vacanze a 4 zampe - giovedì 18 luglio 2013
Su oltre mille italiani, uno su due decide di portare il suo fido amico in vacanza, per cui aumenta la domanda e lievemente anche l’offerta rispetto agli anni scorsi, le mete estere risultano sempre più preparate all’accoglienza. Dog beach, ........

Quale cane, per quale padrone - martedì 3 settembre 2013
Il cane per antonomasia e' l'animale che da secoli accompagna l'uomo nelle varie fasi evolutive, dalle popolazioni stanziali ai cacciatori di selvaggina, fino ai giorni nostri, dimostrando di essersi saputo adattare alle condizioni e ai dettami ........

Ecco perchè i nostri cani ci leccano - domenica 8 settembre 2013
Perché i nostri cani leccano noi e gli altri animali? La risposta apparentemente semplice ha bisogno di essere differenziata per ogni specifico caso. I nostri amici animali, infatti, hanno un modo tutto loro e particolare per comunicare con noi ........



Ricetta del giorno
Torta sabbiata
Imburrare abbondantemente il foglio di alluminio, spolverizzarlo con un po’ di farina e foderare la tortiera. Mettere il restante burro, che deve essere ....



 articolo Cani I cani
La vita segreta dei cani freccesabato 18 maggio 2013      

I cani pensano, amano, ricordano, sognano, hanno quindi dei sentimenti umani, spesso ben superiori, e una coscienza. Negare questo è una affermazione antiscientifica in quanto, non dobbiamo dimenticare che, l’uomo si è evoluto sviluppando appunto una coscienza, questo sempre che non si voglia scomodare la fede per spiegare l’evoluzione come mammiferi. Quindi, la coscienza degli animali è un campo che può essere sottoposto tranquillamente ad una indagine scientifica, mentre la tesi che le creature diverse dall’uomo non posseggano una coscienza è una teoria a dir poco sconcertante.
Basta del resto  osservare i comportamenti di un cane, di un gatto, di un cavallo, giusto per fare degli esempi, senza per questo voler escludere gli altri dal novero dei non umani coscienti, per rendersene conto e chi afferma il contrario o è in malafede o è talmente poco intelligente da far dubitare dello stadio della sua evoluzione. Bisogna rendersi conto che i cani  sono dotati di sentimenti umani, amano, soffrono, ridono, ricordano, sono fedeli, e le tante storie anche struggenti di cani che hanno dedicato la loro vita ad attendere un padrone che non sarebbe più tornato, lo dimostrano. La si potrebbe definire la vita segreta dei cani, in quanto ben pochi riescono a rendersene conto completamente.

Del resto, a nessuno è dato sapere cosa passa per la mente di un cane, cosa veramente egli provi o pensi in un determinato momento. Per esempio, un cane sorride e lo fa, ovviamente, a modo suo, anche se non sempre è così. La loro faccia assume un’espressione serena e rilassata, con le orecchie abbassate, gli occhi socchiusi, le labbra semiaperte e il mento alto. Ve ne sono tuttavia altri, come Tobia, l’amico cane di chi scrive, che sanno imitare il sorriso umano e quindi antropomorfizzano. Questi, come fa appunto Tobia, ritirano le labbra scoprendo i denti in una smorfia simpatica e al tempo stesso divertente, mirata a imitare il sorriso dell’amico umano. Ma vi sono anche altri casi di cani che imitano altri comportamenti umani.

Condividere con l’amico umano i momenti della giornata è per i cani che non hanno subito delle particolari imposizioni da parte della loro controparte umana, un fatto del tutto  naturale, addirittura una gioia. Uscire, andare a fare la passeggiata, stare a ascoltare senza mai dar segni di insofferenza, sono solo una minima parte dei comportamenti che un cane che vive a contatto con il padrone ha regolarmente. Di storie che raccontano di quanto possano essere completi i rapporti di amicizia e fedeltà tra uomo e cane ve ne sono in quantità, ciascuna con le sue particolarità.

Per il cane, il suo riferimento umano è di estrema importanza; per lui farebbe di tutto e quello che fa lo cerca di fare nel miglior modo possibile, in particolar modo se si è instaurato quel rapporto che li rende quasi uno dipendente dall’altro. Eppure, mentre il cane non farebbe mai nulla per danneggiare il suo amico umano, alcuni così detti padroni non esiterebbero un solo istante a trattarlo male per di liberarsene nel momento in cui dovessero  essere d’impaccio.
Costoro non hanno capito, ma molto più probabilmente, non sentono che il cane fa parte della famiglia, ne è un componente al pari degli altri  membri, con gli stessi diritti, con la sola e non trascurabile differenza che, mentre un familiare non ci penderebbe due volte a tradire, il cane non lo farebbe mai, non rientra nella sua indole.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: